Trama

Il trentenne newyorkese Brandon non riesce a controllare le sue pulsioni sessuali. Nonostante sembri condurre una vita sociale normale, l’uomo è ossessionato dalla pornografia e da tutto ciò che ruota intorno al piacere e alla lussuria. Dovrà imparare a tenere a bada gli impulsi della libido non appena si innamorerà della bella collega Marianne, interessata più a una storia romantica che ad una basata sul sesso. A complicare ulteriormente la vita di Brandon ci si mette anche sua sorella, l'autodistruttiva Sissy, ospite per qualche tempo in casa del giovane.

Note

Il videoartista Steve McQueen realizza con Shame (vergogna) un film speculare al suo esordio Hunger (fame). Rispetto alla viscerale materia di Hunger, tutto cemento (delle celle) e merda, Shame è liscio e patinato, minimale come un racconto di Bret Easton Ellis, freddo come la lama del coltello di Patrick Bateman. Anche fin troppo esemplare.

Commenti (12) vedi tutti

  • Davvero POTENTE

    commento di Fiesta
  • Film straordinario per il modo in cui viene affrontato, più con le immagini che con le parole, il tema della solitudine nelle metropoli, con il vuoto e il freddo interiore che ne derivano e delle dipendenze che stravolgono l'esistenza di individui,talora feriti da storie traumatiche precedenti.

    leggi la recensione completa di bufera
  • In effetti @movieman ha ragione: mi viene da dire che la vergogna è soprattutto quella che il protagonista prova verso le emozioni.

    leggi la recensione completa di almodovariana
  • Il film lascia un po' il tempo che trova, semmai è più interessante riflettere su cosa significhi realmente il "Shame" del titolo.

    commento di movieman
  • Ambientazione notturna e iperrealistica, difficoltà di vivere normalmente ,impossibilità di costruire un rapporto sentimentale che ti rende facile preda della pornografia ormai alla portata di tutti e poi catarsi nel sangue e finale beffardo.

    leggi la recensione completa di marco bi
  • Si può vivere senza sentimenti e senza relazioni affettive? Si può avere “Un Cuore In Inverno” tutta la vita e avere un chiodo fisso nella mente, anzi molto più in basso? Brandon ormai è così, non prova affetti per alcuno, la sua vita si può dire che è scarna, ci sono solo il lavoro e il sesso e non necessariamente praticato con altri.

    leggi la recensione completa di michemar
  • Il titolo appropriato sarebbe "senza vergogna" e vale per tutti i protagonisti . Tolta la musica ossessiva e le lunghe e ripetute scene di sesso, del film rimane ben poco. Non condivido assolutamente l'entusiasmo per questo film.

    commento di UgoCatone
  • Bel troiaio. ma come c… li date i voti? ma cosa fumate? questa roba quà va bene come preludio ad una scopatella tra adolescenti.. ma per carità…

    commento di Pandacattivo
  • L'autodistruzione di un uomo malato di sesso. La sua perversione vista come una malattia che consumo il corpo come una candela. Un Fassbender formato gigante in un film moderno e spietato.

    commento di slim spaccabecco
  • Effettivamente sembra la trama di un romanzo di Ellis..comunque un film veramente ben realizzato, minimalista e dalle atmosfere intriganti…ottima regia e cast!

    commento di ultrapaz
  • Cupo ed per parecchi versi angosciante. Ben diretto e ben interpretato da Fassbender. 7

    commento di cippags
  • freddo e noioso, non scalda nè il lato B del protagonista nè la storia in sè. sopravvalutato film anafettivo sulle problematiche erotico-sentimental-familiari di un fratello e una sorella a NY. forse l'effetto voleva essere quello? mah!

    commento di bradipètta
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

pazuzu di pazuzu
8 stelle

Brandon è un trentenne in carriera, possiede un bell'appartamento a New York ed esercita un evidente fascino sulle donne, ma ha un'ossessione della quale si vergogna e che non riesce ad arginare: quella per il sesso. La sua giornata tipo prevede poche pause e, non appena possibile, ancora meno vestiti addosso: scopatore indefesso e onanista incallito, in casa ha scaffali pieni di riviste... leggi tutto

63 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

bradipo68 di bradipo68
6 stelle

Se fossi donna avrei paura di uno che mi guarda come Brandon ( Michael Fassbender). Uno che pur non avendoli sembra sempre inforcare quei famigerati occhiali a raggi X che vendevano sui giornali qualche era geologica fa. Uno che ti spoglia con lo sguardo insomma, uno per cui per dirla alla Prophilax la pornografia è l'unica via, dedito esclusivamente all'amore mercenario , un Don Mignotte che... leggi tutto

20 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

kubritch di kubritch
2 stelle

Rimasticatura di un cinema gia' fatto con ben piu' alti risultati dai cinesi gia' un paio di decenni fa. Basta confrontarlo con 'Vive L'amour' per capire quanto sia tagliato a grana grossa. Nel cinema anglofono e' sempre il messaggio moralistico a farla da padrone e uno spirito pragmatistico per cui e' necessario mettere in scena qualcosa di sensazionalmente cruento per concretizzare il tema... leggi tutto

10 recensioni negative

Disponibile dall'8 settembre 2017 in Dvd a 9,50€
Acquista
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 13 voti
vedi tutti

Recensione

almodovariana di almodovariana
2 stelle

Un flm imbarazzante che confina col porno...Non capisco perché dobbiamo sorbirci le performance sessuali di Fassbender se poi non c'è neppure un tentativo di spiegare perché il protagonista è così malato...Io salvo solo la performance canora della Mulligan. Una cosa è certa: identificarsi con il protagonista è impossibile a meno di avere seri...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Trasmesso l'8 aprile 2017 su Cielo
Trasmesso il 2 aprile 2017 su Cielo
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

michel di michel
8 stelle

Un uomo vaga solo nelle viscere di New York a caccia di incontri occasionali; nel suo anonimo appartamento tra le nuvole nessuno lo aspetta. Il sesso gli riempie le giornate, lo rintontisce abbastanza da consentirgli di sottrarsi a domande imbarazzanti su se stesso. Da altre storie tristi salta fuori una sorella cantante, chiedendo conforto e affetto. A questo punto l'uomo deve fare i conti...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2015
2015

Senza sbarre

Barone Cefalu di Barone Cefalu

Fossero mura di granito, spesse, nel tenermi prigioniero. Dovessi preoccuparmi solamente di percorrere pochi metri quadri, conoscere ogni crepa, ogni insignificante interstizio di una opprimente stanza. Ma le...

leggi tutto

Recensione

supadany di supadany
9 stelle

Con “Shame”, Steve McQueen conferma di non essere un regista per caso, anzi, compie un ulteriore passo in avanti. Ancora una volta trova in Micheal Fassbender il protagonista perfetto, ma soprattutto da vita ad un film che, al contrario di “Hunger”, trova una sua universale dimensione autoctona, che va ben oltre la singolarità di improvvisi lampi di genio (che...

leggi tutto
Recensione
Utile per 12 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

La storia di Brandon, uomo ossessionato dal sesso promiscuo e compulsivo, che non riesce ad avere relazioni stabili ed è turbato dal rapporto con una sorella emotivamente fragile e con tendenze autodistruttive. L'ennesimo spaccato di nevrosi contemporanea? Anche, ma non solo. Quello di Brandon si pone come un caso-limite di alienazione emotiva e dipendenza dalla pulsione sessuale portata alle...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

Badu D Shinya Lynch di Badu D Shinya Lynch
10 stelle

Odissea implosiva. Il libero arbitrio diventa prigione, libertà castrante, gli spazi si restringono, la possibilità di scelta si trasforma in inevitabile oppressione vitale, l'anima è cancellata dietro le sbarre della carne. Steve McQueen illumina e ingrandisce le emozioni che scaraventa in faccia allo spettatore, senza permettergli di respirare, di voltarsi : Sissy canta per Brandon, per...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

pazuzu di pazuzu
8 stelle

Brandon è un trentenne in carriera, possiede un bell'appartamento a New York ed esercita un evidente fascino sulle donne, ma ha un'ossessione della quale si vergogna e che non riesce ad arginare: quella per il sesso. La sua giornata tipo prevede poche pause e, non appena possibile, ancora meno vestiti addosso: scopatore indefesso e onanista incallito, in casa ha scaffali pieni di riviste...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 9 gennaio 2012
Il meglio del 2011
2011

Recensione

john merrick di john merrick
10 stelle

L' esordio di McQueen,lo straordinario Hunger,mi aveva colpito per un'idea di regia molto precisa fatta di piani sequenza e rigore.In questo secondo lungometraggio lo stile è riconoscibile anche se al servizio di una storia totalmente diversa,bollata troppo velocemente come scandalosa da cronisti che anzichè su importanti quotidiani dovrebbero scrivere su novella 2000. Le scene forti non...

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito