Trama

Lorenzo, che in passato è stato un famoso avvocato, vive in un bel palazzo antico al centro di Napoli. Dopo qualche infortunio professionale, Lorenzo è caduto in disgrazia e anche la sua vita familiare ne ha risentito, facendogli negare apparentemente senza ragione l'affetto ai figli Saverio ed Elena. Egoista e brusco, compagno solo del nipotino Francesco che sottrae alla scuola per educarlo alla sua maniera, Lorenzo si ritrova a cambiare grazie all'arrivo nell'appartamento di fronte al suo di Fabio e Michela, una giovane coppia con due bambini piccoli che arriva dal Nord. In breve, Lorenzo mette da parte il suo essere scorbutico e diffidente per diventare come uno di famiglia finché una sera succede qualcosa che sconvolgerà l'esistenza di tutti.

Commenti (9) vedi tutti

  • Tutto sommato è un'occazione sprecata, ma non è un film da buttare.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Gianni Amelio, con la sua proverbiale elegante dolcezza - discostandosi dal libro di Lorenzo (come il protagonista) Marone, facendone una propria e personale creatura - ci racconta di rapporti familiari e affettivi difficili, di sentimenti provati, dimenticati, lasciati, rovinati, messi da parte, ripresi.

    leggi la recensione completa di michemar
  • L'amore è un sentimento difficile che crea angosce insanabili, sensi di colpa dolorosi,se non provato come la circostanza richiederebbe. La tenerezza invece nasce spontanea e crea condizioni per alleviare insicurezze, solitudine e disagio. Amelio riflette con lucida profondità tramite una storia dolorosa in grado tuttavia di non negarci la speranza

    leggi la recensione completa di alan smithee
  • Il film, che non è immune da difetti, in ogni caso è notevole nel desolante e desolato panorama del nostro alquanto strampalato cinema.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Un vecchio avvocato conosce una famigliola apparentemente normale che invece ha in sé i germi di una tragedia che sta per scoppiare. Dramma corposo, incentrato sulle difficoltà insite nei rapporti famigliari, un po' prolisso e forzato in alcune parti, ma sostanzialmente costruito bene. Voto 6,5/10.

    commento di alexio350
  • Le lunghe scalinate di palazzi grigi e polverosi, i vicoli intasati che il protagonista percorre a fatica assorbono tutto il sole di Napoli per restituirci la luce nei volti consumati e diafani dei personaggi. La tenerezza è un film che non commuove, che i sentimenti li trattiene, ma se li nasconde è solo per preservarli da una morte annunciata..

    leggi la recensione completa di naughton
  • " La tenerezza è una prova di forza, sembri debole a dismostrarla, in realtà essere tenero è una prova di forza !" Gianni Amelio.

    leggi la recensione completa di luabusivo
  • La tenerezza è fondamentalmente un viaggio in se stessi guidato, come spesso capita nei film di Gianni Amelio, da un’ossessione conradiana attraverso stazioni allegoriche, dolorose ma evolutive. E in questo percorso si dipana l’ennesima, lucidissima, analisi entomologica di ciò che la famiglia è, e di come si manifesta...

    leggi la recensione completa di Fabrizio Dividi
  • Film splendido, complesso, non immediato. Richiede allo spettatore di entrare nelle vite dei personaggi, nella loro storia e nelle loro incomprensioni. Per ritrovare un sorriso che si fa sempre più difficile ed una stretta di mano appena accennata

    commento di MarcoT
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

alan smithee di alan smithee
9 stelle

"La felicità non è un traguardo da raggiungere, ma una condizione da ritrovare voltandosi indietro: non la trovi guardando in avanti, ma volgendo le spalle". Questo, in sintesi non esattamente  testuali, il condensato focale della nuova intensa fatica cinematografica che vede il ritorno in regia e come sceneggiatore da parte di Gianni Amelio, uno dei pochi cineasti nostrani… leggi tutto

8 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

laulilla di laulilla
6 stelle

Gianni Amelio è tornato sul set  per raccontare una storia napoletana che, con molta libertà, si ispira al romanzo La tentazione di essere felici di Lorenzo Marone. Lorenzo, un vecchio signore già famoso (o, meglio, famigerato, come egli stesso si definisce) avvocato civilista, ha passato la vita nelle aule del tribunale di Napoli, per difendere,… leggi tutto

6 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Mulligan71 di Mulligan71
4 stelle

Dispiace vedere quello che per me è il nostro regista più importante, scivolare, per la prima volta, sulla buccia di banana di un film che sta appena un gradino sopra una delle tante, orribili, fiction televisive che produciamo. Io da Gianni Amelio mi aspetto molto, molto di più, di una storia senile, appiccicosa e pure recitata male. Ho resistito fino a venti minuti dalla… leggi tutto

1 recensioni negative

Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
I David di Donatello 2018

I David di Donatello 2018

Assegnati ieri sera - in diretta su Rai1 dopo molto tempo - i premi David di Donatello. Questo l'elenco completo.    MIGLIOR FILMAmmore e… segue

Post
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Il meglio del 2017
2017

Recensione

alan smithee di alan smithee
9 stelle

"La felicità non è un traguardo da raggiungere, ma una condizione da ritrovare voltandosi indietro: non la trovi guardando in avanti, ma volgendo le spalle". Questo, in sintesi non esattamente  testuali, il condensato focale della nuova intensa fatica cinematografica che vede il ritorno in regia e come sceneggiatore da parte di Gianni Amelio, uno dei pochi cineasti nostrani…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 24 aprile 2017
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2009
2009
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito