Espandi menu

Trama

Edimburgo. Mark Renton, ladruncolo per necessità, ha scelto un'onesta e sincera tossicodipendenza. Begbie, uno psicopatico violento e alcolizzato spaventa perfino i suoi amici, ma non si sognerebbe nemmeno di toccare la droga. Spud, un disperato, ma amabile eroinomane. Sick Boy, un narciso dalle conoscenze enciclopediche su Sean Connery, in grado di tenere sotto controllo la propria dipendenza dall'eroina. Poi c'è Tommy che non si droga, è un maniaco delle escursioni all'aria aperta e di Iggy Pop. Ai margini della storia, ci sono le ragazze del gruppo.

Note

A rotta di collo fuori e dentro le vite, le visioni, le ossessioni e le "dipendenze" dei protagonisti. Addirittura, in un punto, fuori e dentro dalla tazza di un gabinetto ("il peggiore della Scozia", avverte una scritta). Abilissimo, coinvolgente, forse astuto: dal bestseller di Irvine Welsh, un film-simbolo di un tempo e di un luogo.

Commenti (25) vedi tutti

  • disgustoso, demenziale, inguardabile, bruttissimo !

    commento di stokaiser
  • Non un capolavoro, ma un film comunque particolarissimo e ben riuscito. Mi è piaciuto molto.

    commento di TonyCorleone
  • [...] Trainspotting è un saggio sulla dipendenza, non sulla droga. E' un racconto sull'intrattenimento, non sull'eroina. [...]

    leggi la recensione completa di Genga009
  • Quando un film fotografa un modo di essere di una generazione di cui tutti, più o meno, ne sono attori.....principali e non

    leggi la recensione completa di johncor1960
  • Un film che fa storia. Visione obbligatoria per gli adolescenti con conflitti generazionali. Oltretutto anche molto ben realizzato. La nuotata nel cesso è geniale.

    commento di bebabi34
  • Interrotto dopo 30 lunghissimi minuti. Degustibus non disputandum est !

    commento di gimusi
  • Vite di alcuni tossicomani a Edimburgo: schietto e trasparente. A differenza del pur bello "noi ragazzi dello zoo di Berlino" non è per nulla didascalico, non ha alcun fine educativo evidente. Duro e bellissimo. Un cult.

    commento di julca
  • Vite di alcuni tossicomani a Edimburgo: schietto e trasparente. A differenza del pur bello "noi ragazzi dello zoo di Berlino" non è per nulla didascalico, non ha alcun fine educativo evidente. Duro e bellissimo. Un cult.

    commento di julca
  • La messa in scena è originale: il realismo del soggetto viene raccontato con sequenze surreali senza togliere drammaticità. Voto 7.

    commento di Max76
  • 6 - guardatevi prima "Christiana F. - Noi i ragazzi dello zoo di Berlino" che è un suo precursore, rispetto al quale trainspotting è se non altro più variegato e meno pesannte.

    commento di Utente rimosso (metallopesante)
  • commento di Dalton
  • fa schifo…un altro film da nn vedere

    commento di Nilay
  • Scoppiato e amorale.

    commento di Carrels
  • non c'è che dire! questo film è un capolavoro!da guardare e riguardare finchè non lo consumI!

    commento di Ultranoia
  • Buono!!!

    commento di Dinamico
  • Pura ed ineguagliabile estasiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!

    commento di andystarsailor
  • Nudo, crudo e allucinato.

    commento di Ramito
  • Qualcuno ha scritto che in questo film c'è qualcosa di Scorsese, Almòdovar e Kubrick…Molto vero. Belle le canzoni di Iggy Oop e Lou Reed

    commento di mise en scene 88
  • E' giusto che chi respira ai bordi della vita non apprezzi nemmeno questi film..

    commento di brando
  • Primo film che racconta una storia di droga dal punto di vista di un tossicomane a dir poco sballato. Da vedere per gli amanti del grottesco, gli altri possano lasciar perdere. Voto: 6.5

    commento di giurista81
  • La verità è che sono cattivo…ma cambierà, io cambierò!

    commento di ultrapaz
  • NON COSI' BELLO COME SI DICE IN GIRO,MA INTERESSANTE E CRUDO.INUTILE DIRE DI PIU' DI UN FILM CHE E' GIA' UN CULT. ****

    commento di superficie 213
  • uno dei miei preferiti in assoluto, "Trainspotting" rimane e rimarra una traccia reale sulla vita oggi e su quella di domani. colonna sonora adrenalinica che fa da contorno a un film straordinario.

    commento di David Cronenberg
  • un film ormai storico!colonna sonora bellissima e ewan mc gregor pure!

    commento di robertina
  • tecnica di ripresa e di narrazione che - nel suo genere - ha fatto scuola…film da vedere per contenuti e forma…attenzione, "shock" visivi, situazione ed immagini "disturbanti"…serve un occhio "aperto"…

    commento di greenberry hill
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Recensioni

La recensione più votata è positiva

Utente rimosso (signor joshua) di Utente rimosso (signor joshua)
8 stelle

Il trainspotting è un hobby che consiste nel registrare il numero di identificazione e la destinazione dei treni al loro passaggio. Difficilmente si troverà un titolo più azzeccato per un film del genere: in questo caso al posto dei treni ci sono dei ragazzi, le cui identità, si celano dietro soprannomi tipo Renton, Sick Boy e Spud, e si perdono dietro una patina di... leggi tutto

56 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Qual è il motivo per cui i protagonisti di Trainspotting vivono come bestie? La noia. Questo è assolutamente accettabile, o almeno lo sarebbe se il narratore e la camera non indugiassero sui particolari trasformandoli in fiabeschi e quindi desiderabili, se le overdosi non diventassero sogni di evasione e se malattie e morte rimanessero un discorso applicabile soltanto 'per gente sfortunata':... leggi tutto

6 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

phelon di phelon
4 stelle

E'PURA MER*A!,AVETE IDEA DI QUANTI IDIOTI SI SONO IDENTIFIKATI NELLE PARTI(O NE VORREBBERO SEGUIRE LE GESTA)DI QUEGLI ST**NZI TOSSICI DEI PROTAGONISTI?,UN PO' KOME QUEI DECEREBRATI KE DOPO AVER VISTO"I RAGAZZI DELLO ZOO DI BERLINO"VOLEVANO VIVERE KOME QUELLI DEL FILM!IO NN HO PAROLE,SIETE TUTTI DEI TOSSICI DI MER*A! leggi tutto

1 recensioni negative

Trasmesso il 23 febbraio 2017 su Iris
Il meglio del 2016
2016
Disponibile dal 1 giugno 2016 in Dvd a 12,18€
Acquista
Il meglio del 2015
2015

Recensione

steno79 di steno79
7 stelle

Per me rimane una mezza delusione. Ricordo quando uscì, nel 1996, colpi' fortemente il pubblico per lo stile visionario di Danny Boyle, alcune sequenze come l'immersione del protagonista nel water che sfociava in un mondo sotterraneo quasi più affascinante di quello di tutti i giorni, la colonna sonora  (quella davvero notevole, con la bellissima "Born slippy" degli...

leggi tutto
Let the Healing Begin.

Let the Healing Begin.

Joe Cocker, arrestato nel 1972 in Australia.   Cominciamo da qui, da questa canzone e da questo video. Droga e alcol hanno preso in ostaggio le vite... segue

Post
Il meglio del 2014
2014

L'importanza delle parole

fabry33 di fabry33

Il cinema è soprattutto immagini, volti, luci…ma è anche dialoghi, frasi, parole. Questa play è dedicata a quelle parole che inevitabilmente colpiscono lo spettatore e che, a volte, da sole bastano a rendere...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

DuxTenebrarum di DuxTenebrarum
10 stelle

Eccellente reinterpetazione cinematografica dell'omonimo romanzo di Welsh, che discute il problema della droga tra i giovani ragazzi in modo crudo e diretto, molto spesso usando linguaggio volgare e sequenze altamente disturbanti. Ho apprezzato molto la scena in cui Dawn, figlia di uno dei giovani tossicodipendenti, muore nella propria culla, in quanto il regista ha voluto esprimere in maniera...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

TheWarOfEcho di TheWarOfEcho
8 stelle

Secondo lungometraggio di Danny Boyle, tratto dall'omonimo romanzo di Irvine Welsh. Viene raccontata la storia di Rent, giovanissimo ragazzo tossico-dipendente che vive nei sobborghi di Edimburgo e con i suoi amici, per pagarsi la roba, sono costretti a fare truffe e a rubare e il nostro Rent farà alti e bassi per cercare di smettere di farsi. Dopo la morte dell'amico Tommy riuscirà...

leggi tutto

Tagli nel personale

maso di maso

Taglia di qui …. taglia di la ….ma sa qui abbiamo un calo di fatturato dell’ottantotto e otto …..non ci viene più un chinotto, un canotto, un filotto…. Frena ..frena.. non ti buttare Cagnotto, che te...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Recensione

bukowski91 di bukowski91
8 stelle

"Scegliete la vita; scegliete un lavoro; scegliete una carriera; scegliete un maledetto televisore a schermo gigante; scegliete lavatrici, automobili, lettori CD e apriscatole elettrici; scegliete di sedervi su un divano a spappolarvi il cervello e ad annientarvi lo spirito davanti a un telequiz. E alla fine scegliete di marcire; di tirare le cuoia in un ospizio schifoso, appena un...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2010
2010

Recensione

Utente rimosso (signor joshua) di Utente rimosso (signor joshua)
8 stelle

Il trainspotting è un hobby che consiste nel registrare il numero di identificazione e la destinazione dei treni al loro passaggio. Difficilmente si troverà un titolo più azzeccato per un film del genere: in questo caso al posto dei treni ci sono dei ragazzi, le cui identità, si celano dietro soprannomi tipo Renton, Sick Boy e Spud, e si perdono dietro una patina di...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Qual è il motivo per cui i protagonisti di Trainspotting vivono come bestie? La noia. Questo è assolutamente accettabile, o almeno lo sarebbe se il narratore e la camera non indugiassero sui particolari trasformandoli in fiabeschi e quindi desiderabili, se le overdosi non diventassero sogni di evasione e se malattie e morte rimanessero un discorso applicabile soltanto 'per gente sfortunata':...

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008
Il meglio del 2007
2007
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2005
2005

United Kingdom

ultrapaz di ultrapaz

Dalla Gran Bretagna ci arrivano sempre grandissimi film. Eccone alcuni, non necessariamente i migliori, ma comunque ottime pellicole che vanno a dimostrare quanto talento abbiano gli inglesi in fatto di cinema.

leggi tutto
Playlist

Recensione

joe cavana di joe cavana
10 stelle

Solo elogi per Mark e i suoi amici.Questo è il film più importante degli anni'90. E' inoltre il film più sincero, significativo, chiaro, disfattista e geniale di sempre. Questo è un film che è in grado di aprire la mente a chiunque, e se ascoltato con attenzione è in grado di riassumere la vita di tutti, che va oltre la periferia di Edinburgo (si vedano e soprattutto sentano i primi 4...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2004
2004

Recensione

phelon di phelon
4 stelle

E'PURA MER*A!,AVETE IDEA DI QUANTI IDIOTI SI SONO IDENTIFIKATI NELLE PARTI(O NE VORREBBERO SEGUIRE LE GESTA)DI QUEGLI ST**NZI TOSSICI DEI PROTAGONISTI?,UN PO' KOME QUEI DECEREBRATI KE DOPO AVER VISTO"I RAGAZZI DELLO ZOO DI BERLINO"VOLEVANO VIVERE KOME QUELLI DEL FILM!IO NN HO PAROLE,SIETE TUTTI DEI TOSSICI DI MER*A!

leggi tutto
Il meglio del 2003
2003

Recensione

Luisa86 di Luisa86
8 stelle

Di film sulla droga e sui giovani ne sono usciti già tanti, ma mai come questo: qualcuno era di condanna, altri di denuncia, altri ritratti disincantati. Questo è addirittura compiaciuto, sfuggendo così a tutti gli schemi, gli stili, le morali. Non è il pubblico che guarda i giovani, sono i giovani che insegnano quanto sia bello, per loro, drogasi, e come sentono il mondo e cosa scelgono e...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito