Espandi menu
cerca
Una donna chiamata moglie

Regia di Jan Troell vedi scheda film

Recensioni

L'autore

barabbovich

barabbovich

Iscritto dal 10 maggio 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 71
  • Post 7
  • Recensioni 2932
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Una donna chiamata moglie

di barabbovich
7 stelle

Dopo essersi sposati tramite un annuncio sul giornale, il vaccaro Zandy (Gene Hackman) e Hannah (Liv Ullmann) si trovano presto ai ferri corti: i modi bruschi di lui non collimano con la personalità di lei, una proto-femminista nella California di fine Ottocento. Zandy cerca allora un'altra strada ma non tarderà a tornare a Canossa dalla volitiva moglie.

Western atipico dai dialoghi rarefatti (frutto della penna di Marc Norman), il film basato su The stranger di Lillian Bos Ross prende controcorrente la via dell'apologo contro la discriminazione sessuale (che ripropone in chiave ancora più marcata nel finale, quando la donna dà alla luce due gemelli, un maschio e una femmina). Il ritmo è blando ma il repertorio di espressività dei due protagonisti è tanto ricco da sostenere da solo il peso dei lunghi silenzi. Del film circolarono due versioni: una per il pubblico svedese e una per quello americano.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati