Espandi menu
cerca
Retrospettiva Christopher Nolan
di CineNihilist ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 11 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

CineNihilist

CineNihilist

Iscritto dal 27 marzo 2020 Vai al suo profilo
  • Seguaci 39
  • Post 1
  • Recensioni 79
  • Playlist 5
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Retrospettiva Christopher Nolan

Quest’anno di Cinema d’autore ne è mancato parecchio soprattutto a causa della pandemia di coronavirus che ha letteralmente messo in ginocchio l’intera industria hollywoodiana e non solo.

L’unico vero eroe che ha voluto rischiare il tutto per tutto in questo caos globale è stato Christopher Nolan, regista d’autore che col suo particolare cinema d’intrattenimento si è contraddistinto col suo stile unico coniugando elementi tradizionali della Settima Arte con elementi più moderni ancorati alla nostra epoca che latita sempre di più di pellicole sperimentali e di spessore, soprattutto sul campo dei blockbuster.

Il suo sacrificio con l’uscita di Tenet nelle sale, aldilà del giudizio finale sul film, è dunque da ammirare e da supportare visto il desertico vuoto che ci ha lasciato questo 2020, che ha accelerato dinamiche già presenti negli anni scorsi e che quest’anno potrebbe affossare definitivamente il Cinema stesso.

 

Mi sento dunque di riproporvi sotto forma di playlist, le mie recensioni scritte su filmtv atte a sviscerare la poetica di questo importante autore del XXI Secolo, con l’aggiunta della classica breve introduzione alla retrospettiva che spero vi possa invogliare oltre a rispolverare un mio vecchio scritto, anche a recuperare un suo film se ancora non l’avete fatto.

 

Buona lettura e alla prossima play ;)

 

 

RETROSPETTIVA CHRISTOPHER NOLAN

 

Christopher Nolan è di sicuro uno dei registi più amati e famosi del nostro tempo tanto da surclassare i grandi nomi del passato, che ormai cominciano a svanire con l’avanzare della contemporaneità introiettata sempre di più sullo star-system e i blockbuster campioni di incassi.

Questa grandissima popolarità la confermano oltre gli strepitosi incassi miliardari dei suoi film, anche la sua vastissima rete di fan sul Web che vengono spesso ironicamente definiti “nolaniani” e che soprattutto su IMDb si fanno sentire posizionando in quarta posizione Il Cavaliere Oscuro nella top 250 migliori film della Storia del Cinema e nella seconda e terza posizione due suoi film (Il Cavaliere Oscuro e Inception) per numeri di voti superando tranquillamente la “modesta” cifra di due milioni.

Questa grande fama di cui gode guadagnando sempre più proseliti a ogni anno che passa, porta inevitabilmente anche all’effetto opposto, ovvero una sempre più crescente schiera di detrattori pronti a stroncare ogni suo film additandogli le peggio critiche.

 

immagine dei nolaniani, fan di nolan

seconda img anti nolan

 

In occasione dell’uscita di Tenet, ho deciso così anch’io di dire la mia su questo regista molto discusso, e non mi colloco in nessuna fazione anche perché è alquanto inutile entrare in tifoserie da stadio deprimenti che alla fine si risolvono in un nulla di fatto.

 

nolan filming

 

Christopher Nolan è un regista che personalmente apprezzo e di cui ho amato parecchi suoi film, soprattutto perché riesce sempre a confezionare blockbuster d’autore che uniscono sinergicamente l’intelletto e l’intrattenimento, un pregio che ormai comincia a latitare nel cinema mainstream, dove tutto ormai si abbandona alla caciara e all’ignoranza.

Partendo dal cinema indipendente inglese infatti, il regista londinese si è sempre contraddistinto per la sua particolare narrazione concentrata su svariati temi inerenti all’irrazionalità e le contraddizioni dell’uomo, che in un mondo apparente perfetto, scoprirà tutte le sue imperfezioni crollando nella sua voglia di interpretare univocamente ciò che lo circonda. 

Non è un caso che Nolan racconti spesso storie non lineari nel tempo riflettendo sulle distorsioni spazio-temporali, sullo sdoppiamento dell’identità, su leggi scientifiche che regolano la nostra natura, sul contrasto tra sogno e realtà, sulla problematicità dei ruoli genitoriali e sulla costante ambiguità morale dell’essere umano. 

Tutte componenti chiaramente complesse e problematiche nell’interpretazione oggettiva della realtà, che il regista infatti inserisce in mondi freddi, apatici, algoritmici, crepuscolari che i suoi personaggi dovranno affrontare munendosi di un coraggio e di un dinamismo emotivo necessari per scardinare le opprimenti equazioni che li schiacciano seguendo la pura logica dell’irrazionalità, dettata sempre ed esclusivamente dalla loro irrinunciabile e spesso folle soggettività. E non sempre il risultato è un lieto fine.

 

the prestige scena diretto da nolan

 

La poetica del regista nella sua “freddezza” nel riprendere dilemmi amletici di portata esistenzialista, in realtà contiene una forte componente emotiva molto calorosa e profondamente umana nel rappresentare le varie sfaccettature dell’essere umano, che vengono enfatizzate dalla sua scrittura e dalla sua regia attraverso intrecci narrativi spesso abbastanza complessi per rendere al meglio lo stato confusionale di una lotta alla fine interiore con sé stessi.

Anche nelle sue opere più commerciali, Nolan è sempre riuscito ad infondere la sua poetica plurisfaccettata e morbosamente attaccata al mezzo “tecnico” del Cinema, che per il regista britannico rappresenta un vero e proprio dogma imprescindibile per regalare uno straordinario spettacolo al suo pubblico, affidandosi spesso ad effetti speciali analogici e girando in pellicola tutti i suoi lungometraggi.

L’attaccamento tecnico e “razionale” al complesso industriale della Settima Arte, lo rende di fatto un artista molto ambizioso nei suoi progetti audiovisivi, in cui cerca sempre di sperimentare nuove tecniche per “spettacolarizzare” il suo Cinema, che nelle sue opere migliori ottiene risultati eccelsi in termini di drammaturgia in cui l’intrattenimento filmico è di altissimo livello, ma quando la “tecnica/forma” si sbilancia a sfavore della “sostanza”, ecco che l’ambizione pionieristica nolaniana svilisce la stessa scrittura che a quel punto diventa “schiava” di una messa in scena che si traduce automaticamente in un mero esercizio di stile.

 

dunkirk esercizio di stile di nolan

 

La maledizione del regista sta dunque nella sua eccessiva ambizione di risultare cervellotico e spettacolare anche quando non dovrebbe, rigettando così la semplicità di un soggetto per abbracciare una storia più complessa e stratificata senza però riuscire ad esaltarne completamente tutte le sue potenziali virtù.

La sua natura sempre più macchinosa e cerebrale nell’approcciare il mezzo cinematografico concentrandosi più sull’intreccio narrativo che all’effettiva drammaturgia relegando quindi i suoi personaggi a delle mere pedine sempre più anonime, mi fa pensare ad una vera e propria radicalizzazione della sua poetica votata sempre di più ad esaltare lo spettacolo visivo piuttosto che a raccontare una storia pregna di un vero significato capace di donare sia un abile gioco di prestigio cinematografico sia una riflessione interiore capace di scuotere l’anima dello spettatore.

 

 

Il sospetto che mi sorge spontaneo è che forse la penna migliore o comunque il giusto bilanciere tra forma e sostanza sia proprio suo fratello Jonathan Nolan, che quando collabora in sede di sceneggiatura, regala infatti le opere che più ho apprezzato di Christopher Nolan, che guarda caso sono le più empatiche senza però perdere la loro complessità di fondo.

 

i fratelli nolan

 

Riassumendo, Christopher Nolan è di sicuro un regista con un grandissimo talento che regala un cinema d’intrattenimento sempre intellettualmente stimolante sia da vedere sia da “sentire”, che ha regalato almeno due capolavori alla Settima Arte e una forte influenza estetica al moderno Cinema contemporaneo.

Peccato che le sue eccessive ambizioni (comunque sperimentali e meritevoli di essere visionate in sala) mescolino a volte malamente, soprattutto negli ultimi anni, l’approccio analitico con quello sensoriale e allegorico, incagliandosi perciò in un limbo cinematografico in cui la drammaturgia fatica a restituire tutto il suo potenziale creativo perdendosi in incastri narrativi spesso futili e destinati ad un pubblico “nerdoso” amante degli enigmi impossibili e a volte campati in aria.

 

Ed è forse per questo motivo che sarà per sempre legato al cinema commerciale piuttosto che a quello d’essai. Non che il suo portafoglio se ne lamenti ovviamente.

 

 

 

 

nolan commerciale

 

Playlist film

Following

  • Noir
  • Gran Bretagna
  • durata 70'

Titolo originale Following

Regia di Christopher Nolan

Con Jeremy Theobald, Alex Haw, John Nolan, Lucy Russell

Following

L’opera prima di Christopher Nolan è un concentrato di bianco e nero calato in un moderno noir-thriller che fa emergere sin da subito l’inquietudine generale del regista sul mondo e sul Cinema stesso, che attraverso un budget bassissimo confeziona una struttura complessa e stratificata nei meandri dell’irrazionalità dell’uomo. 

Per i completisti e gli ammiratori, questo “Following” è assolutamente da recuperare anche solo per capire come si possa fare del grande Cinema con mezzi limitatissimi.

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/20277/following/recensioni/980228/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: 1. Per te? No

Memento

  • Noir
  • USA
  • durata 116'

Titolo originale Memento

Regia di Christopher Nolan

Con Guy Pearce, Carrie-Anne Moss, Joe Pantoliano, Stephen Tobolowsky

Memento

Nolan riprende le tematiche affrontate nella sua terra natia (il Regno Unito) per trasportarle ed aggiornarle con maggior foga direttamente ad Hollywood, che basandosi sul racconto di suo fratello Jonathan, costruisce un capolavoro istantaneo di regia, montaggio e sceneggiatura portando all’estremo l’irrazionalità intrinseca dell’uomo mostrandone tutte le sue sfaccettature attraverso una narrazione anarchica e meritevole di più revisioni per comprenderne l’elaborato schema cinematografico che non si abbandona ad uno sterile esercizio di stile.

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/20885/memento/recensioni/980484/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: 2. Per te? No

Insomnia

  • Thriller
  • USA, Canada
  • durata 119'

Titolo originale Insomnia

Regia di Christopher Nolan

Con Al Pacino, Robin Williams, Hilary Swank, Martin Donovan, Maura Tierney

Insomnia
altre VISIONI

In streaming su Infinity

Incredibilmente dopo il capolavoro schizzato quale era Memento, Nolan decide di accettare la direzione di un marchettone hollywoodiano di nome “Insomnia”, facendone un remake che non rivoluziona affatto l’originale film “scandinavo” e che si salva unicamente per l’ormai maturato virtuosismo della sua regia oltre che alle ottime interpretazioni di Al Pacino e Robin Williams. 

Da questo film in poi si noterà sempre di più la vena più ingorda ed affarista del regista ,che gli sarà funzionale per compiere quel “salto di qualità” nel dirigere blockbuster con budget abbastanza alti e dal successo garantito al botteghino.

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/23505/insomnia/recensioni/980605/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Batman Begins

  • Supereroi
  • USA, Gran Bretagna
  • durata 140'

Titolo originale Batman Begins

Regia di Christopher Nolan

Con Christian Bale, Michael Caine, Liam Neeson, Cillian Murphy, Morgan Freeman, Gary Oldman

Batman Begins
altre VISIONI

IN TV Sky Cinema Uno

canale 301

Un’altra volta Nolan si butta su un progetto commerciale affidatogli dalla “madrina” Warner, ma questa volta all’operazione “affarista” Nolan gli vuole donare una sua “profondità”, riscrivendo la grammatica cinematografica allora vigente sull’uomo pipistrello per dargli un canone più psicologico, maturo, oscuro e realistico, ripartendo dalle sue origini e mettendo in luce tutti gli stilemi che poi diventeranno il cardine dell’intera trilogia batmaniana.

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/29440/batman-begins/recensioni/980696/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Prestige

  • Fantasy
  • USA, Gran Bretagna
  • durata 128'

Titolo originale The Prestige

Regia di Christopher Nolan

Con Hugh Jackman, Christian Bale, Michael Caine, Scarlett Johansson, David Bowie

The Prestige
altre VISIONI

In streaming su Infinity

Grazie al successo dei vari “film su commissione”, Nolan decide di buttarsi su un progetto più personale insieme al fratello nel trasporre non solo una storia fantascientifica ambientata nell’Ottocento, ma anche la sua opera più autobiografica come artista, che identificandosi nel duello a colpi di illusioni dei due protagonisti illusionisti, denuda completamente la sua idea di Cinema mostrandoci la bellezza e la maledizione dell’Arte e di essere artisti.

 

The Prestige è l’altro capolavoro di Nolan insieme a Memento, grazie ad una solida regia e scrittura avulse dalla logica di guadagno degli studios portando una genuina spontaneità nel regista, che forse qui come non mai si è sentito libero dalla pressione del pubblico e della sua stessa “grandezza” come regista.

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/36655/the-prestige/recensioni/980801/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: 2. Per te? No

Il Cavaliere Oscuro

  • Supereroi
  • USA
  • durata 152'

Titolo originale The Dark Knight

Regia di Christopher Nolan

Con Christian Bale, Heath Ledger, Morgan Freeman, Michael Caine, Gary Oldman

Il Cavaliere Oscuro
altre VISIONI

In streaming su Tim Vision

Un sequel doveva per forza arrivare da Batman Begins, e forte del suo “patto d'acciaio” con la Warner, Nolan gode di una quasi totale libertà nel sfogare la sua ormai maturata autorialità per questo secondo capitolo chiamato “Il Cavaliere Oscuro”, optando per uno stacco netto dal primo capitolo decidendo di andare ancora in maggior profondità nella psiche dell’uomo pipistrello tirando fuori i suoi demoni interiori e decostruendo la sua figura iconografica con l’inserimento del Joker, interpretato magistralmente da un compianto Heath Ledger, villain che si mangia la pellicola e tenuto a bada da una regia di stampo noir-gangsteristico che rimanda in primis al “Heat” di Michael Mann.

 

Uno dei migliori cinecomic che ci sono a giro che inserisce direttamente la trilogia su Batman nolaniana all’interno della trinità “autoriale” Singer-Raimi-Nolan.

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/37960/il-cavaliere-oscuro/recensioni/980929/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: 1. Per te? No

Inception

  • Thriller
  • USA, Gran Bretagna
  • durata 148'

Titolo originale Inception

Regia di Christopher Nolan

Con Joseph Gordon-Levitt, Leonardo DiCaprio, Ellen Page, Marion Cotillard, Cillian Murphy

Inception
altre VISIONI

In streaming su Netflix

Fiero del suo enorme successo con “The Dark Knight”, Nolan decide nuovamente di buttarsi su un progetto ancor più personale di “The Prestige”, indagando con “Inception” il mondo onirico dei sogni ampliando la sua poetica caratterizzata da una forte “ricerca” dell’irrazionalità nella razionalità.

Il risultato a mio parere seppur molto ambizioso, non raggiunge i livelli di profondità che il regista voleva ottenere, inceppandosi in una trama troppo cervellotica e per certi versi “semplicistica” nei suoi risvolti finali.

Resta comunque un buon film, ma a tratti pretenzioso e primo sintomo di una voglia di “sorprendere ad ogni costo senza prima ben costruire l’attesa di quella sorpresa”.

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/41013/inception/recensioni/981066/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il Cavaliere Oscuro - Il ritorno

  • Azione
  • USA, Gran Bretagna
  • durata 165'

Titolo originale The Dark Knight Rises

Regia di Christopher Nolan

Con Christian Bale, Anne Hathaway, Joseph Gordon-Levitt, Tom Hardy, Gary Oldman

Il Cavaliere Oscuro - Il ritorno
altre VISIONI

In streaming su Tim Vision

La consacrazione come artista “genio” è ormai a livello globale (almeno da parte del pubblico) e così il terzo capitolo batmaniano era inevitabile, confezionando non solo il più alto incasso della sua carriera, ma anche uno splendido capitolo finale che chiude egregiamente il mito iconografico nolaniano su Batman, che con l’arrivo del nuovo villain “Bane”, verrà provato sul piano spirituale e fisico.

Per molti una ciofeca difettosa, per me un grande affresco “umano” e di “riscatto morale”.

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/45819/il-cavaliere-oscuro-il-ritorno/recensioni/981145/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Interstellar

  • Fantascienza
  • USA, Gran Bretagna
  • durata 169'

Titolo originale Interstellar

Regia di Christopher Nolan

Con Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jessica Chastain, David Gyasi, Wes Bentley

Interstellar
altre VISIONI

In streaming su Netflix

Amato o odiato, Interstellar, a parer mio, è un altro grande passo in avanti di Nolan che decide di trattare a modo suo la fantascienza, caricandoci in una sorta di “odissea spaziale” profondamente antropocentrica e dunque di forte impatto emotivo che non può lasciare indifferenti, dove l’uomo sarà in balia dello spazio profondo per portare avanti la sua catartica lotta per la sopravvivenza.

Il viaggio interstellare è meravigliosamente girato e musicato dal duo Nolan-Zimmer, che per il sottoscritto hanno confezionato un cult istantaneo.

 

Sarà poi la Storia del Cinema a darmi ragione o a darmi torto. Intanto io me le sono goduto per quello che è: un profondo blockbuster d’autore.

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/62698/interstellar/recensioni/981225/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: 1. Per te? No

Dunkirk

  • Azione
  • USA, Gran Bretagna, Francia
  • durata 107'

Titolo originale Dunkirk

Regia di Christopher Nolan

Con Fionn Whitehead, Aneurin Barnard, Harry Styles, Kenneth Branagh, James D'Arcy

Dunkirk
altre VISIONI

In streaming su Infinity

Dunkirk a mio parere è il film più ambiguo di Christopher Nolan (dopo Tenet, ma lì l’ambiguità secondo me è più narrativa che autoriale) perché intanto ha messo d'accordo per la prima volta anti-noliani e nolaniani e la quasi totalità della critica mondiale, e inoltre perché a mio parere il war-movie nolaniano si muove in un ambiguo piano tra retorica britannica repressa e ultra realismo che cozza ingenuamente con la realtà storica degli eventi.

 

Questa problematica ambiguità mi ha parecchio disturbato nel corso della visione della pellicola a cui riconosco però un grande esercizio di stile con una messa in scena “analogica” da togliere il fiato, oltre che per il condivisibile messaggio pacifista dichiarato.

Semplicemente ciò non mi basta per apprezzarlo totalmente questo Dunkirk, che se confrontato anche con film di guerra più recenti, perde di parecchi punti.

 

Ma potrei benissimo essere io dalla parte del torto e ricredermi in futuro. 

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/117950/dunkirk/recensioni/981388/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: 1. Per te? No

Tenet

  • Fantascienza
  • Gran Bretagna, USA
  • durata 150'

Titolo originale Tenet

Regia di Christopher Nolan

Con John David Washington, Robert Pattinson, Kenneth Branagh, Elizabeth Debicki

Tenet
altre VISIONI

In streaming su Infinity

Tenet è l’ultimo film che ci ha regalato Christopher Nolan per una visione cinematografica in sala (oggigiorno non più scontata ormai), e nonostante i forti dubbi e perplessità sul risultato finale della pellicola, non mi sento di demolirla completamente perché l’impianto tecnico è molto godibile e il messaggio finale non troppo banale.

Di sicuro è l’opera più cervellotica e schizzata di Nolan dopo Memento, ma che secondo me reitera suoi temi classici triti e ritriti che mette in chiara luce gli evidenti difetti di un regista che ha fatto “il passo più lungo della sua gamba” e che secondo me inizierà una nuova fase nella sua filmografia anche in vista della sfida terribile che la pandemia sta lanciando all’intera industria cinematografica mondiale.

 

Sperando che in futuro ci regali un nuovo prestigio degno del suo nome, magari con un budget anche più contenuto, che aiuta di solito a sprigionare il vero genio di un artista.

 

Link alla recensione: //www.filmtv.it/film/171981/tenet/recensioni/981515/#rfr:user-126205

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No
Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati