Trama

Le vacanze estive di Moonee, una bambina di sei anni, e dei suoi amichetti trascorrono all'insegna di spensieratezza, meraviglie e avventure. Gli adulti che li circondano, a cominciare dalla madre di Moonee, sono però costretti a confrontarsi con le difficoltà della vita e tempi difficili.

Approfondimento

THE FLORIDA PROJECT: APPENA FUORI DISNEYWORLD

Diretto da Sean Baker e sceneggiato dallo stesso con Chris Bergoch, The Florida Project racconta la storia di Moonee, una precoce bambina di sei anni. Mentre le vacanze estive per i bambini sono piene di meraviglie e avventure, intorno a loro gli adulti affrontano tempi non proprio facili. In tutti gli Stati Uniti, i motel economici sono diventati una sorta di ultimo rifugio per coloro che non sono in grado di avere una residenza permanente. Una crescente fetta di popolazione "senzatetto", il 41% della quale è composta da famiglia, lotta settimana dopo settimana per avere un tetto sulla testa. Appena fuori Orlando, la capitale delle vacanze e luogo dove ha sede il posto più magico del mondo, i motel economici che un tempo ospitavano i turisti di passaggio per Disneyworld sono oramai popolati da famiglie senza casa. Moonee e la ventiduenne madre Halley vivono in uno dei motel, il Magic Castle. Senza padre, Moonee intravede una specie di figura genitoriale in Bobby, il gestore del motel attratto dalle buffonate dei bambini. Halley ha perso il suo lavoro e una bambina della stessa età di Moonee si è trasferita nella stanza accanto: i due eventi, sebbene non collegati, segnano l'inizio dell'avventurosa estate di Moonee.

Con la direzione della fotografia di Alexis Zabe, le scenografie di Stephonik Youth, i costumi di Fernando Rodriguez e le musiche supervisionate da Matthew Hearon-Smith, The Florida Project viene così descritto dal regista: "Una versione moderna di Piccole canaglie: è questo il modo in cui mi piace definire The Florida Project. I corti di Piccole canaglie, prodotti negli anni Venti e Trenta, da Hal Roach erano essenzialmente incentrati sui bambini che vivevano in povertà durante la Grande Depressione. Il loro status economico era solo sullo sfondo: quello che interessava erano le loro avventure e disavventure. Ciò che si vive nei motel prima di arrivare a Orlando è invece frutto dell'esperienza diretta del cosceneggiatore Chris Bergoch. Nell'aiutare la madre a trasferirsi in Florida. Chris ha viaggiato molto lungo l'autostrada 192, una delle arterie che conducono fino a Disneyworld. Ha avuto così modo di scoprire quanto la vita fosse poco magica a ridosso dei cancelli di uno dei parchi divertimento più grandi al mondo. I motel della zona, un tempo pieni di turisti, sono diventati un centro di ricovero per famiglie senza un'abitazione mentre intorno resiste qualche negozietto di souvenir e i bambini giocano per strada. Già nel 2012 volevamo concentrarci sulla situazione ma la realizzazione di Starlet prima e di Tangerine dopo ci hanno portati altrove. Non abbiamo però dimenticato il nostro proposito e abbiamo deciso di raccontare la vita nei motel con la prospettiva di una bambina di sei anni, che sebbene non sia in grado di permettersi un biglietto per Disneyworld riesce a divertirsi ugualmente e a vivere le proprie avventure. Per capire meglio il clima che si respira nei motel, abbiamo anche soggiornato in alcuni di essi e abbiamo cominciato a coinvolgere le comunità, chiedendo alle persone se volessero far parte del film e se volessero condividere le loro esperienze personali. In tal modo, abbiamo trovato quasi tutti gli attori protagonisti di The Florida Project, a cominciare dai piccoli Brooklyn#n Prince, Valeria Cotto e Christopher Rivera".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere The Florida Project è Sean Baker, regista, sceneggiatore e produttore statunitense. Baker ha curato anche la regia di Take Out, Prince of Broadway e Starlet, titolo che lo ha fatto conoscere anche al di fuori del contesto indie. Laureato alla New York University, ha presentato Tangerine al Sundance... Vedi tutto

Commenti (1) vedi tutti

  • Dopo gli ottimi Starlet e Tangerine, Sean Baker conferma il suo talento di filmaker indipendente e la passione smodata per i colori e le tonalità pastello. Drammatico e serio, senza dimostrarlo.

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

supadany di supadany
6 stelle

Torino Film Festival 35 – Festa mobile. L’inferno e il paradiso sono più vicini di quanto crediamo, talvolta addirittura si mescolano tra loro ma senza riuscire a comunicare veramente. Sarà che ovunque c’è talmente tanta povertà da rischiare di vederla passare per qualcosa di inevitabile, uno stato che a qualcuno deve pur toccare, perché il... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

alan smithee di alan smithee
7 stelle

CANNES 70 - QUINZAINE DES REALISATEURS - 35 ° TFF: FESTA MOBILE  L'estate è arrivata e i paradisi artificiali, colorati e kitsch di una Florida che pare un effimero ed ingannevole, ma accattivante, paese dei balocchi offrono ad un gruppetto di bambini l'occasione di divertirsi, scatenarsi dal mattino alla sera. La piccola Moonee ha un carattere trascinante ed una esuberanza... leggi tutto

1 recensioni positive

Il meglio del 2017
2017

Recensione

supadany di supadany
6 stelle

Torino Film Festival 35 – Festa mobile. L’inferno e il paradiso sono più vicini di quanto crediamo, talvolta addirittura si mescolano tra loro ma senza riuscire a comunicare veramente. Sarà che ovunque c’è talmente tanta povertà da rischiare di vederla passare per qualcosa di inevitabile, uno stato che a qualcuno deve pur toccare, perché il...

leggi tutto
Il meglio del 2016
2016
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito