Trama

Marion è un'intellettuale newyorkese sposata con un celebre medico e sta finendo il suo nuovo libro. Si trova in piena crisi d'identità. Un giorno si accorge che attraverso una parete può seguire i colloqui in corso nell'attiguo studio di uno psicanalista. Finisce per identificarsi con una delle pazienti, Hope, e attraverso di lei si ritrova a fare i conti con se stessa.

Note

Film del filone serio e solenne di Woody Allen. Riflessione sull'esistenza come un necessario e continuo compromesso tra noi e il mondo, sorretto sempre da un' insopprimibile speranza. Bergmaniano.

Commenti (9) vedi tutti

  • Una scrittrice assiste di nascosto alle confessioni di una donna in gravidanza; rivive la sua giovinezza, le rinuncie e si scopre arida e poco amata. Serioso e poco credibile il film è parzialmente salvato dalle buone interpretazioni.

    commento di michel
  • "E mi domandavo se un ricordo è qualcosa che hai ancora e non piuttosto qualcosa che hai perduto." Questa è la frase che chiude il film, opera bergmaniana di un grandissimo Allen, forse il miglior scrittore cinematografico sulle donne: Settembre, Un'altra donna, Anna e le sue sorelle, Alice, Blue Jasmine. E non solo. Voto 8.

    commento di michemar
  • Un film magico. Anche grazie alla colonna sonora (soprattutto Bach), al montaggio e all’ autunnale New York splendidamente fotografata dal bergmaniano Sven Nykvist - a conferma del terzo omaggio al grande regista - dopo ‘Interiors’ e ‘Settembre’. Ma stavolta l’allievo ha superato il maestro...

    leggi la recensione completa di marco bi
  • In effetti, è proprio bello.

    commento di wundt
  • Un altro film esistenziale di Allen sull'inutilità e la tristezza dell'esistenza. In assoluto tra i più cupi. Fa riflettere molto. Attori bravissimi. Tabellino dei punteggi di Film Tv ritmo:3 impegno:3

    commento di Carlo Ceruti
  • Lucido, coinvolgente, diretto. Ma non è Bergman

    commento di fornarolo
  • Preferisco, senza bisogno di paragone, il Woody Allen comico al Woody Allen serio. Questo film mi è piaciuto poco, nonostante le buone intenzioni e il professionismo dell'intera operazione. Troppo verboso.

    commento di sasso67
  • voto 8

    commento di alice89
  • "Un'altra donna": per me un altro Allen, nel senso che è il primo film non commedia di Allen che ho visto. Ma anche senza l'ironia tagliente del grande Woody, un grande film, molto profondo e ricco di spunti di riflessione. Ottima la protagonista.

    commento di valien88
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

marco bi di marco bi
9 stelle

“Un ricordo è una cosa che possiedi o è una cosa che hai perduto?”     Denso e intenso, profondo, senza compiacimenti. Tra i 44 lavori di Woody Allen - uno dei pochi registi che ha diretto ottimi film sia comici che drammatici - questo è uno dei migliori.   Marion (la carismatica, bravissima ma poco sfruttata, Gena Rowlands), vive a New... leggi tutto

14 recensioni positive

Recensioni
Recensioni
Il meglio del 2016
2016
Disponibile dal 5 maggio 2016 in Dvd a 9,99€
Acquista

Recensione

giorgiobarbarotta di giorgiobarbarotta
9 stelle

Puro piacere per gli occhi e per la mente. Un evidentissimo esempio di come padroneggiare al meglio la materia cinematografica. Narrazione chiara, apparentemente dimessa e lineare, in realtà un abile e complesso gioco di specchi, ricco di digressioni, parentesi, flashback. Confidenziale, intimista, inquietante, tanto sussurrato quanto potente nell'evocare angosce, spettri e segreti...

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
Il meglio del 2015
2015

Recensione

Kurtisonic di Kurtisonic
8 stelle

In quello che si definisce come il periodo più interiore del cinema di Woody Allen, poco più di un decennio che parte dal 1977(Io e Annie), sarebbe azzardato stilare classifiche di gradimento per pellicole che puntualmente si sono affermate come dei capolavori. La svolta che lo ha fatto deviare dalla commedia  e dai toni più umoristici verso un genere più...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014

Recensione

marco bi di marco bi
9 stelle

“Un ricordo è una cosa che possiedi o è una cosa che hai perduto?”     Denso e intenso, profondo, senza compiacimenti. Tra i 44 lavori di Woody Allen - uno dei pochi registi che ha diretto ottimi film sia comici che drammatici - questo è uno dei migliori.   Marion (la carismatica, bravissima ma poco sfruttata, Gena Rowlands), vive a New...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013
Il meglio del 2012
2012

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Affittato un appartamento dove potere portare a termine il libro che sta scrivendo, Marion (Rowlands), una professoressa di filosofia di mezza età, donna newyorchese colta, bella e brillante, ascolta accidentalmente - attraverso la grata dell'aria condizionata - le sedute che il suo vicino psicanalista intrattiene con una giovane paziente (Mia Farrow). Marion proietta su se stessa le vicende...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Estate romana

marco bi di marco bi

Al cinema d’estate nelle arene estive I miei ricordi partono dalla fine anni 70 – inizio 80. Che estati, mi spostavo in motorino, un paio di film quasi ogni sera…la cena? La stanchezza? Niente contava…solo...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

Un'altra donna fu un fiasco di pubblico, e le reazioni della stampa americana furono piuttosto negative. Perfino il critico del New York Times, Vincent Canby, che era stato un fervente ammiratore di Allen dai tempi di Prendi i soldi e scappa, scrisse che: "Eppure qualcosa di vitale manca. Senza questo qualcosa, Un'altra donna fa restare senza fiato, da un lato per l'intensità delle...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

cantautoredelnulla di cantautoredelnulla
8 stelle

"E sono rimasta lì a chiedermi se i ricordi sono qualcosa che hai o sono qualcosa che hai perduto". Questo epilogo riassume brevemente il tema del film ed è una domanda alla quale ognuno può dare la propria risposta. Un po' come il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno, il senso che ognuno di noi dà ai propri ricordi e con essi al proprio passato ha un carattere...

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

Psicanalisi

Scotty di Scotty

Ultimamente ho visto parecchi film in qualche modo legati alla psicanalisi. In questa playlist, ho voluto elencare quelli che mi sono rimasti più impressi, raccontandovi le emozioni che mi hanno trasmesso e le...

leggi tutto
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2004
2004

"Lo chiamano l'autunno...

Crawford di Crawford

...ed ha color di sangue - un'arteria sopra il colle, una vena per la via - grossi globuli sui viali. Guarda che folli macchie, quando il vento sconvolge la fontana - e versa una pioggia di scarlatto! Spruzza...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002

i miei sette piccoli indiani

famous di famous

ciao a tutti!è stato molto difficile per me scegliere sette tra i film ke mi hanno piu' emozionato,ho dovuto lasciare fuori da questa lista molti dei titoli a cui sono piu' affezionato(ad esempio "All that Jazz" o...

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito