Espandi menu

    Trama

    In un futuro distopico, a causa delle leggi in vigore le persone single vengono arrestate, trasferite in un hotel e obbligate a trovare un compagno nell'arco di 45 giorni. Qualora ciò non accada, i single vengono trasformati in un animale di loro scelta ed abbandonati nelle foreste. In questo contesto, un uomo disperato sfugge dall'albergo e si rifugia nel bosco, dove vivono i Solitari, e si innamora, infrangendo ogni regola.

    Note

    Yorgos Lanthimos vive e lavora in Inghilterra, continua a scrivere con il suo collaboratore di fiducia Efthimis Filippou, e riflette in un’altra lingua sull’atrofizzazione dei sentimenti, che porta presto all’eclissi della ragione e alla mostruosità, qui quasi medievale.

    Commenti (8) vedi tutti

    • Ci sono film che danno “pugni nello stomaco”, questo colpisce il cervello e gli attributi. Ricco di simbolismi soffocanti, assurdo, folle, surreale, allucinante, si desidera solo che finisca per liberarsi dal fardello della sua pesantezza e molte incongruenze, ma l’autore con sadismo fornisce un’altra mazzata nel finale. Da manuale di psichiatria.

      commento di Maciknight
    • In una società in cui i single vengono arrestati e costretti a cercare un compagno, pena la trasformazione in animali; il protagonista trova la sua completezza nel mondo dei "solitari", come a ribadire l'insegnamento per cui amare qualcuno preveda il saper amare prima di tutto se stessi. Una metafora della vita.

      leggi la recensione completa di alfatocoferolo
    • Il trionfatore per la critica a Cannes 2015 è un film che non riesce a riportare sullo schermo i buoni intenti delle premesse, vale a dire una storia disperata in un contesto aberrante. Colpa di una piattezza generalizzata praticamente riscontrabile in ogni aspetto dell’operazione.

      leggi la recensione completa di scandoniano
    • ***Paradossale apologo ambientato in una realtà immaginaria. Amara metafora sulle relazioni di coppia assoggettate ad assurde regole sociali e sulla manipolazione degli individui incapaci di sottrarsi alle convenzioni. Buona la 1a parte, un po’ macchinosa la 2a in cui i ribelli usano sistemi coercitivi non meno duri di quelli ufficiali. Spiazzante.

      commento di Estonia
    • Se è una favola, è disperata. Se è realtà, lascia ancora un piccolo spazio ai sogni. The Lobster è un trattato di rara profondità sull'uomo, la donna, le sue scelte, le sue necessità. Sicuri che sia ambientato nel futuro?

      leggi la recensione completa di MarioC
    • mi sono fidato della critica,ho visto un film assurdo banale nella sua struttura apparentemente moderna e originale.sono uscito prima che il film terminasse,ci vuole coraggio a finanziare na roba simile.bravi attori per un film inutile

      leggi la recensione completa di stella1950
    • Fantascemenza

      commento di iro
    • L'aragosta è un'idea individuale che emana da una follia collettiva. Imposta dall'alto. E sostituibile solo con la follia avversaria. Rivoluzionaria, ma non meno assurda e crudele.

      leggi la recensione completa di OGM
    Scrivi un tuo commento breve su questo film

    Scrivi un commento breve (max 350 battute)

    Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

    Recensioni

    La recensione più votata è positiva

    amandagriss di amandagriss
    8 stelle

      Uomini & donne   Chi siamo noi veramente? Uomini-animali sociali, fisiologicamente bisognosi di saperci appartenenti in tutto e per tutto alla nostra specie fino ad annullare le singole personalità, uniformarci alla massa mediante un processo di omologazione che contempla, in non rarissimi casi, la mimesi assoluta? O siamo uomini-individualità singole e ben... leggi tutto

    30 recensioni positive

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    SillyWalter di SillyWalter
    5 stelle

            Prevale  un cerebralismo piuttosto glaciale in THE LOBSTER, un cerebralismo che può forse stimolare e che sicuramente ravviva le serate a suon di "io ci ho visto" & "secondo me invece" , ma che si sposa poco e male (soprattutto nella seconda parte del film) con il tema umanamente caldo della solitudine e della coppia clandestina dall'amore... leggi tutto

    6 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle negative

    scandoniano di scandoniano
    4 stelle

    Con una scrittura che sembra uscita dalla penna di Charlie Kauffman, “The lobster” del greco Yorgos Lanthimos sfiora la Palma d’oro a Cannes 2015, aggiudicandosi il premio della critica. Oramai il film pseudo-indipendente (nel cast un paio di pezzi da novanta del calibro di Rachel Weisz e Colin Farrell), dall’idea forte, originale, vagamente eversiva, è diventato... leggi tutto

    5 recensioni negative

    Libertà?

    Ran08 di Ran08

    Complesso concetto filosofico, politico, etico, religioso. Sicuramente impossibile da trattare in modo esaustivo con una playlist sul cinema. Tuttavia vorrei provare ad aprire un dibattito a riguardo. Sarebbe...

    leggi tutto

    Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 15 voti

    vedi tutti

    Recensione

    dollyfc di dollyfc
    7 stelle

    Questo è uno di quei film che alla fine mi lascia un po così... e devo rimuginare molto  sulle impressioni che mi ha lasciato ....ancora adesso a distanza di mesi  non saprei dire esattamente per quali motivi mi è piaciuto e per quali no . Un mondo senza più amore o affetto ma che ha bisogno di domostrare il contrario ?....( chi non vive in coppia...

    leggi tutto

    Recensione

    alexio350 di alexio350
    8 stelle

    In una società distopica David (Colin Firrell) soggiorna un albero dove le persone sole devono trovarsi una compagna in breve tempo, pena venire trasformati in animali. Per cercare di sfuggire dal terribile destino, David decide prima di mettersi insieme a una sadica che gli uccide il fratello-cane a pedate, poi scappa in un bosco con un gruppo di rifugiati. Ma anche qui, le regole...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 3 utenti

    Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 18 voti

    vedi tutti

    Recensione

    Malpaso di Malpaso
    9 stelle

    Un'opera inquietante e di difficile comprensione. Lanthimos estremizza ciò che sarebbe convenzionalmente accettato nella società odierna elevandolo a legge e analizza la risposta degli esseri umani. Il risultato è un'alienazione totale, che si riflette anche nella splendida regia statica e distaccata. Al termine della visione si rimane un po' straniti. Non se ne coglie...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 4 utenti

    Recensione

    penelope68 di penelope68
    7 stelle

    Sono andata a vedere questo film molto incuriosita dalla trama e dal titolo.E poi ne sono rimasta catturata e impressionata come il coniglio che cade nella rete nel film.In una societa' ipotetica e fantasiosa ,tutti coloro che restano soli per qualche ragione vengono prelevati e portati in un hotel isolato.Li il nostro protagonista dovra' scegliere un altro partner in 45 giorni,altrimenti...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 3 utenti

    Recensione

    Peppe Comune di Peppe Comune
    8 stelle

    In un tempo non ben precisato, l'autorità centrale punisce ferocemente ogni persona non regolarmente sposata. Stando così le cose, il mite architetto David (Colin Farrell), da popo lasciatosi dalla moglie, si vede costretto a trovarsi una nuova compagna. Viene rinchiuso all'interno di un grande e lussuoso albergo in compagnia di numerose altre persone che si trovano nella sua...

    leggi tutto

    Recensione

    alfatocoferolo di alfatocoferolo
    8 stelle

    Lanthimos costruisce realtà parallele, utilizzando gli stessi tassellini basilari delle nostre esistenze. Riflettendoci, qui come in Kynodontas, nulla è puramente inventato malgrado ogni cosa appaia tale. Nella società costruita dal regista greco l'uomo cerca completezza attraverso la complementarità fisica e psicologica, le coppie si formano per...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 4 utenti

    Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 22 voti

    vedi tutti

    Disponibile dal 1 marzo 2016 in Dvd a 18,19€

    Acquista

    Recensione

    scandoniano di scandoniano
    4 stelle

    Con una scrittura che sembra uscita dalla penna di Charlie Kauffman, “The lobster” del greco Yorgos Lanthimos sfiora la Palma d’oro a Cannes 2015, aggiudicandosi il premio della critica. Oramai il film pseudo-indipendente (nel cast un paio di pezzi da novanta del calibro di Rachel Weisz e Colin Farrell), dall’idea forte, originale, vagamente eversiva, è diventato...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 7 utenti

    Recensione

    MarioC di MarioC
    9 stelle

      Che coss’è l’amor? E soprattutto: che peso e senso dare alla sua ricerca ed alla sua perdita? Quale maledizione impedisce una felicità che non sia per contratto? Le coppie ed i solitari: animali in divenire o schegge di abbrutimento consapevole: due facce di un mondo che Lanthimos scandaglia con ferocia lucidissima, un mondo che appartiene al futuro ma forse...

    leggi tutto

    Recensione

    logos di logos
    8 stelle

    Un film esteticamente spietato nel senso di von Trier ma anche di Haneke, che fa riflettere sull’ottundimento silente e dilagante del sentimento, in assenza del quale l’esistenza si ritira e lascia l’esserci nella sua meccanica cura, esclusivamente votata alla sopravvivenza senza più un’Idea.   Si deve essere una coppia, pena il diventare animali di altra...

    leggi tutto

    Recensione

    NickZeta di NickZeta
    9 stelle

    Un cinema distopico che fa uso della satira e di un'ironia molto Alleniana per raccontare una stramba società che impone la vita di coppia per il bene dell'umanità con la conseguenza di rendere l'amore un sentimento ipocrita e falso. Yorgos Lanthimos usa dialoghi e situazioni piene di no-sense per ridicolizzare la vita di coppia e per riflettere su ciò che l'essere umano...

    leggi tutto

    Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 28 voti

    vedi tutti

    Il meglio del 2015

    2015

    Recensione

    amandagriss di amandagriss
    8 stelle

      Uomini & donne   Chi siamo noi veramente? Uomini-animali sociali, fisiologicamente bisognosi di saperci appartenenti in tutto e per tutto alla nostra specie fino ad annullare le singole personalità, uniformarci alla massa mediante un processo di omologazione che contempla, in non rarissimi casi, la mimesi assoluta? O siamo uomini-individualità singole e ben...

    leggi tutto

    Uscito nelle sale italiane il 12 ottobre 2015

    Il meglio del 2014

    2014

    Il meglio del

    The Lobster valutazione media: 7.1 41 recensioni del pubblico.

    Le nostre firme

    Scopri chi sono le firme

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono le firme

    Come si diventa una firma

    Le firme sono scelte tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare una firma?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito