Trama

5 giugno 1968, Los Angeles. L'ultima notte di Robert Kennedy all'Ambassador Hotel. Tra i saloni e i corridoi si intrecciano le vite di 22 persone: ospiti, camerieri, inservienti, uomini e donne ordinari, e tuttavia testimoni di un momento storico di grande drammaticità.

Note

Estevez decide di raccontare Bobby usando una prospettiva laterale: non un biopic, ma una ricognizione tra punti di vista. Non tutto funziona: il modello corale altmaniano qualche volta fa acqua e non tutti i personaggi sono trattati con sufficiente lucidità. Ma la passione civile e politica del regista è contagiosa, e l'emozione viene profusa con ostentata generosità. E rapisce.

Commenti (18) vedi tutti

  • Il bel film di Estevez è la rappresentazione di una crisi di identità (e di ideali): quella di un paese (gli USA) e di una parte cospicua del suo popolo che mette in scena la ripetitività “assassina” che annulla ogni residuo briciolo di speranza per la caduta verticale della ragione e del buon senso. La morte di Bobby è dunque la fine di un’utopia.

    leggi la recensione completa di spopola
  • La classica occasione mancata. In questo caso quella di raccontare la vita di Rober Kennedy. Regia e sceneggiatura hanno però altre priorità. Contenti loro…

    commento di movieman
  • Voto 7!

    commento di Mr Blonde
  • Uno dei migliori film politici mai visti. Cast perfetto, narrazione perfetta, montaggio straordinario. Un capolavoro del cinema politico documentaristico.

    commento di Depp95
  • 7

    commento di arcarsenal79
  • E dire il vero mi sembrava ottimo! Poi ho visto che non era proprio un gran che … un sufficiente! VOTO : 5.3/10

    commento di Super Film
  • L'ho visto ieri per la prima volta in dvd.Coinvolgente e toccante.

    commento di revoute
  • 7 1/2

    commento di okkio
  • 7,5/10

    commento di alex77
  • ben diretto,grande cast veramente di classe,uno sguardo nel passato per riflettere nel presente!! voto 7!

    commento di pol
  • appassionato, commovente, pieno di rimpianto… bellissimo

    commento di alby
  • E' stata ben ricreata l'atmosfera di attesa e di speranza di quel particolare momento storico,attraverso le piccole storie delle persone

    commento di polinnia
  • non è di certo un Altman, ma è profondamente, appassionatamente, necessariamente democratico.

    commento di redrum80
  • voto 6 1/2: un po'retorico però efficace

    commento di mazingo72
  • Un film coraggioso, alla Altman, peccato che a girarlo non ci sia il maestro, ma un Esteves convincente sì, ma se si vuole gareggiare con le divinità…

    commento di CristianBodei
  • Il film è scorrevole ed, anche se è americano al 100%, riesce a farsi apprezzare per dialogoi ed atmosfere da romanzo. Ma sarà anche credibile sul piano storico?

    commento di CristianBodei
  • Un film corale altmaniano, che si sofferma sulla perdita dell'innocenza dell'America in quegl'anni. Analisi dei singoli personaggi non del tutto riuscita, ma il film è coraggioso e necessario.

    commento di battista82
  • Auguri Elia. Finalmente un buon film, che scorre senza offendere lo spettatore, forte e capace la regia di Estevez

    commento di CristianBodei
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

munnyedwards di munnyedwards
8 stelle

Emilio Estevez scrive e dirige un film complesso e sfaccettato, un’opera ambiziosa e molto personale che sorprende per il rigore della messa in scena e per l’ottima direzione degli attori, il modello di ispirazione non può che essere quello Altmaniano, un impianto narrativo imponente dove intrecciare le vicende di diversi personaggi, tutti protagonisti e tutti comparse di... leggi tutto

42 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Paul Hackett di Paul Hackett
6 stelle

Classica pellicola corale di chiara derivazione "altmaniana" con l'ambizioso scopo di descrivere, attraverso un racconto a più voci, i mille volti di un paese complesso ed un giorno drammatico ed emblematico della storia americana, quello dell'assassinio di Robert Kennedy. "Bobby" è un'opera interessante ma, a mio parere, abbastanza sopravvalutata: Emilio Estevez mette tanta... leggi tutto

15 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

lussemburgo di lussemburgo
stelle

Nel corpo sociale, plurimo e contrastato, degli Stati Uniti degli anni Sessanta si staglia la figura singola di Bobby Kennedy, incarnazione dell'ultimo baluardo potenzialmente efficace della visione più progressista e riformatrice del sogno americano che è stata gradualmente cancellata nel corso del decennio dai colpi d'arma da fuoco di Dallas, Memphis e infine di Los Angeles. Il film di... leggi tutto

8 recensioni negative

Il meglio del 2016
2016

Recensione

munnyedwards di munnyedwards
8 stelle

Emilio Estevez scrive e dirige un film complesso e sfaccettato, un’opera ambiziosa e molto personale che sorprende per il rigore della messa in scena e per l’ottima direzione degli attori, il modello di ispirazione non può che essere quello Altmaniano, un impianto narrativo imponente dove intrecciare le vicende di diversi personaggi, tutti protagonisti e tutti comparse di...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2012
2012
Il meglio del 2011
2011

Recensione

Paul Hackett di Paul Hackett
6 stelle

Classica pellicola corale di chiara derivazione "altmaniana" con l'ambizioso scopo di descrivere, attraverso un racconto a più voci, i mille volti di un paese complesso ed un giorno drammatico ed emblematico della storia americana, quello dell'assassinio di Robert Kennedy. "Bobby" è un'opera interessante ma, a mio parere, abbastanza sopravvalutata: Emilio Estevez mette tanta...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2009
2009

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

AGGIORNAMENTO OPINIONE. Ha scelto con coraggio l’impervia strada dell’affresco corale Emilio Estevez per il suo Bobby, e possiamo ben dire che la scommessa, decisamente “ostica” sulla carta, è stata invece ampiamente vinta perché i risultati sono - più che apprezzabili - decisamente positivi. Dobbiamo comunque ammettere (ma sarebbe davvero una disquisizione tutto sommato inutile e...

leggi tutto

Hotel

Redazione di Redazione

Non-luogo d'incontro ideale per anime in viaggio, nascondiglio perfetto per fuggiaschi cronici (o occasionali), scenario di traffici oscuri, luogo d'elezione per incontri illeciti. Dall'Overlook al Bates Motel, dal...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2007
2007

Recensione

Dying Theatre di Dying Theatre
8 stelle

La scommessa di girare un film su Robert Kennedy senza quasi mai mostrare il 'protagonista-ombra' è assolutamente vinta. Estevez ha imparato la lezione di Paul Thomas Anderson, per non scomodare Altman, dimostrando di saper dirigere un cast enorme (in ogni senso) con garbo e fermezza. Ne vien fuori un dramma corale splendidamente orchestrato in cui nessuno dei protagonisti pesta i piedi...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Uscito nelle sale italiane il 15 gennaio 2007
Il meglio del 2006
2006
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito