Trama

Matt King (George Clooney), marito indifferente e padre di due bambine, più che alla famiglia si è sempre dedicato alla sua carriera di avvocato e alla cura degli interessi economici derivanti dalla moltitudine di proprietà terriere alle Hawaii. Dopo che un incidente in barca nei pressi di Waikiki riduce la moglie in coma irreversibile, Matt scopre che la donna per anni ha condotto una doppia vita, tenendo in piedi una relazione con Brian, un venditore di immobili, residente nell’isola di Kauai. Intenzionato a conoscere il rivale, Matt decide di mettersi in viaggio insieme alle due figlie per recarsi dall’altro lato dell’arcipelago. Grazie al viaggio, l’avvocato rivaluterà tutto il passato rivoluzionando l’ordine delle sue priorità. 

Note

Attori nevrotici in micromondi disfunzionali, un tono grottesco ammaestrato, un equilibrio instabile tra pudore narrativo e paracula assenza di responsabilità (con armamentario d’ellissi, boutade e ukulele pronto a ovattare i rumori di tragedia). Pattern da cinema indie, con una differenza: Payne, alle didascaliche sentenze da Smemoranda, preferisce l’impaccio dell’eloquio, le parole che non dicono, ma quelle che nascondono la matassa dei pensieri.

Commenti (13) vedi tutti

  • Leggo qui sotto "miglior sceneggiatura ... Oscar 2012". Come sono caduti(a) in basso...

    commento di paosca
  • Payne raccontare in maniera inedita e poco piagnucolosa (ma con punte di lancinante commozione) il dissesto che crea ogni malattia terminale e il conseguente lutto che produce. Strappa ovviamente qualche lacrima (credo che fosse inevitabile) ma non è mai ricattatorio, il che visto il soggetto, è davvero un grande pregio.

    leggi la recensione completa di spopola
  • Il film gioca la carta dell'ossimoro, mentre i paesaggi hawaiiani fanno il resto.

    commento di movieman
  • Concordo con il voto di film tv.Film strappalacrime che raramente fa riflettere sul delicato tema trattato(l'eutanasia)

    commento di antonio de curtis
  • Commedia agro-dolce senza infamia e senza lode.

    commento di Tex Murphy
  • Film chillout con finale lacrimogeno in un contesto ambientale da favola, da non buttare del tutto ma con la gran voglia di vedere subito dopo un bel action movie di quelli che fanno uscire gli occhi dalle orbite!

    commento di vjarkiv
  • Un po’ triste ma interessante. Della seria “la ricchezza non fa la felicità” oppure “anche i ricchi piangono”. Si tocca anche il tema ambientalista della difesa di uno dei pochi angoli della terra rimasti vergini. Bravo il buon George.

    commento di Artemisia1593
  • Non mi ha proprio convinto…

    commento di ALCHEMILLA
  • Non un film eccelso e francamente non una delle migliori interpretazioni di Clooney. Notevole invece la prova della figlia maggiore interpretata da Shailene Woodley.

    commento di cippags
  • Vuole commuovere ma non disdegna quattro risate, vuole raccontare sentimenti reali ma attraverso caricature di personaggi, vuole la semplicità ma la dilata eccessivamente. Non brutto ma inutile!

    commento di negro
  • Film delicatissimo,Clooney in formato Oscar . Un film bellissimo e commovente.

    commento di VAJONT
  • Un film vuoto e superficiale che trasmette poco e niente. Si salva Clooney e poco altro. Peccato perche Sideways e Schmidt mi erano piaciuti.

    commento di 7
  • COME DICEVA IL "DIEGO" …VERAMENTE ECCEZZIUNALE

    commento di fralle
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
8 stelle

E’ molto interessante osservare la maniera, il modo, in cui Alexander Payne  in Paradiso amaro – The Descendantsin originale) riesce con pochi tocchi e senza troppe acrobazie linguistiche, a distruggere l’abusato e frusto “luogo comune hawaiano” che identifica l’isola come un agognato Eden ancora immacolato ed ecologicamente sostenibile (ovviamente molto lontano dal reale). Il suo... leggi tutto

25 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

lorenzodg di lorenzodg
6 stelle

“Paradiso amaro” (The Descendants, 2011) è il quinto lungometraggio di Alexander Payne. Al regista del Nebraska piace girare il suo Paese: sempre con tono ridente e delicato con nascondimenti di personaggi di varia umanità. Insomma un piglio autoriale ma nello stesso tempo con un disincanto giusto (è il caso di “Sideways”, 2004) e un fervore interiore lasciato agli amici (come in... leggi tutto

16 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

M Valdemar di M Valdemar
4 stelle

Paradiso amaro. Ovvero come ti confeziono un prodotto facile facile e di largo consumo spacciandolo per imperdibile opera che scandaglia i vortici esistenziali di traversie familistiche. Tu chiamali se vuoi, paraculi. La prima cosa che il regista-sceneggiatore Alexander Payne intende enunciare è che anche alle Hawaii le persone possono soffrire, sbagliare, tormentarsi, insomma “vivere”... leggi tutto

6 recensioni negative

Trasmesso il 13 settembre 2017 su La5
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti
Trasmesso il 29 maggio 2017 su Canale 5
Trasmesso il 23 maggio 2017 su Canale 5
Il meglio del 2016
2016

Recensione

iPl4y di iPl4y
7 stelle

Dramma commediato su un uomo alla scoperta della doppia vita della moglie in coma, tratto da un romanzo. Il film non racconta molto e il più è già noto e prevedibile dall'inizio. Tuttavia è ben scritto, molto piacevole e instilla una certa curiosità che mantiene l'attenzione. Clooney in vesti malinconiche regge egregiamente buona parte dell'opera.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2015
2015
Disponibile dal 2 settembre 2015 in Dvd a 9,99€
Acquista
Il meglio del 2014
2014

Recensione

Kurtisonic di Kurtisonic
6 stelle

Al regista A.Payne interessa la quotidianità e la gestione di un evento che ne spezzi le consuetudini. I personaggi dei suoi film sono prima di tutto gente comune, anche se in Paradiso amaro si avvale esteriormente di un protagonista appartenente ad una classe sociale elevata e privo di preoccupazioni materiali. Eppure Matt, interpretato da George Clooney, incarna quella tranquilla...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

E’ molto interessante osservare la maniera, il modo, in cui Alexander Payne  in Paradiso amaro – The Descendantsin originale) riesce con pochi tocchi e senza troppe acrobazie linguistiche, a distruggere l’abusato e frusto “luogo comune hawaiano” che identifica l’isola come un agognato Eden ancora immacolato ed ecologicamente sostenibile (ovviamente molto lontano dal reale). Il suo...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

PompiereFI di PompiereFI
8 stelle

Paradiso in cielo e Paradiso in terra. Paradiso inteso come tregua definitiva dell’anima o come pacificazione dei rapporti sentimentali, sempre così sbilenchi, imprevedibili, singolari. E Paradiso Terrestre percepito come territorio immacolato e puro, luogo intimo dove i ricordi ci guidano attraverso un’esplorazione a ritroso, verso quelli che sono i nostri discendenti. Ed è qui che il...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 13 febbraio 2012
Il meglio del 2011
2011

TFF 2011 TOP SEVEN

alan smithee di alan smithee

Dopo sette giorni "di fuoco" e 41 film visionati tento di fare un resoconto delle opere che mi hanno maggiormente colpito in questa straordinaria avventura cinematografica. Prima di procedere all' elenco, desidero...

leggi tutto

Recensione

alan smithee di alan smithee
8 stelle

TFF 2011 - Festa mobile - Figure nel Paesaggio. In una sala enorme ma gremita fino all'ultimo posto, l'acclamato regista Alexander Payne dell'esilarante tenero Sideways si presenta di una eleganza equilibrata e glamour, decisamente fuori dal comune nel contesto di un festival che tiene piu' alla sostanza che alla forma e non prevede passerelle impegnative e imbarazzanti. Ancora meglio del...

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito