Questo sito contribuisce alla audience di
    Espandi menu

    Trama

    Adonis Johnson non ha mai conosciuto il padre, il famoso campione del mondo di pesi massimi Apollo Creed, morto prima che egli nascesse. Ciò nonostante, non può negare che la boxe faccia parte del suo codice genetico, decidendo di spostarsi a Philadelphia, città in cui il genitore ebbe un leggendario incontro con un allora esordiente di nome Rocky Balboa. Una volta a destinazione, Adonis fa di tutto per incontrare Rocky per chiedergli di divenire il suo allenatore. Nonostante sia fuori allenamento da tempo, Rocky vede nel giovane la stessa forza e determinazione che aveva conosciuto in suo padre e accetta l'incarico. Sebbene abbia un avversario molto più letale da affrontare nella vita privata, Rocky riuscirà a farne un campione, forgiandone anche il carattere.

    Approfondimento

    CREED - NATO PER COMBATTERE: UNA NUOVA SFIDA PER ROCKY BALBOA

    Diretto da Ryan Coogler e sceneggiato dal regista con Aaron Covington, Creed - Nato per combattere riporta in scena l'iconico personaggio del pugile Rocky Balboa, creato da Sylvester Stallone. La storia prende il via con Adonis Johnson, il giovane figlio del campione del mondo dei pesi massimi Apollo Creed. Adonis non ha mai conosciuto il genitore, morto prima che lui nascesse, ma la boxe è nel suo dna tanto da spingersi fino a Philadelphia, il luogo in cui il padre sfidò in un leggendario incontro il duro Rocky Balboa. Una volta in città, Adonis si mette sulle tracce di Rocky per chiedergli di divenire il suo allenatore. Nonostante la riluttanza a rimettersi in gioco dopo diversi anni di ritiro, Rocky intravede in Adonis la stessa forza e la stessa determinazione del caro rivale ma amico Apollo  e accetta la proposta. Mentre prepara il giovane verso la conquista del suo primo grande titolo, Rocky combatte contro un avversario più letale di qualsiasi altro mai affrontato sul ring.

    Con la direzione della fotografia di Maryse Alberti, le scenografie di Hannah Beachler, i costumi di Emma Potter e Antoinette Messam, e le musiche di Ludwig Goransson, Creed - Nato per combattere prosegue dunque da una nuova prospettiva la parabola del pugile Rocky, immortalato in sei pellicole nel corso di quattro decenni e il cui primo film (Rocky (1976)) è stato nominato a dieci Oscar (tra cui quello a miglior film).

    I PERSONAGGI PRINCIPALI

    Protagonista principale di Creed - Nato per combattere è l'attore Michael B. Jordan, chiamato a indossare i guantoni per il personaggio di Adonis Creed. Cresciuto senza aver conosciuto il padre Apollo, Adonis ha la boxe nel sangue ed è convinto che solo Rocky Balboa, ex campione agli stessi livelli del genitore, possa aiutarlo a far emergere il suo talento. Senza aver potuto mai contare su una figura paterna, Adonis si relaziona dunque per la prima volta con un uomo adulto che, oltre che da allenatore, gli fa da mentore. Determinato a non vivere in eterno dietro l'ombra della gloria del padre, Adonis vuole costruirsi una carriera che gli permetta di agguantare una gloria propria, imparando dal nuovo allenatore come la boxe sia uno sport tanto fisico quanto mentale, fatto di strategie e tattiche e non di sola forza. A vegliare su Adonis e a farlo sentire sempre meno figlio illegittimo è la mamma adottiva Mary Anne Creed, che gli ha offerto un tetto sotto il quale stare dopo anni di difficoltà e momenti non felici. A interpretare Mary Anne, personaggio già comparso più volte nella saga di Rocky ma con volti differenti, è l'attrice Phylicia Rashad.

    Poiché nessuno a Los Angeles, per rispetto di Mary Anne, vuole allenarlo, Adonis è costretto a lasciare casa per trasferirsi a Philadelphia sulle tracce di Balboa. Dal momento che rocky era molto amico del padre Apollo, Adonis ritiene che possa essere l'unica persona al mondo in grado di capire quello che sta vivendo e che, in nome dell'amicizia con il genitore, possa allenarlo al meglio. Portato in scena ancora una volta da Sylvester Stallone, Rocky non è dapprima intenzionato a ritornare nel mondo della boxe, anche a causa del duro lavoro a cui Adonis dovrebbe sottoporsi. A fargli cambiare idea è però la determinazione del giovane, che non si lascia di certo intimidire dalla fatica e dai sacrifici da affrontare. Divenuto un po' come il suo ex allenatore Mickey, Rocky si trasforma lentamente in un mentore in grado di fornire consigli non solo sulla boxe ma anche sulla vita in generale. Nel formare Adonis, inevitabilmente, è anche chiamato a fare i conti con la morte di Apollo, di cui si sente responsabile, e con il grave problema di salute che lo ha colpito.

    Proprio come Rocky ha trovato l'amore in Adriana, Adonis trova qualcosa di molto simile nella sua vicina Bianca, una giovane forte e indipendente impersonata da Tessa Thompson. Come Adonis, anche Bianca sta inseguendo un sogno da realizzare: affermarsi come cantante in una città come Philadelphia con una grande storia musicale alle spalle.

    In Creed - Nato per combattere, Adonis affronta tre avversari di primo livello, supportati dai tre pugili professionisti Anthony Bellew, Andre Ward e Gabriel Rosado, mentre il cast principale è completato da Graham McTavish (è l'aggressivo manager di Ricky Conlan, portato in scena da Bellew), Wood Harris (è Tony Burton, il cui padre allenò Apollo Creed) e Ritchie Coster (è Pete Sporino, che dirige stessa palestra in cui si allenava Rocky).

    Leggi tuttoLeggi meno

    Commenti (10) vedi tutti

    • Il settimo capitolo di "Rocky" risulta essere contro ogni previsione un film riuscitissimo e molto emozionante. Bellissima interpretazione di Sylvester Stallone!!!

      leggi la recensione completa di Vinny87
    • Eccetto un paio di dialoghi mediocri e un certa eccessiva insistenza su quanto rocky sia vecchio, malato, che non è più quello di un tempo, che non sa fare più le scale eccetera, il film funziona benissimo. Ci si affeziona ai personaggi, si ride quando si deve ridere, ci si emoziona, si gode di un'ottima regia, ma soprattutto si tifa.

      commento di MiticoEddy
    • A livello dei migliori Rocky

      leggi la recensione completa di mgcgio
    • godibile

      leggi la recensione completa di camillo65
    • Rocky e Creed......ovvero lo specchio di se stessi,il passaggio di testimone di una saga qui all'ennesimo riciclaggio, lo Stallone italiano è sempre li,rugato e bolso,a dire la sua.....sulla boxe nella vita o sulla vita nella boxe......Sly finalmente ritorna in "se stesso" con forza,umanita' e fragilita' delle carni riesce a stenderli tutti.......

      commento di GIMON 82
    • Un sentito grazie a Ryan Coogler

      leggi la recensione completa di Cruising
    • Creed - Nato per combattere, lo spin off che da continuità alla saga di Rocky, logora e spremuta più che al massimo, riesce nel suo intento di rinvigorire la serie e lega in maniera brillante passato e futuro del mondo del pugilato.

      leggi la recensione completa di ElFlaco58
    • L’idea di questo Spin-Off di Rocky funziona, le citazioni alla saga non mancano e sono piazzate con astuzia e, nonostante la trama già vista, il film intrattiene ed emoziona, merito di una regia brillante e di un cast che fa bene il suo lavoro, con una grande prova di Stallone.

      leggi la recensione completa di ange88
    • Emozionante e nostalgico, l'opera del talentuoso Ryan Coogler è probabilmente il prototipo ideale di "nuovo ciclo" per una saga archiviata. Commistione ideale tra old e new, legacy forte e sincero tra due generazioni, in cui il ring è ancora allegoria di vita. Standing ovation per un mito che passa il testimone ad un degno erede...

      leggi la recensione completa di _Rocky_
    • Che tensione Creed...nulla di nuovo, anzi proprio il contrario, ma regia e produzione giocano abilmente, come scaltri prestigiatori, con le carte magiche ed i jolly del passato, sfruttando un effetto "amarcord" che ha la meglio sul pubblico vecchio e su quello giovane. Stallone davvero bravo:non solo spalla, ma pure lui impegnato nella sua sfida.

      leggi la recensione completa di alan smithee
    Scrivi un tuo commento breve su questo film

    Scrivi un commento breve (max 350 battute)

    Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

    Recensioni

    La recensione più votata è positiva

    amandagriss di amandagriss
    8 stelle

      “un passo, un pugno, una ripresa”   E la storia si ripete… Creed (o se vogliamo tenere il conto Rocky VII) -ideato, scritto e diretto con polso fermo e mano agile- dal promettente Ryan Coogler, nel tracciare un nuovo capitolo della leggendaria saga con protagonista lo stallone italiano, che ha appassionato più di una generazione di pubblico e che... leggi tutto

    17 recensioni positive

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    M Valdemar di M Valdemar
    5 stelle

      La regola dell'ammicco. Creed. Nato per cavalcare l'onda ultranostalgica del brand Rocky. «Un passo alla volta. Un pugno alla volta. Una ripresa alla volta», la cantilena da strategia pugilistica nonché lezione di vita dell'allenatore Balboa al pupillo Adonis, figlio di cotanto padre - Apollo Creed - ancor prima di averne consapevolezza. Un passo alla volta ecc.... leggi tutto

    3 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle negative

    ethan di ethan
    4 stelle

      Adonis Creed (Michael B. Jordan) è il figlio di Apollo, il pugile rivale storico di Rocky Balboa (Sylvester Stallone), ed ha avuto un'infanzia difficile ma ora è un impiegato modello nonché boxeur professionista (con il cognome della madre) ed imbattuto dopo 16 incontri, seppur con avversari risibili, combattuti oltre il confine, in Messico. Di punto in bianco... leggi tutto

    3 recensioni negative

    Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 4 voti

    vedi tutti

    Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti

    vedi tutti

    Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 4 voti

    vedi tutti

    Recensione

    Vinny87 di Vinny87
    7 stelle

    Come tutti anche io appena ho saputo dell'uscita di questo film mi sono detto come mai il povero Rocky non lo mandano in pensione, di conseguenza come un pò tutti non mi aspettavo grandi cose da questo film.  Risultato ? Mi sono dovuto ricredere e alla grande anche.  Questo "Creed" è un film a parer mio bellissimo e riuscitissimo, Rocky non combatte più...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 7 voti

    vedi tutti

    Recensione

    emil di emil
    8 stelle

    Adonis Jhonson (Michael B. Jordan) è il figlio naturale  di Apollo Creed, frutto di una scappatella del peso massimo: un infanzia passata tra un riformatorio e una casa famiglia, fino all'adozione della matrigna Mary Anne (P. Rashad, storica moglie del pugile, onnipresente nella saga), che lo accoglie in casa propria levandolo dalla strada. E che ha solo una paura: che il...

    leggi tutto

    Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 10 voti

    vedi tutti

    Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 21 voti

    vedi tutti

    Recensione

    solerosso82 di solerosso82
    6 stelle

    Rocky Balboa (Sylvester Stallone), appesi al muro i guantoni, decide di tornare sul ring per allenare il giovane Adonis Creed (Michael B. Jordan), figlio del suo grande amico (e rivale) Apollo. Il ragazzo, con alle spalle un’infanzia felice tra il carcere minorile e orfanotrofi, vuole trovare nel pugilato un’occasione di riscatto, dimostrando al mondo il suo valore e scrollandosi...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 3 utenti

    Recensione

    ethan di ethan
    4 stelle

      Adonis Creed (Michael B. Jordan) è il figlio di Apollo, il pugile rivale storico di Rocky Balboa (Sylvester Stallone), ed ha avuto un'infanzia difficile ma ora è un impiegato modello nonché boxeur professionista (con il cognome della madre) ed imbattuto dopo 16 incontri, seppur con avversari risibili, combattuti oltre il confine, in Messico. Di punto in bianco...

    leggi tutto

    Recensione

    penelope68 di penelope68
    8 stelle

    Puo' risultare facile cavalcare l'onda del successo epico di Rocky ,ormai entrato nel mito di tutti noi.Non era facile pero' evitare auto compiacimenti o banalizzazioni.E sopratutto non era facile coinvolgere gli spettatori con un evento ormai lontano nel tempo e in parte tramontato. Invece il pregio del film sta nella sua spontaneita, e naturalezza,non  ha esagerazioni, ne' pietismi ,...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 2 utenti

    Recensione

    DanielRecensioni di DanielRecensioni
    8 stelle

    Amo alla follia la saga di Rocky, probabilmente la mia saga preferita in assoluto, perchè mostrava come anche il più debole potesse scalare la montagna della vita, delle frustrazioni, dei pregiudizi. Rocky era il simbolo della voglia di farsi valere, di lottare ogni secondo fino alla fine, Rocky era ognuno di noi, ci mostrava che se ce la mettevamo tutta potevamo ambire a grandi...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Il meglio del 2015

    2015

    Il meglio del 2014

    2014
    Creed - Nato per combattere valutazione media: 6.3 23 recensioni del pubblico.

    Le nostre firme

    Scopri chi sono le firme

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono le firme

    Come si diventa una firma

    Le firme sono scelte tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare una firma?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito