Espandi menu

Piccola guida alle incongruenze di serie televisive e cinematografiche
di LIBERTADIPAROLA75 ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 7 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

LIBERTADIPAROLA75

LIBERTADIPAROLA75

Iscritto dal 10 luglio 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 169
  • Post 208
  • Recensioni 1272
  • Playlist 164
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Piccola guida alle incongruenze di serie televisive e cinematografiche

Spesso gli sviluppi narrativi dei serial non rispettano canoni prestabiliti e finiscono con il contraddire gli episodi precedenti. A volte, la cosa è voluta, altre no.
Esamineremo alcuni casi molto differenti.

Playlist film

Il weekend di Paperino

  • Animazione
  • USA
  • durata 46'

Titolo originale Disneyland: Donald's Weekend

Regia di AA.VV.

Il weekend di Paperino
Film non disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Sembrerà banale, ma è giusto iniziare il nostro viaggio analizzando il papà delle incongruenze narrative.
Il personaggio di Paolino Paperino, dovrebbe essere ufficialmente un giornalista che lavora al “Papersera”.
In molte storie è pure, ufficialmente, disoccupato nullafacente scansafatiche cronico.
Queste sono le due attività ufficiali in due realtà parallele. Ci sono poi le vicende, dove ha mille mestieri differenti.
La sua vita segreta è quella del super eroe Paperinick. In alcuni racconti, dove lui si appassionava alle gesta di super eroi, s’improvvisava eroe, come se Paperinick non esistesse (almeno in questa delle tante realtà parallele del protagonista).
C’è poi la sua città, Paperopoli, che, a volte, si trova sul mare, altre vicino a un lago (che ha sempre nomi differenti, uno dei più spettacolari Lago di Guardia!), e altre ancora lontano da entrambi (col nostro che si lamenta che non riesce ad andare in vacanza).
Queste sono le incongruenze più evidenti, leggendo le storie ne saltano fuori mille altre.

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

La casa

  • Horror
  • USA
  • durata 85'

Titolo originale Evil Dead

Regia di Sam Raimi

Con Bruce Campbell, Ellen Sandweiss, Hal Del Rich, Richard DeManincor, Theresa Tilly

La casa
Film non disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Lasciando da parte i sequel spuri (che potrebbero essere argomento per un’altra playlist), esaminiamo l’originale EVIL DEAD di Samuel Raimi.
Già a partire, dal capitolo due, le incongruenze si fanno notare.
All’inizio de LA CASA 2 (EVIL DEAD 2), il giovane Ash, che avevamo già visto nel numero uno, arriva con la moglie nel cottage del primo film. I due ragazzi parlano come se fosse la prima volta che ci mettono piede.
Poi, come già successo nel primo, trovano il Necronomicon e inizia l’orrore…
Più remake che sequel, dunque. Andiamo avanti…
Alla fine del film (se qualcuno non l’ha ancora visto non prosegua la lettura per non ricevere, da me, lo spoiler) Ash finisce nel Medioevo. Sarebbe l’inizio de L’ARMATA DELLE TENEBRE.
Esaminiamo ora il capitolo medioevale dove, come già detto, il ragazzo è finito indietro nel tempo.
Qua i suoi nuovi amici lo nominano cavaliere e insieme cercano un modo per farlo tornare nel futuro (peccato che non aveva la Delorean Dmc!). A fine film, lui racconta la sua vita, dove ha una bella fidanzata (differente dalla moglie, peraltro morta, de LA CASA 2) e fa l’addetto alla ferramenta (ecco spiegata la sua dimestichezza con seghe e affini, eh eh!) di un magazzino.
Incredibilmente, l’unico capitolo che si comporta, onestamente, come sequel (LA CASA del 2013), nel quale, infatti, troviamo dei ragazzi che capitano nel luogo teatro degli avvenimenti capitati ad alcuni giovani (i protagonisti del primo EVIL DEAD) molti anni prima (una protagonista si siede pure sulla macchina mezza arrugginita di Ash), è classificato come remake!!!

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Dalla Cina con furore

  • Avventura
  • Hong Kong
  • durata 110'

Titolo originale Jing wu men

Regia di Lo Wei

Con Bruce Lee, Nora Miao, Jun Arimura, Robert Baker, Fu Ching Chen

Dalla Cina con furore
Film non disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Senza toccare gli pseudo-sequel realizzati dopo la morte di Bruce Lee, con attori che (diciamo, a volte) a lui assomigliavano, parliamo della serie dedicata al personaggio di Chen, interpretato da Lee.
La saga ha in comune solo il fatto che il protagonista si chiama, appunto, Chen. Per il resto pure le ambientazioni sono differenti (l’occupazione giapponese dei primi anni del ‘900 in DALLA CINA CON FURORE, l’epoca attuale nelle altre pellicole). Ci sarebbero altre incongruenze (il mestiere del protagonista, etc…).

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Fantozzi

  • Comico
  • Italia
  • durata 100'

Regia di Luciano Salce

Con Paolo Villaggio, Anna Mazzamauro, Liù Bosisio, Plinio Fernando

Fantozzi
Film non disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

L’incongruenza più notevole, ed evidente, di questa divertente saga è nel personaggio di Ughina, che qualche fonte cita come nata dal rapporto sessuale tra Mariangela e Loris Batacchi, il capufficio pacchi.
Il particolare che non quadra è che l’essere che nasceva da tal storia (nel film FANTOZZI SUBISCE ANCORA) non aveva nome ed era tentacolare (dalle descrizioni del nonno). Ughina, per quanto possa essere brutta, ha due mani e due piedi come tutti.
Il caso più eclatante (e che esamineremo dettagliatamente) della serie, viene da una scena ripetuta (in maniera simile ma non identica, uguale però è la location) nel primo capitolo e in FANTOZZI CONTRO TUTTI: l’episodio della dieta forzata!
Tale scena, era stata tagliata dal montaggio del primo film, così da poter essere realizzata quella simile in uno dei film successivi. E’ poi stata reintegrata, in occasione del restauro del film (nel DVD uscito nel 2004, ed in TV solo nei passaggi televisivi dal 2003 a oggi, ma in alcuni casi viene trasmessa l'edizione originale). Esaminiamo un momento, le scene nei due film:
Episodio in FANTOZZI:
“Fantozzi, nell'ormai vano tentativo di conquistare il cuore della signorina Silvani, abbandona l'idea dello sport, ma non la decisione di voler dimagrire. Infatti, si ricovera alla clinica "Le Magnolie", specializzata in cure dimagranti (e identica in tutto e per tutto a una prigione), dove di giorno è severamente vietato mangiare e bere, ma di notte vengono servite succulente e prelibate pietanze ai "carcerati" con pagamento in denaro contante oppure in cambio di costosissime cambiali "già compilate"; il tutto con l'avallo del direttore della clinica, che durante il giorno fa immettere gli odori delle pietanze nel condotto d'areazione delle celle in modo da far impazzire i reclusi. Fantozzi dapprima cerca di resistere, ma alla fine:
« Lo ebbero dopo 2 giorni e 2 notti di eroica resistenza! »
(La voce narrante di Fantozzi)
Fantozzi firma 280.000 lire di cambiali, e poi perde il conto. Alla fine decide di pagare 2 "cambiali giganti" per acquistare la specialità più costosa della casa: gli "spaghetti alla Montecristo", con una lima dentro, grazie alla quale taglia le sbarre della grata applicata alla finestrella e, dopo una rocambolesca fuga, riesce finalmente a evadere da quella prigione senza farsi catturare…”
 
Episodio in FANTOZZI CONTRO TUTTI:
“Fantozzi si reca a Ortisei, località raggiunta con un treno della Ferrovia della Val Gardena, in realtà dismessa circa vent'anni prima dell'uscita del film (altra incongruenza, quindi!) per trascorrere la settimana bianca insieme a molti dei suoi colleghi. Si erano prenotati a settembre, ma il loro turno scatta a maggio dell'anno successivo, quasi all'inizio dell'estate! Il treno partito da Roma si ferma e Fantozzi, che non ha ancora mangiato nulla, si affaccia dal finestrino e compra un sacchetto per il pranzo da un venditore ambulante della stazione per il prezzo di 9.000 lire; però, al momento di avere il resto delle 50.000 lire che gli aveva consegnato, il capostazione, d'accordo con il venditore, fa ripartire il treno. E così, come riferisce la voce narrante,
« ...per 50.000 lire comperò nell'ordine: una forchettina di plastica, un coltellino di plastica, stuzzicadenti di plastica, un bicchierino di plastica, un'ala di pollo... di plastica, e una mela bacata! »
Durante il viaggio Fantozzi non riesce a dormire perché i suoi colleghi lo cacciano fuori dallo scompartimento, ritenendolo ingiustamente colpevole di aver prodotto maleodoranti flatulenze, provenienti in realtà da Calboni; la voce narrante afferma:
« Ancor più da temere era il geometra Calboni per una sua turba dal nome scientifico di Ventilatio Intestinalis Putrens... L'aria diventò subito irrespirabile! »
Arrivato a destinazione il gruppo capisce che non è previsto lo sci (essendo maggio le piste sono chiuse), così Fantozzi, che aveva promesso alla moglie Pina di perdere almeno 5 kg sciando, decide di farsi ricoverare nella clinica del "dimagrimento alternativo", il cui direttore è il severissimo dietologo Dott. Birkemaier. Costui impone al ragioniere una dieta che consiste in 20 giorni di digiuno totale in cella e, dopo 6 giorni, con la scusa che per fare una buona cura dimagrante occorre una grande forza di volontà, lo obbliga ad assistere alla sua cena   luculliana senza consentirgli di toccare cibo: vinto dalla fame, il protagonista non resiste alla tentazione, e agguanta di nascosto alcune delle mitiche e deliziose “Polpette di Bavària" riuscendo a mangiarne qualcuna, ma il professore lo controlla continuamente, e alla fine lo scopre mentre mastica. Fantozzi riceve quindi dai forzuti infermieri un'inquietante punizione corporale: sarà frustato fino a quando non sarà più in grado di reggersi in piedi…”

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Venerdì 13

  • Horror
  • USA
  • durata 91'

Titolo originale Friday the 13th

Regia di Sean S. Cunningham

Con Betsy Palmer, Adrienne King, Harry Crosby, Robbi Morgan, Kevin Bacon

Venerdì 13

IN TV Paramount Channel

Una delle più celebri serie slasher ha varie incongruenze.
Soprassedendo sulle, diverse, location utilizzate per il Crystal Lake (che pure contano, essendo molto differenti come dimensione. Per curiosità vi rimando al post: http://cinerepublic.filmtv.it/dizionario-del-turismo-cinematografico-tutti-i-cry/16200/) in VENERDI’ 13 PARTE 8: INCUBO A MANHATTAN (1988) una nave da crociera parte dal Crystal Lake (che nei film precedenti era molto piccolo!) e raggiunge via fiume il mare (qua qualcuno ha dato la cosa per assurda, dal momento che non esistono fiumi che collegano un lago al mare. Io dico che non è vero, ci sono eccome! E alcuni dei Grandi Laghi Americani sono bacini collegati al mare. Peccato che in precedenza il Crystal Lake si sia dimostrato molto piccolo, a volte poco più che uno stagno, quindi non sia il suo caso). Sempre nella stessa pellicola la scena finale (non continuate la lettura se ancora non lo avete visto) ci mostra un Jason, coperto da liquami tossici e squagliato.
Il successivo JASON VA ALL’INFERNO (1993) inizia con la polizia che vuole arrestare Jason e questi viene ucciso, trovando poi il modo di trasmigrare dentro i corpi delle persone (come in SOTTO SHOCK e tanti altri film del periodo nel quale era di moda questa trama!).
In JASON X (2001) viene ibernato e si ritrova nel futuro.
In FREDDY VS JASON (2003) alcuni ragazzi vogliono usarlo per sconfiggere Freddy Kruger (l’assassino della saga NIGHTMARE).
Il VENERDI 13 del 2009 si apre con un rifacimento della scena finale del VENERDI’ 13 del 1980, ci mostra poi Jason che si procura la maschera in un modo simile ma differente da come se l’era procurata nel terzo capitolo (quindi sequel alternativo) e ci racconta (sequel) la vicenda di alcuni ragazzi in vacanza in una casa sul Crystal Lake (piuttosto piccolino). Il film è quindi un reboot, che non è un remake e nemmeno un sequel ma una miscela di entrambi adattata ai tempi attuali!

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Spiral

  • Horror
  • Giappone
  • durata 97'

Titolo originale Rasen

Regia di Jôji Iida

Con Koichi Sato, Miki Nakatani, Yutaka Matsushige, Hinako Saeki

The Spiral
Film non disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Con il VENERDI’ 13 del 2009 abbiamo parlato di reboot.
La saga di THE RING (l’originale giapponese) vanta un sequel alternativo al THE RING 2.
S’intitola THE SPIRAL e mostra come la vicenda prende un’altra piega (c’è pure un ragazzo che nell’altro film muore mentre qua diventa protagonista!). 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Sex and the City

  • Commedia
  • USA
  • durata 148'

Titolo originale Sex and the City: The Movie

Regia di Michael Patrick King

Con Sarah Jessica Parker, Kim Cattrall, Cynthia Nixon, Kristin Davis, Chris Noth

Sex and the City

IN TV Rai Movie

In questa serie le incongruenze riguardano soprattutto il personaggio di Carrie.
Nella serie di film e telefilm SEX AND THE CITY, Carrie Bradshaw è nata il 10 Ottobre del 1966, nel prequel/spin off THE CARRIE DIARIES, invece, la sua data di nascita è il 19 Aprile del 1968.
In SEX AND THE CITY è cresciuta con la madre, che è stata abbandonata dal padre.
In THE CARRIE DIARIES ha vissuto con il padre, dopo che la madre è morta di tumore.

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No
Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati