Trama

Un industriale milanese ingaggia un investigatore per verificare il passato della moglie Paola (Lucia Bosé). Viene a galla così una passione giovanile della donna per un suo compagno di collegio, Guido (Massimo Girotti). Costui, resosi conto della situazione, rintraccia Paola per avvertirla e l'antica passione rinasce. Ma Paola adesso propone a Guido di uccidere il marito troppo curioso...

Note

Girato tra Ferrara e Milano questo film è l'opera prima di Michelangelo Antonioni, in cui la struttura vagamente gialla è piegata ad una indagine esistenziale e sociale. A prima vista sembra solamente un noir, ma lo stile, fatto di lunghe inquadrature e di silenzi, fa capire ampiamente che è nato un grande autore. Lucia Bosé è giovanissima e bellissima.

Commenti (5) vedi tutti

  • Ottimo esordio di Antonioni, tra noir, detective story e critica sociale.

    commento di Stefano L
  • Enrico Fontana, ricco industriale milanese, (Ferdinando Sarni) chiede ad un investigatore privato di scoprire qualcosa sul passato della bella e giovane moglie Paola (l’elegantissima Lucia Bosè) sposata un po’ troppo in fretta. Si accorge delle indagini il bello ma spiantato Guido (Massimo girotti) ex di Paola che allarmato la mette al corrente...

    leggi la recensione completa di marco bi
  • Due amanti che uccidono chi si frappone a loro, ma non ottengono nulla. I poveri si dibattono per arricchirsi, e i ricchi vivono una vita grama, anche se nel lusso, perchè non amano.

    leggi la recensione completa di Baliverna
  • L'esordio di Antonioni lascia ancora il segno. Girotti e Bosè in gran forma. Musiche bellissime e seminali di Fusco.

    leggi la recensione completa di hallorann
  • 7

    commento di eucas70
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
8 stelle

Il primo film di Antonioni è già un'opera matura e ben realizzata, che non si direbbe girata da un esordiente in virtù della sicurezza tecnica ed espressiva del suo linguaggio, con piani sequenza e movimenti di macchina che mi sembrano anticipare di una decina di anni quelli dei registi della Nouvelle Vague. E anche il commento musicale di Giovanni Fusco mi ha fatto... leggi tutto

20 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

marco bi di marco bi
6 stelle

Mi fanno male… i complessi di colpa - l’amore non li vuole! Con questo film nacque un  profondo autore moderno.   Dopo qualche premiato documentario neorealista, ecco il primo lungometraggio del giovane (aveva 38 anni) Michelangelo Antonioni, critico cinematografico, scrittore, sceneggiatore e pittore (si vede dalla messa in scena, dallo sguardo figurativo e dallo... leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Trasmesso il 23 settembre 2017 su Rai Storia
Trasmesso il 18 settembre 2017 su Rai Storia
Il meglio del 2016
2016

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

Il primo film di Antonioni è già un'opera matura e ben realizzata, che non si direbbe girata da un esordiente in virtù della sicurezza tecnica ed espressiva del suo linguaggio, con piani sequenza e movimenti di macchina che mi sembrano anticipare di una decina di anni quelli dei registi della Nouvelle Vague. E anche il commento musicale di Giovanni Fusco mi ha fatto...

leggi tutto

Buona la prima!

BreakingNico22 di BreakingNico22

Dieci grandi esordi cinematografici di alcuni fra i più importanti registi della storia recente della settima arte. Chi ben comincia, è a metà dell'opera

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2015
2015

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

Primo lungometraggio di Antonioni, Cronaca di un amore è un affondo nei confronti della borghesia milanese (e settentrionale in genere) arricchitasi nei primi anni del dopoguerra, spesso dimenticando valori più sani rispetto alla rincorsa ai soldi, alla ricchezza e alla tenuta di un tenore di vita alto e fatuo, del tutto staccato dal resto della popolazione che lavora, tribola e...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013

Recensione

marco bi di marco bi
6 stelle

Mi fanno male… i complessi di colpa - l’amore non li vuole! Con questo film nacque un  profondo autore moderno.   Dopo qualche premiato documentario neorealista, ecco il primo lungometraggio del giovane (aveva 38 anni) Michelangelo Antonioni, critico cinematografico, scrittore, sceneggiatore e pittore (si vede dalla messa in scena, dallo sguardo figurativo e dallo...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011
Disponibile dal 18 gennaio 2011 in Dvd a 14,46€
Acquista
Il meglio del 2010
2010

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

Opera capitale nella Storia del cinema (non solo quello italiano: il primo Antonioni era studiatissimo ovunque, anche nella Spagna franchista di Bardem e Berlanga). Decisamente innovativo sia per i contenuti sia per le forme. Antonioni finge di dirigere un melo, un noir, un poliziesco: in realtà, "Cronaca di un'amore" è la perlustrazione di un ambiente tanto ricco...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2009
2009

Tradimenti

Redazione di Redazione

Materia oscura per eccellenza, deviazione dall'altro. Il tradimento è maschera, è vigliaccheria, è doppiezza. E spesso, quanto più è atroce, tanto più è spettacolare. Proviamo allora a metterli in fila tutti...

leggi tutto
Playlist

Recensione

jonas di jonas
8 stelle

Antonioni esordisce con un bel noir padano lontanissimo dallo stile dei film che, a distanza di un decennio, ne decreteranno la fama. Due innamorati si ritrovano, dopo sette anni, perché il ricco marito di lei ha deciso di far indagare sul suo passato. I due nascondono un segreto: permisero che la fidanzata di lui (nonché amica di lei), in prossimità delle nozze, si...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2008
2008

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Più che cronaca di un amore è la cronaca di una morte annunciata:Antonioni parte da un intreccio noir con uno stile molto diverso da quello che poi sarà lo stile dei suoi capolavori per prendere da subito le distanze dal neorealismo,nonostante siano passati pochissimi anni dalla fine della Guerra.Eppure guardando questo film l'associazione che per prima mi viene in mente è quella con...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2007
2007

GRAZIE DI TUTTO

ligeti di ligeti

Per me, Michelangelo Antonioni è stato e sarà per sempre prima di tutto un amico fedele. Come è stato e come sarà ancora bello immergersi nel silenzio delle tue immagini per dimenticare il frastuono del mondo!

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2006
2006

fragili pensieri...un presagio!

rosario di rosario

....troppe volte davanti a me ti sei fermata senza voler ascoltare....inebriata da te stessa,pessima consulente del tuo cuore....non si po' controllare a lungo una persona,non le si' possono tagliare le ali....IN...

leggi tutto
Playlist

Recensione

juliett di juliett
8 stelle

l'odore ineffabile del tragico in un bianco e nero che da forma ai pensieri.la cronaca di una amore quotidiano,che, come tutti, non riesce a vincere i dogmi della società, ma riesce ad insinuarsi dentro restando impigliato in una rete che non gli da scampo;inutili sono gli sforzi degli amanti di cercare di essere artefici del proprio destino. pianisequenza lunghissimi che sfociano negli occhi...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2005
2005

DALLA CRONACA ALL'ECLISSE

Aquilant di Aquilant

Percorso frastagliato, completamente in salita quello di Antonioni che fin dai suoi esordi, in piena epoca di neorealismo, si compiace di procedere controcorrente, impostando il suo primo lungometraggio addirittura...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2004
2004

La macchia indelebile

Vocativo di Vocativo

L'evento più drammatico della giornata è che mi si è macchiata la camicia. Una macchia di fragola. Può capitare che in una giornata non accada di peggio. Le elezioni sono alle spalle e mai imparerò a...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito