Trama

Rosa è sposata con Pietro, onesto lavoratore, ma incontra una vecchia fiamma, un individuo poco raccomandabile, che riprende a farle la corte. Di fronte alle sue insistenze, Rosa va a cercarlo all'albergo per dissuaderlo. Pietro li sorprende, uccide il rivale e fugge. Preso e processato, viene assolto perché Rosa si accusa di adulterio. Quando però l'avvocato gli rivela che Rosa ha mentito, Pietro torna da lei.

Note

Il miglior mèlo di Matarazzo e anche il suo film più celebre. Un concentrato di torbide passioni che non ha perso un briciolo di smalto. Dietro l'apparenza del cineromanzo, una consapevolezza: il destino è una variabile impazzita.

Commenti (4) vedi tutti

  • Ora che i melodrammi non usano più (o li si truccano) Matarazzo resta un regista da non dimenticare. Il suo cinema "popolare" oggi è giudicato con rispetto. CATENE merita di più: è un bel film e anche un film importante. Insieme ad Amedeo Nazzari, Yvonne Sanson, l'attrice che ha pianto e saputo far piangere più di ogni altra.

    leggi la recensione completa di cherubino
  • Voto 6. [24.11.2013]

    commento di PP
  • Sul cruscotto, sotto alla fotografia di Giovannino e Francescuccia: "Papà non correre, che Mamma ti ama"

    commento di michel
  • cocente voto: 7

    commento di kurosawa
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

cherubino di cherubino
9 stelle

CATENE (1950) *   Dopo una partita a biliardo giù al bar, non ho preso le chiavi, poco prima delle 23 suono il campanello, lievemente per non svegliare la bimba che ha poco più di un anno, mi apre mia moglie, vedo che gronda lacrime, scappa di corsa nella stanza attigua all'ingresso. Il cervello è rapido: penso il peggio, non l'ho mai vista così! E invece... leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

jonas di jonas
6 stelle

La moglie di un meccanico rivede per caso il suo ex, diventato un poco di buono; ha la forza di respingerlo, ma il marito, credendo di scoprire la tresca, uccide accidentalmente il rivale in un corpo a corpo e fugge in America. Prototipo dei successivi film di Matarazzo: melodramma a forti tinte, teso a mostrare come anche fra le classi umili possano circolare grandi passioni (sotto forma di... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

Piango, evviva!

karugnin di karugnin

Qualche giorno fa lessi la bella e accorata recensione di @Badu D Shinya Lynch su "Der Freie Wille": fui talmente colpito dall'intensità del suo coinvolgimento emotivo che procurai di vedere il film il giorno...

leggi tutto
Il meglio del 2016
2016

Anche i cinefili piangono

MarioC di MarioC

Si ha sempre paura delle lacrime. E non si dovrebbe. Sarà che gli anni passano, le certezze diminuiscono, i ricordi urlano (anche quelli belli): negli ultimi tempi mi scopro a commuovermi diverse volte...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

cherubino di cherubino
9 stelle

CATENE (1950) *   Dopo una partita a biliardo giù al bar, non ho preso le chiavi, poco prima delle 23 suono il campanello, lievemente per non svegliare la bimba che ha poco più di un anno, mi apre mia moglie, vedo che gronda lacrime, scappa di corsa nella stanza attigua all'ingresso. Il cervello è rapido: penso il peggio, non l'ho mai vista così! E invece...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

luisasalvi di luisasalvi
8 stelle

Un tipico melodramma, ma anche un ottimo melodramma, tanto più se lo si confronta con quelli coevi americani, o anche con quelli di Visconti, che a me sembrano inutilmente morbosi. La critica impegnata giudicava retrivi i valori sostenuti nel film, forse senza distinguere fra i valori sostenuti dal film e quelli dell'epoca che il film denuncia; anche Mereghetti rimprovera al film di esaltare...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

fratellicapone di fratellicapone
8 stelle

Un film che sente molto il peso degli anni ma che deve essere visto cercando di immaginare i valori che allora erano alla base della società. L'assoluta fedeltà della moglie, il valore della unità della famiglia, i figli prima di tutto. Un sistema di riferimento così rimane solo per pochi. Il film è in definitiva la trasposizione cinematografica della canzone "lacrime napulitane"...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2011
2011

Recensione

olidei 4 di olidei 4
8 stelle

Rivedendo dopo tanti anni il film "Catene" con Yvonne Sanson e Amedeo Nazzari, la prima cosa che mi viene in mente è quanto sia ancora distante la sensibilità umana dalla voglia di legalità. Sono passati più di sessanta ani, la vergognosa legge sul "delitto d'onore", che giustificava l'imbecillità della gelosia possessiva, è stata abrogata e quella sul...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2010
2010

Recensione

emmepi8 di emmepi8
8 stelle

In America avevano Sirk in Italia Matarazzo, nessuna ironia o rivalutazione, il discorso è abbastanza chiaro: il cinema è presente in questo tipo di operazioni, e la storia pur essendo con risvolti chiaramente da fotoromanzo è ben congegnata e bilanciata, avendo dalla sua anche la scelta dei due attori protagonisti che saranno anche il simbolo di questo genere. La coppia...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2009
2009

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

"Catene" è l'anima della canzone all'italiana tradotta in film. Quello di Matarazzo è un cinema al servizio di un sogno: il sogno di un'Italia disillusa dal neorealismo, che esprime un rigurgito di romanticismo, sottoforma di un novello "Sturm und Drang" in versione popolare. La nazione uscita a pezzi dalla guerra vuole credere che anche tra la gente comune le passioni amorose possano essere...

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

In principio fu Catene:dall'incredibile successo di questo film è nato il sodalizio Nazzari/Sanson/Matarazzo che avrebbe dato altri frutti prelibati negli anni a venire.Mentre lo guardavo con estrema e ripagata attenzione la domanda che mi frullava per la testa era:ma perche'questo film ebbe così tanto successo,fece versare ettolitri di lacrime all'italica gente?Con sicurezza non lo...

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007

Con 120 lire al cinematografo

Tuttle di Tuttle

A Santa Ninfa, un paese del Trapanese, per anni il cinema costituì l'unico svago per giovani, anziani, intere famiglie. Il biglietto costava 120 lire (che nel 1968, anno della chiusura - per il terribile sisma che...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2005
2005

matarazzo salvami tu!

mariolinamay di mariolinamay

sì, sono una peccatrice, mi merito tutto il senso di colpa, il cilicio, la cenere sul capo, in ginocchio sui ceci, anche e soprattutto di prenderMi un po' in giro... e a chi si rivolge una donna in vena di...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2004
2004

SM

Sophie Marceau di Sophie Marceau

... oggi avrei voglia di qualke gioketto... c'è qualcuno disponibile? ps. sonatine, hai scritto una marea di sciokkezze sull'inutile zulaSWIJIYIWYYY... in generale ti aprezzo molto, ma non diventare un...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito