Espandi menu
cerca
The Expanse

6 stagioni - 65 episodi vedi scheda serie

Serie TV Recensione

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 192
  • Post 120
  • Recensioni 783
  • Playlist 241
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su

di mck
8 stelle

“The Expanse” termine con questa sesta stagione, in attesa della vera fine.

 

The Expanse” (l’Espansione, l’Estensione, la Distesa), la serie creata da Mark Fergus & Hawk Ostby, con Naren Shankar che prenderà in mano le redini al giro di boa, per Sy-Fy e poi, fra la terza e la quarta annata, salvata e presa in carico da Amazon, si discosta per molte linee narrative dai romanzi della saga originale ad opera di James S.A. Corey (Daniel Abraham & Ty Franck), ma mantiene intatto il “senso ultimo” della trama orizzontale a lunga percorrenza: la sesta e ad oggi “ultima” stagione, composta da 6 ep. da 40’-45’, più l’ultimo da un’ora (portando il computo totale delle puntate a 62), mette in scena gli avvenimenti descritti in “Babylon's Ashes” (Orbit, 2016, poi Fanucci, 2017), il sesto volume dei nove (più “The Sins of Our Fathers”, l’ultimo racconto, posizionato dopo “Leviathan Falls”, che uscirà quest’anno nell’antologia “Memory’s Legion”, il “10°” volume della serie, contenente altri 8 pezzi “relativamente” brevi, la cui cronologia parte da prima di “Leviathan Wakes” e via via s’inframmezza agli altri romanzi sino a, per l’appunto, superarne la “fine”) in totale (prima di prendersi una “pausa” fisiologica: il settimo volume, “Persepolis Rising”, principia un quarto di secolo dopo gli avvenimenti accaduti nel precedente, e pur potendo e volendo rimaneggiare la storia, lo si può fare sino ad un certo punto: fra un lustro o due, forse, avremo un altro paio o un terzetto di stagioni e/o mini-serie di “the Expanse”, con gli attori invecchiati il minimo sindacalmente accettabile, che chiuderanno il cerchio), con Terra-Luna, Marte e parta della Fascia di Asteroidi che si alleano per dare la sferzata fatale e finale alla Free Navy, congiungendosi nei pressi/dintorni dell’Anello di Medina, mentre su Laconia l’ammiraglio ribelle/traditore Duarte vuole pensare di avere degli dèi da dover/poter distruggere.

 

 

“Non sentirti mai in colpa per non aver ucciso qualcuno.”

Naren Shankar scrive il pilot di stagione, Daniel Abraham & Ty Franck il 2° e il 5°, Dan Nowak i due centrali e Shankar con Abraham & Franck si occupano insieme del finale di serie, mentre Breck Eisner dirige il primo e l’ultimo e i restanti se li dividono Jeff Woolnough (2° e 3°) e Anya Adams (4° e 5°).
Con Shohreh Aghdashloo e Wes Chatham nel ruolo di badass e Steven Strait in quello di giuggiolone, sono Dominique Tipper, Frankie Adams, Nadine Nicole e soprattutto la veterana Cara Gee e la new entry Kathleen Robertson a ricoprire il ruolo di amazzoni guerriere.
Il compromesso raggiunto a proposito delle onde sonore che si creano e si propagano nel vuoto dello spazio interplanetario e interstellare rimane accettabile. (Il main theme e la gran parte della colonna sonora sono opera di Clinton Shorter.)

“Abbiamo fatto troppo poco e troppo tardi. La triste storia della nostra specie.”

 

- Stag. Uno (10 ep., 2015-‘16): * * * ½-¾ (7.25)
- Stag. Due (13 ep., 2017): * * * ¾ (7.50)
- Stag. Tre (13 ep., 2018): * * * ¾ (7.50)
- Stag. Quattro (10 ep., 2019): * * * ½ (7.00)
- Stag. Cinque (10 ep., 2020-‘21): * * * ¾ - **** (7.75)
- Stag. Sei (6 ep., 2021-'22): * * * ¾ (7.50)

The Expanse” termine con questa sesta stagione, in attesa della vera fine.      

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati