Espandi menu

Koblic

Regia di Sebastián Borensztein vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 239
  • Post 149
  • Recensioni 2940
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Koblic

di alan smithee
6 stelle

locandina

Koblic (2016): locandina

CINEMA OLTRECONFINE

1977, Argentina: in piena dittatura, ove i dissenzienti venivano caricati su aerei merci e, denudati e narcotizzati, gettati al suolo in pieno volo sul mare o in mezzo a zone desertiche, il pilota Koblic si rifiuta di aprire il portellone della stiva, per non rendersi responsabile materiale di un ennesimo eccidio.

Per questa insubordinazione il militare verrà allontanato ed esiliato, ma, datosi alla fuga sin verso un paesino del sud, cercherà di rifarsi una vita, cercando di passare inosservato.

Ma dovrà vedersela col perfido e corrrotto capo della polizia locale.

Dopo il brioso ed ironico Cuento Chino, Sebastian Boresztein ritrova l'affascinante ed apprezzato Ricardo Darin, ma cambia completamente registro con questo polar storico molto ben ambientato e accuratamente ricostruito nei suoi drammatici connotati di cronaca nera più devastante.

Inma Cuesta, Ricardo Darín

Koblic (2016): Inma Cuesta, Ricardo Darín

Ricardo Darín

Koblic (2016): Ricardo Darín

Oscar Martínez

Koblic (2016): Oscar Martínez

Un film che strizza forse un po' eccessivamente l'occhio ad in accumulo non sempre credibile di suspence, ma che si lascia guardare, pur senza avvincere veramente, ripercorrendo con rigore e valida documentazione uno dei momenti più drammatici e disumani di una dittatura tremenda come e più di ogni altra.

Tra gli altri validi interpreti, citiamo il perfido antagonista, uomo corrotto ma di legge ben reso da un ferino Oscar Martinez, mentre la bella Inma Cuesta si impegna a rendere credibile il ruolo della donna segreta di Koblic.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati