Trama

Dopo una delusione amorosa, Vittoria incontra Piero, un agente di borsa cinico e disinvolto. I due diventano amanti proprio all'indomani di un crollo in borsa nel quale la madre di Vittoria ha perso parecchi soldi in favore di Piero. Questo getta un ombra sul loro rapporto che si sfalda. Continuando nella sua analisi del disfacimento della borghesia italiana, Antonioni compone il secondo capitolo della sua trilogia sull'incomunicabilità ("La notte", "L'eclisse" e "Deserto rosso") con la "musa" e allora compagna di vita Monica Vitti.

Commenti (11) vedi tutti

  • Voto 5. [24.06.2013]

    commento di PP
  • Meravigliosa parabola dei sentimenti.CAPOLAVORO.

    commento di rosario
  • L'eclisse dei sentimenti, raccontato da Antonioni con il consueto professionismo, ma con molta minor efficacia che nell'"Avventura". A tratti francamente noioso. Voto: 6.

    commento di sasso67
  • IL Capolavoro. Ineguagliabile. Vero cinema d'autore. Vero cinema emozionante. Chi dà 2 non ha capito niente del cinema di Antonioni e niente del cinema. Vergognatevi

    commento di clouzio
  • che dire film molto palloso e strano

    commento di danandre67
  • Avanti milioni di anni luce; come sempre, d'altronde, quando si parla del maestro ferrarese. "L'eclisse" rientra nella categoria. Visivamente, poi, lo reputo uno dei film più decisivi degli anni sessanta. Grande, grandissimo film.

    commento di momisusia
  • Il capolavoro di Antonioni.

    commento di ligeti
  • 7/8

    commento di nico80
  • Un'eclisse si sta verificando nell'Italia del boom economico: è l'eclisse del sistema moderno, del non-dialogo e della vacuità.

    commento di ZioMaro
  • 8

    commento di incallito
  • film purtroppo ormai datata, con delle belle immagini nella borsa di Roma, ma noioiso da morire.

    commento di florentia viola
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

lorebalda di lorebalda
10 stelle

L'eclisse dei sentimenti Se c’è una cosa che mi ha colpito più di altre, nella trilogia dell’incomunicabilità di Antonioni, è l’equilibrio pressoché perfetto che c’è tra la rappresentazione dei sentimenti dei protagonisti e la cronaca dei principali aspetti socio-cultarali dell’epoca. Nel cinema del maestro ferrarese,... leggi tutto

14 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

AgentCooper di AgentCooper
6 stelle

Se dovessi giudicare un film dal solo aspetto tecnico allora questo film si meriterebbe il massimo dei voti. Luci, fotografia, attori, montaggio; tutto è gestito alla perfezione grazie alla mano ferma del regista: Michelangelo Anonioni. Dove sta dunque il problema? Questo lo si ritrova nella ridondanza di alcune sequenze e soprattutto nell'esasperata lentezza del film. Sia chiaro, io... leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

jonas di jonas
4 stelle

Antonioni al suo peggio (o al suo meglio, a seconda dei gusti): personaggi scioperati che si ciondolano qua e là e ogni tanto proferiscono qualche frase con aria pensosa. Dopo non più di 15’ lo spettatore minimamente avveduto si rende conto che non succederà nulla fino alla fine. E invece, sorpresa: proprio alla fine, una serie di inquadrature di spazi dai quali ogni... leggi tutto

1 recensioni negative

Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

lorebalda di lorebalda
10 stelle

L'eclisse dei sentimenti Se c’è una cosa che mi ha colpito più di altre, nella trilogia dell’incomunicabilità di Antonioni, è l’equilibrio pressoché perfetto che c’è tra la rappresentazione dei sentimenti dei protagonisti e la cronaca dei principali aspetti socio-cultarali dell’epoca. Nel cinema del maestro ferrarese,...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013
Il meglio del 2012
2012

Da Piazza Affari a Wall Street.

panflo di panflo

Di questi tempi in cui ci scassano giornalmente con le notizie di borsa, di spread, di triple A o B  , quasi che il mondo occidentale vivesse solo in funzione dei mercati finanziari  (però così sono riusciti a...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

La vera protagonista di questo film è la metropoli estiva, assolata e desertica che pare non solo popolata da fantasmi, ma un fantasma essa stessa per prima; ripetute sono le inquadrature in campo largo che Antonioni utilizza per mostrare quanta solitudine, quanto senso di sconforto vaghino per le strade di un'irriconoscibile Roma. In tale contesto, le vicende di Vittoria, Riccardo e Piero...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2010
2010

Recensione

Death By Water di Death By Water
10 stelle

Antonioni affida il racconto, più che alle saldi mani della sceneggiatura (di Tonino Guerra come accadeva per il resto della "Trilogia") a una poetica visuale, in cui scomposizione e composizione dei piani vanno di pari passo. La rarità dei piani sequenza è fattore comprovato: ve ne sono soltanto in prossimità dei primi piani dei due protagonisti. Per il resto si...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Roma

Redazione di Redazione

Difficile dire cosa sia stata Roma per il cinema - e non solo per quello italiano - senza cadere nella retorica e nei luoghi comuni. Solo poche città al mondo (Parigi, New York, forse Londra) hanno saputo occupare...

leggi tutto
Playlist

Recensione

jonas di jonas
4 stelle

Antonioni al suo peggio (o al suo meglio, a seconda dei gusti): personaggi scioperati che si ciondolano qua e là e ogni tanto proferiscono qualche frase con aria pensosa. Dopo non più di 15’ lo spettatore minimamente avveduto si rende conto che non succederà nulla fino alla fine. E invece, sorpresa: proprio alla fine, una serie di inquadrature di spazi dai quali ogni...

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008

La Borsa

Estonia di Estonia

Altro che massimi sistemi! Il nostro destino si gioca lì dentro, sulle nostre teste, sulla nostra vita futura. In questo periodo di mercati a picco e di quotazioni altalenanti, persino i più eccellenti maghi della...

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007

GRAZIE DI TUTTO

ligeti di ligeti

Per me, Michelangelo Antonioni è stato e sarà per sempre prima di tutto un amico fedele. Come è stato e come sarà ancora bello immergersi nel silenzio delle tue immagini per dimenticare il frastuono del mondo!

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2005
2005

DALLA CRONACA ALL'ECLISSE

Aquilant di Aquilant

Percorso frastagliato, completamente in salita quello di Antonioni che fin dai suoi esordi, in piena epoca di neorealismo, si compiace di procedere controcorrente, impostando il suo primo lungometraggio addirittura...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2004
2004

Recensione

Aquilant di Aquilant
8 stelle

Inizia in maniera travolgente, con l’”Eclisse twist” di Mina a tutto gas sui titoli di testa, ben presto sopraffatta da una musica stridente che con quella sua accorata ripetitività già sembra sconfessare il brano precedente in base al quale “le nuvole e la luna ispirano gli amanti” e renderci partecipi della visione di un nuovo canovaccio di noia ed alienazione, introdotto da una...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2003
2003

Recensione

degoffro di degoffro
8 stelle

Sembra il seguito ideale e ben più riuscito del monotono e mediocre "La notte" a conclusione della trilogia esistenziale iniziata con "L'avventura". Non a caso il film inizia proprio dove si era concluso il precedente. Vittoria, dopo una lunga notte di discussione, decide di lasciare il suo compagno Riccardo. L'uomo, come il protagonista de "Il grido" è incredulo, incapace di darsi una...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2002
2002

Recensione

DrFloyd di DrFloyd
8 stelle

" Finchè ci siamo amati, certo ci si capiva. Non c'era niente da capire". Opera straordinariamente capace di comunicare l’incomunicabilità. Ossimoro già superbamente affrontato dal maestro nelle sue opere precedenti, ma in questa pellicola più felicemente che mai, e dal punto di vista formale, e da quello contenutistico. Già le prime sequenze sono assai esplicative, con la camera...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 1972
1972
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito