Espandi menu
cerca
The Responder

1 stagioni - 5 episodi vedi scheda serie

Serie TV Recensione

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 208
  • Post 128
  • Recensioni 1059
  • Playlist 310
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su The Responder

di mck
8 stelle

Al volante di una volante.

 

 

In quel di Liverpool, la notte, al posto dei coyote manniani, ad attraversare le strade, illuminate dai fari che le paralizzano per un’apparentemente non fatale frazione di secondo, ci son le volpi, ma il sentore è quello stesso medesimo: poliziotti, paramedici o tassisti, gli antelucani turni diuturnamente protratti s’affastellano sull’esauste facce portate in giro da chi li compie, in questo caso un ex ispettore di polizia retrocesso per corruzione al ruolo di agente di pattuglia, Chris Carson (un Martin Freeman - Shaun of the Dead, the Hitchhikers Guide to the Galaxy, Nightwatching, Sherlock, the Hobbit, Fargo, Breeders - poderoso). Al suo fianco, a casa, una moglie (MyAnna Buring; “the Descent”) e una figlia, in una RSA, l’anziana madre (Rita Tushinghamtra Free Cinema e Swinging London, rivista recentemente in “the Owners” e Last Night in Soho”) malata semi-terminale, sul lavoro, da una parte, una fresca d’accademia novizia in prova (Adelayo Adedayo; Origin”) con un compagno tossico e violento sul groppone, e dall’altra il collega (Warren Brown) con sogni di gloria più grandi di lui che già lo fece (probabilmente esagerando un po’) degradare e che anche adesso, fingendosi un investigatore degli affari interni, mentre in realtà si occupa d’insegnare ai bambini le regole del codice della strada applicate all’andare in giro in bicicletta, non lo molla un attimo tentando nuovamente (questa volta con valide ragioni che anche lo spettatore può conoscere osservandole agire in diretta) l’impresa, e in giro, da una parte, un amico d’infanzia diventato spacciatore (Ian Hart) che s’è cacciato in guaio più grande di lui e, dall’altra, due giovani drogati (Emily Fairn e Josh Finan, entrambi diversamente eccellenti) che, orbitando una, più convinta e pervicace perché disperata, attorno all’altro, meno dedito al gran colpo, tradendosi e salvandosi a vicenda, e tra loro il nonno di lei (ottime la gestione e l’utilizzazione degli spazi nelle riprese in reali ambienti interni), ex scassinatore (Philip Whitchurch).

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

-------------------------------------------------------------------------------------------------------


L’unico, minimo (nelle intenzioni tanto iperrealista quanto coadiuvante gli snodi della tenuta narrativa) difetto di “The Responder” (2022), creata e interamente sceneggiata dal semi-esordiente Tony Schumacher (poliziotto, tassista e romanziere nato nel 1967 a Huyton, Merseyside, nell’hinterland di Liverpool), diretta per due episodi ciascuno, ognuno di ca. 45'-50', da Tim Mielants (Peaky Blinders, the Terror, Legion, Tales form the Loop), Fien Troch (Non-Dit, Kid, Home, Holly) e Philip Barantini (Boiling Point, Malpractice) e musicata da Matthew Herbert con un paio di song da urlo, “Kiss the Sky” di Shawn Lee (e Ping Pong Orchestra, feat. Nino Moschella) e “Pilgrim” di Fink (Fin Greenall), è un topos comune che viaggia tra le righe e i frame d’altre serie britanniche coeve e non (in alcuni casi in maniera più accentuata, come in “Marcella” e “Paranoid”, e in altri meno, come in “Collateral”) ed è definibile quale un minuscolo abuso di qualche sporadico plot-twist caratteriale schizofrenico-bipolare relativo ai personaggi principali e/o secondari non riconducibile alla loro natura (culturale e psicologica) perché è trasversale a tutte le tipologie di persone rappresentate, e per il resto è un lavoro teso, stratificato, convincente e abbastanza grandioso.

 

 

Tra i tanti piccoli ruoli, rimarcabile quello messo in scena dall'esordiente assoluta Kalli Tant, la ragazza nel bidone.

 


* * * * (¼) - 8.25      

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati