Espandi menu

    Trama

    La famiglia Weiss ha fatto dell'ossessione per la celebrità il proprio marchio distintivo. Il tredicenne figlio Benjie (Evan Bird) è una star della tv ed è finito recentemente in riabilitazione per droga, mentre l'estraniata figlia Agatha (Mia Wasikowska) è appena uscita da un ospedale psichiatrico quando stringe amicizia con l'autista di limousine Jerome (Robert Pattinson), anch'egli aspirante attore. Il padre Sanford (John Cusack) è un famoso guru e tra i suoi clienti ha Havana Segrand (Julianne Moore), un'attrice il cui sogno di interpretare il ruolo della madre morta, anche lei famosa attrice, in un nuovo film si sbriciola lentamente mentre fantasmi, morte e vizi prendono il sopravvento.

    Commento

    A Cronenberg non interessa più il racconto, ma soltanto l’isolamento di una porzione di mondo da studiare, al solito, alla maniera degli entomologi. In questa settima arte terminale non c’è più spazio per la narrazione. Il cinema è evaporato, e Cronenberg ha fatto evaporare il suo cinema. Un’opera dolorosa e immensa.
    • Miglior interprete femminile a Julianne Moore al Festival di Cannes 2014

    Recensioni

    La recensione più votata è positiva

    M Valdemar di M Valdemar
    9 stelle

      Su la cenere di stelle. Cronenberg scrive il suo nome nel morituro firmamento hollywoodiano - sfavillante simbolo dell'opulente perpetua illusione tipica dei nostri tempi e dei nostri luoghi - smascherando la mistificazione del Sogno. Dietro - e sotto, sopra, dentro, ovunque - l'Incubo. C'è gente che muore, c'è gente che vede la gente morta senza... leggi tutto

    34 recensioni positive

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    ed wood di ed wood
    5 stelle

    Delude l’ultima fatica di Cronenberg. Un piccolo passo avanti rispetto a “Cosmopolis”, ma non è sufficiente a salvare il film. Pare che il regista canadese non abbia nemmeno lui ben chiaro cosa cerchi e cosa voglia da questo suo ennesimo nuovo corso. La sua carriera è stata, negli scorsi decenni, fra le più brillanti, tanto da renderlo uno dei giganti del... leggi tutto

    8 recensioni sufficienti

    Recensione

    maldoror di maldoror
    7 stelle

      L'universo ballardiano sembra finalmente essersi (de)realizzato. Le stars di Hollywood non sono più quegli esseri semi-divini che ci apparivano una volta ingigantiti su uno schermo, non sono più quelle icone appartenenti ad una dimensione altra dalla realtà, quella dell'immaginario. Ormai fanno parte della nostra vita quotidiana, sono persone come noi,...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 4 utenti

    Recensione

    emilio_2899 di emilio_2899
    9 stelle

    2 dopo il bellissimo, ma anche criticato, Cosmopolis, Cronenberg riprende la macchina da presa per girare per la prima volta negli USA, prima di questo film i suoi film, seppur ambientati, erano girati quasi tutti in europa o canada. Il regista approda a LA, Hollywood, prende in mano il copione di Robert Wagner e decide di girare un altro grande film di una grande filmografia.  Il film...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 3 utenti

    Disponibile dal 4 dicembre 2014 in Dvd a 13,99€

    Acquista

    Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 7 voti

    vedi tutti

    Recensione

    Fanny Sally di Fanny Sally
    7 stelle

    Dopo il discusso e in parte incompreso Cosmopolis (2012) incentrato sull’ambiente dell’alta finanza, l’eclettico David Cronemberg torna alla regia puntando stavolta l’obiettivo contro il viziato e vizioso mondo dello showbiz hollywoodiano, disvelandone e indagandone peccati, ombre, falsità e ingiustizie, con il consueto occhio acido e spietato. Che spesso ci sia...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 3 utenti

    Recensione

    Tex Murphy di Tex Murphy
    6 stelle

    Un Cronenberg minore quello di questi ultimi dieci anni ma che riesce comunque a regalarci spunti interessanti, anche se non più taglienti e originali come un tempo.....ma forse è il cinema stesso in crisi di originalità.

    leggi tutto
    Recensione

    Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 16 voti

    vedi tutti

    Recensione

    Snaporaz68 di Snaporaz68
    8 stelle

    EXIT (MUSIC FOR A FILM)   A Cronenberg sta un po’ succedendo quello che è già capitato a Brian De Palma: ad ogni nuovo film, spesso in controtendenza rispetto agli standard narrativi cinematografici, ne viene annunciato il de profundis, qualcuno parla di Alzheimer, qualcun altro lo proclama esaurito, definitivamente affossato nella sua mancanza di ispirazione. E...

    leggi tutto

    Recensione

    Barone Cefalu di Barone Cefalu
    6 stelle

    Cronenberg, da sempre attento a svelare le contraddizioni dell'essere umano, della sua parte oscura che a volte lotta e a volte domina la sua coscienza, continua nel suo cammino. Ed è un cammino, quello del regista, che un tempo raccontava della trasformazione tramite la rappresentazione vivida, cruda, simbolica e dell'assurdo; suppurazioni di uno stato che trovava sfogo in un quadro...

    leggi tutto
    Recensione

    Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 23 voti

    vedi tutti

    Recensione

    GiorgioBlu di GiorgioBlu
    7 stelle

    Ho visto questo film consapevole che cronenberg negli ultimi anni, da A dangerous method, non ne aveva azzeccata una, e diciamocela anche perchè dal titolo mi sembrava un film di fantascienza :-) Ma non mi è andata così male. Cominciamo col dire che questo è finalmente un film cronenberghiano, perchè da un pò di film non ritrovavo più il suo...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Recensione

    giorgiobarbarotta di giorgiobarbarotta
    5 stelle

    Ciò che rimane impresso dell'ultima fatica di Cronemberg non è farina del suo sacco: trattasi di una magnifica poesia di Paul Eluard dal titolo "Libertà". Il resto è una commistione delle solite tematiche care al regista canadese: la carne, la psiche, i legami di sangue, la sessualità, la follia, la morte, i cortocircuiti sociali, le piccole comunità...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 2 utenti

    Recensione

    dernier di dernier
    7 stelle

    Ho pensato e ripensato a quale fosse la chiave interpretativa migliore per descrivere questo film. Poi mi sono deciso; il potere, Maps to the Stars è un film sul potere. Sui legami, sul dominio, sulla dipendenza. Credo che per capire il film si debba allargare il cerchio ermeneutico, fino ad includere un legame del quale non si può fare a meno per descrivere l'esistenza...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 3 utenti

    Recensione

    Mulligan71 di Mulligan71
    8 stelle

    Il sottotitolo di quest'ennesimo grande film del regista canadese, potrebbe essere "Hollywood is burning!", urlo punk del tempo che fu. Dopo la strada in fiamme del capitalismo, nell'immenso "Cosmopolis", Cronenberg concentra la sua lente d'ingrandimento sulla Los Angeles di Hollywood, dello star system, e filtra i raggi del sole (o delle stelle) per darle fuoco, come in un discorso di...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 6 utenti

    Recensione

    Texano98 di Texano98
    7 stelle

    Vedere un film di David Cronenberg è sempre un piacere ed è difficile rimanere delusi, anche davanti alle sue opere che mi hanno lasciato più interdetto alla fine non riuscivo a dire che il film "non mi era piaciuto", al massimo non mi aveva fatto impazzire, come per esempio questo. Quindi preciso che nel complesso lo trovo ben fatto, stiamo sempre parlando di un...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 7 utenti

    Recensione

    NOODLES98 di NOODLES98
    8 stelle

    Quando la storia narrata nella sceneggiatura di Bruce Wagner sembra imboccare una strada sicura, canonica, se non già vista, una parabola sulla Hollywood corrotta e distrutta dalle stesse stelle (cadenti) che la compongono, entra in scena Cronenberg, che, come tutti sanno, proviene dall'horror più puro e disturbante, che ha anche innovato, e ci introduce a una storia di fantasmi...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 4 utenti

    Recensione

    FrancescoWoodman di FrancescoWoodman
    8 stelle

    Na na na, Na na na, Eh-Eh-Eh, Ciào Ciào.     Maps to the stars, bizzarra miscela di sciroppi amari, è un film strabiliante, magnetico, di un'ancestralità terribile, di una potenza visiva talvolta folgorante. Un'opera enorme, che rifugge spiegazioni meramente logiche, che s'abbandona all'incalzante ritmo lineare sul quale si snodano storie mai...

    leggi tutto

    Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 8 voti

    vedi tutti

    Il meglio del 2013

    2013

    Il meglio del 2002

    2002
    Maps to the Stars valutazione media: 7.5 42 recensioni del pubblico.

    Le nostre firme

    Scopri chi sono le firme

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono le firme

    Come si diventa una firma

    Le firme sono scelte tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare una firma?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito