Espandi menu
cerca
Notte di bivacco

Regia di Raoul Walsh vedi scheda film

Recensioni

L'autore

jonas

jonas

Iscritto dal 14 gennaio 2008 Vai al suo profilo
  • Seguaci 163
  • Post -
  • Recensioni 2708
  • Playlist 14
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Notte di bivacco

di jonas
8 stelle

Nel Wyoming, un misterioso fuorilegge trafuga le cassette di denaro trasportate dalle diligenze lasciando al loro posto messaggi in versi firmati il Poeta: un giocatore d’azzardo viene costretto con il ricatto a dargli la caccia e si trova ad avere a che fare con i banditi locali, inferociti contro l’intruso che ha invaso il loro territorio, con una donna rispettabile che asserisce di essere la moglie del Poeta e con una cantante di saloon appena arrivata. Si sa che per Walsh i generi sono una semplice convenzione, se non addirittura un travestimento: Una pallottola per Roy e Gli amanti della città sepolta raccontano la stessa storia, Obiettivo Burma! e Tamburi lontani idem. Questo film rappresenta un interessante esempio di contaminazione: dietro la patina western c’è un giallo con intrigante sottotrama sentimentale, e l’intera vicenda si sarebbe potuta benissimo tradurre in un noir di ambientazione contemporanea. Si comincia e si finisce in una diligenza dove viaggiano le tre medesime persone, un uomo e due donne fra le quali corre una rivalità dapprima impalpabile e poi sempre più esplicita; nel mezzo quasi ci si perde in una girandola di doppi giochi, dove ognuno cerca di fregare tutti gli altri (o almeno sospettiamo che lo faccia) e lo spettatore non sa di chi potersi fidare. Pazienza se il nostro eroe ha l’aria un po’ troppo pacioccona, se nella versione doppiata il Poeta ha l’improbabile voce di Alberto Sordi e se è difficile credere che nessuno abbia mai notato l’identità di calligrafia fra i suoi messaggi e quelli del direttore del servizio trasporti. Il titolo originale Cheyenne è il nome del paese in cui si svolge l’azione.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati