Espandi menu

    Trama

    Alessandro (Stefano Accorsi) insegna musica in una scuola di Strasburgo e divide casa con Irina, la figlia quindicenne, e con il fratello Luigi (Neri Marcorè), soprannominato Crampone, un mezzo anarchico che continua a chiedere lo status di rifugiato politico da quando in Italia è al potere Berlusconi. Il professore, che ha messo da parte le sue esigenze sentimentali per crescere la figlia, si ritroverà a scoprire un mondo tutto nuovo e a rivalutare le proprie scelte quando Irina si innamorerà per la prima volta di un ragazzo della sua età.

    Recensioni

    La recensione più votata è positiva

    hupp2000 di hupp2000
    8 stelle

    Dopo il meritatissmo César del 2008 come migliore opera prima per « Il y a longtemps que je t’aime » (« Ti amerò sempre »), Philippe Claudel confeziona un altro gioiello la cui visione mi ha fatto letteralmente imbestialire e spiegherò perché. Cominciamo dalla trama. Alessandro (Stefano Accorsi) è un professore italiano di musica barocca a Strasburgo, dove vive con la figlia... leggi tutto

    3 recensioni positive

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    zombi di zombi
    6 stelle

    personalità degna di essere seguita philippe claudel come regista per il suo precedente film con la splendida kristin scott-thomas, sia come scrittore per il suo romanzo che mi piacque tanto "le anime grigie". ripescato per caso ieri sera in seconda serata su sky, ho pure tentato di guardarlo in originale(su consiglio di hupp2000)ma senza sottotitoli e senza un'adeguata conoscenza della... leggi tutto

    1 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle negative

    Stuntman Miglio di Stuntman Miglio
    4 stelle

    Non ci posso credere, lo dico anch'io. Philippe Claudel è veramente lo stesso regista di quel "Ti amerò sempre" con Kristin Scott Thomas?? Se la risposta è sì, be', stiamo freschi. "...Non ci posso credere" è un'opera seconda decisamente non all'altezza delle aspettative. Qualunquista, retorico e noioso, ben lontano dall'impatto emotivo esercitato dal suo predecessore, risulta talmente... leggi tutto

    3 recensioni negative

    Il meglio del 2013

    2013

    Recensione

    zombi di zombi
    6 stelle

    personalità degna di essere seguita philippe claudel come regista per il suo precedente film con la splendida kristin scott-thomas, sia come scrittore per il suo romanzo che mi piacque tanto "le anime grigie". ripescato per caso ieri sera in seconda serata su sky, ho pure tentato di guardarlo in originale(su consiglio di hupp2000)ma senza sottotitoli e senza un'adeguata conoscenza della...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 4 utenti

    Il meglio del 2012

    2012

    Recensione

    hupp2000 di hupp2000
    8 stelle

    Dopo il meritatissmo César del 2008 come migliore opera prima per « Il y a longtemps que je t’aime » (« Ti amerò sempre »), Philippe Claudel confeziona un altro gioiello la cui visione mi ha fatto letteralmente imbestialire e spiegherò perché. Cominciamo dalla trama. Alessandro (Stefano Accorsi) è un professore italiano di musica barocca a Strasburgo, dove vive con la figlia...

    leggi tutto

    Il meglio del 2011

    2011
    ...Non ci posso credere valutazione media: 5.6 7 recensioni del pubblico.

    Le nostre firme

    Scopri chi sono le firme

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono le firme

    Come si diventa una firma

    Le firme sono scelte tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare una firma?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito