Trama

Primavera. Fred e Mick, due vecchi amici alle soglie degli ottant'anni, sono in vacanza insieme in un elegante albergo ai piedi delle Alpi. Fred, compositore e direttore d'orchestra, è ormai in pensione mentre Mick, regista, è ancora in attività. I due amici, consapevoli che il tempo a loro disposizione sta lentamente scadendo, decidono di affrontare il futuro insieme e guardano con curiosità e tenerezza alla vita dei loro figli, dei giovani scrittori entusiasti di Mick e degli altri ospiti dell'albergo, tutta gente che sembra avere davanti a sé ancora l'intera esistenza. E mentre Mick si sforza di finire la sceneggiatura di quello che sarà il suo ultimo importante film, Fred non ha alcuna intenzione di rimettersi al lavoro, anche se qualcuno vuole a tutti i costi ascoltare nuovamente le sue composizioni e rivederlo di nuovo all'opera.

Note

Grazie a David Lang (un compositore contemporaneo che Sorrentino ha aiutato a far conoscere), il film si abbandona a epifanie che spezzano il passo maestoso di grandi sequenze che perlopiù finiscono con sottili gag ironici (il film è divertente, anche se culmina in scene drammatiche). Proprio questo lo rende spesso un lavoro magnifico che quando giunge all’intensità delle emozioni subito si rifugia nel virtuosismo dei dialoghi, nell’ebbrezza della visione, nel grottesco insensato e divertente della vita. E nessun regista in Italia oggi sa esplorare la sensualità del mix di immagini e suoni come lui.

Commenti (14) vedi tutti

  • I temi abbondano, ma tutti sono esposti con superficialità.

    leggi la recensione completa di IlGranCinematografo
  • Non fosse per intellettualismi e pippe filosofiche (a mio parere da bandire per legge), sarebbe un bel film, con grandi interpreti e un sottile, ambiguo tributo alle atmosfere della "Montagna Incantata" pur non avendo nient'altro in comune col romanzo di Mann. Grande fotografia; applausi per la scena del concerto delle vacche.

    commento di gherrit
  • Eh si perchè qua siam tutti compositori e registi

    commento di sticazzi
  • Poetico e bellissimo.

    commento di Fiesta
  • Se vi è piaciuto The young pope, dovrebbe piacervi; se no, lasciate perdere.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Film molto raffinato

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • A me è piaciuto tantissimo, molto di più de la grande bellezza. Storia e sceneggiatura intelletuali-filosofiche, messa in scena incredibile, qui Sorrentino sembra Lynch (ok non esageriamo), un Michael Cane strepitoso, lo amo e qui è in un ruolo che gli calza a pennello. Che dirvi,per me è il migliore insieme a le conseguenze dell'amore.

    commento di LucaJazz94
  • Il senso della vita (senescente) secondo un (rinsavito) Sorrentino. L’estetica finalmente ha un contenuto: insomma c’è un film, nel senso di prodotto per un pubblico, di cui parlare.

    leggi la recensione completa di scandoniano
  • Il cinema di Sorrentino non ha bisogno forzatamente di una trama, anzi potremmo affermare che questo film non ce l’abbia affatto. Non c’è un inizio e forse non c’è neanche un epilogo, è semplicemente uno stato d’animo, una quieta contemplazione filosofale di un anziano signore che si ritrova a riflettere sulla proprio passato.

    leggi la recensione completa di michemar
  • Un collage di grandi immagini .... utilizzate per incartare un pensierino.

    commento di fra_paga
  • Youth non è il miglior film di Sorrentino, non lo era neanche La grande bellezza, ma è comunque un'opera interessante di un artista che ha dimostrato di essere disposto a tutto pur di non tradire la sua poetica.

    leggi la recensione completa di DrugoLebowski
  • Sorrentino non si smentisce. Questo film è una conferma della capacità del regista di raccontare per immagini le sue passioni e ossessioni. La vita, la musica, l'avanzare dell'età, l'amore e la morte. E, su tutto, l'arte.

    leggi la recensione completa di velox
  • Film per nulla interessante che si basa su una Storia tenuta a galla da vari Interpreti d'eccezione (Caine,Fonda,Weisz e anche Keitel …) piu' qualche altra di passaggio … Ghenea e null'altro da segnalare.voto.1.

    commento di chribio1
  • Visualmente spettacolare, emozionalmente potentissimo. Il commento musicale di Dadi Lang è superlativo. Avrei dato anche più stelle, se fosse stato possibile.

    commento di Aldom
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

M Valdemar di M Valdemar
5 stelle

  Un film carino. Lo sanno anche le mandrie di mucche che pascolano felici e cantano in coro con le grandi campane e gli educati muggiti: Paolo Sorrentino adora - non può (più) farne a meno - provocare (tra le altre cose). Provocare, naturalmente, con la tipica partitura grottesca estetica ed estetizzante: il torrenziale susseguirsi di immagini, sequenze,... leggi tutto

22 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

bufera di bufera
7 stelle

 Contemporaneamente alla sua presentazione a Cannes,come fu per La grande Bellezza, è uscito sui nostri schermi l’ultima fatica di Paolo Sorrentino YOUTH-LA GIOVINEZZA, accompagnata da maggior riserbo rispetto all’altro film. Con una sceneggiatura scritta di getto dallo stesso Sorrentino, in una comproduzione italo-franco-anglo-elvetica, girato utilizzando tutti... leggi tutto

47 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

amandagriss di amandagriss
3 stelle

  Paolo Sorrentino si è preso una vacanza. Dopo la fatica ed i fasti dell’opera che lo ha consacrato definitivamente alla settima arte.   Youth, dietro una sceneggiatura assolutamente inconsistente e irritantemente irrilevante, dietro i pochi dialoghi urlati al cielo come sentenze inappellabili, come lapidari trattati esistenziali fatti passare per perle di saggezza... leggi tutto

10 recensioni negative

Il meglio del 2017
2017

Recensione

Gundawane di Gundawane
3 stelle

Premessa necessaria nel dire che considero Sorrentino come l'unico regista italiano della nuova generazione che puo essere nominato assieme ai mostri sacri del cinema italiano. Si puo anche affermare con sicurezza che è anche uno dei pochi che sà scrivere con maestria una grande sceneggiatura;e che nei suoi film sappia usare la colonna sonora in maniera sublime. Fino all'oscar...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

sasso67 di sasso67
5 stelle

Dopo quella targata Garrone (con Il racconto dei racconti), arriva, nello stesso anno, la delusione anche da parte di Sorrentino. A me già non era piaciuta, del regista napoletano, la trasferta americana di This Must Be The Place, mentre avevo successivamente apprezzato La grande bellezza. Questo Youth, che aspira a un cinema metafisico e internazionale, con protagonisti l'inglese...

leggi tutto
Disponibile dal 1 aprile 2016 in Dvd a 7,99€
Acquista
Il meglio del 2015
2015

Recensione

M Valdemar di M Valdemar
5 stelle

  Un film carino. Lo sanno anche le mandrie di mucche che pascolano felici e cantano in coro con le grandi campane e gli educati muggiti: Paolo Sorrentino adora - non può (più) farne a meno - provocare (tra le altre cose). Provocare, naturalmente, con la tipica partitura grottesca estetica ed estetizzante: il torrenziale susseguirsi di immagini, sequenze,...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 18 maggio 2015
Il meglio del 2014
2014
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito