Trama

Un giornalista irlandese si convince che le performance del ciclista Lance Armstrong durante il Tour de France siano stato agevolate dall'uso di sostanze vietate. Fermo nella sua idea, inizia a cercare prove evidenti che possano denunciare il comportamento del campione.

Approfondimento

THE PROGRAM: LA PARABOLA DI LANCE ARMSTRONG

Diretto da Stephen Frears e sceneggiato da John Hodge, The Program racconta la vera storia dell'ascesa e della caduta di uno dei più celebrati e controversi miti della ciclismo moderno: Lance Armstrong, vincitore per ben sette volte del Tour de France. Innalzato al rango di eroe mondiale, Lance ha ripreso la sua carriera di ciclista nel 1999 dopo aver sconfitto un cancro. Determinato a riportare il suo nome nel firmamento de campioni, con l'aiuto del fisiatra italiano Michele Ferrari e del direttore di squadra Johan Bruyneel, Armstrong ha messo a punto un sofisticato programma di sostanze dopanti che gli ha permesso di ritornare in vetta e di non temere rivali. La sua favola, però, non ha convinto tutti e tra i primi a dubitare della sua lealtà sportiva è stato David Walsh, giornalista del Sunday Times, che ben presto ha cominciato a chiedersi quanto Armstrong fosse "pulito". Le sue ricerche hanno portato a una verità sconvolgente, che in un primo momento è costata cara sia al giornalista sia alla sua testata. Senza mai arrendersi, Walsh è riuscito a raccogliere prove lampanti dell'uso di sostanze proibite da parte di Armstrong, svelando in tal modo uno dei più grandi inganni della storia dello sport.

Con la direzione della fotografia di Danny Cohen, le scenografie di Alan MacDonald, i costumi di Jane Petrie e le musiche di Alex Heffes, The Program si basa sul pluripremiato libro Seven Deadly Sins di David Walsh e svela la parabola di Armstrong a partire dal 1993, quando appena ventunenne fa il suo debutto al Tout de France e concede una prima intervista allo stesso Walsh, colui che tempo dopo avrebbe posto la parola fine alla sua carriera.

Protagonista di The Program nei panni di Lance Armstrong è l'attore Ben Foster, che si è preparato per la parte preparandosi fisicamente per sei settimane insieme a Jesse Plemons, arruolato nel cast per interpretare Floyd Landis, compagno di scuderia del campione. David Walsh, il giornalista del Sunday Times, è portato invece in scena da Chris O'Dowd.

Completano il cast principale di The Program gli attori Denis Menochet (è Johan Bruyneel, direttore del team di Armstrong), Guillaume Canet (è il dottor Michele Ferrari), Edward Hogg (è Frankie Andreu, compagno di squadra di Armstrong), Elaine Cassidy (è Betsy, la moglie di Frankie), Lee Pace (è Bill Stepleton, l'agente di Armstrong), Laura Donnelly (è Emma O'Reilly, assistente di gara di Armstrong) e Dustin Hoffman (è Bob Hamman, assicuratore per il team US Postal, di cui Armstrong fa parte).

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Il problema di The Program sta da un lato in questa sorta di cronachismo fasullo, mai empatico, solo illustrativo; dall’altro nella pretesa eccessivamente mimetica degli attori, con i personaggi che rasentano la macchietta. Spicca negativamente su tutti il dottor Ferrari, eminenza grigia del doping impersonato da Guillaume Canet. Siccome sappiamo quanto sia di solito bravo Canet, il difetto sta evidentemente nel manico, nel regista, che non ha voluto o non ha saputo prendere altre strade, più credibili e meno risibili. Basato sul pluripremiato libro Seven Deadly Sins di David Walsh.

Commenti (4) vedi tutti

  • Il film non rende il fluss of consciousness esistenziale.45 anni d'età,25 di ciclismo,lo sportivo che ha vissuto due volte ma non ha mai imparato a vivere.La pellicola si lascia guardare con un mimetico protagonista ma ha un difetto:troppo presto e troppo veloce,come il suo protagonista sulle strade,il film è una accattivante ma effimera fiammata.

    leggi la recensione completa di BALTO
  • Stephen Frears realizza un film molto bello a livello visivo, limitando le scene di gara a poche ma di eccellente fattura, e Ben Foster fa un figurone nel dar vita a Lance Armstrong. Il vero, abnorme problema è però la rappresentazione a dir poco ingenua degli eventi che riduce il tutto a tre lupi cattivi in un mondo di agnellini.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Confuso e indeciso tra una rappresentazione di finzione di fatti reali in cui le psicologie dei personaggi sembrano appiattite sul versante di un incomprensibile pregiudizio mefistofelico e l'insopportabile clichè del film a tesi con l'algido schematismo di un'operazione verità che puzza di mistificazione lontano un miglio.

    leggi la recensione completa di maurizio73
  • Cronistoria di un "grande bluff", fotografia di uno sport avvelenato; dettagliato e accurato... Forse un po' freddino ma di indubbio interesse. Bene Foster.

    commento di _Rocky_
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Recensioni

La recensione più votata è negativa

M Valdemar di M Valdemar
3 stelle

  Come fosse un articolo di giornale filmato: piatto, verboso e didascalico sino alla saturazione, sino all'oltrenoia. Niente picchi né sussulti né vette da scalare o quanto meno inscenare: The Program è macchinoso, prevedibile, gioca facile sul passo monotono monocorde dei biopic più manierati e superficialmente/univocamente "fedeli" alla fonte. Nulla di... leggi tutto

6 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

L’epopea di quello che è stato considerato uno dei massimi esponenti del ciclismo di tutti i tempi, eroe creatosi da solo a suon di carattere e determinazione, oltre che predisposizione fisica (nemmeno troppa, a giudicare da quanto ci viene raccontato nel film) che combatte e sconfigge la malattia grave e spesso senza appello sconfiggendola, e tornando a primeggiare come e... leggi tutto

7 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Tra il 1999 e il 2005 l'americano Lance Armstrong (Foster) vinse per sette volte consecutive il Tour de France, la gara ciclistica più famosa al mondo. Unico ad avere indossato così tanto la maglia iridata, Armstrong fu il campione di un colossale programma di dribblaggio dell'antidoping, colui che a suon di epo, testosterone, ormoni della crescita e altri steroidi spinse il... leggi tutto

1 recensioni positive

Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016
Disponibile dal 1 luglio 2016 in Dvd a 9,99€
Acquista

Recensione

maurizio73 di maurizio73
3 stelle

Esordio, malattia, ascesa e caduta di Lance Armstrong, uno dei più grandi fenomeni del ciclismo moderno passato dagli altari degli Champs-Élysées alla polvere delle accuse di doping, fino alla definitiva revoca dei suoi maggiori titoli sportivi. Tutto secondo la ricostruzione dei fatti del suo più attento osservatore e grande detrattore: il giornalista sportivo del...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

M Valdemar di M Valdemar
3 stelle

  Come fosse un articolo di giornale filmato: piatto, verboso e didascalico sino alla saturazione, sino all'oltrenoia. Niente picchi né sussulti né vette da scalare o quanto meno inscenare: The Program è macchinoso, prevedibile, gioca facile sul passo monotono monocorde dei biopic più manierati e superficialmente/univocamente "fedeli" alla fonte. Nulla di...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 5 ottobre 2015
Il meglio del 2014
2014
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito