Trama

Un Duca, un Monsignore, un Presidente della Corte d'Appello e il Presidente, fanno sequestrare in una villa controllata dai soldati repubblichini e dalle Ss alcuni giovani di entrambi i sessi. Guidati da quattro megere ex prostitute e stimolati dai loro racconti, li sottopongono a tortura e li usano per i propri perversi piaceri.

Note

Riflessione sulla cultura della morte e della sopraffazione che regola i rapporti sociali nella contemporaneità. Un film sul potere come arbitrio, letto attraverso Sade, e ambientato nel momento storico in cui il potere aveva mostrato il volto più irrazionale (ma come atroce metafora del presente). Nonostante lo spessore del discorso "Salò" si tiene lontano da qualunque didascalismo "rivoluzionario". È un testamento sofferto e quasi insostenibile. Uscito dopo la morte di Pasolini, fu oggetto di una assurda querelle giudiziaria.

Commenti (21) vedi tutti

  • Sconcertante

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Evidentemente ho dei limiti, oppure ho limiti evidenti. Ma non ho capito la necessità di tanta violenza multiforme, per un messaggio tra l'altro scontato. Io ci vedo solo estremismo fine a sé stesso, di genialità poca e non posso fare a meno di pensare che alcuni cadano del tranello di mitizzare tutto ciò che è estremo perché visto come arte fine..

    commento di near87
  • Pasolini cerca la ripetizione, l'iperbole violenta, fino a toccare vette che il cinema non ha mai toccato.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Un patrimonio della verità e della rappresentazione, necessario, assoluto. Non vederlo è immorale.

    commento di Utente rimosso (rolandinno)
  • un film di una schifezza voluta geniale e irripetibile a rappresentanza di un potere che può avere l'uomo sui suoi pari , con comportamenti atroci e di una cattiveria che solo il nostro genere può raggiungere.

    commento di bellahenry
  • Ultimo film di Pasolini ( non certo il suo migliore).Sicuramente sono molto più belli altri film del poeta e regista friulano

    commento di antonio de curtis
  • Un film nato per essere unico, estremo, dirompente, un pugno nello stomaco fortissimo. Una pietra miliare del nostro cinema.

    commento di Utente rimosso (Luke Vacant)
  • Incredibilmente terribile e atroce, forse è il massimo della perversione e dell'orrore rappresentabili, ma paradossalmente è salutare da vedere. 10

    commento di kotrab
  • Due pulsioni, Eros e Thanatos, nelle loro espressioni negative, sadomasochismo e sadismo, si intrecciano in una spirale che conduce inevitabilmente alla distruzione di sè e dell'altro. Crudo, duro e perverso.

    commento di Bazin84
  • Fa schifo.

    commento di lonestar
  • Ecco finalmente l'occasione che attendevo da anni. Poter valutare un film come capolavoro.

    commento di willhard
  • Per me è sopravvalutato! Pasolini ha saputo fare di meglio.

    commento di Utente rimosso (andrelly)
  • commento di Dalton
  • Mai visto nulla di simile sul piccolo e grande schermo! Il tutto condito da fotografia e scenografie splendide

    commento di carlos brigante
  • Estremo e scioccante, supera il confine di quel che normalmente è tollerabile, di quel che abitualmente è "consentito" mostare, esprimere in un film. Per chi non l'ha visto…siete avvisati!

    commento di movieman
  • il capolavoro di Pasolini

    commento di lucreziaborgiaX
  • Il film piu' coraggioso e importante di Pasolini. Il romanzo, se possibile, e' ancora piu' violento. Capolavoro.

    commento di CERAUNAVOLTA
  • 9

    commento di incallito
  • Un capolavoro di un'impatto che fa tremare! Un pugno allo stomaco, crudissimo ai livelli massimi!!! Mai visto niente di simile!!! Un Capolavoro per eccellenza!!!!

    commento di cinefilo87
  • A primo impatto fa un po' schifo, al secondo fa ribrezzo, al terzo fa vomitare. Buon film

    commento di Ramito
  • EMOZIONANTE,DISGUSTOSO,SOFFERENTE,GROTTESCO,CRUDELE,MAGNIFICO,PERFETTO,GRANDIOSO.QUESTA E' LA MIA DEFINIZIONE DI TAL CAPOLAVORO.VOTO:10

    commento di superficie 213
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

ed wood di ed wood
9 stelle

L'opera ultima di PPP conserva, a 40 anni di distanza, una ferocia e una disperazione quasi insostenibili. E' un film viscerale, corporale, concreto come pochi altri. Non è un "Teorema", non è una trattazione astratta e ideologica (e, forse proprio per questo, debole) della Borghesia e dei suoi mali. E' un film ben poco armonioso, fondato sulla ripetizione e sull'iperbole, sulla... leggi tutto

44 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Frastornante allegoria sul(la degenerazione del) potere e sull'inaccettabile giogo cui è sottoposto il popolo inerme ogni volta che acconsente a essere comandato. Politica, magistratura, religione e nobiltà: i quattro punti cardinali, le quattro stagioni del potere (per elezione, per titolo, per carisma e per privilegio storico) si scagliano ingordi e furiosi sulla massa... leggi tutto

7 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

piernelweb di piernelweb
2 stelle

Visto ad oltre 30 anni dalla sua uscita nelle sale, l'ultimo film del Pasolini regista è faticosamente distinguibile da una qualunque moderna pellicola porno feticista di amatoriale livello. Le metaforiche allusioni ad una società contemporanea dedita alla completamenta mercificazione dell'individuo divengono facili pretesti per mostrare con occhio compiaciuto ogni sorta di perversione e... leggi tutto

10 recensioni negative

Recensione

Furetto60 di Furetto60
3 stelle

Pasolini regista e scrittore di indubbio valore, è stato spesso oggetto di critiche e di altrettante sperticate lodi, insomma o lo si ama o lo si detesta.Io non appartengo nè all'uno, nè all'altra corrente di pensiero.Trovo interessanti alcuni suoi scritti e non mi piacciono invece alcuni dei suoi film. Questa pellicola  per esempio è decisamente eccessiva e...

leggi tutto
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
10 stelle

Durante l'occupazione nazista, alcuni pezzi grossi del regime fascista si chiudono in una villa con dei prigionieri politici e li sottopongono ad umiliazioni e torture di carattere erotico. E' l'ultimo film di Pasolini e probabilmente il più forte, il più duro, al punto che lo si potrebbe quasi considerare un horror politico. Pieno di eccessi fino all'inverosimiglianza, toccando...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Il meglio del 2015
2015
Uscito nelle sale italiane il 2 novembre 2015

Recensione

Texano98 di Texano98
10 stelle

Film di una crudezza schiacciante. Definitivo. Coraggioso nel narrare una metafora sul potere senza fermarsi davanti a niente, senza guardare in faccia nessuno. La perfezione formale di questo film, la sua totale freddezza, aiutano a suggerire allo spettatore di non guardare le scene solo per come appaiono (shockanti) ma di cercare l'allegoria dietro a tutto, capendo che il regista non sta...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

ed wood di ed wood
9 stelle

L'opera ultima di PPP conserva, a 40 anni di distanza, una ferocia e una disperazione quasi insostenibili. E' un film viscerale, corporale, concreto come pochi altri. Non è un "Teorema", non è una trattazione astratta e ideologica (e, forse proprio per questo, debole) della Borghesia e dei suoi mali. E' un film ben poco armonioso, fondato sulla ripetizione e sull'iperbole, sulla...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013
Il meglio del 2012
2012

Recensione

Viola96 di Viola96
10 stelle

Gli intrighi e le fusioni nervose, le psicosi, le deviazioni, i soprusi del potere, raccontati in chiave onirica, scioccante e sessualmente esplicita. Salò o le 120 giornate di Sodoma è, probabilmente, il film più scioccante che sia mai stato realizzato in Italia. E non solo scioccante per l'anno di realizzazione(1975), ma scioccante anche nella modernità, soprattutto perchè sta qui a...

leggi tutto
Recensione
Utile per 10 utenti
Il meglio del 2011
2011

Recensione

cheftony di cheftony
8 stelle

"Deboli creature incatenate, destinate al nostro piacere, spero non vi siate illuse di trovare qui la ridicola libertà concessa dal mondo esterno. Siete fuori dai confini di ogni legalità. Nessuno sulla Terra sa che voi siete qui. Per tutto quanto riguarda il mondo, voi siete già morti." Antinferno Duca, Monsignore, Presidente di Corte d'Assise, Presidente: quattro...

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
Il meglio del 2010
2010

Un corpo, i corpi.

Peppe Comune di Peppe Comune

Corpi che imprigionano e corpi che alienano. Corpi ossessionati e corpi ossessionanti. Corpi in divenire e corpi riflessi. Corpi che recitano e corpi che liberano. Pier Paolo Pasolini pensava che un "corpo è...

leggi tutto

Recensione

Axeroth di Axeroth
10 stelle

Un affresco di depravazione e perversione malsana. Una lirica indemoniata sulla più profonda perversione umana. Un manifesto di limpidezza surreale ma reale, sulla questione fascista e la visione della destra come non-cultura, come il nonplusultra dell'inconsapevole autodistruzione e autoumiliazione. L'uomo nella sua più acida e inconcludente lesione infinita e infernale....

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

steno79 di steno79
7 stelle

Uno dei film più estremi e controversi della storia del cinema. Risulta difficile da giudicare in sede estetica, data questa sua natura estremistica, ma certamente è un'opera di denuncia che porta avanti un suo discorso preciso, per quanto sgradevole, e che non può essere avvicinata alle opere che sguazzano nella pornografia della violenza (anche se il rischio del compiacimento fine a se...

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007

Recensione

piernelweb di piernelweb
2 stelle

Visto ad oltre 30 anni dalla sua uscita nelle sale, l'ultimo film del Pasolini regista è faticosamente distinguibile da una qualunque moderna pellicola porno feticista di amatoriale livello. Le metaforiche allusioni ad una società contemporanea dedita alla completamenta mercificazione dell'individuo divengono facili pretesti per mostrare con occhio compiaciuto ogni sorta di perversione e...

leggi tutto
Il meglio del 2006
2006

MALEDETTI!!!

Zarathustra di Zarathustra

Film troppo estremi per un mondo fatto di moralismo e perbenismo; furono mutilati e tagliati fino a distruggerli. Alcuni non furono proiettati per anni, ma riuscirono lo stesso a diventare celebri.

leggi tutto

Recensione

the carpenter di the carpenter
4 stelle

SEBBENE QUESTO FILM SIA VALUTATO MOLTO BENE DAI CRITICI, PER E' IL FILM PIU' BRUTTO, MAL GIRATOCHE ABBIA MAI VISTO. MI HA FATTO QUASI VOMITARE IN ALCUNE SCENE( QELLA DEGLI ESCREMENTI..) MI HA SCONVOLTO COME NEANCHE UN FILM HORROR E' MAI RIUSCITO A FARLO.

leggi tutto
Il meglio del 2005
2005

AUTOLESIONI

BLUKLEIN di BLUKLEIN

Film di registi che, a forza di amare troppo la vita o i film con la faccia della vita, si sono ritrovati six feet under o faccia a terra, calpestati da tutti, messi al bando (quasi) per sempre. Tutti fantastici...

leggi tutto

Recensione

ZioMaro di ZioMaro
8 stelle

Forse la pellicola-simbolo della filmografia di Pasolini, sicuramente uno dei film che esprime al meglio il pensiero del regista. I temi sadiani, che rendono il film senza dubbio disarmente ma allo stesso tempo efficace, sono il mezzo per la riflessione di Pasolini sul potere: riflessione che sicuramente non si ferma alla pura esaminazione del sadomasochismo e della sopraffazione fisica, ma...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2004
2004

Recensione

mila di mila
8 stelle

Forse il più il più letterario tra i film di Pasolini. Sovraccarico, compiuto e stucchevole. Il crimine è assurdo e insostenibile non perché semplicemente mostrato, ma perché declinato nelle cause formali della bellezza e dello stupore. Il male non è mai tragico, ma geometricamente sovrano, muto, applicato nelle sue forme supreme con esattezza ieratica, esperito come assoluto, totale,...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito