Trama

Walter Mitty (Ben Stiller), timido photo-editor per riviste, è incapace di vivere nel mondo reale e conduce un'esistenza di fantasia, rifugiandosi in un universo in cui è totalmente all'opposto di ciò che egli è realmente e vive avventure fantastiche. Quando però un importante negativo scompare, Walter è costretto ad imbarcarsi in una vera avventura alla sua ricerca.

Approfondimento

I SOGNI SEGRETI DI WALTER MITTY: UN UOMO MODERNO TRA FANTASIA E REALTÀ

Diretto da Ben Stiller e sceneggiato da Steve Conrad, I sogni segreti di Walter Mitty è il moderno adattamento di Sogni proibiti, film di Norman Z. McLeod basato su una breve storia - datata 1939 e pubblicata sul The New Yorker - di James Thurber. La versione di Stiller racconta la storia di Walter Mitty, un sognatore ad occhi aperti ed editor fotografico di un'importante rivista che si lascia risucchiare da un mondo di fantasie, in cui manifesta il suo eroismo, vive un'appassionata storia d'amore e vince costantemente tutti i pericoli Quando lui e la collega - che in gran segreto adora - rischiano seriamente di perdere il lavoro, Walter si ritrova a dover fare l'inimmaginabile: trasformare i sogni in realtà e affrontare un viaggio più straordinario di quanto avrebbe mai potuto sognare. Unendo commedia, dramma, avventura e fantasia, I sogni segreti di Walter Mitty è in definitiva la storia di un uomo moderno che, sopraffatto dal mondo elettronico che lo circonda, trova conforto alla sua sensazione di "spersonalizzazione" in un universo di fantasia, un regno privato inaccessibile a chiunque, fino a quando egli non sarà costretto a vivere realmente e a interagire con gli altri a causa della ricerca del negativo mancante di un famoso fotografo. Curiosamente, a produrre I sogni segreti di Walter Mitty sono Josh Goldwyn e Samuel Goldwyn Jr., rispettivamente nipote e figlio di quel Samuel Goldwyn che nel 1947 aveva prodotto Sogni proibiti.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

In I sogni segreti di Walter Mitty, Walter Mitty - interpretato dallo stesso attore e regista Ben Stiller - si occupa di fotografia per conto della rivista Life, testimone degli eventi occorsi dal 1883 in poi. Sorta di archivio vivente delle fotografie utilizzate nel corso degli ultimi settant'anni, Mitty è circondato da immagini dei momenti più significativi della recente storia americana, che da analogiche stanno per essere riversate in digitale. Di fronte a una grande trasformazione che interessa anche la sua vita (la transizione al digitale, per l'appunto), Mitty trova il coraggio per uscire dal suo mondo di fantasia d affrontare una realtà, se vogliamo ancora più fantastica, per cercare l'importante negativo perduto da usare per la copertina dell'ultimo storico numero della rivista.Mentre nei suoi sogni, Mitty è potente, deciso e istintivo, nella realtà è solo un uomo prudente che da quando era adolescente, in seguito alla morte del padre, sente sulle sue spalle il peso delle responsabilità familiari. Se in Sogni proibiti Mitty era un marito succube, in I sogni segreti di Walter Mitty egli è un tipico scapolo moderno che non ha il coraggio di dichiarare i propri sentimenti alla donna che ama. 
I sogni romantici di Mitty girano intorno alla figura della collega esperta in contabilità Cheryl, una madre single che sogna spesso di salvare in maniera eroica e a cui presta il volto l'attrice Kristin Wiig. Con il rischio paventato di perdere il lavoro, Cheryl accompagna Mitty nella sua avventurosa ricerca del negativo perduto, scoprendo a poco a poco di essere interessata a lui.
L'incubo quotidiano di Mitty si chiama invece Ted Hendricks, il responsabile della transizione. Arrogante, sconsiderato e presuntuoso, Ted è interpretato da Adam Scott ed è fondamentalmente un uomo senza cuore, che non ha rispetto né per coloro che hanno lavorato a Life né tantomeno per Mitty, che considera solo un uomo patetico.
Le fantasie eroiche di Mitty traggono ispirazione per lo più dagli scatti realizzati dal fotografo Sean O'Connell, uno sfuggente avventuriero divenuto una sorta di mito nel mondo della fotografia. Costantemente a caccia di una storia a qualunque costo, O'Connell ha il volto di Sean Penn ed è il simbolo dell'integrità creativa. A lui appartiene anche lo scatto il cui negativo mancante dà inizio alle peregrinazioni di Mitty.
Completano infine il cast principale di I sogni proibiti di Walter Mitty l'attrice Kathryn Hahn (è l'artista performativa sorella di Mitty), Patton Oswalt (è il consigliere eHarmony di Mitty), Ola Darri Olafsun (è l'improbabile pilota islandese di Mitty) e il premio Oscar Shirley MacLaine (interpreta la mamma di Mitty).

TRA NEW YORK E L'ISLANDA

I sogni segreti di Walter Mitty, girato su pellicola, dà vita in maniera vivida alle fantasie che esistono nella mente del protagonista, mischiando in questo modo scene di sogni e sequenze di realtà. A rendere iper-reali, nonostante gli effetti speciali visivi, le scene dei sogni e a contribuire alla realizzazione del film è stato il lavoro del direttore della fotografia Stuart Dryburgh, quello dello scenografo Jeff Mann, dell'editor Greg Hayden, della costumista Sarah Edwards e del supervisore agli effetti visivi Guillaume Rocheron. La costante alternanza tra sogni e realtà ha portato poi la troupe a effettuare riprese in più parti del mondo, spostandosi dall'affollata città di New York ai vulcani desertici dell'Islanda. Per le riprese all'interno della redazione del magazine Life, i realizzatori hanno potuto contare sulla collaborazione della Time-Life Corporation, che ha messo a disposizione la consulenza di Bill Shapiro (un uomo che ha svolto un lavoro molto simile a quello di Mitty) e i propri archivi fotografici. Mentre le riprese esterne del Rockfeller Center (sede di Life fino alla sua chiusura) sono state effettuate sul luogo, gli interni della redazione della rivista sono stati ricostruiti meticolosamente in studio facendo riferimento a foto degli anni Cinquanta e Sessanta.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Basato sull'omonimo racconto di James Thurber, da cui è stato tratto anche il celebre Sogni probiti (1947) con Danny Keye un film che riflette sulle nostre vite divise tra analogico e numerico, tra esperienza diretta e virtuale. Così le incredibili avventure di Walter Mittynon sono altro che la rappresentazione del passaggio epocale all’era digitale con gli algoritmi per cercare l’anima gemella e i numeri che cancellano i lavoratori. Non è un film perfetto (alcune sequenze, come quella digitale del surf sull’asfalto di New York, non sono ben calibrate) ma è un’opera che nasconde sotto una superficie apparentemente ingenua ed elementare, come ci ha sempre abituato l’immensa maschera attoriale di Stiller, la quintessenza del cinema.

Commenti (7) vedi tutti

  • Dal comico al road movie, dal giallo al drammatico, dal romanzo di formazione all'avventura spericolata.

    leggi la recensione completa di IlGranCinematografo
  • Film avanti, e il suo difetto è forse di essere troppo avanti... Notevole la stranezza della trama e delle situazioni, ma il tutto non è perfetto e finisce per essere un divertimento per Stiller, che si crea il suo giocattolo senza curarsi di altri...

    commento di slim spaccabecco
  • Ben Stiller vorrebbe essere e fare Forrest Gump ma non è Tom Hanks e neanche Robert Zemeckis…quindi scivola nella piattezza più assoluta, senza un fremito, senza anima ne cuore. Si salva solo il fotogramma 25.

    commento di Tex Murphy
  • Un film che piacerà a tutti gli amanti dell'avventura e dei viaggi nelle terre estreme. Belle anche le scene demenziali nel classico stile alla Ben Stiller.

    commento di mosez
  • Non è facile da capire il senso di tutta la storia assente.Alla fine si corre tanto nella vita per cogliere un attimo supremo che non si puo' fotografare.

    commento di ANGELOROSSO
  • Walter Mitty è probabilmente la versione adulta di Peter nel libro di Ian McEwan "L'inventore dei sogni". Ma il film ha una sua morale: il sogno non può essere la nostra unica dimensione!!! 

    commento di qwazowski
  • Bello anche se è imperfetto. Quel sabato sono entrato al cinema mezzo-esaurito ma sono uscito dalla sala con un anima candida.. pulita. Ben Stiller è paraculo quando ti mette David Bowie a volume alto e tak!!! scatta subito l'emozione.

    commento di bond20
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

LAMPUR di LAMPUR
8 stelle

Ha preteso molto Stiller da questa sua creatura, ci sorprende fin dai titoli di presentazione incastonati nell'ambiente metropolitano, se l'è rischiata per bene e, a mio giudizio, ne esce promosso sfrecciandosela via in skateboard... lontano dai tipresentoinostriivostriiloro... Il film è il remake del glorioso omonimo, animato da Danny Kaye nel 1947 e già sorprende, curiosando su... leggi tutto

23 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

bufera di bufera
6 stelle

I SOGNI SEGRETI DI WALTER MITTY, con la regia e l’ interpretazione di Ben Stiller, è ispirato al racconto  The Secret Life of Walter Mitty, scritto da James Thurber nel 1939, storia che ha incuriosito il cinema più di una volta oltre questa (nel ’47 ne uscì un ottimo film con Danny Kaye protagonista e Norman Z. McLeod regista con il titolo “Sogni Proibiti”, e, quasi dimenticato e... leggi tutto

8 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

M Valdemar di M Valdemar
4 stelle

Immerso nelle terre selvagge dei sogni ad occhi aperti, della nostalgia a scatola chiusa, e dell’incanto sempre e comunque/dovunque, l’ape operaia Walter Mitty indossa il grigiore di tutti i giorni e della “normalità”, in serio pericolo per l’avvento di spietati barbuti tagliatori di teste. Finché, per inseguire la quintessenza della vita immortalata su pellicola dal geniale... leggi tutto

8 recensioni negative

Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 13 voti
vedi tutti

Recensione

galaverna di galaverna
6 stelle

Non convince e non diverte neanche più di tanto, se anche questo poteva essere uno degli scopi della pellicola, questo film dove, in una sorta di "Aspettando Godot", si cerca continuamente l'arrivo (o meglio lo si ricerca ovunque al mondo) di un fotografo (il telegrafico Penn) e del suo scatto che cambierà la storia e il destino del protagonista. Tutto infatti sembra essere...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Trasmesso il 19 giugno 2017 su Rai 3

Ascensori

panunzio di panunzio

Per sottofondo Lavorare Stanca CD di Daniele Sepe del 1998, a cui è allegato un libretto ove posso leggere che “ i percorsi di carriera stabile sono sempre di meno e sempre più alla portata...

leggi tutto
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 14 gennaio 2017 su Rsi La1
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

axe di axe
7 stelle

Progetto ambizioso, questo film di e con Ben Stiller. Le "promesse" che il film fa sono in larga parte mantenute: la trama è interessante, anche se intravedo delle pecche: i frequenti slanci d'immaginazione di cui il protagonista sembra essere vittima quasi fossero malattie, vanno man mano diradandosi con l'avanzare della storia, ed alla fine si risolvono in poco più di un...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

amandagriss di amandagriss
8 stelle

In questo nostro mondo, in balìa della sfrenata e cieca corsa allo smantellamento, al ‘resettamento’ (il linguaggio informatico è d’obbligo essendo la moderna frontiera dell’alfabetizzazione) di ciò che una volta è stato, assistiamo inerti alla perdita dei suoi pezzi migliori: il contatto ‘tattile’, la percezione ‘sensoriale’ delle cose e delle persone. La vita reale è...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Il 2014 SARA' PAZZESCO...

LAMPUR di LAMPUR

Ci avviciniamo finalmente all'ora X. Anche chi ha vagamente disertato il sito per cercare ebbrezza in altre esperienze (indovinate di chi parlo?), spera in grandissime novità di restyling e di ricompattamento....

leggi tutto

Recensione

LAMPUR di LAMPUR
8 stelle

Ha preteso molto Stiller da questa sua creatura, ci sorprende fin dai titoli di presentazione incastonati nell'ambiente metropolitano, se l'è rischiata per bene e, a mio giudizio, ne esce promosso sfrecciandosela via in skateboard... lontano dai tipresentoinostriivostriiloro... Il film è il remake del glorioso omonimo, animato da Danny Kaye nel 1947 e già sorprende, curiosando su...

leggi tutto
Recensione
Utile per 25 utenti
Uscito nelle sale italiane il 16 dicembre 2013
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito