Trama

Durante l'annuale "notte del giudizio", un improbabile gruppo di cinque cittadini scoprirà quanto oltre può spingersi per proteggersi e prendere decisioni impossibili. Nel corso della notte, Leo, un solitario sergente che ha perso il figlio la sera prima, si arma fino ai denti per ottenere vendetta contro i responsabili della morte del ragazzo. Avrà modo di imbattersi in Eva, una madre single che vive con la figlia adolescente Cali e che ha bisogno di aiuto, e in Shane e Liz, una coppia sull'orlo della separazione.

Approfondimento

ANARCHIA - LA NOTTE DEL GIUDIZIO: L'INFERNO PER LE VIE DI PERIFERIA

Scritto e diretto da James DeMonaco, Anarchia - La notte del giudizio è il seguito di La notte del giudizio, horror/thriller del 2013 in grado di incassare oltre 34 milioni di dollari in una sola settimana in Usa (a fronte di un costo di 3 milioni) e di creare accese discussioni intorno alla trama basata su una provocazione: per una volta all'anno, i peggiori criminali possono tranquillamente commettere le loro azioni più nefande senza conseguenze da un punto di vista penale.
Ambientato a Los Angeles in un futuro distopico, Anarchia - La notte del giudizio presenta una nuova notte criminale e mostra ciò che accade al di fuori dei confini di una casa, seguendo le vite di un manipolo di individui, chiamati a confrontarsi con l'inferno per le strade di periferie e i problemi personali. Toccando ancora una volta temi come la violenza, il denaro e la lotta di classe, DeMonaco torna dunque a parlare della società americana e a fornirne uno spaccato polemico, espandendo la "notte del giudizio" al di fuori dalle grandi città per immaginare cosa possa accadere nel mondo lontano dal contesto urbano. Mentre la famiglia del primo capitolo appartiene a una classe sociale benestante, i protagonisti di Anarchia - La notte del giudizio ha al centro persone delle classi inferiori che non possono permettersi lussuosi e costosi sistemi di protezone e che devono ricorrere a ingegno e stratagemmi per esorcizzare ed evitare le aggressioni notturne.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Protagonista principale di Anarchia - La notte del giudizio è Leo, un solitario sergente che ha subito sulla sua pelle la morte del figlio e che ha il volto di Frank Grillo. Armato fino ai denti, Leo ha intenzione di vendicare la morte del suo ragazzo e come un vigilante è alla ricerca degli assassini quando la sua strada intreccia quelle di Eva e della figlia Cali e della coppia formata da Shane e Liz.
Eva, interpretata da Carmen Ejogo, è una madre single che, cercando di far quadrare i conti, vive con la figlia adolescente Cali, a cui non può offrire la sicurezza che viene garantita alle persone più ricche. E' quando vengono attaccate nella casa in cui tentano di nascondersi e vengono temporaneamente catturate che Eva e Cali si imbattono nell'aiuto insperato dello sconosciuto Leo. Salvate da morte certa e dalle grinfie di Big Daddy (impersonato da Jack Conley), lo seguono e fanno gruppo con lui. A portare in scena Cali è la giovanissima Zoë Soul (aka Zoë Borde).
Anche Shane e Liz, una coppia sull'orlo della separazione, incontrano Leo in maniera del tutto miracolosa. All'inizio della "notte del giudizio" restano vittima del furto della loro auto e cercano rifugio nell'auto blindata di Leo, unendosi a lui e alle due donne già salvate per sopravvivere al caos circostante. I due coniugi sono supportati dagli attori Zach Gilford e Kiele Sanchez, sposi anche nella vita reale.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Seguito di La notte del giudizio (2013).

Commenti (4) vedi tutti

  • Meglio del primo. Insolitamente.

    commento di Zarco
  • Purificati!! Come il primo, un film intelligente, originale e con buoni tempi.la trilogia (per ora) di the purge è una delle saghe fanta-politiche migliori degli ultimi anni. Un film oserei dire, quasi Cronenberghiano per alcuni aspetti. Consigliato, come il predecessore.

    commento di LucaJazz94
  • Quell'"Anarchy" messo a sproposito inizialmente fa storcere il naso, ma poi in realtà il Film rivela la sua visione Politica alquanto critica del sistema statunitense, e alla fine son riuscito a 'giustificare' il titolo addossandolo alla Rivoluzione di Carmelo e non alla violenza legalizzata dei borghesi frustrati per le strade. Comunque buon film

    commento di DeathCross
  • Sequel nettamente più riuscito del primo capitolo. D'altronde se parti dall'idea stramba di una notte in cui ogni crimine e concesso e poi ambienti all'interno di una casa l'intero film (il primo) il risultato non può essere che pessimo. Il difetto maggiore di questo sequel è che non si sa di fatto niente dei personaggi, né vien voglia di saperne.

    commento di overmars
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Recensioni

La recensione più votata è positiva

amandagriss di amandagriss
7 stelle

  Giungla d’asfalto.     In un futuro prossimo venturo, quando l’inverno letargico ha da poche ore lasciato il posto alla primavera rigenerante, è imperativo dedicarsi alla ‘purificazione’ della propria anima: lavarsi del fango malsano della rabbia, del velenoso rancore sedimentato, incamerati nell’arco di 364 giorni e mezzo. Vomitare... leggi tutto

13 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

"Benvenuti In America, dove una volta all'anno ogni crimine diventa legale": questo si legge e riassume efficacemente la locandina a proposito della cosiddetta "Notte dello sfogo". Depurazione, espiazione, purificazione: questi aggettivi per esprimere il fine della notte al centro di The purge: ore che celebrano un avvenimento a cadenza annuale che nel prossimo e neppure troppo lontano 2023... leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

supadany di supadany
4 stelle

Sequel a tempo zero de “La notte del giudizio” (2013), il produttore Jason Blum sa perfettamente come cavalcare l’onda del successo, James DeMonaco non può che essere della partita e come tante volte capita coi capitoli secondi si sposta il baricentro dell’azione su un campo di gioco più ampio. Possibilità di sviluppo praticamente infinite, infatti... leggi tutto

4 recensioni negative

Il meglio del 2016
2016

Recensione

supadany di supadany
4 stelle

Sequel a tempo zero de “La notte del giudizio” (2013), il produttore Jason Blum sa perfettamente come cavalcare l’onda del successo, James DeMonaco non può che essere della partita e come tante volte capita coi capitoli secondi si sposta il baricentro dell’azione su un campo di gioco più ampio. Possibilità di sviluppo praticamente infinite, infatti...

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Il meglio del 2015
2015

Recensione

Raffaele92 di Raffaele92
7 stelle

Atto secondo: dopo l’ottimo “La notte del giudizio” (2013), lo splendido esordiente James DeMonaco torna alla carica con un sequel all’altezza dell’originale. Va detta però innanzitutto una cosa: di sequel si tratta, ma slegato dal precedente in quanto a plot. Ne consegue che, il fatto di non aver visto il film del 2013, non costituisce per nulla un...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2014
2014
Disponibile dal 29 ottobre 2014 in Dvd a 16,60€
Acquista

Recensione

amandagriss di amandagriss
7 stelle

  Giungla d’asfalto.     In un futuro prossimo venturo, quando l’inverno letargico ha da poche ore lasciato il posto alla primavera rigenerante, è imperativo dedicarsi alla ‘purificazione’ della propria anima: lavarsi del fango malsano della rabbia, del velenoso rancore sedimentato, incamerati nell’arco di 364 giorni e mezzo. Vomitare...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 21 luglio 2014
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito