Espandi menu
cerca
Paura d'amare

Regia di Garry Marshall vedi scheda film

Recensioni

L'autore

GARIBALDI1975

GARIBALDI1975

Iscritto dal 23 novembre 2012 Vai al suo profilo
  • Seguaci 144
  • Post 3
  • Recensioni 407
  • Playlist 27
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Paura d'amare

di GARIBALDI1975
8 stelle

Chi vuole tuffarsi in un bella e soda storia d'amore deve puntare su "Paura D'Amare" (o "Frankie and Johnny" in inglese), titolo che ha le sue radici in uno spettacolo teatrale; i film che provengono dal teatro, in genere non mi piacciono, sono spesso verbosi, ruotano attorno a pochi personaggi e hanno un sacco di inutili dialoghi. Non è questo il caso!

 

Frankie (Michelle Pfeiffer) è la cameriera di un ristorante di New York, che dopo alcune relazioni infelici vive una vita tranquilla, preferendo guardare videocassette VHS di vecchi film nelle proprie quattro mura domestiche. Arriva al ristorante Johnny (Al Pacino), appena uscito di prigione, viene assunto come cuoco. Johnny,  un matrimonio fallito alle spalle e con la voglia di rifarsi una vita, immediatamente intravede in Frankie uno spirito affine per rinnovare la propria esistenza. Mentre Johnny fa del suo meglio per conquistare Frankie, lei cerca di proteggere se stessa dall'essere di nuovo ferita dall'ennesima dannata relazione.

 

La trama di "Paura D'Amare" è tutt'altro che prevedibile; lo spettatore farà il fan per Johnny, ma non tutto andrà liscio. 

 

Molto belle le scene finali, squisitamente artigianali, di notte nel buio appartamento di Frankie. E' un film romantico, una commedia ed  un melò, che riesce a tratti a far anche sorridere. Racconta di come possono essere turbolente le storia d'amore e di come sia a volte necessario rimediare alla solitudine. Le spettatrici ne rimarranno entusiaste.

 

Per quanto riguarda la recitazione, che dire..., Al Pacino trattiene la sua esuberanza e crea un personaggio affascinante, amabile, vivace e che ha davvero un incantevole spirito positivo. Michelle Pfeiffer è credibile, rinuncia al suo solito personaggio glamour, a favore di un ritratto di una donna 'naturalmente' bella, che mostra una stanchezza quasi mondana, secolare, snervata dagli uomini e dalla turbolenza dei rapporti sentimentali. 

 

Questo è uno dei migliori film romantici che abbia mai visto. Non è uno di quei film che mostra l'amore in un mondo fantastico, dove non ci sono regole, rappresenta  l'amore nel mondo reale, con le sue paure, fobie, incertezze e turbolenze. Questo film non solo racconta una banale storia su un cuoco che si innamora di una cameriera, no ... ma rappresenta magicamente i timori e le esitazioni che tutti noi abbiamo quando ci troviamo a dover iniziare una nuova vita, una nuova sfida e, forse, un nuovo amore. Il regista ha fatto un ottimo lavoro nel definire l'ambiente giusto per il film, con un tocco realistico.  Toccante la frase che Johnny dice a Frankie, quando le dichiara: "tutto quello che voglio è in questa stanza". Un film da non perdere!

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati