Espandi menu
cerca
La Mummia

Regia di Alex Kurtzman vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Lina

Lina

Iscritto dal 28 ottobre 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 107
  • Post 8
  • Recensioni 1072
  • Playlist 15
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La Mummia

di Lina
5 stelle

Remake di un classico dell'horror che spreca un buon cast di attori per una messa in scena sterile e mediocre.

L'atmosfera dark viene sapientemente creata, le scenografie sono cupe quanto occorre, il ritmo è costante, la tensione ben dosata, i costumi adeguati, il trucco e gli effetti speciali buoni, eppure, il film non ha funzionato. Colpa di uno script che viene sviluppato in modo banale, con poche trovate efficaci e rari dialoghi brillanti. Si poteva fare di meglio, dato che le basi per una trama avvincente c'erano tutte.

 

Il tenebroso prologo e la tematica che accenna alla possessione demonica lasciano intendere che gli spunti saranno sviluppati con estro e maestria, ma non è ciò che accade.

Sebbene per tutta la durata della pellicola si respiri un'aria macabra e un odore di terrore - ben diversi da quelli da cartone animato dei film di Sommers dove è l'ironia a far da padrone al posto della tensione - gli elementi non si fondono, non catturano come dovrebbero e tutto rimane in superficie, mai approfondito a dovere.

 

Il personaggio di Ahmanet è veramente intrigante e inquietante, ma nella trama rimane irrisolto da molti punti di vista. Le sue pupille che si sdoppiano sono il vero incubo o cardine dell'horror che dà sapore alla storia narrata. Rimangono impresse nelle menti degli spettatori.

 

Il film è morboso nel racconto, ma non suggestivo ed è assai cupo, ma non affascinante nell'insieme, come invece avrebbe dovuto essere. I protagonisti non coinvolgono, hanno poca anima, suscitano in rari momenti emozioni e il personaggio di Nick appare troppo scontato nella sua trasformazione da uomo egocentrico a eroe e martire.

 

Il finale, una volta tanto è amaro e raccapricciante, ma così eccessivo ahimè, da risultare ridicolo (il personaggio interpretato da Tom Cruise sviluppa un'improvvisa sindrome di Superman, pronto a salvare gli altri, in modo poco convincente), tuttavia viene lasciato aperto per l'arrivo di un sequel che dubito arriverà, dato il fiasco di questo primo episodio.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati