È solo la fine del mondo

  • Juste la fin du monde

  • Francia, Canada
  • Genere: Drammatico
  • durata 95'
play

Regia di Xavier Dolan

Con Marion Cotillard, Léa Seydoux, Vincent Cassel, Nathalie Baye, Gaspard Ulliel Vedi cast completo

altre VISIONI

Trama

Dopo dodici anni di assenza, uno scrittore torna nel suo paese natale per annunciare alla famiglia la sua morte imminente. Ne conseguirà una riunione di famiglia in cui ci si professerà amore attraverso i soliti litigi, e in cui i risentimenti parleranno, pur non volendo, a nome delle incertezze e della solitudine.

Approfondimento

È SOLO LA FINE DEL MONDO: DA UNA RAPPRESENTAZIONE TEATRALE DI LAGARCE

Diretto, sceneggiato e montato da Xavier Dolan, È solo la fine del mondo riadatta una rappresentazione teatrale di Jean-Luc Lagarce per raccontare la storia di Louis, uno scrittore che dopo 12 anni di assenza torna al villaggio natale per annunciare alla sua famiglia la sua morte oramai prossima. Rimproveri e rancori si susseguono nel corso di un pomeriggio, in cui lotte e faide tra i familiari si snodano attraverso diatribe alimentate dalla solitudine e dal dubbio.

Con la direzione della fotografia di André Turpin, le scenografie di Colombe Raby e le musiche di Gabriel Yared, #È solo la fine del mondo viene così presentato dal regista in occasione della partecipazione del film in concorso al Festival di Cannes 2016: «Sarà stato il 2010 o il 2011, non ricordo. Ma poco dopo J'ai tué ma mère ero con Anne Dorval, seduto al bancone della sua cucina, dove di solito passiamo tutto il tempo a parlare, riguardare foto o stare in silenzio. In quell'occasione mi ha raccontato di una pièce straordinaria che aveva avuto la fortuna di interpretare intorno all'anno 2000. Mi ha detto che mai aveva portato in scena un'opera pensata e scritta con un linguaggio di tale particolare intensità. Era convinta che dovevo assolutamente leggere il testo, che aveva conservato nel suo ufficio con tutte le annotazioni di dieci anni prima: note, posizioni di scena e altri dettagli scritti a margine.

Ho portato con me il testo stampato su carta di grande formato. La lettura si preannunciava esigente. Certo, non è stato proprio il colpo di fulmine che Anne mi aveva preannunciato. A essere onesto, ho provato sentimenti opposti, una sorta di disinteresse e forse avversione per il linguaggio. Guardavo la storia e i personaggi con un certo blocco intellettuale che mi ha impedito di amare la pièce tanto decantata dalla mia amica. Probabilmente ero troppo impaziente di rimettermi a lavorare a un nuovo progetto o troppo impegnato con altro per rendermi conto della profondità del testo a una prima lettura. Ho messo il testo da parte e non ne ho mai più parlato con Anne.

Dopo Mommy, ben quattro anni dopo la prima lettura, ho ripensato a quel testo con la copertina blu che avevo riposto in biblioteca sul ripiano in alto. Era così grande che superava di gran lunga gli altri libri e documenti tra cui stava quasi a testa alta, come se sapesse di non poter essere dimenticato a tempo indeterminato. All'inizio di quell'estate, l'ho ripreso in mano e riletto o forse letto per davvero per la prima volta. A pagina 6 sapevo già che sarebbe stato il mio prossimo film. Ne ho capito finalmente le parole, le emozioni, i silenzi, le esitazioni, i nervosismi e le imperfezioni dei personaggi. In mia difesa posso dire che quattro anni prima non sono riuscito a capire il lavoro di Jean-Luc Lagarce.

Il tempo aiuta a capire le cose. Anne, come sempre o quasi, aveva ragione».

Leggi tuttoLeggi meno

Commenti (8) vedi tutti

  • Impietosa rappresentazione della famiglia, un assemblaggio di persone male assortite che si trovano a vivere insieme non per propria scelta.

    leggi la recensione completa di Springwind
  • Un geniale Dolan!

    leggi la recensione completa di siro17
  • Louis, apprezzato scrittore, è su un aereo per tornare a casa, ma il suo viaggio è pieno di incognite, come ben si comprende all’inizio del film, quando, su quello stesso aereo, un bimbetto seduto dietro di lui (che gli sorriderà indulgente), gli copre gli occhi con le sue manine, con un gesto pieno di grazia e insieme profondamente significativo.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • La famiglia: luogo di tutte le disperazioni e di tutte le speranze.

    commento di Marsil_Claritz
  • Il ritorno a casa dopo 12 anni di uno scrittore che vorrebbe annunciare qualcosa di grave che lo riavvicini alla sua famiglia,provoca l'esplosione della loro disfunzionalità e incapacità a comunicare ascoltandosi, inducendolo a tacere.

    leggi la recensione completa di bufera
  • Non sarà il suo miglior film, ma Xavier Dolan è inappuntabile, anche con i suoi primi piani che scrutano ogni smorfia ed espressione dei personaggi, totalmente vicino e addosso con l’obiettivo, con questa luce a forte contrasto come a fotografare i contrasti familiari.

    leggi la recensione completa di michemar
  • Xavier Dolan mette in scena personaggi difficili, profondi, appassionati nel suo nuovo film, vincitore del Gran Premio Speciale della Giuria a Cannes, E' solo la fine del mondo.

    leggi la recensione completa di Simna1990
  • Il ritorno a casa come atto dovuto, ma anche desiderato per tentare un commiato più leale dell'addio che fu dodici anni prima, nei confronti di una famiglia che è sempre stata un ostacolo. Ancora famiglie burrascose per un Dolan che pensa allo stile, ma che tuttavia smarrisce completamente la via della genuinità.

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

bufera di bufera
6 stelle

E'SOLO LA FINE DEL MONDO   Xavier Dolan con il suo sesto film E’ SOLO LA FINE DEL MONDO( 2016), scritto,montato e diretto da lui stesso come sempre,ci offre un cinema meno sorprendente dei precedenti, se non minore. Si parla di maturazione registica ma lo stile è sempre lo stesso vuoi nelle riprese, nelle immagini, nel tono dei dialoghi che nella scelta del tema ( la... leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

amandagriss di amandagriss
8 stelle

  "Di sere nere  che non c'è tempo, non c'è spazio e mai nessuno capirà puoi rimanere perché fa male, male male da morire senza te"     Ancora una pièce teatrale a fare da fonte d'ispirazione. E ancora una volta il risultato è sorprendente. Ancora una volta struggente.   Xavier Dolan si dimostra assolutamente in... leggi tutto

10 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

EightAndHalf di EightAndHalf
3 stelle

Come una fiera della logorrea, in cui si dice tutto e non si dice niente, arriva il primo film di Xavier Dolan sulla Morte. Inetivabile passaggio, a porre fine a qualunque discorso iniziato coi film precedenti. Desaturato, piatto, (apparentemente) ridotto ai minimi termini: Juste la fin du monde è tutto questo. Un film che si parla addosso e si autoinfligge pericolosamente con la... leggi tutto

4 recensioni negative

Disponibile dal 20 aprile 2017 in Dvd a 17,99€
Acquista
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti

Recensione

omero sala di omero sala
8 stelle

Dolan, maturo ventisettenne, ci rovescia addosso per l’ennesima volta le sue ossessioni; e per l’ennesima volta ci travolge. Il suo nuovo film t'inghiotte, denso di emozioni dalle quali emergi a fatica. E hai bisogno, una volta fuori, di andartene in silenzio per lasciare che l’ingorgo si disciolga lento e il groviglio delle inquietudini si stemperi.      ...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

Springwind di Springwind
7 stelle

Un film teatrale, da camera, tipo "Carnage": struttura ideale per fare a pezzi la famiglia. Un figliol prodigo - trentaquattrenne drammaturgo omosessuale di successo - ritorna a casa dopo dodici anni di assenza per comunicare alla famiglia (madre, fratello maggiore, sorella minore e cognata mai conosciuta prima) la sua imminente morte. Tornano a galla tutti i problemi che l'hanno portato una...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

2017

YuzoAB di YuzoAB

Scrivi un testo introduttivo (potrai sempre editarlo in seguito)

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2016
2016

Recensione

bufera di bufera
6 stelle

E'SOLO LA FINE DEL MONDO   Xavier Dolan con il suo sesto film E’ SOLO LA FINE DEL MONDO( 2016), scritto,montato e diretto da lui stesso come sempre,ci offre un cinema meno sorprendente dei precedenti, se non minore. Si parla di maturazione registica ma lo stile è sempre lo stesso vuoi nelle riprese, nelle immagini, nel tono dei dialoghi che nella scelta del tema ( la...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 5 dicembre 2016
Il meglio del 2015
2015
Il meglio del 2013
2013
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito