Questo sito contribuisce alla audience di
    Espandi menu

    Trama

    La storia emotivamente coinvolgente e spesso comica di Joy Mangano, una mamma single di Long Island che ha trionfato su ogni sfida personale e finanziaria inventando il Miracle Mop, un bastone per le pulizie domestiche "miracoloso". Venduto tramite televendita, il prodotto l'ha trasformata in una delle imprenditrici di maggior successo degli States.

    Approfondimento

    JOY: STORIA DI UN'IMPRENDITRICE DI SUCCESSO

    Cosa rende magica una vita? Cosa tiene in piedi una persona costantemente in lotta prima di ottenere successo? Cosa trasforma gli esasperanti alti e bassi di una vita in gioia e scoperta? Sono queste le domande da cui David O. Russell è partito per scrivere Joy, suo ottavo lungometraggio che racconta quattro decenni di vita di una mamma single che si trasforma in modo audace e persistente in un'imprenditrice di alto livello contando solo su straordinari momenti di creazione, impegno e amore.

    Liberamente ispirato alla vita di Joy Mangano, creatrice e stella dell'home shopping dei primi anni Novanta, Joy segue l'ascesa della protagonista da quando è solo figlia di una famiglia laboriosa ma disastrata fino al momento in cui si trasforma in una matriarca dallo splendido successo. Spinta a creare ma anche a prendersi cura di coloro che la circondano, Joy vive il tradimento, l'inganno, la perdita dell'innocenza e le cicatrici d'amore, trovando la forza nel perseguire quel sogno di vita a cui per troppo tempo aveva rinunciato.

    Storia tragicomica di una donna che reinventa se stessa anche grazie alle circostanze folli che vive e agli infiniti ostacoli a cui va incontro, Joy conta sulla direzione della fotografia di Linus Sandgren, sulle scenografie di Judy Becker, sui costumi di Michael Wilkinson e sulle musiche supervisionate di West Dylan Thordson e David Campbell.

    I PERSONAGGI PRINCIPALI

    Protagonista di Joy è l'attrice Jennifer Lawrence, chiamata a interpretare l'eponima eroina e la sua evoluzione attraverso quattro decenni. Self made woman che da casalinga sognatrice si trasforma in imprenditrice di successo rimanendo sempre fedele a se stessa e ai propri ideali, Joy ha una famiglia complicata con cui relazionarsi, a partire dal padre Rudy. Impersonato da Robert De Niro, Rudy è il proprietario di un garage e appartiene alla classe operaia ma ciò che lo contraddistingue sono le sue enormi contraddizioni: passa facilmente dal dare i numeri senza alcun controllo all'essere innamorato, da un temperamento terribile al mostrarsi innamorato, dall'avere una grande etica operaia al mostrare attenzione per lo stile, dal soffrire molti rimpianti paterni a mostrare grande amore per i suoi figli. Da sempre detrattore dei sogni di Joy, Rudy in un certo modo la favorisce innamorandosi di Trudy, un'immigrata italiana. Portata in scena da Isabella Rossellini, Trudy è una vedova di origini italiane che dal precendete marito Morris ha ricevuto un'eredità che per Joy diventa presto l'ultima speranza per avviare la sua attività dal nulla. D'altro canto, Terry, madre di Joy ed ex moglie di Rudy, vive in un mondo tutto suo. Ha trovato rifugio nell'immaginazione e nella vita non reale proposta dalle soap opera in cui le figure femminili hanno la meglio su quelle maschili. Timida signora che, impaurita dal mondo, non esce mai di casa, Terry è interpretata da Virginia Madsen.

    Se per Joy Trudy è una sorta di spina nel fianco per i suoi dubbi nell'investire nel suo miracoloso mop, l'ex marito Tony è letteralmente l'uomo ai suoi piedi. Sebbene divorzino, Tony e Joy continuano a vivere ancora nella stessa casa rimanendo amici e sostenendosi su tutto. A impersonare Tony è l'attore Edgar Ramirez. Joy, inoltre, è costantemente incoraggiata dalla nonna Mimi, colei che diventerà il suo modello di matriarca e che ha il volto dell'attrice Diane Ladd.

    All'interno della famiglia, Joy trova la sua maggiore rivale nella sorella Peggy. Esattamente all'opposto di Joy e costantemente in competizione con lei per il controllo della famiglia, Peggy è impersonata da Elisabeth Rohm. Al di fuori del clan Mangano, invece, Joy può sempre contare sul suo più grande alleato (e successivamente rivale) Neil Walker, il produttore esecutivo del canale QVC portato in scena da Bradley Cooper.

    Leggi tuttoLeggi meno

    Note

    Ispirato a una storia vera.

    Commenti (7) vedi tutti

    • un film davvero ben fatto che indica la necessita di non mollare ai propri sogni o arrendersi agli ostacoli della vita.

      commento di robertdeniro31
    • O. Russell, nel raccontare una vicenda che esalti il "girl power", si perde invece in una celebrazione dell' "American Way of Life" ormai fuori tempo massimo.

      leggi la recensione completa di Humbug
    • Russell sembra mettere in scena la rivincita del sogno americano sul sogno americano, la rivincita della televisione sulla televisione.

      leggi la recensione completa di Will88
    • Elegia del mocio e della sua inventrice. Il pubblico femminile andrà sicuramente in visibilio.Uno (anzi: una) su mille ce la fa? E gli altri 999?

      commento di spopola
    • La storia vera di Joy Mangano, imprenditrice di successo negli anni 90, raccontata in chiave di drame-comedy con toni fiabeschi,nel lungo cammino verso il successo partendo dalla working class. Film che delude nonostante la magistrale interpretazione di Jennifer Lawrence.

      leggi la recensione completa di bufera
    • David O. Russell realizza un altro film imperfetto ma comunque gradevole nel quale è bravo a creare un forte legame empatico fra la protagonista Joy e lo spettatore.

      leggi la recensione completa di marcopolo30
    • La necessità aguzza l'ingegno: la storia del sogno americano si materializza nell'avventura tutta luci ed ombre, sali-scendi dell'intraprendente Joy Mangano, a cui una splendida Jennifer Lawrence dà volto e corpo con tutta la prorompente vitalità e fisicità che l'hanno resa ormai star tra le più acclamate e premiate di Hollywood.

      leggi la recensione completa di alan smithee
    Scrivi un tuo commento breve su questo film

    Scrivi un commento breve (max 350 battute)

    Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

    Recensioni

    La recensione più votata è sufficiente

    bufera di bufera
    5 stelle

       David O.Russel propone con JOY (2015) una storia in chiave di commedia, dramma e fiaba, liberamente ispirata alla vita, nei     suoi primi quattro decenni, di Joy Mangano, imprenditrice di successo dopo una lunga e faticosa scalata. Joy ( Jennifer Lawrence )  è stata una bambina studiosa e piena di fantasia ,che sognava di inventare tante cose... leggi tutto

    16 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle positive

    marcopolo30 di marcopolo30
    7 stelle

    Una delle più grandi abilità di David O. Russell è secondo me quella di riuscire a creare sempre e comunque un elevato livello di empatia fra i personaggi dei suoi film e il pubblico. In altre parole, nei suoi film non si può rimanere neutrali; si fa il tifo come lo si faceva da bambini con l'A-Team. Tutti ad eccezione di quel ristretto gruppo di (pseudo)... leggi tutto

    9 recensioni positive

    Recensioni

    La recensione più votata delle negative

    M Valdemar di M Valdemar
    4 stelle

      In the mood for mocio. L' american way of life è lastricato di idee, possibilità e sporcizia. D'ogni specie: morale, materiale, affaristica, parentale. Basta passarci sopra il mocio miracoloso. Una strizzata, una lavata, e subito in lavatrice il copioso cotone pronto a rassicurare ed investire del candore dei giusti i valori fondativi di una (di quella)... leggi tutto

    2 recensioni negative

    Disponibile dal 3 ottobre 2016 in Dvd a 16,99€

    Acquista

    Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 4 voti

    vedi tutti

    Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 6 voti

    vedi tutti

    Recensione

    will kane di will kane
    6 stelle

    Anche dietro a un "Mocio", il diffusissimo attrezzo per la casa che ha sostituito in molte abitazioni il tradizionale spazzolone con straccio, c'è una storia da narrare. "Joy" è il racconto dell'inventrice dell'oggetto come lo conosciamo oggi: casalinga con il pallino delle invenzioni fin da piccola, in una famiglia turbolenta, in cui nessuno si perde mai davvero (il padre viene...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 4 voti

    vedi tutti

    Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 8 voti

    vedi tutti

    Recensione

    andry10k di andry10k
    6 stelle

      Il punto di forza del "cinema" di David O. Russell è sicuramente la sua capacità innata di raccontare storie, la maestria del far vivere o rivivere alcuni personaggi irreali o reali che siano sullo schermo in maniera semplice ma anche ricercata. In questo caso si ispira all'inventrice, ormai milionaria, Joy Mangano, uno dei casi più recentemente importanti di...

    leggi tutto

    Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 7 voti

    vedi tutti

    Recensione

    Alys di Alys
    6 stelle

    Ogni volta che m'imbatto in una commedia come questa, il dubbio che mi assale è sempre lo stesso: è il cast ad essere inutilmente sprecato, o è piuttosto il film - di per sé tutt'altro che eccelso - a sembrare migliore di ciò che è proprio grazie agli attori? Probabilmente entrambe le cose.   Di regola non sono un'amante della commedia americana...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 3 utenti

    Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti

    vedi tutti

    Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 50 voti

    vedi tutti

    Recensione

    trebby di trebby
    6 stelle

    Alcuni anni fa l'autore di vignette satiriche Giorgio Forattini commentava una debacle elettorale di Gianfranco Fini, disegnando Alessandra Mussolini intenta a rivolgere a Fini le seguenti parole: ''neh guagliò che te sei muntato a capa?'' Queste parole in napoletano sono  più o meno traducibili in: '' ehi ragazzo ti sei montato la testa?'' Ebbene queste parole potrebbero...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 3 utenti

    Recensione

    giorgiobarbarotta di giorgiobarbarotta
    7 stelle

    Jennifer Lawrence è un'attrice capace. Sulle sue spalle poggia la riuscita di Joy, filmetto che avrebbe potuto deragliare e invece si rivela godibile nella sua semplicità favolistica e piuttosto naif. Ancora il sogno americano, in una delle sue molteplici declinazioni. Una giovane donna, madre, divorziata (ma in buoni rapporti con l'ex marito ...cantante latino che vivacchia nel...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Il meglio del 2015

    2015
    Joy valutazione media: 6 27 recensioni del pubblico.

    Le nostre firme

    Scopri chi sono le firme

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono le firme

    Come si diventa una firma

    Le firme sono scelte tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare una firma?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito