Gravity

play

Regia di Alfonso Cuarón

Con Sandra Bullock, George Clooney Vedi cast completo

altre VISIONI

Trama

La dottoressa Ryan Stone (Sandra Bullock), un brillante ingegnere medico, è alla sua prima missione a bordo di uno shuttle. Affianca la squadra del veterano Matt Kowalsky (George Clooney), al comando della sua ultima spedizione prima di ritirarsi in pensione. Il loro è un viaggio di ordinaria amministrazione che si trasforma in disastro quando, a causa di un evento non previsto, la navicella esplode, uccidendo il resto dell'equipaggio. Da soli nello spazio, Ryan e Matt perdono ogni contatto con la Terra e la paura si trasforma in panico quando con il poco ossigeno a loro disposizione tenteranno l'impossibile pur di ritornare a casa.

Approfondimento

GRAVITY: PERICOLI NELLO SPAZIO E RINASCITA EMOTIVA

Diretto da Alfonso Cuarón e scritto dal regista insieme al fratello Jonas, Gravity è un anomalo thriller ambientato nel regno infinito e spietato dello spazio profondo. Protagonista della storia è la dottoressa Ryan Stone, brillante ingegnere medico che è alla sua prima missione nello spazio ed è affiancata dal veterano astronauta Matt Kowalski. Quando lo shuttle su cui viaggiano viene distrutto a causa di alcuni detriti vaganti, la dottoressa Stone è costretta a tentare l'impossibile per vincere le proprie paure, riscoprire una ragione di vita vincendo la propria inerzia emotiva e rientrare sulla Terra per seguire un nuovo cammino di rinascita.Partendo dal presupposto che la vita nello spazio è impossibile e che coloro che per un motivo o un altro vi si ritrovano per lavoro sono sempre in bilico tra la vita e la morte, Cuarón costruisce il suo film riflettendo sui pericoli intrinseci dell'universo, aumentati a dismisura nel corso degli anni a causa dell'intervento dell'uomo: resti di missioni passate e satelliti artificiali ormai in disuso sono nella fattispecie capaci di generare, scontrandosi a velocità incredibili, un campo di detriti che in pochi attimi, in base a quanto asserisce la sindrome di Kessler, provocano un effetto a catena disastroso.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

In Gravity a interpretare il ruolo della dottoressa Ryan Stone è Sandra Bullock, attrice premio Oscar per The Blind Side. Ryan è una donna completamente interessata al suo lavoro ed è molto concentrata sul compito per cui è stata mandata nello spazio (deve aggiornare il sistema di scansione del telescopio Hubble), tanto da non farsi distrarre dai racconti "epici" che l'astronauta Matt Kowalski si diverte a ricordare in collegamento con la base di Houston. Tuttavia, la sua concentrazione e il suo apparente distacco non sono generati dal lavoro che sta compiendo ma da una tragedia personale che l'ha colpita, una perdita devastante che l'ha lasciata in preda alla solitudine, all'isolamento e all'incapacità di reagire. Non essendo un pilota, Ryan ovviamente ha solo pochissime nozioni tecniche sul come far rientrare a casa una missione e ciò spiega quanto sia impreparata ad affrontare una situazione di pericolo così estrema come quella a cui andrà incontro.
Matt Kowalski, invece, è avvezzo allo spazio, ai suoi pericoli e alle sue bellezze. Impersonato da George Clooney, Matt è la controparte di Ryan: a suo agio nel cosmo, è espansivo tanto quanto Ryan è introversa. Con fare amichevole e da mentore, cerca di rassicurare la collega di missione di fronte al disastro e di spingerla a tentare il tutto per tutto pur di rimettere piede sulla Terra, aiutandola a vincere quei timori che la rendono prigioniera di se stessa.

RIPRESE TRA REALTÀ E VIRTUALITÀ

Ibrido di live action, animazione al computer e CGI, Gravity ha come tratto peculiare il tentativo di replicare su schermo le condizioni a gravità zero in cui si muovono i personaggi. Per essere realistico e non ricorrere troppo alla fantasia, il regista Alfonso Cuarón si è documentato scientificamente prima di creare, con l'aiuto del direttore della fotografia Emmanuel "Chivo" Lubezki e del supervisore agli effetti speciali visivi Tim Webber, un ambiente completamente virtuale, usando una combinazione di tecniche innovative che ha permesso - con fili comandati a distanza e piattaforme speciali - il "galleggiamento" soprattutto della dottoressa Ryan Stone, su cui poggia oltre il 90% del film.Un'invenzione particolarmente innovativa messa a punto da Lubezki e Webber è quella che hanno chiamato Light Box (letteralmente, la scatola della luce), un sistema di luci - costruito su una piattaforma rialzata, alto più di sei metri e largo oltre tre - in grado di muoversi velocemente, di illuminare i volti degli attori e di modificare i colori in maniera immediata, grazie a 196 pannelli dotati di 4.096 lampadine a led.
Molte delle sequenze di Gravity, inoltre, riflettono l'andamento delle albe e dei tramonti sulla Terra, e ci offrono inoltre squarci satellitari del pianeta. Le immagini usate per il film provengono dalle informazioni - fotografie e filmati video realizzati da veri astronauti in missione - messe a disposizione dalla Nasa e proiettate sul greenscreen davanti al quale recitavano gli attori. Poiché la grande maggioranza dei set del film sono virtuali, a ricostruirli al computer è stato lo scenografo Andy Nicholson, responsabile dell'aspetto dello shuttle, dei satelliti spaziali, della capsula spaziale russa Soyuz e di tutti gli oggetti di scena, replicati in maniera fotorealistica. A muoversi, invece, tra virtualità e realtà è stata la costumista Jany Temime, chiamata a realizzare le tute spaziali indossate dalla Bullock e da Clooney.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Cuarón non è un regista qualsiasi, capace com'è di passare da Harry Potter a "I figli degli uomini". Il gelo della tecnologia silenziosa sospesa nel vuoto è costantemente sfidato dal tepore di una recitazione che mantiene a livello la temperatura corporea. Il finale, di solennità darwiniana (la vita viene fuori dall’acqua) è ridondante, ma non la sfida scenica, la concentrazione del movimento del film e il suo look da modernariato spaziale. Non sono davvero anni in cui si può buttar via roba del genere, offerta con attenzione nel mainstream hollywoodiano.

Commenti (21) vedi tutti

  • Film che punta molto sulla tensione psicologica dei protagonisti, e sugli effetti visivi notevoli, ma a parte questi due aspetti non è tutta questa gran cosa a mio modestissimo parere, anche se merita sicuramente la sufficienza.

    commento di Stelvio69
  • Noioso, insopportabile.

    commento di stokaiser
  • Per l'amor di dio

    commento di sticazzi
  • La solita americanata. Noioso, sconclusionato.

    commento di Zarco
  • Premesso che bisogna fare finta che..., ma proprio tanto, lo spettacolo non manca.

    commento di movieman
  • Mai l’uso del 3D fu tanto efficace e nello stesso tempo indispensabile. Se questa tecnologia è servita a rendere più attraenti alcuni film, in questo viene da dedurre che non se ne poteva fare a meno ed è parte integrante della riuscita.

    leggi la recensione completa di michemar
  • ai confini del ridicolo......non credibile. Dal Gigione che si "sacrifica" dopo aver sparato le solite frasi sentite in tutti i "c" movies alla bella addormentata in the space. Fiume di latte alle ginocchia.

    commento di Pike2020
  • Scommessa rischiosa quella di Cuaron, vinta però a mani basse con un film capace di tenerti incollato alla poltrona per 90 minuti pur dandoti la sensazione di essere lassù nello spazio con i due (eccellenti) protagonisti.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Visivamente seducente ed "agorafobico", "Gravity" difetta comunque di una sceneggiatura baggiana ed irritante. La Bullock, inoltre, sembra non alternare bene i registri melodrammatici. A conti fatti, non è "da nomination agli Oscar".

    commento di Stefano L
  • Film visionabile ... ma solo 1 volta (casomai prendere un Farmaco anti Nausea ...) !!!

    leggi la recensione completa di chribio1
  • Un disastro, la ricerca disperata ma tenace di una soluzione, comunque. Un'ora e 20' di tensione, per un film girato molto bene ma da cui non sperate di trovare verosimiglianze scientifiche.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Film di classe, affascinante quanto veloce, che senza indugi proietta lo spettatore nella vorticosa lotta per la sopravvivenza della protagonista con grande ritmo e trovate sceniche notevoli. Una fantascienza elegante che lascia senza fiato.

    leggi la recensione completa di Guidobaldo Maria Riccardelli
  • Non capisco l'enfasi per un film che tratta praticamente il nulla. Ok per gli effetti speciali ma a quel punto preferisco comprare un qualsiasi documentario che tratta lo spazio…

    commento di Dominikrfpi
  • Spettacolare. Il miglior space-movie di sempre. Cuarón è bravissimo. I 2 attori pure. Ti lascia col fiato sospeso per tutta la sua durata. Se visto in 3d poi scattano subito le 6 stelle.

    commento di silhouettes
  • accettabile, ero pronto a molto peggio…

    commento di raimea
  • Mi aspettavo di meglio sinceramente, voto 6

    commento di fuzzurro979
  • Film appena sufficiente. Belle immagini, trama zero, tutto il resto da dimenticare.

    commento di enandre
  • Pur galleggiando nudo nel limbo che unisce l'eternità senza vita alla madre terra, il vitalismo americano ce la fa.

    commento di michel
  • Appena ho visto, nelle prime immagini, Clooney che girella nello spazio col suo zainetto a motore facendo battutine tipo reclame del caffè, ho sospettato fortemente che il film fosse una presa di culo. Purtroppo avevo ragione.

    commento di buran
  • non so se è stata la settimana pesante, l'ultima proiezione  delle 22:40 o il film stesso… me so fatto na dormita altro che lo xanax!!!

    commento di bond20
  • Non è un film eccezzionale ma si lascia vedere. Molto bella la fotografia, e il 3D. 

    commento di Lady1
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

amandagriss di amandagriss
10 stelle

Insieme a Sandra Bullock e George Clooney ci siamo anche noi nello spazio. Possiamo vedere quello che vedono loro, provare quello che provano loro. Perenne senso di vertigine. Costante sensazione di trovarsi sull’orlo dell’abisso. L’uomo stagliato su uno sfondo incommensurabile. Un puntino (bianco) che a mala pena riusciamo a scorgere nella vastità illimitata di un manto nero... leggi tutto

49 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

ethan di ethan
6 stelle

'Gravity' è il primo film di fantascienza ad essere premiato con l'Oscar per la miglior regia (corredata da altri sei, meritati) ma cosa i membri dell'AMPAS hanno visto di così grande in siffatta opera, puro sfoggio di tecnica ed effetti speciali strabilianti ma priva dello spessore filosofico di '2001: Odissea nello spazio' del sommo Kubrick, all'epoca premiato con il... leggi tutto

17 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

M Valdemar di M Valdemar
4 stelle

Hollywood, abbiamo un problema. Gravita verso il centro di incredulità permanente, l’acclamata opera di Alfonso Cuarón, seguendo rotte apparentemente preziose ma in realtà abusate da una vita. Ma quali istanze filosofiche e scientifiche, quali dotte metafore, quali concetti profondi sull’uomo la sua natura e la spiritualità, quali pretese autoriali: Gravity è un mero “survival... leggi tutto

11 recensioni negative

Recensione

jonas di jonas
7 stelle

Una pioggia di detriti, provocata da un incidente, investe una navicella spaziale americana: un pilota e una dottoressa, unici sopravvissuti, tentano di rientrare sulla Terra. Ambientazione affascinante e inquadrature che danno le vertigini, facendo sentire gli spettatori sperduti nell’immensità e privi di punti di riferimento. Non è, non può essere Apollo 13, se non...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Natura contro

undying di undying

In bilico tra survival e animali assassini, spesso sconfinanti nell' eco-vengeance... titoli nei quali la natura -e gli animali a sostenerla- si ribella o riserva inattese sorprese....

leggi tutto
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 12 voti
vedi tutti
Trasmesso il 19 marzo 2017 su Iris
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 15 voti
vedi tutti

Recensione

LoSqualoSiciliano di LoSqualoSiciliano
9 stelle

Un missile sovietico per sbaglio distrugge un suo stesso satellite e i detriti incominciano a vagare nello spazio , nella traiettoria è presente l'equipaggio di una base spaziale Americana che sta risolvendo alcuni guasti ad un pannello , poco dopo vengono colpiti e la dottoressa Ryan viene catapultata insieme all'astronauta Kovalski nel cosmo , da li seguirà un cammino per la...

leggi tutto
Trasmesso il 10 febbraio 2017 su Canale 5
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016

Perseveranza

mck di mck

Da un sentimento (Gioia) a una qualità (Perseveranza). Puntata precedente (molto precedente: 2013…) : Gioia. UpDate/UpGrade : Joy and Michael [ Goro Haram : la Corta Notte del '16 (Scolo...

leggi tutto

Recensione

tobanis di tobanis
7 stelle

Se con Interstellar la scienza era andata in vacanza, qua si è presa proprio un anno sabatico. E dunque, lasciamo pure perdere ogni discorso sulla plausibilità di ciò che succede, plausibilità che è assente. Fermo questo, ci si può allora godere un film carino, fatto molto bene (ma vale quanto appena detto), senza tregua, breve (un’ora e...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Il meglio del 2015
2015

Recensione

mck di mck
8 stelle

SEA OF DARKNESS   ...e non dimenticare la tuta spaziale !   Premessa Fantascientifica ( omaggio a Rodari, a Calvino, e abbasta sennò mi (s)monto la testa ). Sezione : distopia (¹) allegorica.   Tu dici : “Spazio”, e io penso : “Mare” ( e in due siam salvi se non ci vien da vomitare ). Vecchia filastrocca-storiella che...

leggi tutto
Disponibile dal 2 febbraio 2015 in Dvd a 6,99€
Acquista
Il meglio del 2014
2014

Recensione

ethan di ethan
6 stelle

'Gravity' è il primo film di fantascienza ad essere premiato con l'Oscar per la miglior regia (corredata da altri sei, meritati) ma cosa i membri dell'AMPAS hanno visto di così grande in siffatta opera, puro sfoggio di tecnica ed effetti speciali strabilianti ma priva dello spessore filosofico di '2001: Odissea nello spazio' del sommo Kubrick, all'epoca premiato con il...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

amandagriss di amandagriss
10 stelle

Insieme a Sandra Bullock e George Clooney ci siamo anche noi nello spazio. Possiamo vedere quello che vedono loro, provare quello che provano loro. Perenne senso di vertigine. Costante sensazione di trovarsi sull’orlo dell’abisso. L’uomo stagliato su uno sfondo incommensurabile. Un puntino (bianco) che a mala pena riusciamo a scorgere nella vastità illimitata di un manto nero...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 30 settembre 2013
Il meglio del 2009
2009

Spazio

Redazione di Redazione

Preparatevi a volare alto. A con-siderare le cose da una certa distanza. Preparatevi anche a veder le stelle (ma senza dolore!). In questa taglist ci liberiamo di ogni zavorra e della gravità terrestre per un...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito