Espandi menu

Trama

Il 22 novembre 1963 il presidente Kennedy viene assassinato mentre si trova a Dallas su un auto insieme alla moglie Jackie. La First Lady, nelle ore successive all'attentato, è costretta a fare i conti con il dolore e il trauma e a superare la sofferenza per trovare fiducia nel futuro, consolare i figli e rendere immortale la figura del marito.

Approfondimento

JACKIE: L'ASSASSINIO DI JFK VISTO DALLA MOGLIE

Diretto da Pablo Larraín e sceneggiato da Noah Oppenheim, Jackie racconta di come la First Lady Jacqueline Kennedy, dopo l'assassinio del presidente Kennedy, combatta una personale battaglia contro il trauma vissuto in prima persona per ritrovare se stessa e garantire che il nome del marito passi alla Storia. Jackie, come gli americani la chiamano, aveva solo 34 anni quando il consorte è stato eletto presidente. Elegante, raffinata e imperscrutabile, è divenuta in breve tempo un'icona in tutto il mondo per il suo gusto in fatto di moda, arredamento e arti. Il 22 novembre 1963, mentre accompagna il presidente nel suo viaggio a Dallas, assiste impotente all'omicidio del marito a bordo dell'auto su cui si muovevano attraverso la folla. Sin dal suo rientro alla Casa Bianca a bordo dell'Air Force One, Jackie realizza che tutto il suo mondo è andato in frantumi. Traumatizzata dal dolore e chiusa in se stessa, nel corso della settimana che seguirà si ritroverà ad affrontare l'inimmaginabile: consolare i due figli, sgomberare la casa che aveva accuratamente provveduto a far restaurare e pianificare il funerale del marito. Saranno i sette giorni in cui dovrà ridefinire tutti i dettagli affinché l'intero pianeta non dimentichi la figura di JFK e lei stessa.

Ritratto inflessibile di una donna al tempo stesso iconica e misteriosa, Jackie conta sulla direzione della fotografia di Stéphane Fontaine, le scenografie di Jean Rabasse, i costumi di Madeline Fontaine, le musiche di Mica Levi e la produzione esecutiva (tra gli altri) di Darren Aronofsky. Nel tracciare la biografia della First Lady più famosa al mondo, Jackie tocca temi come la fede, la storia, la mitologia e la perdita, gli stessi con cui la protagonista eponima si ritrova a dover fare i conti.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Jackie è il regista, sceneggiatore e produttore cileno Pablo Larraín. Figlio di due politici conservatori, Larraín esordisce nel 2005 con Fuga a cui fa seguito la cosiddetta trilogia politica sul Cile, composta da Tony Manero, Post Mortem e No - I giorni dell'arcobaleno (nominato agli Oscar come... Vedi tutto

Commenti (3) vedi tutti

  • Un preciso e millimetrico ritratto di una persona molto nota in tutto il mondo che però non era conosciuta da vicino, nell’intimo, ed è lì che viene rivolta tutta l’attenzione. Non c’è molto cinema intorno, non c’è una trama da seguire o attori a cui chiedere chissà quale tipo di compartecipazione, no. C’è lei, la First Lady per eccellenza!

    leggi la recensione completa di michemar
  • semplicemente meraviglioso

    commento di ROSSYSABBA
  • Biopic formalmente impeccabile in cui Larrain è costretto inesorabilmente (ed opportunamente) a mettere da parte la parte migliore di se stesso. Sperando di ritrovare presto un autore tanto amato, lontano da lavori commissionati come questo, e da stereotipi qui abbondanti e a lui distanti come galassie.

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

alan smithee di alan smithee
5 stelle

VENEZIA 73 - CONCORSO  La first lady più sofferta ed amata, quella impregnata del sangue di un marito e presidente vittima sacrificale ed eroe destinato a passare alla storia più per la sua drammatica sorte che per il suo operato durante la carica presidenziale.  Larrain segue con diligenza una first lady impegnata a concedersi alla stampa ad una settimana dai fatti... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

supadany di supadany
7 stelle

Venezia 73 – Concorso ufficiale. Prima opera fuori dai confini cileni per il prolifico Pablo Larrain, per lui seconda biografia di stagione dopo Neruda, con un soggetto che richiama responsabilità, mette sul chi va là i ferventi cinefili che l’hanno amato dalla prima ora e, indubbiamente, pone anche alcune limitazioni concettuali. Effettivamente, fermandosi... leggi tutto

3 recensioni positive

Recensione

michemar di michemar
7 stelle

In breve, semplicemente non c’è luogo più congeniale per l’eterna felicità come qui, a Camelot   Chissà cosa ha spinto Pablo Larraín ad abbandonare nel pieno di una importante carriera le tematiche ricorrenti dei suoi film, pressoché tutti ritratti del sottobosco sudamericano che conosce bene, per dedicarsi ad un quasi instant-movie...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Gli imperdibili di Febbraio

iiuma8288 di iiuma8288

Ciao Scrivo una lista dei film a mio avviso belli che sono usciti o devono ancora uscire nel mese di febbraio, non manca il made in Italy tra cui segnalo un film assente qui su filmtv, che spero che verrà...

leggi tutto
Playlist
locandina
Foto
Il meglio del 2016
2016

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

VENEZIA 73 - CONCORSO  La first lady più sofferta ed amata, quella impregnata del sangue di un marito e presidente vittima sacrificale ed eroe destinato a passare alla storia più per la sua drammatica sorte che per il suo operato durante la carica presidenziale.  Larrain segue con diligenza una first lady impegnata a concedersi alla stampa ad una settimana dai fatti...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito