Trama

Tra l'autunno del 1897 e l'estate del 1898 quattro famiglie trascorrono, apparentemente in modo tranquillo, la loro vita in una cascina della campagna bergamasca. Tra i componenti di questa comunità esiste un profondo legame che li porta a vivere insieme le cose belle e quelle brutte che la vita riserva loro. Quando si tratta di versare al severo Mesagiù, il padrone della fattoria, i due terzi dei prodotti agricoli tutti cercano di barare per guadagnare qualche chilo di farina. Insieme uccidono il maiale, separano i contendenti e prendono parte alle sagre paesane e alle funzioni religiose. Un giorno a Menek si rompe uno zoccolo e papà Batistì per ripararlo è costretto a tagliare, senza chiedere permesso, una pianta del padrone.

Note

Ermanno Olmi costruisce un soggetto dove poesia e quotidinità vanno a braccetto. Realizzato con attori non professionisti prelevati dalla campagna bergamasca il film colpisce per la sua forza e la trasparenza con cui descrive il mondo contadino. Carmelo Silva, famoso disegnatore itaiano di calcio interpreta il prete. Palma d'oro al Festival di Cannes nel 1978.

Commenti (10) vedi tutti

  • Film visionato per motivi Familiari e per curiosita' : a parte il discorso della Vittoria con la Palma d'oro al Festival di Cannes nel 1978 e tutta una osservazione della Vita nella Bergamasca alla fine dell''800,personalmente mi sono rimaste impresse le orrende Morti dell'Anatra e specialmente del povero Maiale !!! voto.5.

    commento di chribio1
  • Lo scrigno del nostro passato. Probabilmente più un documentario che un film. Un mondo ormai tanto lontano che sembra mai sia esistito e dal quale avremmo tanto da imparare, almeno per quanto riguarda il saper fare comunità. Perfetto!

    commento di Brady
  • Una fotografia, forse la più veritiera, della vita contadina dei nostri avi. La quotidianità trascorre tra lavoro e preghiera creando un riquadro di gente semplice, che conosce solo la terra e che si affida totalmente a Dio. Un ritratto da vedere con occhi romantici e orgogliosi.

    commento di near87
  • Qui ci sono i racconti e i ricordi di mio nonno, di mio papà bambino, e i miei di quando andavo a rovistare la soffitta piena di cose sconosciute, e foto sbiadite.Ricordi che mi hanno commosso.voto 10/10

    commento di sokurov
  • Ho questo film in videoteca da parecchi anni e l'ho sempre stupidamente snobbato. Invece mi è piaciuto molto, mi ha commosso, emozionato, interessato, affascinato.

    commento di ALCHEMILLA
  • Le nostre origini. Un pezzo di storia più che un film, meno "spettacolare" di Novecento ma dal valore instemabile. Da preservare come la Stele di Rosetta.

    commento di Daskabinett
  • Sono sempre gli ultimi i soggetti su cui pone l'accento Ermanno Olmi, i lavoratori della terra, coloro che sudano e vivono nel fango, che vedono finita la loro vita con la morte di un bovino. Il sale della terra.

    commento di Bazin84
  • Un delicato e tuttavia amaro documento in forma di poesia su un'epoca non troppo lontana. Uno dei pochi veri capolavori della cinematografia italiana. Olmi al suo meglio.

    commento di sasso67
  • molto bello

    commento di mao1
  • un capolavoro! finalmente un regista credente. non va di moda esserlo. Ma il genio, la grandezza sono in quella direzione.. l'Assoluto

    commento di albiro83
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
10 stelle

VOTO 10/10  Il più bel film di Olmi e un vero film d'arte nell'ambito della cinematografia italiana degli anni Settanta. Ispirato a racconti orali che lo stesso regista aveva ascoltato dai nonni, è un appassionato ritratto del mondo contadino nella regione bergamasca alla fine dell'Ottocento, ricostruito con estrema precisione nelle ambientazioni, nei colori e perfino nelle sonorità del… leggi tutto

17 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

giansnow89 di giansnow89
6 stelle

Circa a metà del film, un intellettuale tiene un comizio parlando di egualitarismo e progresso sociale. Uno dei contadini protagonisti vi si avvicina, ma non per ascoltare: ha intravisto per terra una moneta che intende, come è ovvio, fare sua. Pervenuto al suo minuscolo obiettivo, fugge via a gambe levate con un sorriso dall'orecchio all'altro. I contadini di Olmi… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

fabry33 di fabry33
4 stelle

IL film racconta l'Italia contadina in modo sicuramente abbastanza realistico,anche se spesso Olmi è troppo buonista e glissa su gli aspetti peggiori dei contadini di fine 800. Alla pellicola va sicuramente riconosciuto il merito di un certo impegno,e a Olmi la bravura nel dirigere un cast di veri contadini(gli attori sono tutti contadini lombardi),tuttavia il film manca di ritmo,non coinvolge… leggi tutto

1 recensioni negative

Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 9 voti
vedi tutti

Recensione

Antisistema di Antisistema
10 stelle

Il mondo ritratto nell'Albero degli Zoccoli è una campagna di fine 800-inizio 900, fatto di valori e situazioni oramai estintasi da tempo in Italia. Si può dire che è un film comprensibile in pieno da chi oramai non c'è più, perché narra di un'Italia remota e che viene portata dal regista in scena con un fare popolare compassionevole. Dedico questa…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Olmo Campestre
mck di mck

Olmo Campestre

Dagli appunti per un pezzo, che ancor mai ho pubblicato, su “Torneranno i Prati”. Al tempo dell'uscita del film su l'Indice dei Libri del Mese… segue

Recensione

giansnow89 di giansnow89
6 stelle

Circa a metà del film, un intellettuale tiene un comizio parlando di egualitarismo e progresso sociale. Uno dei contadini protagonisti vi si avvicina, ma non per ascoltare: ha intravisto per terra una moneta che intende, come è ovvio, fare sua. Pervenuto al suo minuscolo obiettivo, fugge via a gambe levate con un sorriso dall'orecchio all'altro. I contadini di Olmi…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Trasmesso il 18 febbraio 2018 su Rai Movie
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013
Disponibile dal 3 dicembre 2013 in Dvd a 12,99€
Acquista
Il meglio del 2012
2012

L'orizzonte finito

L'orizzonte di chi vive in montagna è diverso da quello di chi sta' in pianura. E' chiuso, circoscritto. Il cielo è alto e concavo, delimitato dai fianchi della valle. Lo spazio aperto abbassa la volta fino dove…

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Ripensare al domani.

Peppe Comune di Peppe Comune

La morte di Vittorio De Seta mi ha portato alla mente quel cinema italiano dal forte respiro antropologico, quello che si è concentrato sulla rappresentazione di mestieri antichi come il mondo, tecniche di lavoro,…

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010
Il meglio del 2009
2009

A mio padre

bradipo68 di bradipo68

E'passato del tempo da quando lui se ne è andato e non ho mai avuto la forza di omaggiare chi mi ha fatto amare fino a questo punto l'arte cinematografica.Lui era un grandissimo appassionato di cinema oltre i…

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008

60 anni

harlem di harlem

non è una classifica di merito o di critica cinematografica: non ne sarei al'altezza. Questi sono semplicemente i miei "amori", pietre miliari , ciascuna delle quali corrisponde a specifiche fasi della mia vita

leggi tutto
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2003
2003

Il cinema delle origini

essenus di essenus

No, non quello muto... ve lo giuro però: è l'ultima playlist della memoria che faccio! Non intristitevi... (e parlo soprattutto ad una persona...).

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002
Il meglio del 1978
1978
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito