Trama

Il cecchino Chris Kyle viene inviato in Iraq con una sola missione: proteggere i propri compagni. Grazie alla sua precisione millimetrica e alla sue gesta eroiche salverà innumerevoli vite guadagnandosi il soprannome di "Legend". Tuttavia, la sua reputazione cresce anche dietro le linee nemiche facendolo diventare uno degli obiettivi primari. Nonostante ciò, riuscirà a far ritorno a casa scoprendo che la guerra è qualcosa che difficilmente riuscirà a lasciarsi alle spalle.

Approfondimento

AMERICAN SNIPER: LA VERA STORIA DEL CECCHINO CHRIS KYLE

Diretto da Clint Eastwood e scritto da Jason Hall, American Sniper racconta la vera storia di Chris Kyle, un soldato divenuto un eroe sul campo di battaglia per le sue grandi doti da cecchino. Appartenente al corpo dei Navy Seals, Chris viene inviato in Iraq con una sola missione: proteggere i suoi commilitoni. La sua precisione millimetrica salva numerose vite in battaglia, tanto da guadagnarsi il soprannome di 'Legend', leggenda. Tuttavia, la sua reputazione cresce anche tra le fila nemiche, divenendo un obiettivo primario per gli insorti. In questo frangente, Chris è posto di fronte anche una guerra personale, che lo porta a lottare per essere anche da lontano un buon marito e un buon padre. Al ritorno a casa dalla moglie Taya, però, le cose non saranno semplici come pensava, facendogli realizzare di non poter lasciarsi alle spalle ciò di cui è stato protagonista e testimone sul campo.

Basato sull'omonimo best seller scritto da Chris Kyle (morto tragicamente mentre si trovava in un poligono di tiro in Texas nel febbraio 2013) con Scott McEwen e Jim DeFelice, American Sniper conta sulla direzione della fotografia di Tom Stern, sulle scenografie di James J. Murakami e Charisse Cardenas e sui costumi di Deborah Hopper. A dispetto delle statistiche militari che considerano i milioni di veterani impegnati in guerra solo un dato numerico, American Sniper si sofferma sulle conseguenze che la guerra ha nelle vite dei militari, divisi tra i combattimenti in nome della patria, gli affetti personali, la paura che la loro professione genera sulle persone care e le difficoltà del ritorno a un'esistenza normale.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Protagonista principale di American Sniper nei panni di Chris Kyle è l'attore Bradley Cooper. Divenuto in guerra un leggendario cecchino, Chris non è un uomo violento. Semplicemente, si attiene a espletare il proprio dovere per una causa che ritiene giusta. Il suo eroismo, spesso confuso con il numero di persone che ha ucciso sul campo, si manifesta soprattutto quando una volta tornato in famiglia deve affrontare le ferite intangibili che la guerra lascia in lui e nella sua famiglia. Dio, il Paese e la famiglia, sono i tre punti cardini della sua vita, precetti a cui si attiene con dedizione e con lo spirito di chi sa di essere nato con un accentuato senso di protezione verso gli altri.

Ad interpretare la moglie Taya è l'attrice Sienna Miller. In contatto con il marito in guerra grazie ai telefoni satellitari, Taya è suo malgrado testimone di sconvolgenti eventi, di cui può sentire l'eco, ed è costretta a prendersi cura da sola della loro famiglia, tentando di mantenere saldo il nucleo familiare. Paziente nei confronti di Chris e del compito a cui è chiamato, Taya non gli fa mai mancare il suo sostegno. Particolarmente utile per delineare le figure di Chris e Taya si è rivelata la collaborazione della vera Taya Kyle, che ha anche stretto un buon rapporto di amicizia con la Miller.

A parte Taya e i loro bambini, Chris Kyle ha un particolare legame affettivo con i compagni militari del Seal Team 3, con i quali condivide l'esperienza delle missioni in Iraq. Abituati a confrontarsi quotidianamente con la morte, i militari formano dei forti legami proprio per sopravvivere al clima di ostilità e terrore che incontrano sul campo. Uno degli uomini che hanno combattuto al fianco del vero Chris Kyle è Kevin Lacz, meglio noto con il soprannome di Dauber. Dapprima scelto solo come consulente dalla produzione di American Sniper, Lacz ha finito con il diventare attore e per interpretare se stesso sullo schermo. Gli altri componenti della squadra, invece, hanno il volto di giovani attori emergenti, addestrati come veri Navy Seals: Jake McDorman (è Ryan Job, soprannominato 'Biggles' e grande amico di Chris), Cory Hardrict (è D), Luke Grimes (è Marc Lee), Eric Laden (è Squirrel) e Ray Gallegos (è Tony).

Le leggendarie prodezze da cecchino di Chris, poi, hanno un contraltare nel nemico Mustafa, un tiratore scelto siriano che ha partecipato anche alle Olimpiadi e che è giunto in Iraq con l'obiettivo di lottare al fianco dei ribelli, impersonato da Sammy Sheik. Sul fronte nemico, inoltre, si distinguono anche lo sceicco Al-Obodi e il mercenario 'The Butcher' (il macellaio), portati in scena da Navid Negahban e Mido Hamada.

La famiglia reale di Chris è infine completata dal fratello Jeff (unitosi anch'egli al corpo militare e interpretato da Keir O'Connell) e dai genitori Wayne e Debbie (supportati da Ben Reed e Elise Robertson).

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Il film è ideologicamente cristallino: non ci sono dubbi su chi siano i buoni, l’idea eastwoodiana di racconto è western, Falluja è la nuova Frontiera. Il fatto che la guerra sia necessaria (evidentemente anche quella di Cheney, Rumsfeld & co.) non significa sia bella e neppure giusta. E Eastwood la descrive nella sua ineluttabile tragicità, senza fare sconti aderendo perfettamente alla visione del soldato, che è poi la stessa del suo cinema, perché l’idea di narrazione di Clint parte sempre da individui come l’American Sniper, dalla loro assunzione di responsabilità e dall’impresa che sono chiamati a compiere.

Commenti (10) vedi tutti

  • Scontato come tutti i film del genere.. E' una storia vera.

    leggi la recensione completa di silviaplus
  • Un buon film ma non buonissimo, un buon Eastwood ma di sicuro non il migliore.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Film molto bello ispirato sull'attuale guerra che i soldati combattono in Iraq, poche le scene di combattimenti, ma il film è più centrato sui sentimenti e drammi psicologici che subiscono i militari sul campo di guerra. Il film è candidato all'oscar, credo se lo meriti

    commento di iiuma8288
  • Gran bel film di Eastwood. Più che un film d'azione o di guerra, è un film di riflessione sui reduci della guerra e i loro traumi con grande difficoltà a riadattarsi alla vita normale. Ottimo Bradley Cooper

    commento di IGLI
  • Lupi, pecore e cani pastori.... Semplice....L'ordine nel caos....E' tutto qui! Grande, ennesimo, capolavoro di uno dei pochi artisti che è rimasto lucido e incorruttibile. Ah, Dirty Harry .......

    leggi la recensione completa di Gm2016
  • Solidissimo e coinvolgente film sulle conseguenza della guerra sui reduci più che sulla guerra in se. Un po' traballante il finale.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • E' eroe nella guerra in Iraq, ma odia quello che fa.

    leggi la recensione completa di Baliverna
  • Eastwood costruisce con perizia ed attenzione un film crudo, ma al contempo elegante, sulla guerra e sui fantasmi che essa crea. Una storia vera, tragica, che appassiona e fa riflettere, non dimenticando il gusto estetico della battaglia.

    leggi la recensione completa di Guidobaldo Maria Riccardelli
  • Leggi le stroncature e nel 90 % dei casi trovi la giustificazione per la misera stellina nel "politicamente scorretto" e allora non puoi che strizzare l'occhio al buon vecchio Clint. Il film però risulta essere tutt'altro che privo di sbavature. Purtroppo è troppo figlio di troppe madri (dove il troppo è troppo sottolineato troppo volontariamente,

    commento di fra_paga
  • Clint Eastwood è tornato e si è ripreso Dirty Harry. È un film pregevole, con scene di guerra perfettamente girate e con notevoli dispiegamento di mezzi, ottimi il montaggio e l fotografia, buone le musiche, ma il suo messaggio è assolutamente negativo e lo spirito nazional-repubblicano sventolato ai quattro venti lo trascinano giù nel giudizio.

    leggi la recensione completa di michemar
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

M Valdemar di M Valdemar
2 stelle

  L'Eastwood peggiore. Il grande regista statunitense getta il suo sguardo mummificato (da ere di propagazione militarista e divina auto-elezione a popolo di cani pastori a difesa del mondo di pecorelle) per consegnarci un "film" dichiaratamente e apertamente politico, schierato, cazzuto; un monolito scagliato in faccia a chicchessia con la furia cieca di chi ha la consapevolezza... leggi tutto

16 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

  “Cecchino americano”: ecco il personaggio (vero) della più recente prova di un infaticabile e puntuale Clint Eastwood regista, che attendiamo sempre con ansia e grandi (sin esagerate, ma certo motivate) aspettative. Uomo di cinema completo e solido, che sceglie questa volta di tornare raccontando l'esperienza reale del più efficace soldato americano... leggi tutto

25 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

GIMON 82 di GIMON 82
8 stelle

"Il mondo è diviso in pecore,lupi e cani da pastore.I primi pensano che nel mondo non esista il male e quindi vengono attaccati,i secondi sono il male e attaccano per primi,i terzi sono nati per difendere le pecore dai lupi....quindi nati per difendere quel che amano".........E' una frase "spartiacque" del neofilm di Eastwood. "Classico polpettone" reazionario e guerrafondaio che fara'... leggi tutto

59 recensioni positive

Il meglio del 2017
2017

Recensione

tobanis di tobanis
7 stelle

Dirige Clint Eastwood questo film liberamente basato sulla vita vera di un cecchino dei Seal, più volte in Iraq in missione e protagonista di un impressionante record di nemici uccisi. Si parte da quando è ragazzo, e si arriva a quando, congedato, dà una mano ai reduci delle varie guerre. Lo interpreta bene Bradley Cooper, anche se un tantino imbolsito; la moglie è...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

munnyedwards di munnyedwards
8 stelle

L’incredibile vicenda di Chris Kyle la scoprii leggendo un giornale, era un articolo di cronaca estera che parlava del processo al suo assassino (Eddie Ray Routh) e della condanna all’ergastolo che gli fu commutata, nonostante la pubblica accusa avesse chiesto la pena di morte. La storia di questo militare dei Seals divenuto una vera e propria leggenda per le sue qualità da...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015
Disponibile dal 15 ottobre 2015 in Dvd a 7,53€
Acquista

Recensione

M Valdemar di M Valdemar
2 stelle

  L'Eastwood peggiore. Il grande regista statunitense getta il suo sguardo mummificato (da ere di propagazione militarista e divina auto-elezione a popolo di cani pastori a difesa del mondo di pecorelle) per consegnarci un "film" dichiaratamente e apertamente politico, schierato, cazzuto; un monolito scagliato in faccia a chicchessia con la furia cieca di chi ha la consapevolezza...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014
Uscito nelle sale italiane il 29 dicembre 2014

2014: Nothing special ?

BobtheHeat di BobtheHeat

Dopo alcune annate cinematografiche di grande, se non grandissima levatura (segnatamente il 2012), il 2014 , già ad oggi avaro di soddisfazioni ("Grand Budapest Hotel", "X-Men: Giorni di un...

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito