Espandi menu
cerca
Le iene. Cani da rapina

Regia di Quentin Tarantino vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Baliverna

Baliverna

Iscritto dal 10 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 90
  • Post 4
  • Recensioni 1802
  • Playlist 26
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Le iene. Cani da rapina

di Baliverna
6 stelle

Ho voluto infine vederlo questo mito del cinema contemporaneo e del sito di Film TV, non perché ne sentissi il desiderio, ma proprio, appunto, perché questo film è un mito e dovevo conoscerlo. L'ho trovato sgradevole, sia per la gran quantità di cruda violenza, che per l'universo disperato che dipinge, fatto solo di odio e cinismo. La solidarietà criminale che c'è tra i membri della banda, e con il vecchio capo, è solo un surrogato di amicizia e lealtà, perché all'occorrenza ci si può fare sempre un buco in fronte. Anche l'amicizia che sembra esserci tra il personaggio di Harvey Keitel e il ferito è in realtà un inganno che finisce con una pernacchia. Insomma siamo lontani anni luce dai ladri e dai criminali di "Giungla d'asfalto" o dei film di Jean Pierre Melville. Qui siamo dalle parti dell'inferno sulla terra.
Cinematograficamente e tecnicamente l'ho trovato discreto, ma non di più. Non ho visto cioè quel prodigio di arte cinematografica che altri vi vedono e che io ho ravvisato in altre opere, le quali, pur non incontrando il mio gusto e la mia sensibilità, ho riconosciuto avere meriti artistici.
Gli attori, comunque, mi sono sembrati bravi e impegnati. Tarantino, tuttavia, si è ritagliato un piccolo ruolo che mi sa molto di beffardo o sornione, il che rende ancora più sgradevole il tutto. Questo film è certamente tutto suo, molto personale e come lo voleva lui. Il suo mondo interiore, che credo riproduca in esso, e la sua visione della vita e delle persone mi mettono i brividi.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati