Trama

Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson sono tre donne afro-americane. Lavorano alla Nasa e sono le menti brillanti che hanno messo a punto il primo programma di missioni spaziali che ha portato uomini come l'astronauta John Glenn in orbita. Il loro operato, basato sull'elaborazione di importanti dati matematici, ha contribuito a ridare nuova fiducia alla nazione, ridefinire la corsa nello spazio e stupire il mondo. Da visionarie quali sono, hanno avuto la meglio sugli stereotipi di genere e razza, divenendo fonte di ispirazione per le giovani generazioni.

Approfondimento

IL DIRITTO DI CONTARE: TRE DONNE NERE ALLA NASA

Diretto da Theodore Melfi e sceneggiato dallo stesso con Allison Schroeder, Il diritto di contare svela la storia vera di un gruppo di donne afroamericane che hanno contribuito a cambiare in meglio le fondamenta degli Stati Uniti. Impegnate come esperte di matematica alla Nasa, le donne hanno contribuito a far vincere agli americani la corsa allo spazio contro i rivali dell'Unione Sovietica e allo stesso tempo hanno permesso alla lotta per la parità dei diritti e delle opportunità di fare un grande balzo in avanti. Tutti conoscono le missioni Apollo e gran parte dei nomi degli astronauti che hanno mosso i primi passi nello spazio (John Glenn, Alan Shepard e Neil Armstrong) ma in pochi sanno che dietro a ogni loro mossa alla Nasa vi erano ingegnosi "computer umani", dietro a cui si nascondevano audacia e intelligenza. Tra questi, il gruppo di tre donne visionarie composto da Katherine Johnson, Dorothy Vaughan e Mary Jackson, ha rivestito un ruolo pionieristico di primo piano.

Con la direzione della fotografia di Mandy Walker, le scenografie di Wynn Thomas, i costumi di Renee Ehrlich Kalfus e le musiche composte da Benjamin Wallfisch, Pharrell Williams e Hans Zimmer, Il diritto di contare si basa sull'omonimo libro di Margot Lee Shetterly (moglie di un ufficiale della Nasa) e si sofferma in particolar modo su tutto ciò che ha permesso a John Glenn di orbitare nello spazio. Dietro all'affascinante viaggio dell'astronauta, si nascondevano alla Nasa tre donne il cui operato è rimasto per anni sconosciuto all'opinione pubblica. Katherine Johnson, Dorothy Vaughan e Mary Jackson, hanno infatti messo al servizio della nazione le loro conoscenze, la loro passione e le loro competenze nel campo matematico, dopo che le leggi contro la discriminazione razziale avevano invitato gli enti pubblici e le agenzie federali ad assumere anche le donne afroamericane. Dopotutto alla Nasa, come spiega il regista Theodore Melfi, "non importava il colore della pelle, la razza e il sesso: serviva qualcuno di intelligente e brillante che portasse avanti un progetto scientifico in grado di ridefinire le nozioni sullo spazio". Operanti al Langley Memorial Research Lab di Hampton in Virginia, in un'epoca in cui i computer non erano ancora quelli che conosciamo oggi, le tre donne avevano il compito di eseguire calcoli avanzati per tracciare le traiettorie dei razzi spaziali e le rotte del loro rientro sulla Terra.

La posta in gioco era inoltre molto alta per tutti gli americani. Nel 1958, l'Unione Sovietica aveva lanciato il pionieristico programma Sputnik aprendo una forte competizione con gli Usa. Entrambe le nazioni volevano mostrare all'altra di avere il migliore dei sistemi per la corsa allo spazio e di essere la prima nazione al mondo in campo di tecniche militari e intelligence. Gran parte della speranze degli Usa erano state riaccese dal presidente Kennedy e dal suo programma spaziale.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Il diritto di contare è Theodore Melfi, regista, sceneggiatore e produttore statunitensi. Dopo quasi una ventina di anni di lavoro come produttore, Melfi ha esordito alla regia solo nel 2014 con St. Vincent, prima di dedicarsi quasi contemporaneamente a Insospettabili sospetti e Il diritto di contare.... Vedi tutto

Commenti (9) vedi tutti

  • Hidden Figures, pur presentando i limiti e le semplificazioni tipiche del cinema “politicamente corretto", è un film di gradevole fattura che riesce con brio e spirito a rendere onore alle qualità scientifiche, alla forza d'animo ed allo spirito di solidarietà delle sue protagoniste.

    leggi la recensione completa di port cros
  • Il semisconosciuto Melfi è abile nell'imbastire una dramedy brillante e divertente sullo snodo cruciale di un riscatto di genere e di razza come paradigmi di una nazione che progredisce dall'interno per affermarsi all'esterno, guadagnandosi la meritata ribalta di 3 nomination agli Oscar, 2 ai Globe ed 1 ai BAFTA.

    leggi la recensione completa di maurizio73
  • Racconto piacevole e vagamente celebrativo del contributo che tre donne nere acculturate e ammesse nel team della NASA hanno dato alla riuscita delle prime imprese spaziali americane in concorrenza con la Russia. Siamo negli anni 60 e la segregazione razziale esiste ancora, ma i loro risultati riusciranno a intaccarla.Film utile e anche divertente

    commento di bufera
  • Tre donne toste per salvare l'America nel suo primato di conquista dello spazio conteso all'Urss. Ma pure tre donne tenacemente protese a far valere i diritti di una razza sfruttata e calpestata. Un film che rischia di svilirsi nella melassa di sdolcinature insopportabili, sorretto in extremis da un brio di tre attrici davvero brave e generose.

    leggi la recensione completa di alan smithee
  • VIVIAN: Mi dispiace, ma volevo dirle che io non ho nulla contro di voi. DOROTHY: Lo so. Lo so che lei crede che sia così...

    leggi la recensione completa di champagne1
  • VIVIAN: Mi dispiace, ma volevo dirle che io non ho nulla contro di voi. DOROTHY: Lo so. Lo so che lei crede che sia così...

    leggi la recensione completa di champagne1
  • Razzistello, segregazionello. Palliducci contro negretti. Buffetti e facciotte. Discriminarello.

    leggi la recensione completa di ROTOTOM
  • Una commedia che puzza di Politically Correct ad ogni fotogramma e che si sforza più di non toccare i tasti sbagliati che toccare le corde giuste, una caricatura di quello che dovrebbe essere un film drammatico. E che dipinge tutti i bianchi come potenziali cattivi e tutti i neri come buoni.

    leggi la recensione completa di GiorgioBlu
  • Uno, anzi due, temi seri trattati col buonismo che deriva dai sensi di colpa postumi.

    leggi la recensione completa di SredniVashtar
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

maurizio73 di maurizio73
6 stelle

Impiegate presso la NASA come calcolatrici umane nel programma Mercury, le tre amiche e matematiche di colore Katherine, Dorothy e Mary vivono e lavorano in un clima di pesanti discriminazioni sessiste e razziste nella Virginia dei primi anni 60. Dotate ciascuna di un talento particolare, di una ferrea volontà e spirito di adattamento alle mansioni richieste, le tre ragazze si faranno... leggi tutto

7 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

ethan di ethan
7 stelle

Siamo in America agli inizi dei favolosi anni '60 e alla NASA la corsa alla conquista dello Spazio si fa sempre più serrata con il 'concorrente' storico, l'URSS, che è riuscito a mandare in orbita Juri Gagarin: all'Agenzia è importante il contributo di ogni singola persona che ci lavora, quelle figure nascoste del titolo originale - 'Hidden Figures' - che, con intelligenza... leggi tutto

5 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

GiorgioBlu di GiorgioBlu
4 stelle

Una commedia che puzza di Politically Correct ad ogni fotogramma e che si sforza più di non toccare i tasti sbagliati che toccare le corde giuste, una caricatura di quello che dovrebbe essere un film drammatico. Di tutti i film nominati all'oscar quest'anno questo è quello che mi ha dato l'impressione di essere stato "infiocchettato" in fretta per l'occasione con una bella... leggi tutto

1 recensioni negative

Recensione

will kane di will kane
6 stelle

Dietro le grandi imprese, ed i nomi più in vista che le hanno compiute, spesso ci sono ignoti che hanno dato un contributo notevole affinchè l'evento si avverasse, ma Storia e cronache non ne hanno riportato i nomi. Nella corsa allo spazio che avvinse molta della popolazione mondiale negli anni Sessanta, per preparare lo sbarco sulla Luna, fu necessario prima far partire i...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

port cros di port cros
6 stelle

  Ambientato negli anni 60 nella sede della NASA in Virginia, Hidden Figures è la storia di tre donne nere realmente esisitite, Katherine Johnson (Taraji P. Henson), Mary Jackson (Janelle Monáe), e Dorothy Vaughan (Octavia Spencer), matematiche ed ingegnere, i cui pionieristici i cui calcoli per la NASA hanno dato un notevole contributo a molte missioni spaziali, tra cui il...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 39 voti
vedi tutti

Recensione

maurizio73 di maurizio73
6 stelle

Impiegate presso la NASA come calcolatrici umane nel programma Mercury, le tre amiche e matematiche di colore Katherine, Dorothy e Mary vivono e lavorano in un clima di pesanti discriminazioni sessiste e razziste nella Virginia dei primi anni 60. Dotate ciascuna di un talento particolare, di una ferrea volontà e spirito di adattamento alle mansioni richieste, le tre ragazze si faranno...

leggi tutto

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

L’irresistibile storia di tre donne che, negli anni Sessanta dellaconquista spaziale, contribuirono in modo determinante, anzi esclusivo, alla messa a punto dei primi viaggi orbitali con a bordo un essere vivente. Tre donne che, oltre a questi meriti eccezionali, si fecero promotrici di un altro fondamentale tassello che condusse alla parificazione dei diritti della popolazione nera,...

leggi tutto

Recensione

ethan di ethan
7 stelle

Siamo in America agli inizi dei favolosi anni '60 e alla NASA la corsa alla conquista dello Spazio si fa sempre più serrata con il 'concorrente' storico, l'URSS, che è riuscito a mandare in orbita Juri Gagarin: all'Agenzia è importante il contributo di ogni singola persona che ci lavora, quelle figure nascoste del titolo originale - 'Hidden Figures' - che, con intelligenza...

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti

Recensione

Amistadl di Amistadl
10 stelle

TRAMA DEL FILM: Si può considerare un film storico. E' la storia vera di tre donne di colore nell'America segregazionista degli anni '60. Queste tre amiche sono: la matematica Katherine Johnson, l'ingegnere aerospaziale Mary Jackson e la matematica e informatica Dorothy Vaughan. Il film è tratto dal libro "Hidden Figures", quindi "Figure Nascoste". E' un termine azzeccato....

leggi tutto

Recensione

champagne1 di champagne1
7 stelle

Se l'Uomo è arrivato sulla Luna il merito è anche di tre donne speciali, eccelse nel campo chi del calcolo matematico, chi della programmazione dei primordiali computer IBM (allora si chiamavano più semplicemente calcolatori), chi della ingegneria, che hanno un solo "difetto": essendo donne e per di più nere, non hanno accesso ai posti che meriterebbero nell'ambito...

leggi tutto

Recensione

champagne1 di champagne1
7 stelle

Se l'Uomo è arrivato sulla Luna il merito è anche di tre donne speciali, eccelse nel campo chi del calcolo matematico, chi della programmazione dei primordiali computer IBM (allora si chiamavano più semplicemente calcolatori), chi della ingegneria, che hanno un solo "difetto": essendo donne e per di più nere, non hanno accesso ai posti che meriterebbero nell'ambito...

leggi tutto

Recensione

ROTOTOM di ROTOTOM
5 stelle

Fa più male il politically correct che il razzismo. Almeno al cinema. Insieme a Moonlight e Barriere era l’altro film inserito nel novero dei migliori film premiabili con l’Oscar alla recente cerimonia dell’Academy Award. Il terzo film a tematica afroamericana che doveva soddisfare, a pensare male, le quote nere che l’Academy ha dovuto inserire tra i migliori...

leggi tutto

Recensione

nickoftime di nickoftime
7 stelle

Siamo sicuri che a Spike Lee il film non è piaciuto. Convinto assertore del risveglio dell’orgoglio nero il regista di “Fai la cosa giusta” è da sempre assertore di un cinema che sia espressione di un punto di vista interno alla comunità afro americana e non il surrogato di idee e motivazioni esterne al contesto di riferimento. Come per ragione di natali...

leggi tutto
Recensione

Recensione

Leo Maltin di Leo Maltin
5 stelle

Il titolo originale ("figure nascoste") rende bene la condizione di queste tre donne che, all'ombra e a favore dei potenti uomini bianchi, resero possibile la corsa allo spazio, protagoniste e vittime di un contesto socio-politico che si è servito di loro per poi destinarle all'oblio. Un'oleografica, tardiva ma giusta celebrazione di quella storia minore fatta di impegno e sacrificio...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Uscito nelle sale italiane il 6 marzo 2017

Recensione

GiorgioBlu di GiorgioBlu
4 stelle

Una commedia che puzza di Politically Correct ad ogni fotogramma e che si sforza più di non toccare i tasti sbagliati che toccare le corde giuste, una caricatura di quello che dovrebbe essere un film drammatico. Di tutti i film nominati all'oscar quest'anno questo è quello che mi ha dato l'impressione di essere stato "infiocchettato" in fretta per l'occasione con una bella...

leggi tutto
Recensione
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 10 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito