Trama

Si festeggia il compleanno di un critico d'arte quando, improvvisamente, scoppiano i sintomi della distruzione: una scossa di terremoto, aerei militari in volo radente, l'annuncio alla Tv che la guerra atomica totale è imminente. L'uomo offre a Dio ogni suo bene per salvare i suoi cari. Di notte fa l'amore con una domestica, e ciò sembra riportare la tranquillità; ma la sua mente è ormai sconvolta. Una limpida metafora di Tarkovskij sulla perdita dei valori spirituali e sull'esigenza di un "sacrificio" per recuperarli. Dal cupo della disperazione, il regista chiude però su un messaggio di speranza. Cinema arduo, impegnativo, ma affascinante. Gran premio della giuria a Cannes.

Commenti (4) vedi tutti

  • E’ un po’ il testamento artistico e spirituale di Tarkovskij morto subito dopo le riprese.Sconvolgente apologo sul benessere e sulla ricchezza, sulla paura del nucleare che potrebbe portare alla fine del mondo.Il bergmaniano Erland Josephson (ma anche il direttore della fotografia è il preferito del regista svedese)per esorcizzare la fine del mondo

    commento di marco bi
  • 7.5

    commento di nico80
  • non lo reggo. "Stalker", invece, era un bel film.

    commento di bocchan
  • L'ultimo film di Tarkovskij gioca molto sullo stato di angoscia dell'uomo.

    commento di bamba
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

OGM di OGM
10 stelle

L’esistenza umana è fragile, e il suo punto debole è il mistero. È questo il margine, inconoscibile e ingovernabile, in cui si annida la paura, che la fede trasforma in devozione, e l’amore in dipendenza. Questa cornice sfumata, eppure carica di tensione ansiosa, circonda i nostri gesti, le nostre parole ed i nostri pensieri, rendendoli schiavi della disperata… leggi tutto

7 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
5 stelle

Alexander vive isolato, in un paesino nordico di campagna, insieme alla moglie, al figlioletto e a una domestica. Riceve spesso visite dall'amico postino, con cui si intrattiene in lunghe chiacchierate metafisiche. Strani presagi cominciano a verificarsi; Alexander teme l'arrivo dell'apocalisse e dà alle fiamme la sua casa, offrendola come ultimo gesto sacrificale a Dio, nel tentativo di… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

luisasalvi di luisasalvi
4 stelle

E' l'ultimo film di Tarkovskij; l'ho rivisto solo tre volte, troppo poche per parlarne con competenza, ma già troppo più di quanto meriti. P. Mereghetti ne parla male, ma lo riassume così male da rendere inattendibile il suo giudizio; avverte che "cinefili snob, ciellini e mistici dell'immagine sono andati in estasi"; non so a che categoria appartengano M. Morandini e S. Trinchero (degli… leggi tutto

1 recensioni negative

2019
2019
2018
2018
2016
2016

Recensione

mm40 di mm40
5 stelle

Alexander vive isolato, in un paesino nordico di campagna, insieme alla moglie, al figlioletto e a una domestica. Riceve spesso visite dall'amico postino, con cui si intrattiene in lunghe chiacchierate metafisiche. Strani presagi cominciano a verificarsi; Alexander teme l'arrivo dell'apocalisse e dà alle fiamme la sua casa, offrendola come ultimo gesto sacrificale a Dio, nel tentativo di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Coscienza della fine

LorCio di LorCio

Forse è soltanto una questione di ricezione, vediamo i vecchi film col senno di poi e ci piace leggere qualcosa che era solo in potenza oppure nemmeno considerato nel mentre in cui furono realizzati. Non tutti…

leggi tutto
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

passo8mmridotto di passo8mmridotto
7 stelle

Andrej Tarkovski (Andrej Arsen'evic Tarkovskij) è morto a 55 anni di cancro. Era nato nel 1932 ed è scomparso nel 1987. E' raro trovare un regista, ma soprattutto un uomo, che abbia concentrato tanto lavoro nel cinema - e non solo - in una vita tanto breve quanto travagliata. L'esordio avvenne nel 1962 con il film "L'infanzia di Ivan", che vinse il Leone d'Oro al Festival di…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

mexicanstandoff di mexicanstandoff
10 stelle

Una delle opere più poetiche e delicate del cineasta russo, in pieno sviluppo delle tematiche già trattate nel precedente Stalker (1979). Anche in questo capolavoro, Tarkovskij pone al centro di tutto la Fede, intesa non tanto come atto religioso quanto come intima volizione. Il regista torna a denunciare fortemente la totale apatia e assenza di spiritualità della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2013
2013

Speranza/ Hope/ Espoir/ Hoffnung/

steno79 di steno79

Qualche mese fa avevo scritto due play “gemelle”, rispettivamente sull’ottimismo e il pessimismo al cinema: entrambe erano state apprezzate, ma quella sull’ottimismo aveva ricevuto un numero di commenti doppio…

leggi tutto

Gravifotone.

mck di mck

Ok, Chris Hadfield a bordo della ISS che suona, reinventa e canta, parzialmente su un suo playback registrato a Terra, "Space Oddity" di David Bowie, dell'11 Luglio 1969, pochi giorni prima del piccolo passo per un…

leggi tutto
2012
2012

A cosa stai pensando?

yume di yume

A cosa stai pensando? Al mio immenso paese, coperto di macerie di fango detriti e cemento, aspettando sommessi il prossimo fuoco celeste per aver troppo spesso sacrificato al dio sbagliato, al dio denaro. A cosa stai…

leggi tutto
Playlist

Due righe su Tarkovskij

marco bi di marco bi

Sabato 19/05/2012 io e altre 20-30 persone, abbiamo avuto la fortuna di vedere alla Casa del Cinema di Roma, in una bella sala, in formato DVD ma su grande schermo e senza pagare nessun biglietto, il capolavoro Andrej…

leggi tutto
2011
2011
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito