Espandi menu
cerca
Nel petto di Aleksandr - Venezia 73
di EightAndHalf ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 57 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

EightAndHalf

EightAndHalf

Iscritto dal 4 settembre 2013 Vai al suo profilo
  • Seguaci 209
  • Post 50
  • Recensioni 788
  • Playlist 35
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Nel petto di Aleksandr - Venezia 73

Ci sono voluti tre anni, e qualche conoscenza cinematografica in più, perché io individuassi nel corto Venezia/Massi di Simone Massi, proiettato all'inizio di ogni proiezione al Festival di Venezia, la lunga serie di citazioni che il regista italiano propone. Oltre alla barca con annesso rinoceronte che ricorda le contraddizioni di certe opere felliniane (E la nave va) e a un dolorante angelo che sembra proprio Bruno Ganz nel Cielo sopra Berlino, una delle cose in cui lo sguardo di Massi entra, alla sua solita maniera, è il petto robusto del personaggio principale di Arsenale di Aleksandr Dovzenko. Il giusto sospiro nostalgico prima di iniziare qualsiasi visione.

 

 

Quest'anno, 73a edizione della Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia, sono riuscito a vedere 57 pellicole in dieci giorni. Dunque nell'impresa ho superato il mio record personale di 53 dell'anno scorso. In effetti dei 57 film di quest'anno uno è il cortometraggio Pagliacci di Marco Bellocchio, ma nei 53 dell'anno scorso c'erano anche i corti Miu Miu (della Varda e di Alice Rohrwacher), quindi il risultato quest'anno è comunque superiore. Dunque, è stata una corsa, ma comunque non eccessivamente stancante, un break era sempre dovuto, necessario, e l'appuntamento di una seppur breve pausa non mancava mai. Dalla mia parte ci sono state maggiori ore di sonno grazie alla vicinanza dell'alloggio di quest'anno al Village del Festival.

Passiamo ai dati statistici/di classifica, quelli che appetiscono ogni cinefilo che si rispetti. Rispetto alla media di personale apprezzamento dei film, l'anno scorso (media che ammontava a 6,41/10, dunque tra tre e tre stellette e mezzo), quest'anno la mia personale media di apprezzamento è stata 5,94, minore rispetto all'anno scorso, al confine con la sufficienza. Sulla carta sarebbe dunque un festival deludente. Eppure anche nelle opere meno gratificanti si sono trovati interessanti spunti di riflessione e di critica, il che le hanno rese in ognuno dei casi quantomeno utili, salvo i casi disperati (i 2 e i 3, comunque pochissimi, sono letteralmente film da buttare). La percezione meno matematica, comunque, mi ha lasciato l'idea di un festival più omogeneo e soddisfacente: con buona probabilità rispetto all'anno scorso i miei criteri di giudizio sono cambiati.

Il mio Palmares di quest'anno (lista stilata prima della consegna dei premi ufficiali):

 

  • Miglior film (Leone d'Oro): Voyage of Time - Life's Journey di Terrence Malick
  • Miglior regia (Leone d'Argento): Lav Diaz per The Woman Who Left
  • Gran Premio della Giuria: Une Vie di Stephane Brizé
  • Miglior interpretazione maschile (Coppa Volpi): Michael Fassbender per The Light Between Oceans di Derek Cianfrance (premio dato per assenza di alternative, se non il pronosticato e probabilissimo protagonista de El Ciudadano Illustre)
  • Miglior interpretazione femminile (Coppa Volpi): Judith Chemla per Une Vie di Stephane Brizé
  • Premio Marcello Mastroianni: Paula Beer per Frantz, anche se ha già fatto altri lavori, come il poco conosciuto Poll di Kraus
  • Premio per la miglior sceneggiatura: François Ozon per Frantz
  • Premio Speciale della Giuria: Spira Mirabilis di Massimo D'Anolfi e Martina Parenti

 

 

Piccola curiosità: quest'anno, come l'anno scorso, il film che ho preferito è cinese, e dura più di due ore. D'ora in poi cercherò tutte le pellicole che rispondono a questi canoni. Ma bando alle ciance, ecco la mia classifica dei 57 film visti, in ordine di votazione. Ciascun film è contrassegnato dal mio giudizio, da un breve commento e dalla categoria cui apparteneva nella sua presentazione qui al festival. 

Un altro festival è passato.

Playlist film

Bitter Money

  • Documentario
  • Hong Kong, Francia
  • durata 120'

Titolo originale Ku qian

Regia di Wang Bing

Bitter Money

1) CONCORSO ORIZZONTI - Il capolavoro di Wang Bing è l'ibrido di una ronde ophulsiana e di una catena di montaggio tayloriana. Come al solito nel suo Cinema, un'esperienza immersiva, ma stavolta, se possibile, ancor più emozionante, perché più personale.

Voto: 10/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Voyage of Time

  • Documentario
  • USA, Gran Bretagna
  • durata 90'

Titolo originale Voyage of Time

Regia di Terrence Malick

Voyage of Time

2) CONCORSO VENEZIA 73 - Malick porta all'estremo i boundaries del suo ultimo Cinema, comunicando con le argomentazioni di un filosofo che per conoscere bisogna guardare. E interpella la vista, da molti dimenticata o data per scontata, come primo organo di ricezione cinematografica.

Voto: 10/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Una Vita, Une Vie

  • Drammatico
  • Francia, Belgio
  • durata 118'

Titolo originale Une vie

Regia di Stéphane Brizé

Con Judith Chemla, Jean-Pierre Darroussin, Yolande Moreau, Swann Arlaud, Nina Meurisse

Una Vita, Une Vie
in STREAMING

In streaming su Google Play

3) CONCORSO VENEZIA 73 - La vita raccontata non tramite gli eventi, ma le attese degli eventi, e le loro conseguenze. Quei momenti in cui non succede nulla, tra una cosa e l'altra, i momenti morti, intrappolati in un formato ridotto e riscaldati dall'occhio contrito di Stephane Brizé.

Voto: 9/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

La leggenda della montagna

  • Fantasy
  • Repubblica di Cina
  • durata 184'

Titolo originale Shanzhong Chuanqi

Regia di King Hu

Con Chun Shih, Feng Hsu, Sylvia Chang, Hui Lou Chen, Rainbow Hsu, Ng Ming-Choi, Yueh Sun

La leggenda della montagna

4) VENEZIA CLASSICI - Il capolavoro dimenticato di King Hu è un manuale di Cinema e di montaggio cinematografico; avvincente, accattivante ed emozionante. Qui per i combattimenti l'arma è solo il pensiero.

Voto: 9/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

One More Time with Feeling

  • Musicale
  • Gran Bretagna, Australia
  • durata 112'

Titolo originale One More Time with Feeling

Regia di Andrew Dominik

Con Nick Cave

One More Time with Feeling

5) FUORI CONCORSO - Caleidoscopica avventura della ricerca di sé: il documentario di Andrew Dominik vanta uno dei 3D più spettacolari mai visti al Cinema, e un incontro praticamente leggendario fra Musica e Cinema come pochi se ne erano visti. 

Voto: 9/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Spira Mirabilis

  • Documentario
  • Italia
  • durata 120'

Regia di Martina Parenti, Massimo D'Anolfi

Con Marina Vlady

Spira Mirabilis
in STREAMING

In streaming su iTunes

6) CONCORSO VENEZIA 73 - Veniamo a uno dei più discussi film di Venezia 73. Mi mancano, ahimé, le opere precedenti dei due registi, ma l'adesione del loro Spira Mirabilis a tutte quelle spinte sperimentali che caratterizzano l'ultimo cinema di Godard, il vecchio (ma giovanissimo) cinema di Gianikian e Ricci Lucchi e le sperimentazioni di canecapovolto, mi dà l'idea di un'opera compiuta che mira a rappresentare il modo in cui sguardo e coscienza, come martello e scalpello, possono modellare il Reale ed entrare a far parte del suo continuo dimenarsi nel Divenire eracliteo. Un'esperienza che richiede pazienza, ma la ripaga, perché tratta con coraggio e senza pudore la pellicola cinematografica come un plasma in continua deformazione, un referente fedelissimo di come l'umanità percepisce le cose del mondo, nella storia e nel tempo.

Voto: 9/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Woman Who Left - La donna che se ne è andata

  • Drammatico
  • Filippine
  • durata 226'

Titolo originale Ang Babaeng Humayo

Regia di Lav Diaz

Con Charo Santos-Concio, John Lloyd Cruz, Michael De Mesa, Shamaine Buencamino

The Woman Who Left - La donna che se ne è andata
in STREAMING

In streaming su Chili

7) CONCORSO VENEZIA 73 - Lav Diaz torna con 3 ore e 48, che per lui sono quasi un cortometraggio. Ma è appassionante come non mai. Con un uso della macchina da presa che porta alle conseguenze estreme i basilari metodi di ripresa cinematografici (piani-sequenza, montaggio alternato, sovraesposizione, out of focus, fughe prospettiche), The Woman Who Left si pone fra i capolavori del Diaz "narrativo" degli ultimi anni, un melodramma disperato che cerca la possibilità della solidarietà in un mondo ribollente di corruzione e ingiustizie.

Voto: 8/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Le concours

  • Documentario
  • Francia
  • durata 100'

Titolo originale Le concours

Regia di Claire Simon

Le concours

8) VENEZIA CLASSICI: DOCUMENTARI - Le Concours è il film più wisemaniano di Claire Simon, poiché è l'indagine essenziale e stilisticamente scheletrica dell'istituzione Scuola di Cinema a Parigi. Interrogandosi sulle capacità del giudizio umano, e su dove nasca la creatività e l'ispirazione artistica tramite i racconti e le confessioni che gli studenti sono costretti a fare di fronte a commissioni di insegnanti che devono, per forza di cose, giudicare più le persone che le loro capacità, la Simon gira un altro grandioso documentario corale dopo Les Bois Dont Les Reves Sont Faits

Voto: 8/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Break Up

  • Grottesco
  • Italia
  • durata 85'

Regia di Marco Ferreri

Con Marcello Mastroianni, Catherine Spaak, Ugo Tognazzi, Ennio Balbo

Break Up

9) VENEZIA CLASSICI - Certo se la media di questo festival di Venezia è bassa, sarebbe stata ancora più bassa senza i classici restaurati. Uno di questi è l'incredibile Break Up di Marco Ferreri, un crudelissimo apologo sulle manie umane nella società degli anni '60. Agghiacciante ed esilarante, assurdo e bellissimo.

Voto: 8/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Frantz

  • Drammatico
  • Francia, Germania
  • durata 113'

Titolo originale Frantz

Regia di François Ozon

Con Pierre Niney, Paula Beer, Marie Gruber, Ernst Stötzner, Johann von Bülow

Frantz

10) CONCORSO VENEZIA 73 - Frantz, o "Come rifare Lubitsch senza rifare Lubitsch". Rifacendosi all'unicum melodrammatico della filmografia del regista berlinese, Ozon gira uno dei film più ispirati della sua recente filmografia: non solo appassionante come un classico melodramma, ma infervorato come l'opera più sottilmente sperimentale. Da leggere a fronte con Broken Lullaby per coglierne il lato più prepotentemente innovativo.

Voto: 8/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Road to Mandalay

  • Drammatico
  • Taiwan, Cina, Francia, Germania
  • durata 108'

Titolo originale Zai Jian Wa Cheng

Regia di Midi Z.

Con Kai Ko, Wu Ke-xi

The Road to Mandalay

11) CONCORSO GIORNATE DEGLI AUTORI - Pochissimo si è detto, in questa edizione di Venezia 73, su The Road to Mandalay di Midi Z, atterrato direttamente dalla lontana Thailandia. Aderendo alle conclusioni del cinema taiwanese degli anni '90, il film di Midi Z ingabbia i suoi personaggi sempre più stretti, sempre più vicini, sempre più asfissianti, annullandoli quando la loro identità sembrava ricostruita, annientandoli quando sembrava che si fossero salvati. 

Voto: 8/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Ondekoza

  • Documentario
  • Giappone
  • durata 107'

Titolo originale The Ondekoza

Regia di Tai Kato

The Ondekoza

12) VENEZIA CLASSICI - Tai Kato è fra i nomi più trascurati del cinema giapponese della metà del Novecento. Dalla seconda guerra mondiale agli anni '80, il regista ha prodotto numerosissime opere spesso di genere, tra le quali spicca l'invisibile Ondekoza, un documentario sui generis che prende direttamente dal ritmo del montaggio e dai colori la sua linfa vitale.

Voto: 8/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Paradise

  • Drammatico
  • Russia, Germania
  • durata 130'

Titolo originale Rai

Regia di Andrey Konchalovskiy

Con Yuliya Vysotskaya, Christian Clauss, Philippe Duquesne, Peter Kurth, Jakob Diehl

Paradise

13) CONCORSO VENEZIA 73 - Sul dramma dell'Olocausto, con una costruzione di personaggi che ha del geniale (e anche del pessimistico), Paradise di Konchalovsky getta un occhio per nulla pruriginoso sulle ambiguità di tre personaggi, sulle contraddizioni dei sentimenti, sulla possibilità del sacrificio e sulle tragedie che il vento della Storia trasporta con sé nelle vite della gente spalancando le finestre di casa.

Voto: 8/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Ventesimo secolo

  • Commedia
  • USA
  • durata 91'

Titolo originale Twentieth Century

Regia di Howard Hawks

Con Carole Lombard, John Barrymore, Roscoe Karnes

Ventesimo secolo
in STREAMING

In streaming su Chili

14) VENEZIA CLASSICI - Visto l'ultimo giorno di proiezioni in extremis, il capolavoro di Howard Hawks del '34 non è tra i più conosciuti della sua filmografia, ma è di certo uno dei più brillanti di quel periodo. La recitazione parossistica di John Barrymore ha probabilmente ispirato le capovolte recitative del Gene Wilder più ispirato.

Voto: 8/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Planetarium

  • Drammatico
  • Francia, USA
  • durata 106'

Titolo originale Planetarium

Regia di Rebecca Zlotowski

Con Natalie Portman, Lily-Rose Melody Depp, Emmanuel Salinger, Louis Garrel, Amira Casar

Planetarium
in STREAMING

In streaming su iTunes

15) FUORI CONCORSO - Il Cinema come Prestigio dopo il capolavoro di Christopher Nolan, qui però nelle vesti di una scoppiettante commedia drammatica pop e intransigente, che manipola la trama come meglio crede fino a cedere il comando ai pensieri dei personaggi, alle manie feticistiche e ai Generi tout court.

"Questa non è una commedia, è una tragedia! Smettetela di riprendermi".

Un film di fantasmi e di menzogne.

Voto: 8/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

La luce sugli oceani

  • Drammatico
  • USA
  • durata 133'

Titolo originale The Light Between Oceans

Regia di Derek Cianfrance

Con Michael Fassbender, Alicia Vikander, Rachel Weisz, Florence Clery, Jack Thompson

La luce sugli oceani
in STREAMING

In streaming su Tim Vision

16) CONCORSO VENEZIA 73 - Ha detto il regista Derek Cianfrance che ha realizzato un film di John Cassavetes sulle ambientazioni di un film di David Lean. Poca critica ha detto qualcosa della bellissima e turbolenta regia di questo melodramma etico e disturbante; tutti hanno notato le moine e i piagnistei. Ma data l'ipotesi del fiammeggiante melodramma, bocciare con faciloneria questo splendido film è uno degli errori più imperdonabili.

Voto: 8/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Untamed

  • Drammatico
  • Messico
  • durata 100'

Titolo originale La Region Salvaje

Regia di Amat Escalante

Con Simone Bucio, Ruth Jazmin Ramos, Edén Villavicencio, Jesús Meza

The Untamed

17) CONCORSO VENEZIA 73 - Deliri zulawskiani e registri deformi imperano sull'inquietantissima opera numero 4 di Amat Escalante. Il sesso come unico ispiratore di pulsioni umane in un mondo di derelitti; l'impeto libidinoso come solo motivo di respiro; l'assurdo come unico motore che lega gli esseri umani. Film indecifrabile, sommesso e talvolta devastante, La région salvaje è uno scandaglio genuinamente perverso nel rancore e nella violenza, nelle bugie e negli anfratti dell'animo umano.

Voto: 7/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Maudite Poutine

  • Drammatico
  • Canada
  • durata 91'

Titolo originale Maudite Poutine

Regia di Karl Lemieux

Con Martin Dubreuil, Jean-Simon Leduc, François Aubin

Maudite Poutine

18) CONCORSO ORIZZONTI - A non sfigurare nel concorso Orizzonti, oltre che Bitter Money, è il film di Karl Lemieux, esplicitamente ispirato al cinema di Grandrieux. Dunque toni cupi e disperati, una camera ostinatamente mossa, una costruzione filmica e semica che ha in primis l'aspirazione del terrorismo sensoriale, a discapito di una futile linea narrativa definita. Un'opera piccola ma poderosamente coraggiosa, con almeno due sequenze indimenticabili nel mare magnum degli stimoli del Cinema contemporaneo.

Voto: 7/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

L'impero delle ombre

  • Drammatico
  • Corea del Sud
  • durata 139'

Titolo originale The Age of Shadows

Regia di Kim Ji-woon

Con Kang-ho Song, Yoo Gong

L'impero delle ombre
in STREAMING

In streaming su Chili

19) FUORI CONCORSO - Trama ingarbugliata e manierismo acrobatico sono le due espressioni chiave del nuovo film di Kim Jee-won, che torna all'esibizione di una violenza effettistica ma accattivante. Un film che rincorre costantemente la sua trama, sfida i limiti del montaggio, e decostruisce l'azione per rimontarla nella maniera più efficace e stimolante. Un oggettino forse non proprio nuovo nel Cinema coreano contemporaneo, e nell'opera di Kim Jee-won, ma a voler essere severi si tratta di un divertissement che merita di essere visto.

Voto: 7/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Safari

  • Documentario
  • Austria, Danimarca
  • durata 91'

Titolo originale Safari

Regia di Ulrich Seidl

Safari

20) FUORI CONCORSO - Si tratta forse di uno dei Seidl meno avvincenti e più imbalsamati, come gli animali appesi nelle pareti dei robotici e maniacali austriaci, ma è un raggiungimento importante nell'opera del regista di Im Keller. Un cimitero di carcasse incoscienti, in cui l'Immagine può assumere il più nobile e il più rigettante degli scopi.

Voto: 7/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Nobodies

  • Drammatico
  • Colombia
  • durata 84'

Titolo originale Los nadie

Regia di Juan Sebastián Mesa

Con Maria Angélica Puerta, Maria Camila Castrillón, Diego Perez Ceferino, Esteban Alcaráz

The Nobodies

21) CONCORSO SETTIMANA DELLA CRITICA (VINCITORE) - Piccolo film fra il primo Kechiche e le idee di Larry Clark, un'opera piccola che umilmente non propone maledettismi, non propone piagnistei, non propone tragedie, non propone drammi generazionali. Per qualcuno può anche non proporre niente. Ma per questo, forse, è uno dei film più interessanti della Mostra: uno squarcio casuale di un angolo di mondo, caratterizzato da una regia che caccia i suoi personaggi nei vari angoli di strada per stanarli e seguirli, senza la pretesa di conoscerli. Un film tutt'altro che edificante, che può apparir fumoso, ma che ha giusto l'ingenuità di non voler muoversi dalla sua fissità e tentare di osare. Una scelta comprensibile per un regista ancora inesperto ma con un'occhio con del potenziale. 

Los Nadies vanta poi un notevole utilizzo del punk metal in colonna sonora.

Voto: 7/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Never Ever

  • Drammatico
  • Francia, Portogallo
  • durata 86'

Titolo originale A Jamais

Regia di Benoît Jacquot

Con Mathieu Amalric, Julia Roy, Victória Guerra, Rui Morrison, Elmano Sancho

Never Ever

22) FUORI CONCORSO - Dramma thriller dal sapore classico ma frastornante ed estremo, delilliano per scelta, che consegna la carne alla natura fumosa ed evanescente del desiderio. Montaggio semplice ma strabiliante, costruzione registica pulita, recitazioni ferree: A' Jamais contiene e dimostra il meccanismo percettivo dell'essere umano per cui la proiezione di un altro essere umano trasforma quell'essere in un fantasma. 

Voto: 7/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il Cristo cieco

  • Drammatico
  • Cile, Francia
  • durata 85'

Titolo originale El Cristo ciego

Regia di Christopher Murray (II)

Con Michael Silva, Ana María Enríquez, Bastián Inostroza, Pedro Luis Godoy

Il Cristo cieco

In streaming su Netflix

23) CONCORSO VENEZIA 73 - Il film "per parabole" di Christopher Murray funziona nelle intenzioni, saltuariamente nei risultati: la natura stessa della divisione in parabole frammenta e limita la possibilità dell'immersione percettiva, rendendo l'ipnosi singhiozzante ed efficace solo in parte. La regia però è sicuramente un tentativo coraggioso, nei suoi andamenti tarkovskijani.

Voto: 7/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Quit Staring at My Plate

  • Drammatico
  • Croazia, Danimarca
  • durata 105'

Titolo originale Ne gledaj mi u pijat

Regia di Hana Jušic

Con Mia Petricevic, Nikša Butijer, Arijana Culina, Zlatko Buric

Quit Staring at My Plate

24) CONCORSO GIORNATE DEGLI AUTORI - Il film croato di Hana Jusic è un tentativo concreto e per nulla retorico di parlare di un'emancipazione femminile, a rischio di rinunciare però a un importante pezzo di dignità. Recitato splendidamente, piuttosto smorto visivamente, è il film di una crescita deformante, anti-edificante e crudele, con un impeto ribelle che sa valutare, a posteriori, i pro e i contro.

Voto: 7/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Pagliacci

  • Cortometraggio
  • Italia
  • durata 18'

Regia di Marco Bellocchio

Con Lucia Ragni, Luca Micheletti, Federica Fracassi, Corrado Invernizzi, Mino Manni

Pagliacci

25) EVENTO SPECIALE: SETTIMANA DELLA CRITICA - Simpaticissimo corto di Bellocchio sempre vicino al tema della famiglia e del rancore filiale. Di mezzo ci sta anche la drammaturgia, il vizio, la magia.

Voto: 7/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

On the Milky Road - Sulla Via Lattea

  • Drammatico
  • Serbia, Messico, USA
  • durata 125'

Titolo originale On the Milky Road

Regia di Emir Kusturica

Con Monica Bellucci, Emir Kusturica, Predrag Manojlovic, Sloboda Micalovic, Natasa Ninkovic

On the Milky Road - Sulla Via Lattea
in STREAMING

In streaming su Chili

26) CONCORSO VENEZIA 73 - Da profano del cinema di Kusturica, il sottoscritto ammette di essersi divertito non poco con la nuova follia del regista serbo. Movimenti di camera vertiginosi, follie visive sempre calzanti, una costruzione favolistica di amore e di guerra che sa prendersi gioco di se stessa senza un attimo di seriosità, se non in un commovente finale: un film unico. 

Voto: 7/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Austerlitz

  • Documentario
  • Germania
  • durata 94'

Titolo originale Austerlitz

Regia di Sergei Loznitsa

Austerlitz

27) FUORI CONCORSO - Il cinema di Loznitsa mette faccia a faccia lo spettatore con i personaggi. Come in The Event, forse con una maggiore tragicità (a discapito di un fascino visivo che qui è altalenante), ma con un rigore eccessivo, Loznitsa guarda le persone per capire cosa è rimasto nell'umanità della coscienza della Storia. Austerlitz è la cronaca di un crimine che si ripete e rimbomba tra le pareti della cattedrale di morte del campo di concentramento di Sachsenhausen. 

Voto: 6/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Are We Not Cats

  • Commedia
  • USA
  • durata 80'

Titolo originale Are We Not Cats

Regia di Xander Robin

Con Alice Frank, Michael Godere, Chelsea Lopez, Theodore Bouloukos, Carson Grant

Are We Not Cats

28) EVENTO SPECIALE: SETTIMANA DELLA CRITICA - L'esordio di Xander Robin: un film sulla tricofagia che fa impallidire le stranezze ammaestrate della Amirpour. Raccontato con toni alterni, da un lato diabolici come i languori di Dans Ma Peau di Marina de Van (nelle sporadiche sequenze degli incubi), dall'altro risentiti e contenuti come in un più ovvio prodotto sundance-iano. Piccolissimo e simpaticissimo, oltre che un unicum sul tema, con un finale più coraggioso e straniante di quel che sembri.

Voto: 6/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Dark Night

  • Horror
  • USA
  • durata 85'

Titolo originale Dark Night

Regia di Tim Sutton

Con Robert Jumper, Anna Rose, Rosie Rodriguez, Karina Macias, Aaron Purvis, Eddie Cacciola

Dark Night
in STREAMING

In streaming su Chili

29) FUORI CONCORSO: ORIZZONTI - Tim Sutton alla regia per un antihorror anticonvenziale e talvolta pure antipatico, ma inquietante nella maniera più silenziosa, ineffabile e inesorabile. Un'esperienza lugubre che procura shock nella maniera più subdola, ma in cui regna un silenzio di tomba, il respiro di un elefante vansantiano invisibile.

Voto: 6/10 

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Big Big World

  • Drammatico
  • Turchia
  • durata 100'

Titolo originale Koca Dünya

Regia di Reha Erdem

Con Ecem Uzun, Berke Karaer

Big Big World

30) ORIZZONTI - Dalla Turchia, un affascinante Ponte per Terabithia decisamente riuscito meglio del suddetto, e senza carinerie fini a se stesse. Terribile come la tenerezza, in Big Big World, nasca dall'abiezione e dalla violenza. Erdem concilia felicemente momenti quasi dardenniani a voli pindarici e onirici al confine col patinato. 

Voto: 6/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Riparare i viventi

  • Drammatico
  • Francia
  • durata 103'

Titolo originale Réparer les vivants

Regia di Katell Quillévéré

Con Emmanuelle Seigner, Tahar Rahim, Alice Taglioni, Anne Dorval, Dominique Blanc

Riparare i viventi

31) ORIZZONTI - Orizzonti si riconferma quasi sempre il trionfo della medietà. La Quillévéré, che si era distinta per Suzanne, qui gira un film per sbaglio, bello per i motivi più involontari. Costruito pensando alla presentazione psicologica dei personaggi, quest'ultima è ciò che riesce peggio. Il film sembra invece una dolorosa elaborazione di un lutto, che passa necessariamente dalla riduzione chirurgica dello sguardo registico. Dopo un inizio meraviglioso che dà un effetto più stordente di un effetto speciale con il semplice uso della dissolvenza incrociata, il film assume involontariamente un impianto freddo e asettico, costantemente smentito da un'invadente colonna sonora. Imperfetto, ma assurdamente affascinante.

Voto: 6/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Arrival

  • Fantascienza
  • USA
  • durata 116'

Titolo originale Arrival

Regia di Denis Villeneuve

Con Amy Adams, Jeremy Renner, Forest Whitaker, Michael Stuhlbarg, Mark O'Brien, Tzi Ma

Arrival
in STREAMING

In streaming su Amazon Prime Video

32) CONCORSO VENEZIA 73 - Con Arrival di Villeneuve entriamo ufficialmente nell'ambito della medietà qualitativa delle opere veneziane. Poco affascinante quando cerca di fare il Malick, più efficace quando replica le idee narrative nolaniane, Arrival gode di un'unica felicissima idea che giustifica una certa costruzione la quale ha sì bisogno di due ore di film per arrivare a compimento, ma avrebbe anche bisogno di uno sguardo più originale. Ottimo il comparto uditivo del film.

Voto: 6/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Pets - Vita da animali

  • Animazione
  • USA
  • durata 90'

Titolo originale The Secret Life of Pets

Regia di Chris Renaud, Yarrow Cheney

Pets - Vita da animali
in STREAMING

IN TV Premium Cinema

canale HD 330

33) CINEMA NEL GIARDINO - Anteprima italiana per il nuovo cartone animato targato Illumination. Stessa comicità demenziale di Despicable Me, un comparto visivo che avrebbe meritato meno ripetitive sequenze action, un 3D piuttosto inutile e scopiazzature varie ed eventuali soprattutto da Toy Story. Latitando l'originalità, riesce comunque a trionfare la carineria. Con l'animazione, è più facile accettare compromessi.

Voto: 6/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Animali notturni

  • Drammatico
  • USA
  • durata 120'

Titolo originale Nocturnal Animals

Regia di Tom Ford

Con Amy Adams, Jake Gyllenhaal, Michael Shannon, Armie Hammer, Isla Fisher

Animali notturni
in STREAMING

In streaming su Infinity

34) CONCORSO VENEZIA 73 - Tra i sopravvalutatissimi di Venezia 73 sta il nuovo lavoro di Tom Ford. Sovrapponendo piani narrativi con la voglia di trattare bene lo spettatore senza mai depistarlo davvero, il film funziona sotto un mero profilo estetico, cioè mostra un'arida consapevolezza del mezzo e una coscienza fin troppo corretta e accademica della struttura intrinseca e cinematografica. C'è un grande uso di dissolvenze (con corrispondenze e ritorni continui e ben congegnati nell'economia del soggetto) ma è talmente ovvio nel suo significato da essere dilettantesco, scontato, fine a se stesso. Un film già visto, emozioni già provate, inquietudini che tardano ad arrivare. Confezione comunque impeccabile, e attori che reggono la scena come pochi altri di recente. Ma con un po' più di campi lunghi, e una minore insistenza di primi piani enfatici, si sarebbe potuta rendere meglio la solitudine dei personaggi; Tom Ford è troppo studentello per comprendere l'animo umano. E alla fine il film, da serioso compendio di desolazioni, diventa un divertissement di dubbio valore, ma dal sicuro impatto emotivo immediato.

Voto: 6/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The War Show

  • Documentario
  • Danimarca, Finlandia
  • durata 100'

Titolo originale The War Show

Regia di Andreas Dalsgaard, Obaidah Zytoon

The War Show

35) CONCORSO GIORNATE DEGLI AUTORI (VINCITORE) - Il documentario che quest'anno ha aperto le Giornate degli Autori è su misura di occhi acerbi che poco conoscono delle sperimentazioni del genere documentario al Cinema. Un film che mischia molto materiale di repertorio, che è molto organico, ma che cerca anche di essere un mitra. Sensorialmente, però, non riesce: attiva troppo l'inibente razionalità per sconvolgere davvero, e lo spettatore è sempre fuori, forse perché la regista ci è troppo dentro.

Voto: 6/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Beautiful Days of Aranjuez

  • Drammatico
  • Francia, Germania
  • durata 97'

Titolo originale Les beaux jours d'Aranjuez

Regia di Wim Wenders

Con Reda Kateb, Sophie Semin, Jens Harzer, Nick Cave

The Beautiful Days of Aranjuez

36) CONCORSO VENEZIA 73 - Wenders porta alle estreme conseguenze i suoi discorsi sulla commistione delle arti. In Les beaux jours d'Aranjuez azzera il dramma filmico per trasformarlo in dramma verbale, alla ricerca dell'ispirazione. Indeciso fra schematismi e fumoserie, il nuovo film di Wenders è troppo esile per essere definitivo come vorrebbe, e gode di un fascino troppo altalenante (non aiutano i fastidiosi movimenti di camera) per arrivare al nodo della questione. Fallisce nel suo intento sinestetico, e anche in quello di individuare i limiti della creatività e dell'immaginazione. E rischia anche di sconfinare nella retorica, in un formulario di idee poco cinematografiche.

Voto: 5/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

La La Land

  • Musicale
  • USA
  • durata 126'

Titolo originale La La Land

Regia di Damien Chazelle

Con Emma Stone, Ryan Gosling, Finn Wittrock, J.K. Simmons, Sonoya Mizuno, Rosemarie DeWitt

La La Land
in STREAMING

In streaming su Tim Vision

37) CONCORSO VENEZIA 73 - Veniamo al film più sopravvalutato del festival. Chazelle torna a parlare e a sparlare di musica, e lo fa con minaccioso qualunquismo. Più che nella struttura generale, che si rifà (in maniera un po' superficiale e fintamente problematica) al musical classico di Minnelli, a instillare qualche dubbio sono le frasi semplicistiche sulla storia della musica, dall'inquadratura di un jazz concepito nella maniera più banale e bambinesca (evidente per chi ama davvero il jazz) al preconcetto ignorante che un genere che si ama dovrebbe rimanere cristallizzato nei suoi modi (il dialogo di Ryan Gosling con il musicista di colore "corrotto"). E in questo senso viene da chiedersi: pensa lo stesso la critica del Lido, che celebra il film più vecchio di tutto il festival? Inoffensivo in sé e per sé, pieno di carinerie e di vanità tecniche (con la sequenza iniziale, catchy oltre ogni umana immaginazione, siamo punto e daccapo con la paraculaggine dell'excipit dell'1x05 di True Detective, o con molte di quelle altre sequenze che oggi entrano senza diritto nel limbo più superficiale dell'immaginario comune), prende il musical e lo abbassa all'apprezzamento più scontato come faceva Hugo Cabret con il cinema di Méliès. 

Musiche che già abbiamo scordato, balli spettacolari che finiscono quando finiscono le sequenze che le rappresentano, e una conclusione che parrebbe dare un nuovo spunto di riflessione, sicuramente a chi non ha visto molte altre opere del passato, prima fra tutte The Rat Race di Robert Mulligan. Molti hanno trovato innovativo il finale salingeriano, e lo scioglimento narrativo a favore dell'esplosione musical. Questi molti non hanno mai visto Ziegfeld Follies, né appunto mai letto Salinger, e la possibilità del finale alternativo (né mai ascoltato i testi di Tom Waits, né mai visto La 25a ora di Spike Lee, etc, etc).

Voto: 5/10

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Un re allo sbando

  • Sperimentale
  • Belgio
  • durata 94'

Titolo originale King of the Belgians

Regia di Peter Brosens, Jessica Woodworth

Con Peter Van den Begin, Lucie Debay, Titus De Voogdt, Bruno Georis, Pieter van der Houwen

Un re allo sbando
in STREAMING

In streaming su Sky Go

38) ORIZZONTI - Dal Belgio, un'opera di satira politica di facile acchitto: un mockumentary con personaggi forzatamente simpatici, risa alternate a tedio, neanche una sequenza che si ricordi. In divertissement con pretese del genere, lasciamo che decida il de gustibus, e non parliamone più.

Voto: 5/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

I Called Him Morgan

  • Documentario
  • Svezia, USA
  • durata 89'

Titolo originale I Called Him Morgan

Regia di Kasper Collin

I Called Him Morgan

In streaming su Netflix

39) FUORI CONCORSO - Documentario accademico sul rapporto fra Lee Morgan e la moglie Helen. Illustrativo, indubbiamente interessante, poteva onestamente evitare il grande schermo di una sala festivaliera. Certo viene fuori un'idea del jazz un attimo più precisa e vera di quella che dà La La Land.

Voto: 5/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il cittadino illustre

  • Drammatico
  • Argentina, Spagna
  • durata 117'

Titolo originale El ciudadano ilustre

Regia di Gastón Duprat, Mariano Cohn

Con Oscar Martínez, Dady Brieva, Andrea Frigerio, Belén Chavanne, Nora Navas

Il cittadino illustre
in STREAMING

In streaming su Chili

40) CONCORSO VENEZIA 73 - Altro ultra-sopravvalutato qui al Lido, il film argentino di Cohn e Duprat è una commedia che più di intrattenere non fa: mettere nelle intenzioni riflessioni più serie sull'arte o sulla scrittura sarebbe un po' delirante. Stile che sembra documentaristico e che pare non si sia mai visto, a giudicare dagli entusiasmi; degenarazione à la Dogville che era intuibile fin dall'inizio. Comunque a volte si ride. E' importante ridere.

Voto: 5/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Liberami

  • Documentario
  • Italia
  • durata 90'

Regia di Federica di Giacomo

Liberami
in STREAMING

In streaming su iTunes

41) ORIZZONTI - Ciprì e Maresco for dummies, un documentario a tema che non ha grande respiro, riesce nella carta ironica ma fallisce su quella del dramma sottopelle, che parla delle paure delle persone sottoposte alle pratiche esorcistiche di Padre Cataldo. Senza sguardo, col pregio di guardare senza giudicare né intervenire, ma con troppi precedenti filmici per essere originale, oltre alla scelta dell'argomento che è sicuramente speciale e divertente. Mettere alla berlina il problema comunque è un po' come sparare sulla Croce Rossa.

Voto: 5/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Ordinary People

  • Drammatico
  • Filippine
  • durata 107'

Titolo originale Pamilya Ordinaryo

Regia di Eduardo W. Roy Jr.

Con Ronwaldo Martin, Hasmine Kilip, Maria Isabel Lopez, Sue Prado, Ruby Ruiz, Moira Lang

Ordinary People

42) CONCORSO GIORNATE DEGLI AUTORI - Duole dare del "ricattatorio" a un film che non ha motivo di esserlo, ma l'effetto sortito dal racconto della storia di Pamilya Ordinaryo non è altro se non questo. Ottime idee qui e lì, ma sporadiche, inframmezzate a una regia quasi assente, ed evidentemente ingenua.

Voto: 5/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Rocco

  • Documentario
  • Italia, Francia
  • durata 105'

Titolo originale Rocco

Regia di Thierry Demaizière, Alban Teurlai

Con Rocco Siffredi, Mark Spiegler, James Deen, John Stagliano

Rocco

43) EVENTO SPECIALE: GIORNATE DEGLI AUTORI - Documentarino aneddotico piuttosto serioso e a tratti divertente, esteticamente nullo (ma non ci aspettavamo niente di ché), e per Siffredi quasi uno spunto di vanità, nonostante l'apparente autocritica. Diciamo pure che sono gli aneddoti a salvare un film del genere, e anche il making of del suo ultimo film, con gigantesche croci (le croci sulle spalle del povero Rocco) e eresie come se piovessero. Diciamo anche che avvince. Diciamo anche se non c'era era uguale.

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Guilty Men

  • Drammatico
  • Colombia
  • durata 115'

Titolo originale Pariente

Regia di Ivan D. Gaona

Con Willington Duarte, René Calderón, Leidy Herrera Castillo, Christian Hernandez

Guilty Men

44) CONCORSO GIORNATE DEGLI AUTORI - Dramma thriller colombiano con una pedante prima parte che non sa cosa vuol dire presentare dei personaggi, e che si conclude invece con sprazzi, spari e furori. Una regia c'è, ma è come castrata.

Voto: 5/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il prigioniero coreano

  • Drammatico
  • Corea del Sud
  • durata 114'

Titolo originale Geumul

Regia di Kim Ki-duk

Con Ryoo Seung-bum, Lee Won-gun, Kim Young-min, Choi Guy-hwa

Il prigioniero coreano
in STREAMING

In streaming su Chili

45) CINEMA NEL GIARDINO - Kim Ki-Duk si è perso in un film non suo, alimentando la sua vena più farraginosa e artificiosa che già era nata e spillava sangue in One on One, ma che qui perde qualsiasi connotato di quello che era il suo cinema, se non quella violenza e quella indignazione qui ben oltre la faciloneria. L'unico motivo di interesse: i tratti in comune con il primo Kim, e il suo The Coast Guard. Ma più che un ritorno alle origini, sembra una retrocessione.

Voto: 4/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Monte

  • Drammatico
  • Italia
  • durata 105'

Regia di Amir Naderi

Con Andrea Sartoretti, Claudia Potenza, Zaccaria Zanghellini, Anna Bonaiuto

Monte

In streaming su RaiPlay

46) FUORI CONCORSO - Apprezzato dalle fila più settoriali del pubblico accreditato del Lido, il nuovo film di Amir Naderi ha solo nella sua ideazione quello che era il grande cinema del regista iraniano. Forse invecchiato, forse con poche idee, sicuramente con preoccupante inerzia, Naderi parla delle sfide che l'uomo necessariamente affronta contro la natura, in una sfera mitologica e in una situazione ovviamente bigger than life. Ma la regia nei momenti che ritiene meno interessanti è paratelevisva e piatta, e nei momenti più importanti maschera qualsiasi movimento interessante con la schematica trovata di virare dai colori al bianco e nero il comparto cromatico. Un po' l'ultimo Olmi, un po' (troppo) Tarkovskij, un po' troppo poco.

Voto: 4/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Jackie

  • Biografico
  • USA, Cile
  • durata 95'

Titolo originale Jackie

Regia di Pablo Larrain

Con Natalie Portman, Peter Sarsgaard, Greta Gerwig, Billy Crudup, John Hurt

Jackie
in STREAMING

In streaming su Wuaki

47) CONCORSO VENEZIA 73 - Larraìn gira un film hollywoodiano con strumenti apparentemente non hollywoodiani: regia a tratti pastosa, camera a mano, musiche invadenti e di grande effetto. "Tutto molto bello", originale sulla superficie dello schermo, con un immenso spazio di ovvia retorica dietro. L'atteggiamento proprio del finto autore. Il finale, in tal senso, è una reale sofferenza. Larraìn non resiste alla tentazione dello splatter nella ricostruzione dell'uccisione di Kennedy con intento ricattatorio, e sceglie la strada di una costruzione fintamente complessa in cui le storie si intrecciano, senza che l'idea dell'apparire di Jackie esca da conclusioni piuttosto ovvie, che non giustificano l'intero film, e si ripetono stancamente in quegli ultimi venti minuti che andrebbero aboliti e dimenticati. Esile, esilissimo, ma col tono grave che innesta un irrazionale e non dovuto rispetto.

Voto: 4/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Young Pope

  • Serie TV
  • 1 stagione 10 episodi

Titolo originale The Young Pope

Con Paolo Sorrentino, Ignazio Oliva, Jude Law, Sebastian Roché, Diane Keaton

Tag Drammatico, Maschile, Religione, Intrighi, Italia, Anni duemiladieci

The Young Pope

48) FUORI CONCORSO - Per la sua serie tv, Sorrentino inibisce i suoi svolazzi, e i sorrentiniani come il sottoscritto ci rimangono male. Altre stranezze vagheggiano in The Young Pope, ma oltre a dare un forte senso di irrisolto (ciò dipende dalla natura seriale dell'operazione), sono molto poco impressionanti, e rappresentano definitivamente il fumo negli occhi che a tratti già offuscava il cinema passato del regista napoletano. 

Voto: 4/10 (ma potrà cambiare)

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Bad Batch

  • Fantascienza
  • USA
  • durata 115'

Titolo originale The Bad Batch

Regia di Ana Lily Amirpour

Con Suki Waterhouse, Jason Momoa, Keanu Reeves, Jim Carrey, Giovanni Ribisi, Yolonda Ross

The Bad Batch

In streaming su Netflix

49) CONCORSO VENEZIA 73 - La Amirpour conferma l'esile assunto del suo cinema, che già aveva caratterizzato A Girl Walks Home Alone At Night. Un'originalità di facciata, che combina stramberie rubate qui e lì (e lo dice anche la Amirpour delle influenze: solo che siamo ben oltre l'onesta citazione), e che accumula argomenti scontati di facile presa, con l'ausilio di uno schematismo che annulla qualsiasi problematicità. Di stile non ce n'è: è un film che conferma la scissione forma-contenuto, e ciò è del tutto contro la più corposa e storicamente connotata idea di Cinema. Bellissimo che molti detrattori di Spring Breakers di qualche anno fa abbiano vantato qui e lì per il web la citazione proprio da quel Korine, nella scena in cui si sentono i Die Antwoord: forse a posteriori si è capito che è quel Cinema la novità vera, e non Bad Batch?

Voto: 4/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Gantz: 0

  • Animazione
  • Giappone
  • durata 95'

Titolo originale Gantz: 0

Regia di Yasushi Kawamura

Gantz: 0

In streaming su Netflix

50) FUORI CONCORSO - Animazione CGI giapponese che scava a piene mani dall'immaginario della recente animazione d'autore (Paprika di Satoshi Kon), prende ciò che gli serve dalla saga di Gantz, e accumula tutte le idee più o meno trash che gli vengono dentro la cornice modaiola del film-videogame. Magari sono tecniche all'avanguardia, ma è tutto molto molto già visto.

Voto: 4/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

American Anarchist

  • Documentario
  • USA
  • durata 80'

Titolo originale American Anarchist

Regia di Charlie Siskel

Con William Powell

American Anarchist
in STREAMING

In streaming su Netflix

51) FUORI CONCORSO - Non vale nemmeno la pena perderci tempo: documentario piatto e insignificante, e tendenzioso oltre ogni dire. La mania americana di compiacersi di vittimizzare e poi di martirizzare senza cognizione di causa.

Voto: 4/10

Recensione

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

El vendedor de orquídeas

  • Documentario
  • Venezuela, Messico
  • durata 75'

Titolo originale El vendedor de orquídeas

Regia di Lorenzo Vigas

Con Oswaldo Vigas

El vendedor de orquídeas

52) FUORI CONCORSO: PROIEZIONI SPECIALI - Vìgas era aspettato al varco dopo Ti guardo, film che sembrava avere un'idea di regia e di Cinema forte e interessante. Che sia stato tutto fuffa, guardando a posteriori quel film dopo un'opera seconda davvero insignificante? Oltre a dare per scontata l'opera del padre, essa stessa è, duole dirlo, priva di interesse, e fuori tempo massimo. Che linguaggio è il non-linguaggio di Vìgas nel Vendedor de orquìdeas? Un filmino amatoriale meno lavorato in post-produzione non sarebbe stato anche più interessante?

Voto: 4/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

I Magnifici Sette

  • Western
  • USA
  • durata 133'

Titolo originale The Magnificent Seven

Regia di Antoine Fuqua

Con Denzel Washington, Chris Pratt, Ethan Hawke, Vincent D'Onofrio, Byung-hun Lee

I Magnifici Sette
in STREAMING

In streaming su PS Store

53) FUORI CONCORSO - Non si chiedeva di reggere il confronto con gli originali, né di dare la metà della profonda malinconia che li caratterizzava. Si chiedeva un'azione che non fosse piatta, e una sceneggiatura che non fosse telefonata ogni secondo. Ma Fuqua non l'ha capito.

Voto: 4/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Brimstone

  • Drammatico
  • Olanda, Francia
  • durata 140'

Titolo originale Brimstone

Regia di Martin Koolhoven

Con Guy Pearce, Dakota Fanning, Kit Harington, Carice van Houten, Paul Anderson

Brimstone
in STREAMING

In streaming su iTunes

54) CONCORSO VENEZIA 73 - Un western trash che ispira una risata contagiosa in prossimità di un quasi stupro pedofilo non è un buon affare. Tra Halloween di Carpenter e Cape Fear di Scorsese, un film che ha l'unico merito di far recitare bene Dakota Fanning. Il resto, a parte qualche sporadica idea felice di regia (la parte del bordello è indubbiamente accattivante e coinvolgente, nel modo più scontato dei modi ma vabbè), è da annali del ridicolo.

Voto: 3/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Questi giorni

  • Commedia
  • Italia
  • durata 120'

Regia di Giuseppe Piccioni

Con Margherita Buy, Maria Roveran, Marta Gastini, Caterina Le Caselle, Laura Adriani

Questi giorni
in STREAMING

In streaming su RaiPlay

55) CONCORSO VENEZIA 73 - Passiamo ai disastri. Sono tre, due di questi sono italiani. Piccioni purtroppo è indifendibile, ha dei contenuti vagamente importanti e antispettacolari, ma non è con questi toni che si vuole restare umili e sinceri. Non ci si stuferebbe più di dirlo: basta film ad effetto! Il film è servito solo a produrre la felice battuta "Piccioni a Venezia" che ho condiviso con i miei compagni di visione.

Voto: 2/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Piuma

  • Commedia
  • Italia
  • durata 98'

Regia di Roan Johnson

Con Luigi Fedele, Blu Yoshimi, Michela Cescon, Sergio Pierattini, Francesco Colella

Piuma
in STREAMING

IN TV Sky Cinema Comedy

canale 309

56) CONCORSO VENEZIA 73 - Vabbè.

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

La battaglia di Hacksaw Ridge

  • Drammatico
  • USA
  • durata 131'

Titolo originale Hacksaw Ridge

Regia di Mel Gibson

Con Andrew Garfield, Teresa Palmer, Hugo Weaving, Sam Worthington, Vince Vaughn, Luke Bracey

La battaglia di Hacksaw Ridge
in STREAMING

In streaming su Tim Vision

57) FUORI CONCORSO - E diciamolo che Mel Gibson ha fatto il film più brutto della mostra, e forse il più brutto della sua carriera. Che era guerrafondaio si sapeva, ma che riuscisse così magistralmente a mascherare la sua frustrata prurigine in un polpettone patriottico che cerca pure di problematizzare con esiti esilaranti...beh chapeau!, a lui e ai soldati che sanno schiaffeggiare bombe a mano volanti (fa' dire anche questo nelle interviste finali ai personaggi veri da cui il film è tratto!). Si possono fare trash seriamente, ma non per farsi prendere sul serio. Offendendo, tra l'altro, la memoria storica. 

Voto: 2/10

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No
Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati