Trama

In un'Inghilterra alternativa distopica, dove la scienza medica ha fatto enormi progressi, Kathy, Ruth e Tommy sono tre bambini che crescono nel collegio di Hailsham, del tutto isolato dal mondo, in un clima particolare. A sedici anni, completati gli studi, i tre ragazzi lasciano Hailsham per andare nei "Cottages" a completare la loro educazione per diventare prima "assistenti" e poi "donatori"; questo infatti è il loro destino sin dalla nascita: sono dei cloni umani, i cui organi sono destinati ad essere espiantati. Nonostante siano perfettamente consapevoli del loro destino, nutrono però sentimenti che li lasciano sperare di poter modificare il corso degli eventi.

Note

Il film del neokubrickiano Romanek, come il suo precedente One Hour Photo, insegue un’estetica di paradossale dolcezza plumbea, affogando il rumore di fondo del quesito politico portante (quanto manca al passaggio del consumatore a oggetto di consumo?) in una melodia sentimentalistica. Che spesso ha passaggi struggenti, ma che rischia anche di essere (ancora) inghiottita da un arrangiamento autocompiacente.

Commenti (6) vedi tutti

  • E l’amore? sempre disperato, ma esiste, su quello nessuno può farci niente, nemmeno impedire che nasca fra i cloni.

    leggi la recensione completa di yume
  • Una sconvolgente metafora sociologica solo un tantino avveniristica. Il film ci fa infatti “toccare con mano” come potrebbe andare il mondo in un futuro abbastanza prossimo. Lo fa con una esposizione di lucida e dettagliata chiarezza che riesce a impressionarci (e disturbarci) proprio, per la logica stringente della rappresentazione delle cose.

    leggi la recensione completa di spopola
  • Si puo' vedere,ma rimane un film freddo e glaciale.

    leggi la recensione completa di ezio
  • Un film a cui manca poco per essere Cinema (con quella C lì bella in grande) ma a cui manca poco anche per non essere. Si ferma lì a metà, più votato alla positività che al fallimento.

    commento di fra_paga
  • tratto da un romanzo (che non ho letto), è un film cupo e claustrofobico. una discesa agli inferi graduale e senza via d'uscita. attori in parte ma storia pesante. ma senza avere letto il libro forse il mio giudizio ne risente.

    commento di liganov
  • Un magnifico messaggio rovinato da una regia carente, che rende il film soporifero. Angoscioso (come dev'essere), ma troppo, troppo lento

    commento di shevaleo
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

marlucche di marlucche
10 stelle

Di fronte alla grazia di Non lasciarmi si resta conquistati, di fronte al suo orrore si resta sconcertati. Un film che si snoda lungo vite rubate, indossolubilmente legate allo spettro di una rassegnazione inaccettabile per lo spettatore. Intere generazioni di bambini create ad uso e consumo degli "originali" che ne useranno i pezzi come se si trattasse di un autoricambi. E nemmeno quando la... leggi tutto

36 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

tinodeluca di tinodeluca
6 stelle

L’immagine di una vecchia barca in disarmo sulla battigia trasmette il carico dei ricordi del tempo che fu, in modo rispondente e inverso a quella di tre giovani corpi di uomini e donne che non prenderanno mai il largo nell’avventura della vita. «Sapete che cosa succede ai bambini quando crescono? No, nessuno lo sa. Qualcuno diventerà un attore e andrà in... leggi tutto

10 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

pazuzu di pazuzu
4 stelle

Da quando nel 1952 i progressi della scienza medica hanno reso curabile ogni male l'aspettativa di vita è andata rapidamente allungandosi: nel 1967, anno di nascita (o meglio, di creazione) di Kathy Tommy e Ruth, supera già i 100 anni. Ma non per loro, che invece sono il mezzo utile a rendere tutto ciò possibile, sono il prezzo che l'umanità è disposta a... leggi tutto

11 recensioni negative

Piango, evviva!

karugnin di karugnin

Qualche giorno fa lessi la bella e accorata recensione di @Badu D Shinya Lynch su "Der Freie Wille": fui talmente colpito dall'intensità del suo coinvolgimento emotivo che procurai di vedere il film il giorno...

leggi tutto
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015
Disponibile dal 3 novembre 2015 in Dvd a 9,99€
Acquista

Recensione

logos di logos
7 stelle

In questo film, ciò che lascia stupefatti è la passività delle esistenze al loro destino votato alla morte (tramite donazione organi) in quanto cloni, e pertanto diverse ontologicamente dall'umanità. Il regista segue la passività in riprese superbe con tutto lo struggimento evocativo che esse possono scatenare nello spettatore non indifferente, che...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

Houssy di Houssy
8 stelle

Una luce di straziante bellezza e di disperata umanità avvolge gli ultimi minuti di uno dei film più belli che mi sia capitato e mi capiterà di vedere ultimamente. Never let me go è pellicola perfetta e commovente, eterea eppure spietatamente terrena. La vita e l’imitazione di essa, risultano protagoniste assolute di una vicenda difficile da dimenticare,...

leggi tutto

C'eravamo tanto amati

Clio di Clio

Citare la famosa pellicola di Scola per elencare le storie d'amore fallite, anticonvenzionali o bizzare comparse al cinema è scontato, ma potrebbe funzionare! Questa Playlist potrebbe durare pagine e pagine, ma mi...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

brianwilson di brianwilson
6 stelle

Freddo e straziante, inesorabile nel racconto di un gruppo di ragazzi messi al mondo per donare gli organi ad altri esseri umani facoltosi. Fantascienza distopica, in un mondo parallelo (l'Inghilterra dagli anni 70 in poi) descritto con struggente lentezza. Non c'è speranza per questi agnelli destinati al macello, che accettano la loro sorte e non fuggono (ti verrebbe voglia di dir loro:...

leggi tutto

Coppie di fatto

ROTOTOM di ROTOTOM

Il cinema da sempre catalizza le tensioni sociali, i dilemmi etici del progresso e la mutevolezza della vita dell’uomo  riplasmandone sullo schermo le istanze elevate ad astrazione intellettuale. Non è un caso...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

yume di yume
8 stelle

Dal romanzo omonimo del 2005 di Kazuo Ishiguro, già autore di Quel che resta del giorno, diventato film nel ’93 per mano di Ivory, Never Let Me Go fu presentato nell’ottobre 2010 al London Film Festival. I protagonisti, Carey Mulligan, Keira Knightley e Andrew Garfield, recitano in stato di grazia, soprattutto la Mulligan, guidati da una regia abile che traduce una...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Il mio 2011 al cinema

bradipo68 di bradipo68

Purtroppo durante il 2011 la frequentazione del cinema è stata molto meno assidua che nell'anno precedente.E purtroppo ho mancato film che probabilmente sarebbero entrati in questa mia playlist di fine anno. Non...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 21 marzo 2011

Recensione

marlucche di marlucche
10 stelle

Di fronte alla grazia di Non lasciarmi si resta conquistati, di fronte al suo orrore si resta sconcertati. Un film che si snoda lungo vite rubate, indossolubilmente legate allo spettro di una rassegnazione inaccettabile per lo spettatore. Intere generazioni di bambini create ad uso e consumo degli "originali" che ne useranno i pezzi come se si trattasse di un autoricambi. E nemmeno quando la...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito