Trama

4 novembre 1979. La rivoluzione iraniana è al culmine e un gruppo di militanti assalta l'ambasciata statunitense a Teheran, prendendo in ostaggio 52 americani. Nel caos che si è generato, approfittando di un attimo di distrazione, sei degli ostaggi riescono a scappare e si rifugiano nella residenza privata dell'ambasciatore canadese Ken Taylor. Sapendo che per loro, qualora scoperti, non vi sarà via di scampo alla morte, la Cia invia sul posto lo specialista Tony Mendez (Ben Affleck), che ha un piano incredibile, ma molto rischioso, per cercare di portarli sani e salvi fuori dall'Iran.

Approfondimento

ARGO: LA STORIA DEL FINTO FILM DI FANTASCIENZA

Nel 1980, la casa di produzione Studio Six Productions annuncia un nuovo progetto cinematografico con tutti gli elementi di successo dei film di fantascienza: astronavi, alieni, azione, avventura e paesaggi di un arido pianeta lontano. Presentato come una "conflagrazione cosmica", l'epico progetto non ha mai avuto in calce la firma di nessun produttore cinematografico ma ad avallarlo era direttamente il presidente in persona.
Più di trent'anni dopo, Ben Affleck con Argo racconta la vera storia della missione segreta che ha portato al salvataggio di sei americani intrappolati in Iran, a seguito dell'invasione dell'ambasciata statunitense a Teheran nel 1979. I sei americani erano riusciti ad evitare per un soffio di essere presi in ostaggio dai rivoluzionari iraniani e si erano rifugiato in casa dell'ambasciatore canadese Ken Taylor, che per salvare loro la vita ha rischiato il tutto per tutto anche quando gli altri gli hanno voltato le spalle.Con il pericolo costante che qualcuno scoprisse la loro presenza e con il tempo che stringeva, l'esperto di esfiltrazione della Cia Antonio Tony Mendez ha elaborato un piano di fuga brillante ma alquanto clamoroso. Amico del famoso truccatore di divi John Chambers (premio Oscar per Il pianeta delle scimmie), Mendez ben sapeva che per realizzare dei film le produzioni si muovono in giro per il mondo alla ricerca dei luoghi giusti per le riprese. Partendo da questo presupposto, ha la geniale idea di far passare i sei americani per una squadra di film maker canadese alla ricerca di location in Iran. In questo modo, avrebbe tentato di portarli fuori dal pericolo e farli rientrare in patria. L'operazione, piuttosto complessa e piena di rischi, è passata alla storia con il nome di Canadian Carper ma tutti la indicano generalmente come Argo, il titolo del fantomatico film che la Studio Six Productions aveva appena annunciato in pompa magna ma che era solo l'escamotage di Mendez.

DAI DOCUMENTI TOP SECRET AL FILM DI BEN AFFLECK

Il sequestro dell'ambasciata statunitense ha rappresentato un terremoto sulla scena mondiale, rompendo violentemente ogni protocollo diplomatico. Nessuno sapeva bene come reagire e i sei ostaggi nascosti nell'ambasciata canadese rappresentavano una minaccia per lo stesso ambasciatore Ken Taylor, da sempre in ottimi rapporti con l'Iran.
Nel gestire l'emergenza in stretta collaborazione con gli Stati Uniti, il parlamento canadese in via del tutto eccezionale ha fornito ai sei americani dei finti passaporti, nei quali si annotava che facevano parte di una troupe cinematografica. Su quei passaporti, arrivati tramite una valigetta diplomatica, Tony Mendez da usato le sue abilità di contraffazione per imprimire il visto iraniano, indicando come data d'ingresso nel paese quella del giorno prima. Tenuta segreta fino al 1997 quando il presidente Bill Clinton ne ha declassificato lo status di "top secret", l'operazione Canadian Carper è stata raccontata per la prima volta da Tony Mendez in persona nel suo libro del 2000 Master of Disguise per essere poi ripresa nel dettaglio nel 2007 dal giornalista Joshuah Bearman per un reportage sulla rivista Wired. Dopo anni in cui gli americani sapevano solo che gli ostaggi erano fuggiti con l'aiuto dei canadesi, per la prima volta gli Stati Uniti scoprivano i dettagli di una audace missione di copertura e salvataggio messa a punto in ogni dettaglio dalla Cia, la loro agenzia di spionaggio nazionale.
Il pezzo di Bearman ha catturato sin da subito l'attenzione dei produttori hollywoodiani. Ad interessarsi al progetto di realizzarne un film sono sin da subito Grant Heslov e George Clooney, che affidano a Chris Terrio il compito di trarne una sceneggiatura. Per ottenere maggiori informazioni, Terrio incontra Tony Mendez, ritiratosi dalla Cia nel 1990, interessandosi soprattutto al lato umano di una storia che sembrava appartenere più al mondo del fantastico che alla realtà. Nel frattempo, Heslov e Clooney scelgono come regista Ben Affleck, dopo aver notato le capacità di costruzione di una storia e uso della cinepresa mostrate in The Town.

ATTINENZA AL CONTESTO E CENNI DI COMICITÀ

Una delle maggiori sfide nel realizzare Argo è stata quella di coniugare temi come la vita e la morte con toni drammatici da stemperare con l'innesto di elementi da commedia. Stemperare il senso di urgenza e realismo che la storia imponeva con l'umorismo però era un rischio che poteva danneggiare la credibilità del film. Per evitare tale pericolo, le situazioni da commedia sono state affidate agli attori Alan Arkin (nei panni del produttore Leister Siegel) e John Goodman (il truccatore John Chambers), che con il loro umorismo innato non hanno inficiato la drammaticità raccontata.
Non essendo un documentario, rispetto alla storia originaria Argo si prende delle licenze che comprimono alcuni eventi ed elementi reali per lasciare spazio alle emozioni, soprattutto nei minuti finali quando la riuscita della fuga diventa una certezza euforica e il pubblico è chiamato a condividere il sollievo tangibile dei protagonisti. Il regista Ben Affleck ha collaborato con l'intera équipe tecnica per raggiungere un elevato grado di verosomiglianza spazio-temporale. Affleck e il direttore della fotografia Rodrigo Prieto hanno adottato diverse soluzioni di ripresa per trasmettere le atmosfere del periodo a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta e stabilire una netta divisione tra i tre ambienti di Washington, Hollywood e dell'Iran. La scenografa Sharon Seymour e la costumista Jacqueline West hanno invece esaminato fotografie e archivi cinematografici per ricreare i look - differenti in base al luogo in cui ci si trova e alle funzioni che si svolgono - del periodo. Le musiche, ad opera di Alexandre Desplat, presentano suoni del tempo realizzati però con una partitura atipica, incorporando molti strumenti poco conosciuti di origine mediorientale.
In Argo, accanto a Ben Affleck (protagonista nel ruolo di Tony Mendez) e ai già citati Alan Arkin e John Goodman, recita anche un variegato cast di professionisti hollywoodiani, tra cui: Billy Cranston (è Jack O'Donnell, il diretto superiore di Mendez alla Cia); Victor Gaber (è l'ambasciatore canadese Kan Taylor); Tate Donovan, Scott McNairy, Kerry Bishe, Christopher Denham, Clea DuVall e Rory Cochcrane (sono i sei ostaggi in fuga: Bob Anders, Joe Stafford, Kathy Stafford, Mark Lijek, Cora Lijek e Lee Schatz); Kyle Chandler (è Hamilton Jordan, il capo dello staff della Casa Bianca); Page Leong (è Pat Taylor, la moglie dell'ambasciatore canadese) e Chris Messina (Mario Malinov).

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Cinema come si faceva una volta. Costruito sugli attori - eccezionali Alan Arkin e Tate Donovan - e la precisione dei dettagli. Congegno narrativo a orologeria, Argo è un thriller politico vintage. La crisi degli ostaggi americani all’indomani della conquista del potere da parte di Khomeini in Iran è proiettata da Affleck sullo sfondo attuale del Medio Oriente: un errore tragico ne provoca un altro. Agile e claustrofobico, mette in scena la fine di un mondo che non comprende cosa gli accade intorno. La maturazione registica di Affleck è indiscutibile, il controllo degli elementi magistrale.

Commenti (8) vedi tutti

  • Nonostante la staticità di Affleck e il suo muso lungo, un buon film.

    commento di movieman
  • Bel film di spionaggio, con bravi attori e una trama interessante specie se considerata che tratta dal vero.

    commento di gac
  • Una ricostruzione minuziosa degli eventi che fa sentire lo spettatore come fosse presente in tempo reale, il coinvolgimento è intenso, un’opera di grande professionalità e capacità narrativa. Un raro esempio di maestria cinematografica USA che non scade mai in propaganda

    commento di Maciknight
  • Thriller capace di tenere alta la tensione senza dover sparare un solo proiettile realizzato (molto bene) da Affleck quasi a mo' di omaggio al cinema. Da non perdere.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Voto 6,5. [24.02.2014]

    commento di PP
  • Geniale, sia l'idea su cui si basa il film (la vera storia) che il film stesso. Affleck si conferma regista di gran stile e confeziona una prova di grande precisione stilistica. Film intelligente.

    commento di slim spaccabecco
  • Tutto da vedere e gustare questo ottimo film di Affleck basato su una storia vera ambientata in Iran nei primi anni 80'. Tutto funziona a pieni giri e le emozioni corrono veloci incollandoti alla sedia. Sorprendente e da vedere assolutamente!

    commento di jeffste
  • pellicola appena sufficiente, nulla di che.

    commento di ironsax
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

GIMON 82 di GIMON 82
10 stelle

Opinione dal sapore epocale,non tanto per il film(comunque notevole) ma per la valenza che ha nell'averlo visto in compagnia dei mitici Supadany e Valdemar.Ovvero nel cinema FULGOR di marca fiorentina e perlopiu' in lingua originale.Vale a dire unici italiani in sala! attorniati da belle ragazzuole yankee,quindi visione in lingua madre,in stile turista "non per caso".Aldila' dell'ironia... leggi tutto

49 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

Argo è un film ben fatto: una doverosa accurata documentazione storica precede l’avvio della vicenda predisponendo anche lo spettatore meno informato a calarsi con sufficiente coerenza nel contesto storico travagliato e drammatico di uno dei paesi tradizionalmente più infuocati e funestati da tensioni sia interne sia con l’infedele eretico Mondo Occidentale. Solo dopo questa valida... leggi tutto

17 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

ariadne45 di ariadne45
4 stelle

Una vaga sensazione di diffidenza ha preceduto la visione di questo film, pur accompagnato da gran tam-tam di critica e di pubblico, come sembrava confermare l’ampia platea di spettatori di questo sabato sera. La veridicità della storia non è di per sé, a mio parere, d’incoraggiamento alla visione, ma ovviamente nemmeno di ostacolo: come tutti sanno il “come” è più importante del... leggi tutto

7 recensioni negative

Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 16 marzo 2017 su Rsi La2
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 11 voti
vedi tutti
Trasmesso il 12 febbraio 2017 su Iris
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 13 voti
vedi tutti

Recensione

FactoryGirl di FactoryGirl
5 stelle

Buon film e ben girato. Affleck mi convince, in questo caso, più come regista che come attore. La storia vera non si discosta di molto e questo lo rende interessante ai miei occhi. L'unica cosa che non mi ha davvero convinto è stata la scelta di alcune musiche anni  '70 ( tipo canzoni dei Rolling ) che danno un tono scanzonato alla vicenda, come se ci fosse da alleggerire...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 4 gennaio 2017 su Rete 4
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

jonas di jonas
8 stelle

Teheran, novembre 1979: sei membri dell’ambasciata americana, presa d’assalto dai rivoluzionari, si rifugiano in casa dell’ambasciatore del Canada; per farli uscire dal paese viene escogitato un piano basato non sulla forza ma sull’astuzia, che prevede una strana alleanza in stile Sesso & potere fra la CIA e Hollywood e la finta realizzazione di uno scalcinato...

leggi tutto
Disponibile dal 2 febbraio 2015 in Dvd a 10,02€
Acquista
Il meglio del 2014
2014

Recensione

steno79 di steno79
7 stelle

Argo è un film che non è riuscito ad entusiasmarmi, nonostante le lodi della critica Usa e la generosa ricompensa dell'Oscar per il miglior film. Attesta la maturità tecnica e la sapienza spettacolare del regista Affleck, qui al suo terzo film come filmmaker, ci offre una ricostruzione grossomodo attendibile di un episodio poco noto di spionaggio politico da parte della...

leggi tutto
Recensione
Utile per 13 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

maurizio73 di maurizio73
8 stelle

Agente CIA specializzato in 'esfiltrazioni', escogita un ingegnoso quanto pericoloso stratagemma per liberare i sei ostaggi dell'ambasciata americana a Teheran, riparati presso la residenza dell'ambasciatore Canadese all'insaputa della polizia politica, dopo l'assalto da parte dei rivoltosi fedeli al regime dell'ayatollah Khomeyni appena insediatosi nel Gennaio del 1979. Con il supporto e la...

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

Ultimi blu-ray visti

eugenio27 di eugenio27

Gli ultimi film che ho visto in blu-ray con la relativa valutazione sia del film, sia del blu-ray. Già che ci sono vi invito a visitare il mio blog dove si parla di cinema e del fare...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2012
2012

Recensione

GIMON 82 di GIMON 82
10 stelle

Opinione dal sapore epocale,non tanto per il film(comunque notevole) ma per la valenza che ha nell'averlo visto in compagnia dei mitici Supadany e Valdemar.Ovvero nel cinema FULGOR di marca fiorentina e perlopiu' in lingua originale.Vale a dire unici italiani in sala! attorniati da belle ragazzuole yankee,quindi visione in lingua madre,in stile turista "non per caso".Aldila' dell'ironia...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 5 novembre 2012
Il meglio del 2000
2000
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito