Trama

Woody Grant (Bruce Dern), un irascibile uomo anziano che ha allontanato tutti dalla sua vita, è convinto di aver vinto un milione di dollari grazie a un concorso a premi di una rivista. Per reclamare il premio, il figlio David (Will Forte) accetta con molta riluttanza di accompagnarlo da Billings, dove vivono, fino a Lincoln, nel Nebraska. Durante il viaggio lungo le strade degli Stati Uniti, si fermeranno nei posti che hanno segnato la vita di Woody. Tra recriminazioni, incontri con il resto della famiglia e con un vecchio socio in affari, padre e figlio impareranno a conoscersi e a mettere da parte le ostilità accumulate negli anni.

Approfondimento

NEBRASKA: UN VIAGGIO ON THE ROAD IN BIANCO E NERO

Scritto da Bob Nelson e diretto da Alexander Payne, Nebraska è una commedia on the road che vede un padre e un figlio del Midwest scoprirsi a vicenda durante un viaggio intrapreso per mettersi sulle tracce di una dubbia fortuna derivante da un concorso a premi con in palio un milione di dollari. Per rivendicare la vincita, l'anziano e taciturno Woody Grant, originario di Hawthorne nel Nebraska ma da tempo trapiantato a Billings nel Montana, deve rapidamente raggiungere la sede della società delle lotterie a Lincoln, nel Nebraska, e affrontare un tragitto di oltre 750 miglia. Preoccupato per lo stato d'animo del padre, il riluttante e perplesso David decide di accompagnarlo trasformando la traversata in coppia in una sorta di moderna odissea familiare, che presto coinvolgerà anche la madre Kate e il fratello Ross. Ancora una volta, come già accaduto per Sideways. In viaggio con Jack e Paradiso amaro (per le cui sceneggiature Payne ha vinto il premio Oscar), il regista affida a un viaggio il compito di rimodellare rapporti e di fornire gli elementi essenziali per  un coming of age fuori tempo, toccando in questo caso temi come la demenza senile e il peso dei ricordi di un uomo anziano.
Girato in cinemascope e in bianco e nero, Nebraska mischia commedia e dramma, affrontando vecchie questioni di famiglia e concetti come la delusione, la dignità, l'autostima e la salvezza di un uomo che è consapevole del suo avvicinarsi della fine.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Progetto low budget, Nebraska attraversa quattro differenti stati e mescola attori professionisti e dilettanti per riflettere lo stato d'animo e il ritmo quasi disinvolto del profondo degli Stati Uniti. Protagonista, nei panni di Woody Grant, è l'attore Bruce Dern, premiato per il ruolo al Festival di Cannes 2013. Vecchio testardo, solitario e spesso brontolone, Woody non è un uomo cattivo e non è interessato a cambiare il suo modo di fare: in poche parole, è un normalissimo uomo comune, uno di quelli che negli anni con il lavoro ha contribuito a costruire gli Stati Uniti e a renderli grandi. Accompagnato da sentimenti contrastanti come malcontento e speranza e denotato da un particolare mix di confusione e lucidità mentale, Woody alterna il suo umore in continuazione, come se stesse camminando su una fune sospesa tra l'essere emotivamente represso e l'essere espansivo, tra il comico e il realistico e tra il sembrare antipatico e l'apparire simpatico. Nonostante abbia smesso di sognare da anni, la vincita rappresenta per lui qualcosa a cui aggrapparsi per concludere la vita a modo suo ed è la prima cosa che forse desidera per davvero nella sua vita.
Il viaggio permette inoltre a Woody di confrontarsi con la sua idea di paternità, piena di difetti, incomprensioni e comportamenti spesso sconcertanti, dal momento che ad accompagnarlo è il figlio David, interpretato da Will Forte. Sebbene sia al fianco del padre, David non è sicuro che la sua sia stata una buona idea e non ha idea di dove il viaggio lo porterà. Venditore di stereo e incapace di gestire la propria esistenza, David si ritroverà infatti a dover fare i conti con il passato della sua famiglia.
Una volta giunti ad Hawthorne, nel Nebraska, Woody e David incontrano Kate, moglie dell'anziano e madre del giovane, che ha il volto di June Squibb. Senza peli sulla lingua, Jane ha idee molto chiare sul conto del marito e dei figli e nasconde una gioventù alquanto movimentata.
Oltre a Kate, padre e figlio si imbattono anche in Ross, figlio e fratello, che è la vera celebrità della famiglia. Impersonato da Bob Odenkirk, Ross lavora come anchorman in televisione ed è molto più egoista e arrabbiato con i genitori rispetto a David (Ross ad esempio non ha timore o remore nel giudicare il padre un alcolizzato) ma l'avventura che tutta la famiglia si ritrova a vivere farà ammorbidire anche lui, portandolo ad aprirsi agli altri.
Nella cittadina di cui è originario, Woody ha modo di incrociare nuovamente anche Ed Pegram, suo ex socio in affari interpretato da Stacey Keach. Quasi come un vecchio bullo, Ed è tra coloro che, in un modo o nell'altro, aspirano a condividere con Woody la sua presunta fortuna.

RIPRESE NEL MIDWEST

Per il regista Alexander Payne l'ambientazione nel Midwest di Nebraska segna una sorta di ritorno a casa, dal momento che nel Midwest aveva girato tre dei suoi cinque precedenti film. Per le riprese, la cittadina di Hawthorne è stata "ricollocata" a Plainview, nel Nebraska, un luogo che il tempo sembra non aver scalfito e che ha saputo amalgamare gli elementi architettonici del presente con quelli del passato.
Mentre ad occuparsi delle scenografie è stato Dennis Washington, i costumi sono stati appannaggio di Wendy Chuck, che ha scelto la via della semplicità, della comodità e dell'apparente trasandatezza per i personaggi di Woody e David.
A comporre le musiche di Nebraska è stato invece chiamato Mark Orton, compositore e multistrumentista noto per far parte del gruppo da camera Tin Hat Trio.La fotografia in bianco e nero, infine, è frutto della decisione di Payne di dare a Nebraska uno stile austero e in grado di riflettere la vita semplice e autentica dei suoi personaggi. Ad occuparsene è stato il direttore della fotografia Phedon Papamichael, che ha tratto ispirazione dai vecchi film noir, dal neorealismo italiano e dal cinema americano contemporaneo (in particolar modo, da L'ultimo spettacolo di Peter Bogdanovich, titolo legato al direttore dalla fotografia da un particolare aneddoto personale: Papamichael aveva infatti lavorato come scenografo in Texasville, sequel di L'ultimo spettacolo).

 

 

 

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Dinoccolato e preciso come la camminata di Dern, il film coglie con grande attenzione ciò che resta di una provincia una volta saldamente operaia, oggi dimenticata dalla crisi finanziaria. In un ruolo che avrebbe potuto essere di Spencer Tracy, di Ben Johnson o di un Harry Carey Jr., Dern offre una lezione di “cinema americano” al suo meglio. Payne con "Nebraska", opera essenziale e senza sbavature come una canzone di Howe Gelb, precisa nei tempi e attenta alla composizione dello spazio, trova una felicità espressiva che sin qui gli era sempre sfuggita.

Commenti (9) vedi tutti

  • Ritratto di un'America di provincia desolata e annoiata, dove si vive tirando a campare.

    leggi la recensione completa di Baliverna
  • NEBRASKA: UN Immenso, Meraviglioso e spettacolare viaggio ON THE ROAD Attraverso gli USA.

    leggi la recensione completa di Tyler__3664
  • La famiglia è importante, soprattutto per condividere ciò di cui... disporrà.

    leggi la recensione completa di Brady
  • Una strana accoppiata, Dern-Forte, ma vincente.

    commento di movieman
  • Uno dei film più belli sulla vecchiaia. Minimale in maniera azzeccata, colonna sonora inclusa. Commovente.

    commento di green70
  • Alexander Payne torna per la quarta volta nella sua terra, il Nebraska. Una terra spettrale, vittima della crisi che spazza tutto, che vista in b/n fa ancora più impressione: merito della fotografia e il regista tiene a precisare che quei paesaggi, che di solito si attraversano velocemente, hanno molto in comune con lo stato d’animo dei personaggi.

    leggi la recensione completa di michemar
  • Con questo film Payne ci regala un’umanissima ed intensa pellicola ironica e pungente fatta di memorie del passato, riunioni di famiglia, liti e riconciliazioni, che in più di un momento diventa memorabile grazie anche al fondametale il contributo fornito da un strepitoso Bruce Dern ben coadiuvato da un altrettanto bravo Willy Forte

    leggi la recensione completa di spopola
  • Il film è bello, con i suoi tempi. Poi nei giorni dopo ci ripensi spesso e ti accorgi che è più che bello.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Un film che tratta una tematica difficile da riprodurre su pellicola, ma in qualche modo, Payne, c'è riuscito.Il rapporto tra il padre anziano e un figlio quasi anonimo, dove pazienza e amore sconfiggono la frenesia moderna.

    commento di alCinemaConMichele
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
8 stelle

Due amici che avevano prodotto Election (un’altra pellicola  ambienta nel Nebraska) mi hanno fatto leggere la sceneggiatura, chiedendomi chi sarebbe stata la persona giusta per dirigerla.  ‘Perché non io?’ ho pensato. Solo che all’epoca ero reduce da Sideways e non mi andava di girare subito un altro film on the road, così l’ho ripresa in... leggi tutto

40 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

jonas di jonas
6 stelle

Illuso da una pubblicità ingannevole che gli fa balenare una vincita da un milione di dollari, un vecchietto va da Billings (Montana) a Lincoln (Nebraska) per ritirare il presunto premio, in compagnia del figlio che ha deciso di assecondarlo. Payne ritenta l’on the road generazionale dopo A proposito di Schmidt, che però era meglio strutturato e consentiva una spontanea... leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensione

jonas di jonas
6 stelle

Illuso da una pubblicità ingannevole che gli fa balenare una vincita da un milione di dollari, un vecchietto va da Billings (Montana) a Lincoln (Nebraska) per ritirare il presunto premio, in compagnia del figlio che ha deciso di assecondarlo. Payne ritenta l’on the road generazionale dopo A proposito di Schmidt, che però era meglio strutturato e consentiva una spontanea...

leggi tutto

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Woody Grant (Bruce Dern) è un anziano signore, burbero ed ancora dedito all’alcool. Un giorno riceve un biglietto con il quale viene informato di essere il vincitore di un concorso a premi  indetto da un’importante rivista letteraria e che dovrà recarsi fino a Lincoln, nel Nebraska, per ritirare direttamente il premio in danaro che corrisponde ad un milione di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 16 utenti
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Baliverna di Baliverna
8 stelle

Questa è una prova che il cinema americano, quando vuole, può ignorare il botteghino (pur non venendone poi ignorato) e girare un film intelligente e vero, dai toni minimalisti, senza supereroi (anzi), e senza divi super belli. Questa pellicola di Alexander Payne è un interessante ritratto dell'America di provincia, che più provincia non si può, dove la vita...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 30 agosto 2017 su Rai Movie

Recensione

Eric Draven di Eric Draven
7 stelle

  La malinconia mai sopita di un’America (dis)illusa   Woody Grant è un vecchio signore acciaccato e forse con le rotelle non a posto, che vaga sperduto nel “rimasuglio” dei suoi “arrochiti” e flebili ricordi, ma adesso una speranza lo rinvigorisce di un’utopia che lui sente vera. Ha ricevuto il biglietto di una lotteria che lui crede...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
7 stelle

Per decidere di girare un film interamente in bianco e nero, ci vuole coraggio ma soprattutto ci vogliono le idee chiare. Alexander Payne ha dimostrato di avere coraggio in più occasioni e di idee chiare sembra che ne abbia da vendere se ha deciso di sviluppare una pellicola sulla fantasia di un uomo ai confini della vita, palesemente malato e sordo oltre ogni limite, ex alcolista e dal...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Trasmesso il 13 luglio 2017 su Rai Movie
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Trasmesso il 4 giugno 2017 su Rai Movie

Recensione

Brady di Brady
6 stelle

Un film on the road con davvero poca road. Apprezzabile, ma offuscato dal linguaggio scurrile dell'anziana moglie/madre. Ma ogni tattica è buona per renderlo un po' interessante. L'uso del bianco e nero a mio avviso è fuori luogo e stona almeno per i paesaggi urbani, anche se contribuisce a creare il giusto clima cupo. Validamente ricostruito il clima familiare con alcune...

leggi tutto

Recensione

Tyler__3664 di Tyler__3664
9 stelle

NEBRASKA (Drammatico-Alexander Payne-USA, 2014-120 Minuti Circa) 4,5/5 (9/10)       Woody Grant (Bruce Dern) Ha tanti anni, qualche debito e la certezza di aver vinto un milione di dollari alla lotteria. Ostinato a ritirare la vincita in un ufficio del Nebraska, Woody si avvia a piedi dalle strade del Montana. Fermato dalla polizia, viene 'recuperato' da David (Will...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

tobanis di tobanis
7 stelle

Il film fatica un pochino a decollare. Abbiamo questo vecchio rincoglionito, ancora alcolizzato, che riceve una pubblicità e crede di avere vinto un milione di dollari. Parte così per il Nebraska per riscuotere, prima a piedi, poi accompagnato dal figlio super paziente. Dalla riunione coi parenti e entrata in scena della moglie, in poi, il film decolla. Parenti serpenti (prima di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2015
2015

TOP 5 - 2014

Piace91 di Piace91

Scaldo i motori prima della TOP 5 del 2015. Parlo di film distribuiti in Italia nel 2014, non prodotti in quell'anno. I cinque che più mi hanno colpito, che ho voluto rivedere, che ho voluto nella mia...

leggi tutto
Playlist
Senilità
LorCio di LorCio

Senilità

Ci sono tre età ad Hollywood, sosteneva un’alcolica Goldie Hawn ne Il club delle prime mogli: bambola, procuratore legale e... segue

Recensione

labbro di labbro
8 stelle

"Tuo padre avrebbe bisogno di una casa di riposo!" "Mio padre ha bisogno di un motivo per vivere". E riecco Woody, faccia da irredimibile sognatore, come il Jason Staebler “re dei giardini di Marvin”, ed anche questa volta è accompagnato ed assecondato da un David consanguineo che gli sta a fianco, ieri fratello ed oggi figlio. E’ un viaggio molto new Hollywood...

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
Il meglio del 2014
2014
Disponibile dal 4 giugno 2014 in Dvd a 16,29€
Acquista

TOP TEN 2013

ed wood di ed wood

I miei preferiti del 2013 (in realtà sono 9, quindi sarebbe una Top Nine). Me ne mancano parecchi, che conto di vedere prima possibile (La vita di Adele, Il caso Kerenes etc...). Così, ad occhio, mi...

leggi tutto

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

Due amici che avevano prodotto Election (un’altra pellicola  ambienta nel Nebraska) mi hanno fatto leggere la sceneggiatura, chiedendomi chi sarebbe stata la persona giusta per dirigerla.  ‘Perché non io?’ ho pensato. Solo che all’epoca ero reduce da Sideways e non mi andava di girare subito un altro film on the road, così l’ho ripresa in...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 13 gennaio 2014
Il meglio del 2013
2013

Recensione

BobtheHeat di BobtheHeat
7 stelle

Ho avuto modo di vedere il film ieri sera, in occasione della consueta manifestazione (Le vie del Cinema Cannes e dintorni) che presenta a Milano, solo per una settimana, alcuni titoli del Festival di Cannes. Sale ovviamente prese d'assalto. Trovare un biglietto è sempre un'impresa. Provo a prendere un ticket per il film di Asghar Farhadi. Niente. Lo stesso giorno c'è anche "Nebraska" e...

leggi tutto
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito