Il nemico alle porte

Trama

Stalingrado, 1942. Nella città sovietica si sta combattendo un'aspra battaglia. Dopo una serie di sconfitte l'Unione Sovietica è sull'orlo del collasso e la perdita della città a vantaggio degli invasori assicurerebbe la vittoria finale alle truppe naziste. A vigilare su Stalingrado Stalin manda Kruscev. La battaglia decisiva del fronte russo, e snodo fondamentale di tutta la Seconda guerra mondiale, è raccontata come un duello tra cecchini che, nelle loro personalità, riassumono la lotta di classe. Il sovietico,Vassili, viene dagli Urali ed è figlio di contadini, il tedesco, König, è nobile, azzimato, chiaramente sadico.

Note

La storia è autentica, Vassili Zaitsev fu davvero un tiratore infallibile e nell'Urss del dopoguerra divenne una specie di "divo". Ma tutt'intorno ai due "pistoleri" o fucilieri, c'era una guerra, uno scontro epocale in cui l'Armata Rossa comandata da Zhukov compì atti di eroismo (e inventò per così dire, la guerriglia urbana moderna) per tener testa alle forze di Von Paulus. Annaud descrive invece un esercito sovietico da operetta, in balia dei deliri propagandistici di Kruscev (Bob Hoskins) e dai commissari politici. Se fosse andata così, i tedeschi avrebbero preso Stalingrado e noi, forse, oggi non saremmo qui. "Il nemico alle porte" è spettacolare nella prima parte (più corale), emozionante e girato meravigliosamente in alcune sequenze centrali, ridicolo nel finale "alla Sergio Leone". Nel complesso una grande occasione perduta.

Commenti (10) vedi tutti

  • Fatto bene, con scenografie adeguate ad una situazione disperata e disperante. La storia un po' holliwoodiana: lui, lei, l'altro, il cattivo, ecc.

    commento di Artemisia1593
  • Anche quando inevitabile, la guerra fa sempre schifo al vero ambientalista. Annaud è autore di film fantastici e commoventi, pensiamo a l'Orso e Ultimo Lupo. E allora perché ha voluto esaltare i cecchini, le figure più odiose e vili tra le varie tipologie di "eroi"? Mistero. Comunque grande regia e grandi attori, soprattutto Harris e Hopkins.

    commento di gherrit
  • Spettacolare , emozionante e girato meravigliosamente con finale "alla Sergio Leone". Voto: 9

    commento di francaraccio
  • Film piacevole! Un bel 6 pieno! Parla di un eroe vrealmente esistito dell'URSS nella 2^ guerra mondiale. Interessante trama.

    commento di GARIBALDI1975
  • Imponente a livello visivo, si rivela a essere farlocco a livello storico (i soldati sovietici che venivano mandati a combattere senza fucile fa ridere i polli). Troppo buonista e pieno di clichè.

    commento di TheWarOfEcho
  • Un film bello ed esaltante che parte in maniera adrenalinica in cui le scene di distruzione sono veramente sconvolgenti per poi piano piano spegnersi nella lotta personale tra i due protagonisti: bravi Law e Harris.

    commento di steveun
  • peccato la storia e' un po' retorica nel complesso e' ben curato,e ben girato,belle le musiche..!ma non basta a dagli il massimo…perche'politicamente non e' molto biografico..!

    commento di willow77
  • Tensione esagerata per tutto il film che esplode nel finale, quasiin sordina… bravissimo Law, bello il film!

    commento di RageAgainstBerlusca
  • Bello, sicuramente meglio di Salvate il soldato ryan!

    commento di ultrapaz
  • grandi sequenze di guerra, ma la trama è un po' scialba e poco coinvolgente

    commento di Dr.Lynch
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Lord Holy di Lord Holy
8 stelle

Non mi avventurerò in una disquisizione circa il rispetto o meno della veridicità storica. Non è mia intenzione e manco ne avrei la competenza, esigendo nel caso un'adeguata documentazione. Peraltro mi sembra evidente che l'intento dell'opera non fosse quello, focalizzandosi piuttosto su un gioco al gatto e al topo fra due uomini. Non a caso mi trovo d'accordo con quanto scrisse il critico... leggi tutto

19 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Utente rimosso (signor joshua) di Utente rimosso (signor joshua)
6 stelle

La definizione migliore per descrivere questo film è superficiale; si tratta infatti di una superflua, stucchevole e spesso falsa ricostruzione della battaglia di Stalingrado, che tenta di mostrare i metodi di propaganda di Kruscev ma finisce per renderlo un argomento secondario e annaquato da vero e proprio anti comunismo; quest' ultimo si riesce a vedere anche sotto altri aspetti :... leggi tutto

12 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

bradipo68 di bradipo68
4 stelle

La guerra vista come semplice scontro di individualità in cui la massa (che va a morire) non conta:è importante solo la sfida tra i rispettivi campioni in cui la vittoria permetterà di esibire un trofeo galvanizzante per la propria parte.Annaud riduce a questo la battaglia di Stalingrado:le scene corali all'inizio sono decisamente buone(e ricordano l'inizio tellurico di... leggi tutto

7 recensioni negative

Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Trasmesso il 26 giugno 2017 su Iris

Recensione

bardolfo di bardolfo
1 stelle

Film ridicolo sotto molti punti di vista. Per riportare il tutto alla sua dimensione suggerirei la lettura di due libri: Nelle trincee di Stalingrado di Viktor Nekrasov Vita e destino di Vasilij Grossman Nel secondo compare anche il celebre cecchino.  

leggi tutto
Recensione
Trasmesso il 12 giugno 2017 su Iris
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 12 marzo 2017 su Rete 4
Il meglio del 2015
2015

Recensione

SredniVashtar di SredniVashtar
7 stelle

Se il film si fosse chiamato Stalingrado, potrei trovarmi d’accordo con le critiche che lo accusano di “non far vedere la guerra”, puntando invece lo zoom sulle faccende personali dell’eroe Zaitzev (Jude Law), che sono ben tre: il rapporto con il suo specchio (Ed Harris, qui il maggiore Konig, il cecchino tedesco), quello ambiguo con il commissario politico (Joseph...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

Lord Holy di Lord Holy
8 stelle

Non mi avventurerò in una disquisizione circa il rispetto o meno della veridicità storica. Non è mia intenzione e manco ne avrei la competenza, esigendo nel caso un'adeguata documentazione. Peraltro mi sembra evidente che l'intento dell'opera non fosse quello, focalizzandosi piuttosto su un gioco al gatto e al topo fra due uomini. Non a caso mi trovo d'accordo con quanto scrisse il critico...

leggi tutto
Disponibile dal 9 gennaio 2013 in Dvd a 11,47€
Acquista
Il meglio del 2011
2011

Recensione

bradipo68 di bradipo68
4 stelle

La guerra vista come semplice scontro di individualità in cui la massa (che va a morire) non conta:è importante solo la sfida tra i rispettivi campioni in cui la vittoria permetterà di esibire un trofeo galvanizzante per la propria parte.Annaud riduce a questo la battaglia di Stalingrado:le scene corali all'inizio sono decisamente buone(e ricordano l'inizio tellurico di...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

Non concordo con l'opinione di Filmtv, più che altro ho preso il film per quello che mi sembra voler essere senza troppi voli pindarici. Per cui forse superficiale nel contesto, ma assolutamente accattivante per quanto mostra, ovvero un duello di incredibile tensione tra due cecchini. Questo non deciderà un conflitto ampio, ma non credo che Jean-Jacques Annaud volesse...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009
Il meglio del 2008
2008
Il meglio del 2007
2007

Recensione

giurista81 di giurista81
8 stelle

Sulla scia del successo de “Salvate il Soldato Ryan” ecco un nuovo film di guerra che ha ottenuto un discreto successo al botteghino. Co-prodotto con i soldi americani-tedesco e inglesi questo “Il Nemico alle porte” ha come principale difetto, poi comunque non tale da inficiare il risultato finale, quello di non esser stato capace di caratterizzare meglio i personaggi sovietici (si...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2004
2004
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito