Espandi menu
cerca
Breaking Politic, Habemus Sapiens
di mck ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 8 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 168
  • Post 118
  • Recensioni 521
  • Playlist 165
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Breaking Politic, Habemus Sapiens


Corea in fiamme, Italia in panne.
"Politic" nel senso di "sage" e "wise".
"Sapiens" nel senso di "sapientes".
E se non lo sapete, sapevatelo.

il ministro dei temporali
in un tripudio di tromboni
auspicava democrazia
con la tovaglia sulle mani
e le mani sui coglioni

 
Ricino e Mughetto. I.
( attenzione : di seguito spoiler sul Mondo della Fantasia )
 
Ovvero, qualunque cosa accada, guerra termonucular... termonucluear... termonucleare compresa, giuro, è l'ultima playlist sulla politica che faccio. No la óla no, dai...
 
Circondati da 10 vecchi maschi saggi

{ che non si può davvero aggiungere e dire null'altro oltre al riepilogo su Violante [ qui, da " W Zapatero ! " ( eh-eh...), repetita iuvant : " http://www.youtube.com/watch?v=Tv37Mb4QOsM ", con Fassino al suo fianco, altro revenant piangente e sorridente, con Renzi ( a togliere ritegno al pianto e al riso ) di mariadefilippi, che sembrava Fini al fianco di Berlusconi al Parlamento Europeo mentre suggeriva Martin Schulz come comparsa per un ruolo da kapò ] e buona metà dei soci-saggi fatto da Travaglio a Servizio Pubblico di Giovedì scorso 4 Aprile 2013 },

come si fa a Spendere il nome di Prodi, così, per la Presidenza della Repubblica ?

E chi mandiamo a vincere le prossime elezioni ?!!!?

Piuttosto mi gioco un Waldo

( Black Mirror, stag. 2, ep. 3 {*} : è mai possibile che in tutto FilmTv.it non ci sia un solo utente parabolato, o che s'è scaricato i sottotitoli ed è pure riuscito a sincronizzarli, che l'abbia visto e lo voglia recensire ??? )

o un Ralph Winchester, o una Margherita Hack, quella vera, una Rossana Rossanda, o un Umberto Eco, persino una Emma Bonino, toh, e poi tutti al voto. Quello 'serio'...
 
Intanto, in una regione del mondo divisa da antichi rancori...
Kim Jong-un ( figlio di Kim Jong-il, nipote di Kim Il Sung ), uno dei pochi bei paciocconi dell'intiera Corea del Nord, come lui qualche generalicchio e qualche pretastro, classe 1983 ( a proposito di giovani facce nuove per la politica : il leader di tutti i bimbominkia del mondo ), fascio-comunista, predispone le Grandi Catapulte ad Elastico verso l'Oceano Pacifico e la costa Ovest degli U.S.A., tipo "1941" di Spielberg.
Sul padre, ai tempi in cui suo nonno era morto e lui girava coi calzoni corti, c'è lo splendido reportage a fumetti, una...graphic-novel documentaria...un graphic-reportage, per l'appunto : " Pyongyang " di Guy Delisle : http://www.lospaziobianco.it/2738-pyongyang
Giovane, renzobossi (FIGA), ignorantello, matteosalvini (MILANO), estremista, lapoelkann (FELPA), tenerone
( sua la grande idea di marketing rivoluzionario di regalare ad ogni nordcoreano una felpa con su scritto "Pyongyang" ( la indossa anche lui, così se si perde la gente sa dove rispedirlo : gliel'ha insegnato matteosalvini durante una piccola deviazione della sua spedizione in Cina, emulo di quell'altro Matteo, Ricci, che anni prima eccetera eccetera ) sul davanti e "Nuculare" sul retro ) :
ogni riferimento al cittadino medio eletto del M5* sorge spontaneo, che ci posso fare ?
 
Io che sono più comunista di Lenin in quell'altro Aprile del 1917 chiuso nel suo bel vagone piombato di ritorno in patria dall'esilio nella Svizzera verde, e più ottimista di Grillo quando non mi ricordo più chi gli ha parlato per la prima volta dei magheggi finanziari della Parmalat e delle potenzialità ''nascoste'' del www, io che non ci sto a sparare su Casaleggio : verrà Gaia, verranno i Maya, ritornerà la Naja obbligatoria, io che li ho votati entrambi, pd e m5*, quando lo guardo, Kim Jong-un, non posso non pensare a Crimi e a Renzi, a matteosalvini e a Thao di Gran Torino : innanzitutto empatia, prego.
 
Il M5* che ci ha tolto di mezzo il pericolo Alba Dorata ( e chissà invero purtroppo quanti ne ha 'sottratti' a Ingroia, me per primo, ri-purtroppo, anche per me ), e che nelle sue fila raccoglie tutto l'arco costituzionale ( a parte la DC (?), poi ci son dentro tutti, tutti : e attenzione, il M5* NON è composto per la maggior parte da delusi del centro-sinistra : i delusi del C-SX si spartiscono similarmente le istanze che lo animano : altrettanti sono i delusi del centro-destra all'interno del Movimento : i delusi del C-DX...lo so che sembra quasi un ossimoro, ma esistono...) :
il m5* : così gggiovane, e quindi, per un sillogismo www rottamatore, così gggiusto :
e mi ritorna in mente la scena del parto all'ospedale in "Vivere!"-"Huozhe" di Zhang Yimou, in cui tutti i medici e dottori e fin anco gl'infermieri, le ostetriche e i barellieri erano stati sostituiti dai Giovani Rivoluzionari col pannolino e il libretto rosso, che di acque rotte come di gambe aperte non sapevano nulla di niente, nemmen s'appare punto esclamativo od underscore.
 
I libri stampati spariranno, resteranno solo le felpe-libro degli uomini-pirla, incipit stampati a lettere grosse, con la cerniera della felpa a mo' di taglio di Fontana :
--- " Chiamatemi Ismaele ", C.Pavese, oppure " Ishmael - chiamatemi così ", R.Bianchi, oppure " Chiamatemi pure Ismaele " (??), G.Natale .
--- " Tutte le famiglie felici si somigliano; ogni famiglia infelice è invece disgraziata a modo suo ".
--- " E' cominciata così. Io, avevo mai detto niente. Niente ".
Fino alla fine, in explicit :
--- " Là fuori non c'era nulla, non c'era alcun genere di traffico. C'era solo un veicolo, un carro abbandonato con due cavalli. Il carro era verde e a forma di bara.
Gli uccelli parlavano.
Un uccello disse a Billy Pilgrim : << Puu-tii-uiit ? >> "".

melville, tolstoj, céline, vonnegut

Brave New World ( Revisited ) - Aldous Huxley
Nineteen Eighty-Four ( 1948 ) - George Orwell
Fahrenheit 451 ( 9/11 ) - Ray Bradbury
 
Gli uomini-felpa.
Si voterà sulla banda larga, basterà un clic, uno sbatter di ciglia e palpebre ( a parte l'inutilità della cosa, può anche essere, il progresso è esponenziale... Penso purtroppo invece che voteremo su un nuovo modello di i-Pad : l' i-Stone : con un selcio appuntito tracceremo rune sul geroglifico corrispondente al nostro candidato. Gli scrutini dureranno un'intera stagione, gli scrutatori, reclutati a forza, cadranno come mosche sotto il peso delle tavolette di pietra portate in sacchi di iuta sulla schiena di caverna in caverna. Almeno non ci sarà più il porcellum, tranne quello che gira sul fuoco, la sera, tenuto acceso, sempre, per scacciare le fiere appenniniche e alpine scese a valle in cerca di nuovi territori di caccia, scese in pianura per riprenderseli, quei territori )  :
uno vale uno vale uno  :  una rosa è una cosa è una roba  :
perché, Grillo, MAGGIORANZA NON E' DEMOCRAZIA.
 
Ecco, Lenin + Grillo... "Sostenere Qualsiasi Governo" pd-m5* purché realizzi i punti condivisi dei due programmi
( Grillo che cede in parte sul finanziamento pubblico ai partiti e ai giornali, Bersani che cede - ora, subito, non quando sarà la Storia e la Terra che Gira a farlo per lui - sul T.A.V. ) :
perché la Politica è Compromesso, due parole Bellissime, come il buon Padoa Schioppa soleva chiamar le Tasse, ovviamente subito schernito dalla masnada purulenta e ciarlante giù in strada : due parole enantiosemiche l'una per degenerazione di senso l'altra puramente semanticamente : la politica così svilita, ed il compromesso che non significa solo punto d'incontro ( fusione di cose diverse - accordo in cui ciascuna delle parti rinuncia a qualcosa ) ma pure...compromissione : scendere a patti con chi è moralmente screditato.
Certo...c'è compromesso e compromesso : tutti o quasi spingono o per lo meno abbozzano verso un pd-pdl ( vergognoso, che Bersani mai avallerà ) e definiscono Impossibile un pd-m5* ( con il pd e Grillo a dirlo per primi e da sempre, e Bersani che ha tentato e ritentato da sem...beh, da 6 settimane, che prima era felicissimo anche lui di sfancularsi con Grillo ) : perché ? Perché impossibile ? La politica è l'arte e la tecnica del compromesso : è l'Evoluzione, epigenetica, allo Stato dell'Arte.
 
L'Arte e la Tecnica ( Techne : e considerate oggi Grecia e Cipro ) della Politica : Amministrare quel che la natura epigenetica aggrega : l'essere umano che controlla la propria natura : una città sorta alla confluenza di due fiumi, una nazione composta anche dall'ultimo degli eremiti volontari e dei reietti, dei senza documenti, dei respinti.
Il Saper Fare, anche una cosa sola, perdio, ma quella e bene, in un Sistema Ecologico Simpatetico : la Scienza nei secoli si è evoluta, sviluppata, ampliata, complicata : uno Scienziato oggi deve essere quasi per forza specializzato ( non tutti possono essere Henri Laborit o Richard Dawkins o R.P.Feynman ), non può erigere da solo una teoria del tutto 'come' un novello Platone, Aristotele, Socrate, Epicuro : così il politico dev'essere in parte tecnico ed in parte attore : la Politica non è cambiata di una virgola dall'alba dei tempi ( questo non vuol dire che ''abbiamo sempre fatto così" e allora così deve rimanere per sempre : è che non siamo ancora pronti per il Salto : il Salto, per le nostre Capacità attuali, si chiama Dittatura ).
Poi, sarà l'interazione tra le branche delle discipline scientifiche ( la bio-matematica, per esempio ( e no, la psico-chimica no...però la chimica della psiche si, la neurochimica ) ), l'insorgenza di dialogo tra le scienze, a salvarci. L'Interdisciplinarietà.
 
Ecco la Meraviglia del Compromesso PD-M5* : realizzare i punti condivisi dei due programmi. Non lo fate ? Bene, tra una pullmanata ed una streamingata, vedete di trovare il modo di ricavarvi un piccolo spazio per una vaffanculata.
 
E invece :
Grillo vuole pdl + pd-l al governo per poi andare alle elezioni, in autunno, e prendere il 40 % netto.
   Che è la stessa cosa che vuole Renzi ( elezioni subito o governo ( certo NON con lui come premier ) da usare prima come specchietto per le allodole e poi come trappola per topi ). Ma attenzione, lo ripeto che è fondamentale : un governo pd-pdl...da appoggiare esternamente, da "Io faccio il Sindaco di Firenze" : un governo dei due-tre punti emergenziali senza entrarvicisi-cisivi a farne parte concretamente, in questo presunto-ideale governo, ma stimolandolo da esterno istigatore a fare la cosa giusta per il paese...tanto poi faranno peggio dei Tecnici e allora toccherà a lui, dopo, dopo, proprio come Grillo : così, una volta sfasciatasi la bi-camerale versione 2.0 ( le due camere al pd, un presidente del consiglio tecnico ed un presidente della repubblica tattico ), col paese messo peggio che pria e che mai, presentarsi alle elezioni da puro immacolato.
   Bersani non cede ( fiero di non essere andato al voto nel 2011 : e questa è LA cosa che mai gli si potrà perdonare...!!! ),
   Grillo non cede, e Berlusconi che "mente sapendo di smentire" e al quale tutto, ma proprio tutto, va bene : governo tecnico da combattere, governo politico in cui impegnarsi e poi da far cadere, elezioni subito.
   Qual è l'Unica cosa che a b.
( e a Renzi : ma Renzi...boh, meglio che niente, no ? Cioè, immaginatevi il niente. Eterno, per sempre. E poi Renzi. Per me non c'è gara. Renzi...non lo so...può andar giusto bene per averci l'amico loffio da portare in giro ad Ibiza per rimorchiare te le tipe o per fare il Presidente del Consiglio. Poi non ce la faccio, seriamente : mi sta davvero simpatico. Ho più cose in comune con un Tuareg, ma il male è altrove, dai...)
gli farebbe prima sbiancare i capelli come a Leland Palmer per poi farglieli cadere come a Homer Jay Simpson ?
Un governo PD-M5* che faccia Bene.
E questo lo sanno tutti. Siccome però b. non esiste, essendo una Proiezione delle nostre di tutti piccinerie...
 
Ricino e Mughetto. II.
( attenzione : di seguito spoiler sul Mondo della Realtà )
 
Breaking Bad, stag. 4, ep. 10-11-12 :
 
L'ultimo quarto d'ora dell'11esimo episodio ed i restanti altri due a finire la stagione costituiscono un corpo solo, gestito in maniera esponenzialmente crescente dallo stesso creatore della serie Vince Gilligan, sia per regia che per scrittura.
 
10. " Salud ",
scritto da Peter Gould e Gennifer Hutchison, e diretto da Michelle MacLaren.
 
In cui succedono cose.
Si arriva con un piccolo aereo da turismo a elica monomotore [ >>> ma...], si brinda al Cartello,  li si avvelena tutti e ci si avvelena un po' ma è l'unico modo e il giusto prezzo e addio al Cartello...(?)...
Ci si ubriaca per simulare un pestaggio, o l'incontrario, e ci si confessa.
Si prova a far ragionare l'ex-capo, non basta un body attillato o in questo caso non si è disposti ad utilizzarlo perché non ne basterebbe la forma e l'odore, in questo caso, e quindi si chiama Saul.
 
11. " Crawl Space ",
scritto da George Mastras e Sam Catlin, e diretto da Scott Winant.
 
In cui accadono cose.
[ >>> ma...] Si ritorna a piedi. Si scopre che il ''proprio'' sangue all'occorrenza è letteralmente disponibile in Grande Réserve : proteggere gl'investimenti, il capitale.
E Skyler "risolve" almeno il "suo", di problema : " Io non voglio che tu paghi me, Ted. Voglio - che tu - paghi - le tasse ! ". Ci pensa Saul...
Con un finale, dalle fondamenta al soffitto, che sembra un travelling verticale in una navicella spaziale, volutamente traballante e con un sound design d'aria che se ne esce da una falla dello scafo.
Ed un altro finale, quello di " the Bridge on the River Kwai " ( Alec Guinness che dice : " Che cosa ho fatto ? " - " What have I done ? " ), citato brevissimamente ( è visto in tv da Hector "Tio" Salamanca, colpoapopletticizzato, nell'ospizio in cui è ricoverato ), che dialoga perfettamente con l'episodio finale di stagione, il 13esimo, " Face Off " ( eh-eh ), che ho già spoilerato nella play precedente fra quelle dedicate a BB [ //www.filmtv.it/playlist/49708/si-pu-e-una-passeggiata/ ] e che quindi qui non ri-riporto, limitandomi ad un montaggio d'immagini fra il film di Lean di quest'episodio ed…IL Momento dell'episodio successivo :
http://cdn.chud.com/f/f0/f0082ce4_TIO.jpeg

Gus : " Tutti, Hector : Don Eladio, Don Paco, Cesar, Rinaldo, Fortuno, Cisco e Luis Escalàr. Tut-ti mor-ti. Compreso tuo nipote, Joaquim. Adesso, il nome dei Salamanca, morirà con te ".
 
12. " End Times " ( con spoiler sull'ep. 13, Face Off ( make-up di Gus by Greg Nicotero e Howard Berger : tra gli altri, Masters of Horror & SF ),
scritto da Thomas Schnauz e Moira Walley-Beckett, e diretto da Vince Gilligan.
 
Re-Birth Bad.
In cui l'aria smette di depressurizzare il mondo di Walter White.
E ( continuo con gli spoiler verso il finale di 4a stagione, ep. 13 ) in quella che rimane si sente come un lieve, gradevole profumo di Mughetto ( nel 13° ep. non ci sarà solo la piantina in vaso…ma anche il cartellino del fiorista : Lily of the Valley / Convallaria majalis ).
Saul ( Bob Odenkirk ) a Pinkman : " Io non ne so niente, so solo che quando mi ha detto che il vostro capo l'ha portato nel deserto minacciando di morte lui e tutta la sua famiglia io l'ho preso sul serio...perché cosa sono, io, se non parte della famiglia ? " .
 
[ Parentesi su Bob "Mr.Show" Odenkirk scrittore e regista, guardatevi questi :
Derek and Simon ( the Pity Card ) - " a Bee and a Cigarette " ( e come non riuscire ad utilizzare le chiavi della camera d'albergo...) :
http://www.youtube.com/watch?v=SkvBP_oChg8
http://www.youtube.com/watch?v=Mpc5xIMazQ8
<< In sostanza, volevo solo fare della tv che potessi guardare senza rabbrividire o senza avere l'impressione che la tv mi stesse urlando contro. Già, la tv urla, mi dice : " Guardami ! Guarda come sono divertente, vero ?!! ". Di solito le rispondo urlando ( tra me e me ) : " No, manco per niente ". E a quel punto rimaniamo a fissarci >> ]
 
Mr. White, ancora con l'impronta della bocca della canna del revolver - dimenticato ( apposta ? ) in giro ( a questo punto, scarico...) e raccolto da Pinkman - ben impressa sulla fronte, se l'ha fatto, quel che forse ha fatto, come l'ha fatto ?
E se e quando Pinkman verrà a saperlo, quel che forse ha fatto, che farà ?
Gus, per ora, sente il Profumo ( Mughetto ? ) di quel che Walt ha fatto bollire in pentola, e si allontana dal pericolo.
Te lo chiedono anche ai tre giorni, se ami i fiori.
Irrompere nella malvagità.
Il titolo della serie si esplicita e manifesta.
E' incorporato da Walter White.
Esplodente.                    

Playlist film

Corea in fiamme

  • Guerra
  • USA
  • durata 85'

Titolo originale The Steel Helmet

Regia di Samuel Fuller

Con Gene Evans, Robert Hutton, Steve Brodie, James Edwards, Richard Loo

Corea in fiamme


the Steel Helmet, Samuel Fuller

E a 'proposito' di Samuel Fuller, e a proposito dei fatti di Civitanova Marche, riporto due righe che scrissi in coda a " Falkenau - the Impossible ", un anno e mezzo fa :
" Per la serie non so se e cosa voglia dire ma magari qualcosa vorrà pur dire ( sulle orme dell'Helter Skelter by the Raven del Mucchio ) : servizio di un tiggì qualsivoglia : una coppia si suicida da qualche parte in italia : lei 68 anni ( con 400 € di pensione al mese ) ritrovata in casa, lui 64 anni in mobilità/cassaintegrazione ritrovato sulla spiaggia ( è l'italia che se li era persi, siamo noi che perdiamo pezzi ). Stacco. Servizio sulla scadenza del pagamento del canone radiotelevisivo : 112 € [ per il 2013 è di € 113,50 ] altrimenti forza equitalia c'è ".
Altro mare, stessa acqua.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il ponte sul fiume Kwai

  • Guerra
  • Gran Bretagna, USA
  • durata 100'

Titolo originale The Bridge on the River Kwai

Regia di David Lean

Con Alec Guinness, William Holden, Jack Hawkins, Sessue Hayakawa

Il ponte sul fiume Kwai
altre VISIONI

In streaming su Chili

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Traffic

  • Drammatico
  • USA, Germania
  • durata 147'

Titolo originale Traffic

Regia di Steven Soderbergh

Con Catherine-Zeta Jones, Michael Douglas, Benicio Del Toro, Jacob Vargas

Traffic
altre VISIONI

In streaming su Amazon Prime Video

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Noah

  • Drammatico
  • USA
  • durata 134'

Titolo originale Noah

Regia di Darren Aronofsky

Con Russell Crowe, Jennifer Connelly, Anthony Hopkins, Emma Watson, Ray Winstone

Noah
altre VISIONI

In streaming su Netflix

-------------------------------------------------------------------------------------------------

Black Mirror, stag.2, ep. 3 {*} :

A quando in chiaro ? Protagonista grillino e per niente grullo dell'editoriale della brava Daniela Federico ( a proposito di Cambiamenti e Rivoluzioni fisiologiche, ne approfitto per rifare gli auguri di buon lavoro al ''nostro'' neo direttore Mauro Gervasini ) del Mucchio di questo Aprile 2013 ( con due bei pezzi su Walter Hill, in occasione di " Jimmy Bobo ", e Richard Matheson, ch'è sempre l'occasione ), come tanta SF mainstreamizzata ( Ballard, Dick, Matheson, Brown ) e tanto mainstream massimalista sciencefictionizzato ( Pynchon, Ruff, DeLillo, Powers ), ci parla di noi meglio dei tiggì e dele fanzine di partito, certo, ma almeno anche con la stessa forza di un ottimo Guido Crainz. Poi, in piccolo, che pure sul Mucchio ( pag. 7, in basso a dx ), nella rubrica della posta ( per parlar di '''noi''', una delle pochissime rubriche del FilmTv cartaceo che saltavo 'allegramente' a pie pari da almeno un anno ), non si perda l'occasione di piccole rivalse  e begatelle ( beghe + bagatelle ) personali, è altrettanto purtroppo fisiologico : Max Stèfani like Berlusconi che manda a casa pubblicità personale per il suo "Wild Thing" : eh-eh...avercene di volantini di geova così... Meglio il berlusca in copertina su Rolling Stone a Dicembre 2009, allora ? Meglio il Rob Zombie in copertina su...XL di questo stesso Aprile, a 'sto punto.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

The Interview

  • Commedia
  • USA
  • durata 112'

Titolo originale The Interview

Regia di Evan Goldberg, Seth Rogen

Con James Franco, Seth Rogen, Lizzy Caplan, Timothy Simons, Randall Park, Diana Bang

The Interview
altre VISIONI

In streaming su Tim Vision

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No
Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati