Espandi menu

Venezia 73 – Con FilmTv.it al Lido
di supadany ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 13 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

supadany

supadany

Iscritto dal 26 ottobre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 312
  • Post 128
  • Recensioni 5297
  • Playlist 77
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Venezia 73 – Con FilmTv.it al Lido

Quando si fa un’esperienza per la prima volta è sempre speciale. Si parte con un pizzico di tensione, ma se tutto va bene, il ritorno assume connotati malinconici. Nel caso della mia permanenza al Lido di Venezia, mentre attraversavo la laguna al ritorno con un battello stipato all’inverosimile, mi è venuto automatico portarmi avanti pensando all’anno prossimo; avrò ancora l’opportunità di esserci? Mentre stupidamente pensavo a questo (e che cavolo, assaporarsi l’attimo no è?), schiacciato come in una stiva di buoi, l’ultimo caldo estivo mi ricorda che l’autunno si avvicina (e mentre pubblico si manifesta in tutta la sua essenza, pioggia a dirotto). Non è certo il modo più allegro per cominciare a ricordare undici giorni speciali per un cinefilo, per giunta italico, Venezia è Venezia, ma se si ha un’istantanea di nostalgia, un motivo ci sarà pure e possiede il sapore dell’esperienza che non si dimentica. Il Festival di Venezia è una bolla che ti assorbe e ti estrae dal mondo reale per una decina di giorni, tra ritmi compulsivi – per gli accrediti il primo film, spesso il clou di giornata almeno sulla carta, è programmato alle 8.30/9.00 con sale da 1000/1500 posti ricolme di addetti ai lavori con cicaleggi trasversali (non sempre degni di essere tramandati ai posteri) – le urla che accolgono una star, ragazzine che alle 8.00 di mattina sono già in prima fila dinnanzi al red carpet (e anche Lav Diaz per loro merita uno schiamazzo, d’altronde basta esserci e condividere l’attimo, Fedez e J-Ax docet), accorgersi che stai bevendo un cappuccino a fianco di un attore che stimi, oppure il ritrovarsi a entrare in sala per vedere un film e accorgersi di avere la giuria ufficiale a due metri, con Sam Mendes che coordina i movimenti e Gemma Artenton vestita completamente di bianco come se fosse un cigno (e a me manca l’aria), senza trascurare i cast al completo che presentano un film con dive divine come Natalie Portman o Emmanuelle Seigner proprio lì, a due metri. Improvvisamente, ti ritrovi in mezzo ai tuoi simili, per una volta gira tutto nel verso giusto, anche l’organizzazione aiuta – poi siamo pur sempre in Italia e poche ore prima dell’avvio sembra di essere all’interno di un alveare, con mille persone impegnate nei lavori più disparati – per un evento dispiegato su un’area che confina con la spiaggia che ti ricorda sempre che sei al mare, con la brezza che ti soccorre quando sei in coda sotto il sole cocente alle 14.00 ma che in caso di maltempo diventa insostenibile. Alla fine però tutto questo non basta, è un contorno, il Gardaland del cinefilo, ci sono i film, per cui rimando in fondo, e i compagni di viaggio. È così che aggiungo alla nutrita cerchia di amici di FilmTv in carne e ossa, i palermitani Pietro (Spaggy) e Marco (EightAndHalf), entrambi in grado di aggiungere tasselli preziosi di cose da sapere sul cinema (spero non solo in direzione univoca); con Marco poi ho riscontrato il me medesimo da giovane che non so se sia un bene per lui, ma nella catalogazione di film e dati ho paura per lui (mettiamola così, è un piacevole rimanere sotto a una passione). A loro devo aggiungere un saluto a Corinzio e Yume, anche se poi è stato un breve incontro (e ringrazio Corinzio per un invito al tavolo a pranzo che ho scazzato al volo solo perché avevo uno stronzo da Brescia alle calcagna e mi era preso il nervosismo). Poi si aggiunge un doveroso pensiero a chi conosco da tanto tempo; con la Ale (Maghella) ho condiviso l’arrivo l’anticipato – con la presa dell’appartamento in stile La casa delle finestre che ridono e il mio cellulare che è imploso con una tempestività inaudita (dover comprare un cellulare al Lido in tempo zero non è proprio una cosa da invidiare) – con Fabio (Alan Smithee) fin troppi pasti al volo, con già un po’ di esperienze alle spalle (l’ultimo Noir festival a Courmayeur della storia chi se lo potrà mai scordare?), in attesa della prossima maratona cinefila in quel di Torino dal 18 al 26 novembre. A questo punto mi rimangono i film; l’ho presa senza assilli e non ho sfondato la quota fisiologica dei 50 visti, mi fermo a 48 (dannazione!!), poche folgorazioni (La La land, Une vie e Paradise), ma anche niente, o quasi, che mi abbia rovinato l’umore e il peggio batte quasi sempre bandiera italiana (niente da consigliare, anche se La ragazza del mondo secondo me ha tante piccole qualità). Aggiungo che da Venezia sono usciti, nel bene e nel male, gli ultimi tre Oscar al miglior film (Gravity, Birdman e Il caso Spotilight); tra La La land, Animali notturni e Jackie potremmo ripeterci (nomination quasi scontate per tutti e tre). Di seguito, listona in ordine di preferenza dei miei film del cuore from Venice73, sperando in futuro di poterne fare altre da uno degli eventi cinefili che, checche se ne dica (ci piace piangerci addosso), rimane uno dei più importanti al mondo.

Ciao Lido, che questo sia solo un arrivederci.

Playlist film

La La Land

  • Musicale
  • USA
  • durata 126'

Titolo originale La La Land

Regia di Damien Chazelle

Con Emma Stone, Ryan Gosling, Finn Wittrock, J.K. Simmons, Sonoya Mizuno, Rosemarie DeWitt

La La Land
in sala in 8 regioni
altre VISIONI

Adorato. Sembra fatto apposta per vincere tutto a mani basse. Troppo facile? Forse... intanto arriva, per il pubblico di tutti i giorni potrebbe diventare un must assoluto.

Rilevanza: 1. Per te? No

Paradise

  • Drammatico
  • Russia, Germania
  • durata 130'

Titolo originale Rai

Regia di Andrey Konchalovskiy

Con Yuliya Vysotskaya, Christian Clauss, Philippe Duquesne, Peter Kurth, Jakob Diehl

Paradise
Film non disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Ancora l'olocausto e ancora il b/n (Schindler's list vi ricorda qualcosa?). Eppure, non ci si ripete, se non nelle emozioni, siderali.

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Arrival

  • Fantascienza
  • USA
  • durata 116'

Titolo originale Arrival

Regia di Denis Villeneuve

Con Amy Adams, Jeremy Renner, Forest Whitaker, Michael Stuhlbarg, Mark O'Brien, Tzi Ma

Arrival
in sala in 1 regione
altre VISIONI

Fantascienza intelligente. Forse un azzardo per il concorso, ma rimane un film che segna il passo di avvicinamento di Villenueve a Blade runner. Promettente.

Rilevanza: 1. Per te? No

Jackie

  • Biografico
  • USA, Cile
  • durata 95'

Titolo originale Jackie

Regia di Pablo Larrain

Con Natalie Portman, Peter Sarsgaard, Greta Gerwig, Billy Crudup, John Hurt

Jackie
in sala in 4 regioni

Natalie Portman dilaga.

Il film un po' meno, ma il rigore dell'evenienza si abbina a ragionamenti che vanno oltre Jackie.

Rilevanza: 1. Per te? No

The Untamed

  • Drammatico
  • Messico
  • durata 100'

Titolo originale La Region Salvaje

Regia di Amat Escalante

Con Simone Bucio, Ruth Jazmin Ramos, Edén Villavicencio, Jesús Meza

The Untamed
Film non disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Dopo Heli, Ascalante conferma di avere talento da vendere.

Non per tutti, sicuramente adeguato per chi ama Cronenberg e Reygadas (il film ondeggia tra uno e l'altro).

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Age of Shadows

  • Drammatico
  • Corea del Sud
  • durata 139'

Titolo originale The Age of Shadows

Regia di Jee-woon Kim

Con Kang-ho Song, Yoo Gong

The Age of Shadows
Film non disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Filmone che abbina tecnica sopraffina (l'apertura e una lunga sequela sul treno che toglie il fiato) alla ricostruzione storica.

Un po' pesante, ma di gran classe, tra la verità storica, il noir più classico e schegge di pulp.

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

White Sun

  • Drammatico
  • Nepal, USA, Qatar, Olanda
  • durata 87'

Titolo originale Seto Surya

Regia di Deepak Rauniyar

Con Dayahang Rai, Asha Maya Magrati, Rabindra Singh Baniya, Sumi Malla, Amrit Pariyar

White Sun
Film non disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Sorpresa dal Nepal.

Una grande storia fatta dal nulla.

Sono i più giovani a indicarci la via, dall'alto del loro sguardo puro.

Imparatene tutti.

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Planetarium

  • Drammatico
  • Francia, USA
  • durata 106'

Titolo originale Planetarium

Regia di Rebecca Zlotowski

Con Natalie Portman, Lily-Rose Melody Depp, Emmanuel Salinger, Louis Garrel, Amira Casar

Planetarium
in sala in 1 regione
altre VISIONI

Ancora la Portman protagonista insieme alla figlia di Johnny Depp.

Gran coppia di bellezze, ma non al sole, perché il film impegna, ma regala anche molto.

Rilevanza: 1. Per te? No

La luce sugli oceani

  • Drammatico
  • USA
  • durata 133'

Titolo originale The Light Between Oceans

Regia di Derek Cianfrance

Con Michael Fassbender, Alicia Vikander, Rachel Weisz, Florence Clery, Jack Thompson

La luce sugli oceani
in sala in 1 regione
altre VISIONI

Vituperato dalla critica italiana (con gli international si va un po' meglio, ma non troppo), un melodramma  che di facciata sembrerebbe reggersi solo sulle immense capacità emotive di Fassbender e della Vikander (che già, non sarebbe poco). In realtà si va molto oltre con il discorso. Per il sottoscritto, la stroncatura di massa del Festival più problematica da recepire. 

 

Rilevanza: 1. Per te? No
Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati