Trama

In una piccola cittadina del Maine, un gruppo di sette ragazzini si ritrova faccia a faccia con la loro più grande paura: un malefico clown chiamato Pennywise, la cui storia di delitti, violenze e scomparse, si protrae da secoli.

Approfondimento

IT: PENNYWISE, IL CLOWN

Diretto da Andrés Muschietti e sceneggiato da Chase Palmer, Cary Fukunaga e Gary Dauberman, It è basato su uno dei più famosi romanzi di Stephen King e racconta la storia di sette ragazzini emarginati che crescono nel borgo di Derry, una piccola cittadina del Maine, e che costituiscono quello che loro stessi definiscono "club dei perdenti". Osteggiati, perseguitati e bullizzati ognuno per un motivo diverso, i sette vedono le loro peggiori paure interiori prendere vita sotto le sembianze di un antico predatore, il clown Pennywise che loro chiamano It. Derry è sempre stato il territorio di caccia di It che, ogni 27 anni, esce dai tombini delle fogne per spargere terrore tra le sue prede. Nel corso di un'estate tanto orribile quanto esilarante, i Perdenti forgiano tra loro uno stretto legame per aiutarsi a vicenda proprio quando It dà il via a una nuova e lunga scia di sangue.

Con la direzione della fotografia di Chung-Hoon Chung, le scenografie di Claude Paré, i costumi di Janie Bryant e le musiche composte da Benjamin Wallfisch, It si basa su uno dei sentimenti più ancestrali dell'uomo: la paura. Sottolinea il regista: "La paura è universale: è qualcosa con cui tutti noi possiamo relazionarci". E del resto chi meglio dello scrittore Stephen King sa cos'è la paura? Era il 1986 quando l'autore pubblicava per la prima volta It, un romanzo in cui un antico mutaforma assume l'aspetto delle paure più profonde delle sue vittime e ogni 27 anni semina il terrore tra i bambini, i residenti più vulnerabili di Derry, altrimenti sonnolenta cittadina nel Maine. Provano a combatterlo e a fermare le sue azioni sette ragazzini, che si definiscono "perdenti" e che chiamano il mostro "it", rendendo in tal modo facilmente ricordabile la creatura che negli annali della storia dell'orrore si presenta come Pennywise, il clown danzante. Divenuto in breve un best seller, il romanzo ha ispirato ulteriori racconti, numerosi film e progetti televisivi. Continua Muschietti: "Sono un grande ammiratore di King e dei suoi romanzi. Amo i suoi racconti sin dall'infanzia e ricordo bene quale sensazione mi ha pervaso la prima volta che ho letto It. Da regista, portarlo in scena è stato il coronamento di un sogno ma anche una grande sfida con me stesso: volevo riuscire a trasmettere quella sensazione di paura che si prova da bambini quando si assiste a un film horror per la prima volta. Sono fermamente convinto che per spaventare gli altri occorra in prima luogo confrontarsi con ciò che spaventa noi stessi. It parla di bambini che si apprestano a vivere la loro adolescenza e i loro primi amori. Ma non allarmiamoci: è un film dell'orrore e lo è grazie alla malefica figura di Pennywise, divoratore di bambini e profondo conoscitore delle loro più intime paure. Pur rimanendo fedeli al lavoro di King, abbiamo scelto di cambiarne la collocazione temporale: mentre King ambienta il racconto negli anni Cinquanta, noi abbiamo scelto di trasferirlo negli anni Ottanta. Lo stesso King ha dichiarato una volta che è preferibile raccontare di cose che si conoscono: gli anni Cinquanta erano quelli in cui è cresciuto lo scrittore e di conseguenza ne conosceva bene le paure. Gli anni Ottanta sono quelli in cui sono cresciuto io (ma anche gli sceneggiatori): ne conosco meglio i timori, le difficoltà e i sogni disattesi".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere It è Andrés Muschietti, regista e sceneggiatore di origine argentina che ha debuttato con l'horror La madre, tratto da un suo cortometraggio dallo stesso titolo. Muschietti ha iniziato la sua carriera come regista pubblicitario a Buenos Aires ma si è poi trasferito in Spagna, dove ha fondato una... Vedi tutto

Note

Da un romanzo di Stephen King.

Commenti (18) vedi tutti

  • Un horror. Ma non nel senso voluto.

    leggi la recensione completa di SredniVashtar
  • Fonte principale d'ispirazione di Andrés Muschietti per tale riduzione del capolavoro letterario di Stephen King è l'immaginario cinematografico degli anni Ottanta.

    leggi la recensione completa di IlGranCinematografo
  • Pensavo fosse come il primo IT, ma invece solo delusione: Classico film per Teen ager. Film ripetitivo, e troppo lungo visto la consistenza delle scene. Nota al cinema, ho visto 2 persone uscire dalla sala poco prima della fine del primo tempo e non sono tornati, sicuramente il film non era di loro gradimento.

    commento di iiuma8288
  • Il primo IT del 1990 era iconico. Questo di Muschietti no. Il primo era sicuramente un film tv con tutti i suoi limiti estetici, ma aveva la magia del coming of age che incotra il fantastico. In Muschietti si perde questa magia. Tim Curry è inquientante e imbattibile, dall'ironia alla ferocia del cannibalismo. Bill Skarsgard, purtroppo, no.

    commento di scapigliato
  • SPOILER: Questo clown è proprio un pagliaccio, paura non ne fa...

    leggi la recensione completa di kael80
  • Film per teen ager, noioso, ripetitivo, senza alcuna inventiva nello svolgimento della trama. Tutto si fa per allungare il brodo per giustificare il costo del biglietto della poltrona al cinema. personalmente avrei chiesto i soldi indietro per una schifezza del genere.

    leggi la recensione completa di TriStar
  • Horror? IT ha tutti i toni della satira. Una parodia del romanzo di Stephen King e dei film horror anni Ottanta. Quelli veri. Involontariamente comico. Un blockbuster per adolescenti. Tanta pubblicità per nulla.

    commento di orson
  • Buono l’incipit. Ma poi il racconto si fa ripetitivo, convenzionale, senza particolari colpi d’ala, sul filo di schemi narrativi semplificati. Non proprio felice la trasposizione dagli anni ’50 del romanzo di King agli anni ’80. Manca un elemento fondamentale, quel senso oppressivo di angoscia che avrebbe potuto farne un’opera di diverso spessore.

    commento di Estonia
  • Noiosetto, banalotto, sostanzialmente inutile (se non per i portafogli di qualcuno). Manca di poesia e inquietudine, tipiche di King e presenti nell'It precedente. Pennywise è solo Curry: lui ammaliava, questo sta solo antipatico. Come se rifacessero Alien con un mostro diverso. Un paio di ragazzini diventeranno grandi attori.

    commento di maxbraz
  • Avevo accolto i trailer un po' freddino, ma il film in V.O. non è male. Si punta molto sul jumpscare ma devo dire che l'effetto c'è e il pagliaccio fa paura. (Ne fa un po' meno ai ragazzini.) C'è quello che fa le battute, il cicciottello, il nero...non sono caratterizzati meglio di così e questo è un peccato. Ah, è un film per ragazzi!

    commento di overmars
  • No, seriamente, non capisco.

    commento di Fiesta
  • Riuscito a metà.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Una smaccata operazione commerciale, ma ben fatta.

    leggi la recensione completa di George Smiley
  • Un horror mediocre e prevedibile, ma allo stesso tempo un godibile film per ragazzi.

    leggi la recensione completa di Malpaso
  • Trasportare l’oro dalla carta alla pellicola è un’operazione per pochi eletti. Questa riedizione ha lo sguardo lungimirante, ma finisce per produrre più quantità che qualità. Una girandola che vuole soddisfare tutti senza esaltare nessuno, destinata al consumo istantaneo, ripetendo (bene) senza inventare nulla. Evidentemente, tanto basta.

    leggi la recensione completa di supadany
  • FINALMENTE.

    leggi la recensione completa di RiZ@L72
  • Ogni tanto un remake tosto, così tosta da dover tagliare delle scene.......vabbè

    leggi la recensione completa di cinerecensione
  • Gran bel film.

    commento di Johncoffee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

amandagriss di amandagriss
6 stelle

  L’estate per Stephen King e per i suoi protagonisti bambini, per quelli, in particolare, che si affacciano al tormentato ed insieme estatico universo dell’adolescenza, è un luogo magico sospeso nel tempo, un momento di crescita, di autentica condivisione e cementificazione degli incontri spesso forzatamente amicali che avvengono sui banchi di scuola; è la... leggi tutto

13 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

alan smithee di alan smithee
7 stelle

  CINEMA OLTRECONFINE Prima o poi doveva succedere: ovvero accadere che il suo romanzo cult -  forse il migliore, o quello che, nelle sue oltre milleduecento  pagine di lunghezza, racchiude tutte le ossessioni, i disagi, le paure e le dinamiche esistenziali che premono a quel grande scrittore che è Stephen King - trovasse finalmente una degna celebrazione... leggi tutto

13 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

TriStar di TriStar
1 stelle

Ci si aspettava molto di piu da questo remake. Il primo era veramente noioso, questo ha superato i confini della noiosità sino a giungere nel soporifero. Film lento, senza una trama convincente, giusto per "allungare il brodo". Film dalle grandi aspettative, ci si aspettava una miglior reinterpretazione del primo film che era veramente deludente, ma che si rivela essere l'ennesimo... leggi tutto

2 recensioni negative

Recensione

SredniVashtar di SredniVashtar
5 stelle

Il fortunato King è vittima di una maledizione: i suoi racconti e romanzi (con qualche eccezione: The Mist, Stand By Me) vengono trasposti in modo orribile per il grande schermo. Anche Shining, che era un buon film, non c’entrava praticamente nulla con The Shining. Molto meglio la miniserie in due puntate. IT era già stato vittima di uno stupro nel 1990, in un’altra...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
6 stelle

La rivisitazione del classico degli anni ’90, ha creato scalpore già dal primo ciak. L’ottima campagna promozionale ha garantito le sale piene e orde di fans, anche non troppo adulte, per ricordare il fenomeno sopracitato, in trepidante attesa, ad occhi sgranati di fronte ad ogni trailer che ne mostrasse qualche stralcio. Ma il remake di Muschietti è molto altro. A...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

IlGranCinematografo di IlGranCinematografo
6 stelle

  Fonte principale d'ispirazione di Andrés Muschietti per tale riduzione del capolavoro letterario di Stephen King è l'immaginario cinematografico degli anni Ottanta (in cui ha luogo questo primo "capitolo" della storia, che invece nel romanzo è ambientato negli anni Cinquanta), in particolar modo I Goonies, gli horror di Tobe Hooper, Stand by Me e le saghe slasher...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

Ittennico di Ittennico
4 stelle

A grande richiesta scrivo il mio pensiero su questo film. Non è una recensione vera la mia. Non la sarà mai e non solo per incapacità. Scrivo solo ciò che "provo" , scrivo solo ciò che mi trasferisce il film. Ed in questo caso NULLA ...in più rispetto alla prima edizione dove , perlomeno ,Tim Curry , caratterizzò da par suo il personaggio...

leggi tutto
Recensione

Recensione

diomede917 di diomede917
8 stelle

Per giudicare al meglio It credo bisogni aspettare il secondo capitolo e guardarlo nella sua interezza. Perché la vera scommessa fatta dal regista Andres Muschietti è stata quella di scomporre e ricomporre il Romanzo Fiume di Stephen King. Niente salti temporali ma due spazi ben definiti nell'ambientazione e credo anche nello stile. E devo dire che la scommessa l'ha vinta tutta....

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

legolas di legolas
9 stelle

Il genere horror al giorno d'oggi è davvero in calo per quanto riguarda la bellezza delle sue pellicole, ma quando si decide di sfornare un film ben fatto, costruito con impegno, serietà e pathos non si può rimanere indifferenti. E' il caso di questo "It" che, per me e penso un po' per chiunque sia cresciuto con la vecchia mini serie: diretta e sceneggiata nel lontano...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

kael80 di kael80
5 stelle

  Sono un po' in difficoltà... Non so come pormi verso un film che si autosbandiera come horror, pur non provocando minimamente paura. E' un film strano questo IT... Verrebbe da dire mal congegnato. Sembra più una fantasia macabra, e comunque di fantasioso ha ben poco, visto che pesca a piene mani dall'immaginario altrui; lo fa con un minimo di rispetto, almeno in...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

TriStar di TriStar
1 stelle

Ci si aspettava molto di piu da questo remake. Il primo era veramente noioso, questo ha superato i confini della noiosità sino a giungere nel soporifero. Film lento, senza una trama convincente, giusto per "allungare il brodo". Film dalle grandi aspettative, ci si aspettava una miglior reinterpretazione del primo film che era veramente deludente, ma che si rivela essere l'ennesimo...

leggi tutto

Recensione

steno79 di steno79
6 stelle

Forse il problema è mio che frequento poco l'horror, forse avrebbe giovato la lettura del romanzo di Stephen King, fatto sta che il campione di incassi del momento non mi ha entusiasmato. Mi sembra tecnicamente ben girato e il budget importante si vede tutto, ma per il resto è una riproposta neanche troppo originale di motivi da film horror tipo la vecchia serie di Nightmare,...

leggi tutto

Recensione

Tylerdurden73 di Tylerdurden73
8 stelle

"It" fa paura, ma non come ci si potrebbe aspettare da un film dell'orrore: è infatti un concentrato di inquietudine pre-adolescenziale che utilizza il mezzo soprannaturale per parlare di famiglie disagiate e di adulti assenti o mostruosi, di razzismo e bullismo, andando a scoperchiare il cuore ipocrita e bigotto di una provincia in cui dietro ogni leziosa facciata si nascondono dolore,...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 96 voti
vedi tutti

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
6 stelle

Dopo il passabile La madre, Muschietti prova a dirigere un horror d'autore, nientemeno che It, tratto da uno dei migliori romanzi di Stephen King, ma il risultato è riuscito a metà. Gran parte dello spirito e dell'atmosfera inquietante che alimentava il romanzo vanno un po' a farsi benedire in nome di un horror un po' superficiale e moralista, fatto su misura per...

leggi tutto
Recensione

Recensione

ChelaRossa di ChelaRossa
7 stelle

"Una commedia bellisima!" questo è stato il primo pensiero dopo aver visto il film. Il motivo? semplice, perché fa ridere. "Assomigli a Clark Kent" "Tu a Lois Lane" dai. Poi si, c'è di mezzo un pagliaccio assassino che mangia i bimbi ma quello è di contorno a un racconto di formazione condito di momenti davvero ironici. C'è da dire che Muschietti è a...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

GoonieAle di GoonieAle
7 stelle

Davvero un bel film, forse un tantino lungo, ma regge per via di un buon lavoro di regia, dei ragazzini azzeccati, degli effetti non invadenti ma soprattutto della storia, tratta dal libro fiume di King.  Anni 80: quel cinema è tutto qui, altro che super 8... Il vecchio clown di Curry è più inquietante, ma questo non scherza! Varie citazioni sparse qua e là:...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

almodovariana di almodovariana
7 stelle

Sicuramente gli effetti speciali di oggi rendono giustizia alle infinite trasformazioni del Clown che altro non è che la personificazione delle paure di ognuno. Manca però una chiave retrospettiva che giustifichi proprio Pennywise. Chi è il clown? Perché e' proprio a Derry? In "Shining" l'antefatto di Jack Torrence (licenziato da scuola) e altre cose presenti nel...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

AndrewTelevision01 di AndrewTelevision01
8 stelle

Le sorti della giovinezza. Il famoso clown (danzante) ballerino, interpretato da Bill Skarsgård, rivela grande spessore nell'incutere paura. Nulla da togliere al grande lavoro realizzato da Tim Curry, nelle vesti dell'omonimo clown, della miniserie del 1990, ma le caratteristiche fisiche e soprattutto il carattere di questo nuovo Pennywise rispecchiano, almeno quanto dicono, quello del...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

George Smiley di George Smiley
7 stelle

A 27 anni esatti dalla miniserie uscita nel 1990, It è tornato e questa volta non punta solo alla tenera carne dei bambini ma anche al portafoglio degli adolescenti. Alzi la mano chi crede che il successo commerciale di questo film sia un puro caso e un miracolo dovuto al lavoro pionieristico di un regista coraggioso. Nessuno alza la mano? BRAVI! Vuol dire che non siete troppo ingenui,...

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito