Espandi menu
cerca
I nuovi film al cinema nella settimana dal 3 al 9 maggio 2021
di Redazione ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 4 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

Redazione

Redazione

Iscritto dal 20 novembre 2012 Vai al suo profilo
  • Seguaci 204
  • Post 464
  • Recensioni 1
  • Playlist 766
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
I nuovi film al cinema nella settimana dal 3 al 9 maggio 2021

Sono solo quattro i nuovi film che si affacciamo nelle sale alle seconda settimana di riaperture, ma alla fine è meglio così. Perché le sale aperte sono ancora poche (ma non pochissime: ne contiamo 440, che è più del doppio di quante erano settimana scorsa) e perché è bene che i titoli - anche quelli usciti la settimana scosra - possano avere una minima esposizione.

Si è visto subito cosa è successo infatti la scorsa settimana: opere che non aevavno sufficiente appeal sono andate subito bruciate - come ad esempio l'ultimo film di Avati o Mank - con incassi risibili e immediato calo nella programmazione.

Del resto questi quattro titoli sono tutti film di livello, premiati o candidati: cinema che ci fa piacere vedere riproporre sul grande schermo - ma è solo il caso di Pieces of Woman - o finalmente approdarvi. 

Playlist film

Pieces of a Woman

  • Drammatico
  • Canada
  • durata 115'

Titolo originale Pieces of a Woman

Regia di Kornél Mundruczó

Con Vanessa Kirby, Shia LaBeouf, Sarah Snook, Molly Parker, Iliza Shlesinger, Ellen Burstyn

Pieces of a Woman

In streaming su Netflix

È stato reso visibile su Netflix il film dell'ungherese  Mundruczó (ma la produzione e il cast sono internazionali) che arriva ora nelle sale, ma chi non lo ha già visto troverà sicuramente molta qualità. La certificazione arriva innanzitutto dal Festival di venezia, dove l'opera era in concorso e dove Vanessa Kirby ha vinto meritatamente la Coppa Volpi per la miglior interprete, ottenendo poi anche una nomination per l'Oscar come miglior attrice. In effetti il piano sequenza iniziale - lunghissimo e devastante - offre una prova di recitazione più che notevole. Una visione che ci sentiamo davvero di caldeggiare, sostenuti dall'ampio voto di tutta la community. 

Rilevanza: 1. Per te? No

Due

  • Drammatico
  • Francia, Lussemburgo, Belgio
  • durata 95'

Titolo originale Deux

Regia di Filippo Meneghetti

Con Barbara Sukowa, Léa Drucker, Martine Chevallier

Due

Il film di un italiano esordiente che viene scelto dalla Francia per rappresentarla agli Oscar è già di per sé un motivo d'attenzione. Due è infatti l'opera prima di Filippo Meneghetti, un'opera la cui gestazione è durata ben sei anni (non c'è da stupirsi: le opere prime conoscono spesso tempi molto lunghi). Il regista inoltre ha rifiutato di cedere il film a qualche piattaforma di streaming, aspettando coraggiosamente la proiezione nelle sale: una scelta che va premiata.

Coraggioso è anche il tema del resto: la storia d'amore tra due donne in tarda età, che trovano sostegno e comprensione l'una nell'altra, ma che incontreranno ostilità e rifiuto quando la loro umana e affettuosa verità verrà a galla. 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Corpus Christi

  • Drammatico
  • Polonia
  • durata 116'

Titolo originale Boze Cialo

Regia di Jan Komasa

Con Bartosz Bielenia, Eliza Rycembel, Aleksandra Konieczna, Lukasz Simlat, Jan Hrynkiewicz

Corpus Christi

Prete nel cuore e per davvero, ma per finta nel mondo, visto che il suo percorso nella Chiesa non è ancora iniziato. Senza parlare del fatto che ha vent'anni e che è appena uscito di galera, dove è entrato per un fatto grave e dove ha trovato la propria conversione. Agli abitanti della cittadina dove finisce poco importa che la tonaca che indossa sia un falso: a loro serve qualcuno che li aiuti.

Anche intorno al film del polacco Jan Komasa c'è entusiasmo. E anche lui, come il precedente, era candidato all'Oscar del miglior film straniero.  

Rilevanza: 1. Per te? No

Rifkin's Festival

  • Commedia
  • USA, Spagna
  • durata 92'

Titolo originale Rifkin's Festival

Regia di Woody Allen

Con Wallace Shawn, Gina Gershon, Elena Anaya, Louis Garrel, Sergi López, Christoph Waltz

Rifkin's Festival

Il film dello scandalo, dal regista dello scandalo. Gli USA lo hanno messo al bando, i contratti sono stai sciolti, l'Europa invece gli ha aperto le braccia, a partire dal festival di San Sebastian che lo ha incluso nella sua line-up. Non poteva essere diversamente visto che il film è ambientato proprio lì. Ma ovviamente nel film di scandaloso non c'è nulla: è solo l'ennesima opera del buon vecchio Woody. Che ci sia qualcosa di scandoloso nella vita del suo regista è discutibile, e infatti molto discusso. 

Resta il fatto che l'ultimo fim di Allen sulla piattaforme non ci è andato, questa volta non per scelta: è stata proprio Amazon Prime a scindere il contratto che avrebbe dovuto legare il regista per ben cnque film. La sala questa volta è l'unica opzione possibile, per castigo. 

Rilevanza: 1. Per te? No
Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati