Espandi menu

    Trama

    La famiglia Weiss ha fatto dell'ossessione per la celebrità il proprio marchio distintivo. Il tredicenne figlio Benjie (Evan Bird) è una star della tv ed è finito recentemente in riabilitazione per droga, mentre l'estraniata figlia Agatha (Mia Wasikowska) è appena uscita da un ospedale psichiatrico quando stringe amicizia con l'autista di limousine Jerome (Robert Pattinson), anch'egli aspirante attore. Il padre Sanford (John Cusack) è un famoso guru e tra i suoi clienti ha Havana Segrand (Julianne Moore), un'attrice il cui sogno di interpretare il ruolo della madre morta, anche lei famosa attrice, in un nuovo film si sbriciola lentamente mentre fantasmi, morte e vizi prendono il sopravvento.

    Commento

    A Cronenberg non interessa più il racconto, ma soltanto l’isolamento di una porzione di mondo da studiare, al solito, alla maniera degli entomologi. In questa settima arte terminale non c’è più spazio per la narrazione. Il cinema è evaporato, e Cronenberg ha fatto evaporare il suo cinema. Un’opera dolorosa e immensa.

    Recensioni

    La recensione più votata è positiva

    M Valdemar di M Valdemar
    9 stelle

      Su la cenere di stelle. Cronenberg scrive il suo nome nel morituro firmamento hollywoodiano - sfavillante simbolo dell'opulente perpetua illusione tipica dei nostri tempi e dei nostri luoghi - smascherando la mistificazione del Sogno. Dietro - e sotto, sopra, dentro, ovunque - l'Incubo. C'è gente che muore, c'è gente che vede la gente morta senza... leggi tutto

    43 recensioni positive

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    ed wood di ed wood
    5 stelle

    Delude l’ultima fatica di Cronenberg. Un piccolo passo avanti rispetto a “Cosmopolis”, ma non è sufficiente a salvare il film. Pare che il regista canadese non abbia nemmeno lui ben chiaro cosa cerchi e cosa voglia da questo suo ennesimo nuovo corso. La sua carriera è stata, negli scorsi decenni, fra le più brillanti, tanto da renderlo uno dei giganti del... leggi tutto

    10 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle negative

    abulaze di abulaze
    2 stelle

    Un film di folgorante inutilità. Non sgradevole o fastidioso - ché pure sarebbe stato qualcosa - ma inconsisitente. Centoundici minuti di reiterata e programmatica assenza di scopo. Un vuoto pneumatico che non suscita neppure indignazione. Semmai ci si potrebbe indignare dello sbrodalente entusiasmo di tante recensioni ma si sa che tra il film e la sua visione c'è sempre... leggi tutto

    1 recensioni negative

    Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 5 voti

    vedi tutti

    Recensione

    GoldenChain di GoldenChain
    8 stelle

    Tra i salotti ovattati, i ricevimenti sfarzosi e le ville faraoniche dei divi dell’assolata Los Angeles serpeggiano miserie umane, vite abbruttite dall’opulenza e dall’eccesso pronte ad esplodere/implodere quando la miccia di qualche segreto inconfessabile, di un passato nascosto sotto il tappeto, infrange irrimediabilmente la cortina posticcia di un’illusoria...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 6 utenti

    Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 5 voti

    vedi tutti

    Recensione

    Stanley42 di Stanley42
    9 stelle

        Il cinema di Cronenberg non è mai rassicurante e indolore per lo spettatore, il quale viene costantemente messo di fronte alle bassezze più nefande del genere umano. In questo caso quelle che il regista vuole fornire al suo pubblico sono, come testimonia il titolo, delle vere e proprie mappe di decodificazione delle stelle. Non, però, quelle splendenti...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 5 utenti
    THE COMEBACK
    zombi di zombi

    THE COMEBACK

    IL RITORNO per valerie cherish non è un bisogno come un altro. la star appannata di julianne moore che canta e balla dopo aver saputo che il ruolo... segue

    post

    Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 6 voti

    vedi tutti

    Recensione

    alfatocoferolo di alfatocoferolo
    8 stelle

    Sarà l'età ma c'è che Cronenberg ha rinunciato in qualche modo a fare cinema così come l'ha sempre fatto. Il suo stile, la sua personalità, sono in qualche modo sempre presenti ma non c'è più il tentativo di convincere lo spettatore. E' un cinema fatto per se stesso, non finalizzato ad un racconto, ad una scommessa col pubblico ma soltanto ad...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 5 utenti

    Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 11 voti

    vedi tutti

    Recensione

    Ferro 3 di Ferro 3
    7 stelle

      C’è da strabuzzare gli occhi, meravigliati e pietrificati sincronicamente, una volta usciti dal turbinio di emozioni che la regia ultima dell’inimitabile Barone del Sangue (anche se alla luce degli ultimi lavori questo appellativo, per alcuni, potrebbe risultare stantio) somministra senza cautela alcuna? Sì e no. Sì, lo scorrere dei fotogrammi ha un...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 5 utenti

    Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 8 voti

    vedi tutti

    Lessico famigliare

    giuvax di giuvax

    Ci sono dei meccanismi familiari così attorcigliati e alterati che trascendono i rapporti tra i singoli componenti. E sono così strutturati da creare un equilibrio interno che a volte dall'esterno...

    leggi tutto
    Playlist

    Recensione

    GoonieAle di GoonieAle
    8 stelle

    Forse non ho mai amato Cronenberg. Effettivamente guardando la sua filmografia i film che mi hanno preso fanno parte di un'epoca ormai andata (per lui), e sono pochi... e degli anni 80. Oggi la critica sbava per lui come per rimediare le stroncature passate fatte ai suoi film. Film che reputo normalissimi come History e la promessa dell'assassino i critici si sono messi tutti a 90 gradi. Poi...

    leggi tutto
    Recensione

    Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 7 voti

    vedi tutti

    Recensione

    deepsurfing di deepsurfing
    7 stelle

          Il segno distintivo del cinema Cronenberg è il gusto del disgusto. Nei suoi film emerge sempre l'attrazione/repulsione verso il ripugnante, gli aspetti più sgradevoli dell'umano. Anche quando mostrava il corpo disfatto o deformato da metamorfosi orrorifiche, quello di Cronenberg è sempre stato un horror sui generis, centrato più sul...

    leggi tutto

    Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 11 voti

    vedi tutti

    Recensione

    abulaze di abulaze
    2 stelle

    Un film di folgorante inutilità. Non sgradevole o fastidioso - ché pure sarebbe stato qualcosa - ma inconsisitente. Centoundici minuti di reiterata e programmatica assenza di scopo. Un vuoto pneumatico che non suscita neppure indignazione. Semmai ci si potrebbe indignare dello sbrodalente entusiasmo di tante recensioni ma si sa che tra il film e la sua visione c'è sempre...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 3 utenti

    Recensione

    logos di logos
    8 stelle

    Hollywood brucia, nella follia, nella dipendenza tossicomanica, nell’incesto, e tutti i vari personaggi rappresentano attori morsi dall’invidia, dalla competizione, dal disfacimento, inseguendo apparenze di facciata fragili, che prima o poi dileguano nel delirio delle allucinazioni persecutorie.     Che cosa ne resta? Qualcosa resta, ed è la verità, ma...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 4 utenti

    Recensione

    PompiereFI di PompiereFI
    6 stelle

    Debiti. Un sacco di debiti. E' questa la prima impressione dopo aver visto "Maps to the Stars", ultima fatica del geniale Cronenberg. Se con "Cosmopolis" l'autore canadese aveva solleticato le mie corde con dialoghi improbabili e forza visiva raccontando di un mondo impazzito e assurdo, quest'ultima opera sembra raccogliere le briciole lasciate sul Sunset Boulevard dal terremoto altmaniano...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 27 voti

    vedi tutti

    Il meglio del 2014

    2014

    Disponibile dal 4 dicembre 2014 in Dvd a 14,99€

    Acquista

    Recensione

    M Valdemar di M Valdemar
    9 stelle

      Su la cenere di stelle. Cronenberg scrive il suo nome nel morituro firmamento hollywoodiano - sfavillante simbolo dell'opulente perpetua illusione tipica dei nostri tempi e dei nostri luoghi - smascherando la mistificazione del Sogno. Dietro - e sotto, sopra, dentro, ovunque - l'Incubo. C'è gente che muore, c'è gente che vede la gente morta senza...

    leggi tutto

    Uscito nelle sale italiane il 19 maggio 2014

    Il meglio del 2013

    2013

    Il meglio del 2002

    2002
    Maps to the Stars valutazione media: 7.3 54 recensioni del pubblico.

    Le nostre firme

    Scopri chi sono le firme

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono le firme

    Come si diventa una firma

    Le firme sono scelte tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare una firma?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito