Espandi menu
cerca
Billions

4 stagioni - 48 episodi vedi scheda serie

Serie TV Recensione

L'autore

boychick

boychick

Iscritto dal 28 gennaio 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 31
  • Post 23
  • Recensioni 211
  • Playlist 40
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su

di boychick
8 stelle

Le cose che più mi hanno convinto della serie?... Ottime interpretazioni, ottima storia, buoni dialoghi e una buona sceneggiatura. Serie tv veramente consigliata.

Da un paio di settimane è terminata la prima stagione della serie tv Billions (andata in onda, in Italia, su Sky Atlantic). È stato un vero piacere seguire questa serie televisiva, realizzata ed interpretata veramente bene e molto, molto avvincente.

Senza annoiare nessuno sulla trama (la scheda qui su film.tv è veramente ben fatta), dico subito cosa più mi ha convinto di questa serie televisiva.

Innanzitutto, la storia mi ha convinto e da subito attirato: i temi trattati sono molto attuali (scontro magistratura/finanza, scandali finanziari, crolli di imperi economici, investimenti) e ciò non può che essere una cosa positiva: è una serie tv quanto più possibile attinente alla realtà e concreta.

In secondo luogo, ho trovato molto avvincente lo scontro tra Chuck Rhoades (il procuratore inflessibile) e Bobby Axelrod (il miliardario esperto di alta finanza). Uno scontro presentato in modo originale rispetto ad altre serie televisive o da altri film. Il “duello” tra i due è un duello sofisticato, intelligente (lo spettatore è mosso pari passo nella storia ed è spinto a ragionare insieme ai due protagonisti: in questo senso è una serie tv che fa appassionare lo spettatore, che lo rende, o meglio, gli fa credere di essere anch'egli una pedina del gioco). È innanzitutto uno scontro giudiziario (però non temete, non occorre avere una laurea in giurisprudenza per capire la storia), arricchito di tranelli, di doppi giochi, di segreti e di colpi di scena.

 

Damian Lewis, Paul Giamatti

Billions (2016): Damian Lewis, Paul Giamatti

 

Sono ancora molte le cose che mi sono piaciute: principalmente, il fatto che (e badate bene che non è una cosa da poco) ogni scena, dei singoli episodi, non è mai posta lì per caso solo per allungare la storia. Quante volte (sia nei film che nelle serie tv) assistiamo a delle scene che non hanno un vero e proprio senso nella storia ma sono poste solo per allungare la pellicola?... Ebbene, questo non è il caso di Billions. Chi lo ha visto, o chi lo vedrà, capirà cosa voglio dire: ogni scena ha un suo sviluppo, ogni dialogo ha il suo seguito... e ciò permette alla regia di sbizzarrirsi con i colpi de scena (veramente molti e ben azzeccati). SPOILER: personalmente (tra i numerosissimi) il colpo di scena che ho trovato più efficace nel corso di tutta la serie è stato quello della scena del finto sopralluogo degli agenti del fisco (scena girata veramente bene che, quando ho scoperto che si trattava di una finzione, mi sono messo a ridere di gusto). FINE SPOILER.

 

Poi, ho davvero molto apprezzato le interpretazioni dei due attori protagonisti, così come il ruolo (assolutamente non secondario) delle rispettive mogli: Wendy e Lara. Quest'ultima interpretata da Malin Akerman, attrice a cui ho dedicato un post qualche settimana fa: //www.filmtv.it/post/33253/malin-akerman/#rfr:user-82099

Infine, ho trovato molto divertente, e buona, anche l'interpretazione di Jeffrey DeMunn (il quale interpreta il padre di Chuck).

 

Damian Lewis, Malin Akerman

Billions (2016): Damian Lewis, Malin Akerman

 

Infine, la sceneggiatura e la fotografia sono molto curate, e i dialoghi sono raffinati, eleganti e posseggono sempre qualche elemento di novità che rende il tutto più curioso ed intrigante.

Per non parlare poi della trama dei singoli episodi: oltre allo scontro tra Chuck ed Axe intorno al quale gira tutta la storia, ogni puntata rappresenta qualche elemento che ci aiuta a capire la personalità dei vari personaggi: per esempio, quando Lara “minaccia” la donna che aveva osato scrivere un libro contro Axe, le scene in cui la stessa Lara manda in campeggio i figli e si lamenta che sono dei bambini troppo abituati ad avere una vita agiata, quando Bobby Axelrod si reca con i suoi amici al concerto dei Metallica.

Insomma, tutte aggiunte che rendono più ricca, interessante, accattivante la serie e che non fanno altro che appassionare lo spettatore sempre di più.

 

Paul Giamatti

Billions (2016): Paul Giamatti

 

Perciò, serie tv veramente consigliata!

A tutti auguro un buon proseguimento e un buon cinema!

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati