Trama

In una piccola cittadina del Maine, un gruppo di sette ragazzini si ritrova faccia a faccia con la loro più grande paura: un malefico clown chiamato Pennywise, la cui storia di delitti, violenze e scomparse, si protrae da secoli.

Approfondimento

IT: PENNYWISE, IL CLOWN

Diretto da Andrés Muschietti e sceneggiato da Chase Palmer, Cary Fukunaga e Gary Dauberman, It è basato su uno dei più famosi romanzi di Stephen King e racconta la storia di sette ragazzini emarginati che crescono nel borgo di Derry, una piccola cittadina del Maine, e che costituiscono quello che loro stessi definiscono "club dei perdenti". Osteggiati, perseguitati e bullizzati ognuno per un motivo diverso, i sette vedono le loro peggiori paure interiori prendere vita sotto le sembianze di un antico predatore, il clown Pennywise che loro chiamano It. Derry è sempre stato il territorio di caccia di It che, ogni 27 anni, esce dai tombini delle fogne per spargere terrore tra le sue prede. Nel corso di un'estate tanto orribile quanto esilarante, i Perdenti forgiano tra loro uno stretto legame per aiutarsi a vicenda proprio quando It dà il via a una nuova e lunga scia di sangue.

Con la direzione della fotografia di Chung-Hoon Chung, le scenografie di Claude Paré, i costumi di Janie Bryant e le musiche composte da Benjamin Wallfisch, It si basa su uno dei sentimenti più ancestrali dell'uomo: la paura. Sottolinea il regista: "La paura è universale: è qualcosa con cui tutti noi possiamo relazionarci". E del resto chi meglio dello scrittore Stephen King sa cos'è la paura? Era il 1986 quando l'autore pubblicava per la prima volta It, un romanzo in cui un antico mutaforma assume l'aspetto delle paure più profonde delle sue vittime e ogni 27 anni semina il terrore tra i bambini, i residenti più vulnerabili di Derry, altrimenti sonnolenta cittadina nel Maine. Provano a combatterlo e a fermare le sue azioni sette ragazzini, che si definiscono "perdenti" e che chiamano il mostro "it", rendendo in tal modo facilmente ricordabile la creatura che negli annali della storia dell'orrore si presenta come Pennywise, il clown danzante. Divenuto in breve un best seller, il romanzo ha ispirato ulteriori racconti, numerosi film e progetti televisivi. Continua Muschietti: "Sono un grande ammiratore di King e dei suoi romanzi. Amo i suoi racconti sin dall'infanzia e ricordo bene quale sensazione mi ha pervaso la prima volta che ho letto It. Da regista, portarlo in scena è stato il coronamento di un sogno ma anche una grande sfida con me stesso: volevo riuscire a trasmettere quella sensazione di paura che si prova da bambini quando si assiste a un film horror per la prima volta. Sono fermamente convinto che per spaventare gli altri occorra in prima luogo confrontarsi con ciò che spaventa noi stessi. It parla di bambini che si apprestano a vivere la loro adolescenza e i loro primi amori. Ma non allarmiamoci: è un film dell'orrore e lo è grazie alla malefica figura di Pennywise, divoratore di bambini e profondo conoscitore delle loro più intime paure. Pur rimanendo fedeli al lavoro di King, abbiamo scelto di cambiarne la collocazione temporale: mentre King ambienta il racconto negli anni Cinquanta, noi abbiamo scelto di trasferirlo negli anni Ottanta. Lo stesso King ha dichiarato una volta che è preferibile raccontare di cose che si conoscono: gli anni Cinquanta erano quelli in cui è cresciuto lo scrittore e di conseguenza ne conosceva bene le paure. Gli anni Ottanta sono quelli in cui sono cresciuto io (ma anche gli sceneggiatori): ne conosco meglio i timori, le difficoltà e i sogni disattesi".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere It è Andrés Muschietti, regista e sceneggiatore di origine argentina che ha debuttato con l'horror La madre, tratto da un suo cortometraggio dallo stesso titolo. Muschietti ha iniziato la sua carriera come regista pubblicitario a Buenos Aires ma si è poi trasferito in Spagna, dove ha fondato una... Vedi tutto

Note

Da un romanzo di Stephen King.

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

alan smithee di alan smithee
7 stelle

  CINEMA OLTRECONFINE Prima o poi doveva succedere: ovvero accadere che il suo romanzo cult -  forse il migliore, o quello che, nelle sue oltre milleduecento  pagine di lunghezza, racchiude tutte le ossessioni, i disagi, le paure e le dinamiche esistenziali che premono a quel grande scrittore che è Stephen King - trovasse finalmente una degna celebrazione... leggi tutto

1 recensioni positive

Recensione

alan smithee di alan smithee
7 stelle

  CINEMA OLTRECONFINE Prima o poi doveva succedere: ovvero accadere che il suo romanzo cult -  forse il migliore, o quello che, nelle sue oltre milleduecento  pagine di lunghezza, racchiude tutte le ossessioni, i disagi, le paure e le dinamiche esistenziali che premono a quel grande scrittore che è Stephen King - trovasse finalmente una degna celebrazione...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
locandina
Foto
locandina
Foto
locandina
Foto
Bill Skarsgård
Foto
Il meglio del 2016
2016
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito