Città dolente

Trama

Nel 1945 Taiwan torna alla Cina dopo la sconfitta giapponese e i nazionallisti di Chiang Kai Shek, cacciati dal continente, soffocano ogni movimento indipendentista. La storia è l'odissea di una famiglia composta dal padre e da quattro figli: il primo verrà ucciso dai trafficanti di droga, il secondo è disperso in guerra, il terzo viene imprigionato e torturato, il quarto è sordo e fa il fotografo. Leone d'oro a Venezia nel 1989, penalizzato dalla distribuzione nelle sale, il film ha una struttura antispettacolare ma di alta drammaticità: macchina fissa, niente primi piani, lunghe inquadrature, nessun didascalismo. Arduo, ma di innegabile fascino.

Commenti (2) vedi tutti

  • Con la sua complessa struttura narrativa, il film racconta lo smarrimento e le contraddizioni di un Paese appena uscito dalla dittatura attraverso la drammatica storia di una famiglia. Epico e avvolgente, freddo e commovente al tempo stesso, ha un ritmo disteso, intenso ed essenziale ricco di vibrazioni e di trasalimenti

    commento di spopola
  • è capolavoro assoluto ****

    commento di LS
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
10 stelle

Voto 10/10 Il film di Hou Hsiao Hsien che, vincendo il Leone d’oro a Venezia nel 1989, rivelò in Occidente la statura artistica del regista e della cinematografia taiwanese. La trama ci racconta le vicende della famiglia Lin a Taiwan nell’immediato dopoguerra, quando l’isola passò dal governo giapponese a quello cinese e ci furono una serie di gravi rivolgimenti... leggi tutto

2 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

RobocopXIII di RobocopXIII
5 stelle

Ho una notizia buona e una cattiva. Quella buona è che con A City of Sadness il regista si allontana finalmente dal tema della crescita, protagonista della sua "trilogia della formazione" e del suo primo film autoriale, The Boys of Fengkuei. Quella cattiva è che adesso Hou non ha più alibi: non era la sceneggiatura a penalizzarlo. A City of Sadness racconta Taiwan negli... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

RobocopXIII di RobocopXIII
5 stelle

Ho una notizia buona e una cattiva. Quella buona è che con A City of Sadness il regista si allontana finalmente dal tema della crescita, protagonista della sua "trilogia della formazione" e del suo primo film autoriale, The Boys of Fengkuei. Quella cattiva è che adesso Hou non ha più alibi: non era la sceneggiatura a penalizzarlo. A City of Sadness racconta Taiwan negli...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2014
2014

Introvabili cercasi

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista

"Mi piacerebbe tanto rivederlo, ma non esiste più in commercio..." "Ce l'avevo registrato, ma sarebbe bello se lo pubblicassero finalmente in dvd..." "L'ho visto una volta in televisione quando ero piccolo e...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

steno79 di steno79
10 stelle

Voto 10/10 Il film di Hou Hsiao Hsien che, vincendo il Leone d’oro a Venezia nel 1989, rivelò in Occidente la statura artistica del regista e della cinematografia taiwanese. La trama ci racconta le vicende della famiglia Lin a Taiwan nell’immediato dopoguerra, quando l’isola passò dal governo giapponese a quello cinese e ci furono una serie di gravi rivolgimenti...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

AtTheActionPark di AtTheActionPark
10 stelle

Un po' come nel 1950 Rashomon, al Festival di Venezia, rivelò il cinema orientale - anzi, giapponese - all'Occidente, Città dolente, nel 1989, sempre a Venezia, fece scoprire la cinematografia taiwanese al "grande" pubblico. Un affresco complesso e stratificato, che mi ha ricordato il capolavoro di Angelopoulos, La recita, nel voler unire un approccio moderno dello stile con l'analisi...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2002
2002
Il meglio del 1989
1989
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito