Trama

Padre James Lavelle (Brendan Gleeson) è un buon uomo che desidera solo il bene per il mondo, prodigandosi per renderlo migliore di quello che è. Le sue buone intenzioni sono però quasi sempre schiacciate e sconvolte dalla cattiveria e dalla aggressività degli abitanti del piccolo villaggio di campagna in cui vive. Un giorno, padre James viene minacciato durante una confessione e da quel momento le forze dell'oscurità cominciano ad avvicinarsi intorno a lui.

Approfondimento

CALVARIO: UN PRETE CONTRO I SUOI DEMONI PERSONALI

A due anni di distanza dal cult Un poliziotto da happy hour, il regista John Michael McDonagh e l'attore Brendan Gleesonn tornano a far coppia in Calvario, la storia di un prete che vede la propria ordinaria esistenza sconvolta da una terribile confessione in una storia che mischia argomenti come la fede, il pentimento e la corruzione di una piccola cittadina. Scritto dallo stesso McDonagh, Calvario ha alcuni punti di contatto con il suo precedente film grazie alla figura dell'ispettore Stanton e alla contea di Sligo, regione della Repubblica d'Irlanda che si affaccia a nord-ovest sull'oceano Atlantico.

L'idea di partenza di Calvario è data dalle difficoltà che padre James Lavelle incontra nell'esercitare il suo mestiere in un luogo dove indossare un abito talare è problematico ed essere diffamati mette a repentaglio ogni senso di verità e bontà. Il tutto prende avvio quando padre James, durante una confessione, è minacciato di morte e di conseguenza, sapendo chi è l'aspirante assassino, è costretto a lottare contro i suoi demoni interiori sulla possibilità di affrontarlo a viso aperto mentre si destreggia tra una figlia fragile con cui dover fare i conti e un collega con qualche dubbio sulla sua vocazione. Ovviamente, per mantenere alta la suspense, a conoscere l'assassino è solo il prete mentre il pubblico è chiamato a scoprirlo attraverso gli indizi disseminati.
Seconda parte di una trilogia dedicata dal regista al "suicidio glorificato" e girato in 29 giorni, Calvario è caratterizzato da un umorismo anarchico e macabro à la Luis Buñuel e richiama la messa in scena di Andrew Wyeth, la filosofia di Jean Améry e lo stile trascendentale di Robert Bresson (in particolare di Il diario di un curato di campagna).

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Protagonista di Calvario è l'attore Brendan Gleeson, chiamato a indossare i panni di padre James Lavelle, un uomo la cui sofferenza per i peccati altrui si trasforma nel corso della vicenda in qualcosa di reale e tangibile, con effetti altrettanto concreti. Diventato sacerdote dopo aver perso la moglie, James si è lasciato alle spalle il passato e la figlia Fiona, interpretata da Kelly Reilly, con cui i rapporti non sono dei migliori. Reduce da un tentativo di suicidio, Fiona ha relazioni complicate con gli uomini e la sua personalità quasi bipolare la porta spesso a non riuscire  a gestire la propria depressione, nonostante sia molto intelligente.
Uno degli abitanti più in vista della comunità di Easkey è il macellaio Jack Brennan, portato sullo schermo da Chris O'Dowd. Tradito dalla moglie, Jack si sente tradito anche dalla gente intorno, che ha cominciato a guardarlo dall'alto verso il basso e lo ritiene un uomo patetico. La violazione del sacramento del matrimonio da parte dell'amato moglie, inoltre, gli causa molti problemi nel rapporto personale con la fede religiosa.
Michael Fitzgerald, invece, è un uomo che dalla vita ha avuto tutto. Ricco proprietario terriero, è abituato a ottenere ogni bene materiale che desidera ma non ha alcun legame affettivo significativo, dal momento che la moglie e la famiglia lo hanno lasciato da solo con i suoi cavalli, le sue pistole e la sua enorme casa. Non in grado di essere onesto nemmeno con se stesso, Michael ha il volto di Dylan Moran.
Aidan Gillen impersona il dottor Frank Harte, un medico senza molto cuore che funge da osservatore distaccato delle vicende altrui, mentre M. Emmet Walsh dà vita al personaggio di Gerard Ryan, uno scrittore di origine americana che pubblica ogni anno un nuovo libro che la gente corre a comprare. Tra gli altri abitanti della comunità si distinguono poi Simon Asamoah (un meccanico d'auto che in passato si è confrontato direttamente con la violenza, interpretato da Isaach de Bankolé), padre Timothy Leary (il prete collega di James che non ha idea di come si eserciti il mestiere e che ha il volto di David Wilmot), il chierichetto Michael O'Sullivan (impersonato da Michael Og Lane), Milo Herlihy (descritto come se avesse la sindrome di Asperger e interpretato da Killian Scott, è piuttosto strano e pensa che le uniche possibilità per lui siano o il suicidio o l'arruolamento nell'esercito), Veronica Brennan (portata in scena da Orla O'Rourke, ha un marito e un amante ma è disperatamente sola e in cerca del vero amore), il vescovo Montgomery (con il volto di David McSavage), il barman Brandan Lynch (supportato da Pat Shortt, ha più di un problema con le banche), l'ispettore Gerry Stanton (impersonato da Gary London), il "prostituto" Leo MacArthur (interpretato da Owen Sharpe), Teresa Robert (interpretata da Marie-Josée Croze, una donna che ha perso il marito in un incidente d'auto) e Freddie Joyce (con il volto di Domhall Gleeson, è un criminale che ha violentato, ucciso e fatto a pezzi alcune giovani ragazze).

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Calvario è un teatro dell’assurdo, in cui gli abitanti propinano le proprie battute migliori, e al contempo soffrono dell’essere ridotti a personaggio. Così, in questa galleria di maschere dolenti, di stereotipi irrequieti, la fede che il film sostiene (e per cui James s’immola) non è quella in Dio. Ma quella nell’uomo. Oltre il cinismo, oltre il mondo ridotto a retorica vuota, a linguaggio automatico, a gioco di ruolo, a ronde del pregiudizio.

Commenti (1) vedi tutti

  • Ottimo film, partito come una commedia acida e finito come una tragedia greca. Recitato da dio dal Gleeson, fotografia impressionante, inquadrature bellissime, quindi ottima regia, sceneggiatura da rileggere con calma per poter soffermarsi sulle tante spiazzanti battute. Ottimo film.

    commento di michemar
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
7 stelle

Vedovo, con una figlia da veder crescere (Kelly Reilli) e con un passato da alcolista alle spalle, Padre James Lavelle (Brendan Gleson) è una figura di prete alquanto rassicurante, buono e sincero, tanto prodigo nell'aiutare il prossimo quanto risoluto nei modi di fare. Nel piccolo paese sulla costa irlandese dove dice messa, Padre Lavelle è circondato da una umanità... leggi tutto

12 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

ethan di ethan
5 stelle

In un sonnolento paesino irlandese, di domenica, Padre Lavelle (Brendan Gleeson) riceve una sconvolgente confessione: un uomo gli dice che da bambino è stato più volte violentato da un prete, che ora è morto, e che tra una settimana ucciderà lui sulla spiaggia. Inizia così 'Calvario', opera seconda, dopo l'ottimo esordio con 'The Guard', di John Michael... leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

barabbovich di barabbovich
3 stelle

In confessionale Padre James (Gleeson) viene minacciato di morte da un membro della piccola comunità alla quale appartiene, uno che durante l'infanzia ha subito le untuosità di un altro prete. Per questo, il confessato minaccia di vendicarsi sull'intera categoria. Per il bonario prete comincia una via crucis nel tentativo di redimere i membri di una cittadina incattivita. Secondo... leggi tutto

1 recensioni negative

Recensione

alexio350 di alexio350
7 stelle

Padre James Lavelle (Brendan Gleeson) è un parroco di provincia che ogni giorno deve fare i conti con una comunità inquieta e aggressiva. C'è il riccone depresso, l'omosessuale disinibito, la donna adultera, il marito violento, e così via. Tutti riversano la loro vita interiore addosso al prete, spesso con fare volutamente provocatorio; per arrivare alla pecorella...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

LAMPUR di LAMPUR
8 stelle

      Un film di religione estrema, potrei dire.   Non come Passion di Gibson, dove dal sangue potevi intravedere i trigliceridi, e neanche come L'ultima tentazione di Cristo di Scorsese, dove la fantasia soccorreva un Dio terreno.   In Calvario c'è l'uomo creato dal Signore, con tutte le sue derive, il prete immolato a Dio, con tutte le sue paure. ...

leggi tutto
Il meglio del 2016
2016
Disponibile dal 3 ottobre 2016 in Dvd a 7,99€
Acquista

Recensione

ethan di ethan
5 stelle

In un sonnolento paesino irlandese, di domenica, Padre Lavelle (Brendan Gleeson) riceve una sconvolgente confessione: un uomo gli dice che da bambino è stato più volte violentato da un prete, che ora è morto, e che tra una settimana ucciderà lui sulla spiaggia. Inizia così 'Calvario', opera seconda, dopo l'ottimo esordio con 'The Guard', di John Michael...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
7 stelle

Vedovo, con una figlia da veder crescere (Kelly Reilli) e con un passato da alcolista alle spalle, Padre James Lavelle (Brendan Gleson) è una figura di prete alquanto rassicurante, buono e sincero, tanto prodigo nell'aiutare il prossimo quanto risoluto nei modi di fare. Nel piccolo paese sulla costa irlandese dove dice messa, Padre Lavelle è circondato da una umanità...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane l'11 maggio 2015
Il meglio del 2014
2014

Recensione

alan smithee di alan smithee
7 stelle

  Calvario (2013): locandina 24.COURMAYEUR NOIRINFESTIVAL - CONCORSO   CALVARIO è una coproduzione anglo-irlandese di grande impatto emotivo, forte di un incipit davvero drammatico e teso: “Padre deve sapere che dall'età di sette anni ho iniziato a provare il gusto dello sperma, a seguito delle violenze ripetute per i successivi sette anni, con cadenza...

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
Il meglio del 2013
2013
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito