La via degli angeli

Trama

Siamo nell’Italia rurale degli anni del fascismo, quando l’arrivo della primavera sull’Appennino bolognese era un evento. Il primo sabato della stagione si aprivano le danze a Castel del Vescovo, nella balera di Edgardo Osti: a partire dal quel giorno, uomini e donne iniziavano a sognare l’incontro della loro vita. Anche Ines si reca lì, nella speranza di trovare colui che potrebbe cambiarle per sempre l’esistenza. La ragazza si innamora del figlio di un antiquario...

Note

Con la consueta perizia e con i tratti inconfondibili del suo gusto per la narrazione, Avati affabula, evoca, inventa, incornicia i ricordi suoi e altrui, ascolta le voci perdute nel tempo.

Commenti (4) vedi tutti

  • Bello,nello stile di Pupi Avati,con ottimi attori e una buona fotografia. Due ore che scorrono piacevolmente come una bibita fresca in un'afosa giornata estiva.

    commento di galaverna
  • Facce giuste e ritratti ben definiti (perfetta Valentina Cervi, sfolgorante Gianni Cavina) in uno dei film più personali e solidi di Avati. Racconto poetico, dolce e malinconico di un'Italia lontanissima, ingenua e teneramente meschina.

    commento di ondecorte
  • Pupi cita se stesso e replica le atmosfere di Una gita scolastica, realizzando uno dei suoi film più belli, intensi e poetici. Piccolo capolavoro .

    commento di zederfilm
  • Bello.

    commento di Totoro
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

supadany di supadany
6 stelle

VOTO : 6,5. Uno dei film minori di Avati, almeno per i consensi del pubblico non proprio sfavillanti, ma sicuramente rimane un prodotto egregio, confezionato con estrema cura per il contorno  del tempo storico e dei luoghi, e completato da una sana passione. La passione per la sua terra, e non solo (la dedica è tutta per la madre morta poco prima delle riprese),  è... leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

emmepi8 di emmepi8
8 stelle

  Il cinema preso dall'album di famiglia stile Pupi Avati, se non erro la storia si riferisce alla nonna del regista, speriamo che le sue storie familiari rimangono in famiglia, si conservino i buoni ricordi, ma solo nello stretto nucleo privato. A parte la storia in sé stessa, diciamo che il gusto del racconto c'è tutto e curatissima è la direzione degli attori,... leggi tutto

7 recensioni positive

Trasmesso il 4 settembre 2017 su Iris
Il meglio del 2015
2015

Recensione

sillaba di sillaba
8 stelle

Un film del migliore Pupi Avati. Molto ispirato, prende a piene mani dal passato e da vicende (forse) reali. Diverse storie che si intrecciano e persone che vado a "rubare" un sogno. Quello delle persone che dalla campagna andavano nel paese per trovare moglie (viste le distanze) è tipico del periodo, ma Pupi Avati sa rendere benissimo questa nostalgia e quei piccoli aneddoti e...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
6 stelle

Avati mostra un buon gusto, come sempre, per la narrazione. Ha la capacità di creare l'atmosfera, il contesto ed in qualche modo la magia affabulatoria, non è capacità che hanno tutti e gli va riconosciuta. Di contro però la storia non decolla mai, sembra incartarsi su se stessa e mostra anche qualche forzatura narrativa, il finale ne è l'esempio più...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2011
2011

Che nostalgia!

Baliverna di Baliverna

Chissà come, mi è venuta l'idea di fare una playlist che raccolga i film che presentano una trama ambientata nel passato (rispetto all'epoca del film) con toni nostalgici. Queste pellicole possono narrare sia...

leggi tutto

Recensione

supadany di supadany
6 stelle

VOTO : 6,5. Uno dei film minori di Avati, almeno per i consensi del pubblico non proprio sfavillanti, ma sicuramente rimane un prodotto egregio, confezionato con estrema cura per il contorno  del tempo storico e dei luoghi, e completato da una sana passione. La passione per la sua terra, e non solo (la dedica è tutta per la madre morta poco prima delle riprese),  è...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2010
2010

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

La caratteristica forse più strana di questo romanzetto popolare 'alla Avati', intriso di nostalgia e 'senso della provincia', della piccola quotidianità e degli affanni e delle gioie del borgo, è la durata: due ore di lunghezza vanno oltre lo standard solitamente contenuto del regista bolognese. C'è da dire ad ogni modo che personaggi e situazioni non scarseggiano,...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2008
2008
Il meglio del 2007
2007

Recensione

LorCio di LorCio
8 stelle

Nel panorama del cinema italiano, Pupi Avati è una figura intelligente e raffinata, che continua a percorrere la propria strada con amabile simpatia. Ha il gusto e la capacità del racconto, cosa rara oggi, e le mette a frutto con sapiente e calibrata nostalgia in ogni suo film. Non è esente La via degli angeli, girato nell’ultimo anno del millennio, una storia, anzi,...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2003
2003

Recensione

degoffro di degoffro
8 stelle

Il piacere di raccontare di Pupi Avati si fa sempre più raffinato, intenso ed emozionante. Continuando nel suo viaggio all'interno della memoria familiare, il regista bolognese si ispira ai ricordi e alle rievocazioni della mamma Ines, a cui il film è dedicato, e narra la storia di una ragazza, Ines appunto, in vacanza a Sasso Marconi, pronta a partecipare ad un rito atteso da tutti gli...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito